domenica 10 dicembre 2017

Lo yin diventa yang, lo yang sarà yin


A volte si pensa che tutte le risposte siano in un altro luogo, in un altrove che non conosciamo, ma che per scontato crediamo sia nostro. E invece è nelle pieghe tra pensieri e anima, tra la polvere del nostro agire che si può posare lo sguardo e iniziare la ricerca. Più o meno un anno fa stavo per decidere di riprendere in mano questo spazio. Poi qualcosa è cambiato. Sono stata travolta dalla mia storia. E in proporzione inversa il mio caso si rimpiccioliva di fronte agli strappi della vita. Le passeggiate, che anelavano ad essere solitarie, sono state fatte in compagnia. Il grande si è ridotto a piccolo. Perché lo yin diventa yang e lo yang diventa yin.


Desidero un diario. La cucina è nei miei giorni.

4 commenti:

  1. Certo che sì, è proprio fra quella polvere che si trova il sentiero... e ci si incontra, a volte, facendo pezzi di strada in compagnia. Non si può dire, davvero, cosa la vita ci riservi.
    Bello ritrovarti... fra le parole e la rete. Si sentiva la tua mancanza.
    Ciao Lo

    RispondiElimina
  2. Carissima Rosa grazie di cuore per il tuo passaggio. E per l'onore di leggermi. Questo spazio, mai chiuso e lasciato solo, senza dimenticarlo mai mi ha richiamato. Così come la bellezza dello scrivere. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Semplicemente meraviglioso <3

    RispondiElimina