domenica 19 luglio 2015

A voi. Cuori di pietra.

Voi che avete tanto odio e anche tanta paura. Voi che vi credete di avere tanti diritti. Voi che  ve la prendete con chi soffre. Voi che attaccate con le mani o con le parole. Che condividete frasi fatte grasse di disprezzo e superficialità. Voi che trovate differenze da attaccare e non vedete la dignità di qualsiasi vita. Voi che con la vostra arroganza mi fate a volte cedere e quasi divento come voi. Voi che vi lasciate andare agli istinti e seguite senza volontà le urla di qualcuno che notoriamente ha solo il desiderio di usarvi.  Voi che forse siete così fortunati da non aver subito davvero una prevaricazione vera e non avete nemmeno il cuore di immaginarla.  Voi che siete così concentrati su voi stessi e sulla difesa della vostra pochezza. Voi che siete senza luce e duri come pietre.
Voi i meno umani degli umani. Voi che siete soli al mondo e vi fate eco con le vostre voci per non sentire il vuoto.

1 commento:

  1. parole profonde... Io gallinella bella, credo e voglio sperare che queste persone, possano prima o poi evolvere. Ho ancora fiducia nel genere umano, anche se ultimamente tentenno. La cattiveria sembra essere un virus contagioso.

    RispondiElimina