mercoledì 19 novembre 2014

Entusiasmo




Un salto e dentro la pozzanghera. 
Ecco cosa devo fare per risplendere insieme al sole.
Non devo dimenticare gli stivali rosa.
E di leggere la pagina del libro sul mio comodino.
Non devo scordare di sottolineare qualcosa con una matita colorata.
E progettare sogni di frutta candita.
Non devo litigare con me stessa per rubare tempo in cui esisto solo io.
Non devo far passare un giorno senza averlo tenuto per mano.
E ogni mattina la devo svegliare esattamente come si sveglia una principessa, con polvere d'argento che fa squillare le parole.
E devo giocherellare con i polpastrelli dei miei gatti, affondare il viso nello loro pancia pelosa e riempire di baci in fronte i miei cani.
E cercare fra i raggi di sole la presenza di chi è vicino a me.
Giocare a nascondino con i raggi d'oro.
E non saper spiegare a voce cos'è l'entusiasmo, 
ma tatuarsi la pelle con la sua essenza.

TORTA DI MELE VEGAN E NATURALMENTE DOLCE



250 gr di farina tipo 2
250 gr di  latte di avena (o un altro latte vegetale)
180 gr di uvetta
50 ml di olio di mais spremuto a freddo
2 mele
1\2 cucchiaino di vaniglia in polvere
1\2 bustina di cremortartaro
1 pizzico di sale marino integrale
1 limone

Riscaldare il forno statico a 180°.
Mettere l'uvetta in ammollo in acqua.
Lavare e tagliare a tocchetti le mele.
Miscelare la farina, la vaniglia, il cremortartaro e il sale con una frusta.
Lavare l'uvetta sotto l'acqua e frullarne metà con il latte d'avena e l'olio, fino a ridurla in crema.
Unire i liquidi alle polveri e mescolare accuratamente fino ad ottenere un impasto cremoso e fluido.
Aggiungere le mele a tocchetti, l'uvetta avanzata strizzata e la buccia del limone grattugiata.
Oliare e infarinare uno stampo da 22 cm,  versare l'impasto, livellare e cuocere per circa 45\50 minuti.

Una torta classica e semplice, un comfort food per eccellenza, una coccola autunnale morbida e profumata. La mia versione  è con farina semintegrale e senza nessun tipo di dolcificante, perchè mi sono affidata alla frutta e alla sua amorevole dolcezza.
Una torta dedicata a Sara.

sabato 1 novembre 2014

Un giorno di riposo


Aprire gli occhi perchè lo vogliono.
Scegliere musica dolce per accompagnare i gesti.
Fare colazione sfogliando le pagine più belle.
Stare in cucina con calma e dedizione.
Fare un bagno di sole insieme ai miei cani.
Sentire il canto degli uccelli e pensare come se fosse estate.
Finire gli ultimi lavori con un gatto in braccio.
Sferruzzare un pochino, quasi dormicchiando.
Aspettare una sera speciale.

 PANE DEI MORTI SUGARFREE E VEGAN


250 gr di biscotti secchi senza zucchero e senza olio di palma
80 gr di mandorle
50 gr di amido di mais
150 gr di farina di grano tenero integrale
35 gr di pinoli
100 gr di malto di riso
1\2 bustina di cremortartaro
150 gr di uvetta
100 gr di fichi secchi
1\2 cucchiaino di cannella
succo di mela q.b.
sale marino integrale

Mettere in ammollo l'uvetta per circa 20 minuti, quindi lavarla e strizzarla.
Frullare i biscotti e ridurli a farina.
Frullare le mandorle e ridurle a farina.
Tritare i fichi secchi.
Unire tutti gli ingredienti tranne il succo di mela.
Miscelare bene e aggiungere il succo di mela poco alla volta, impastando fino a formare una palla di pasta morbida.
Formare con le mani dei cilindri di circa 30 gr l'uno, che poi si schiacceranno per dargli la carattarestica forma ovale.
Infornare in forno caldo ventilato a 180° per circa 20 minuti.

Questi biscottoni della tradizione li ho voluti riproporri in chiave vegan e naturale, per questo ho usato farina integrale e il malto. Il profumo speziato delizioso che ho per caso è già una soddisfazione, ma assaggiare poi uno di questi biscottoni morbidi, insieme ad una tazzona di the caldo mi restituisce tutta la pace di questa giornata.
Li dedico ad Aida e alla sua splendida Arca dei 21 giorni vegan e mamma di questo splendido sito.