giovedì 13 febbraio 2014

Vorrei essere più zen


Vorrei essere più zen.
Più distaccata da certe robe. Più adatta al silenzio. 
Meno suscettibile alle umane maniere. Più predisposta a scivolare nelle cose.
Vorrei essere più contemplativa. 
Più disposta a stare ferma nell'osservare. Più capace di resistere al logorio del tempo.
Vorrei essere più flessibile, muovermi, piegarmi e tornare indietro. 
Danzare al soffio del vento per lasciarmi andare.
Vorrei essere come un bel sasso che si fa levigare dall'acqua, sembrando quasi morbida e duttile nel tempo.
Vorrei scegliere il colore giusto, con l'energia che cambia con l'universo.
Saper meditare e riflettere, portare nel cuore le grandi verità della natura. 
Riempirmi come uno scrigno e brillare quando mi apro.
Vorrei avere sempre 5 secondi in più tra quando sento qualcosa e quando do la mia risposta.
Vorrei avere tre giorni prima di ogni scelta e il tempo giusto per ogni cosa.
Vorrei tessere uno alla volta ogni desiderio.

PIZZA EVA AL RADICCHIO DI TREVISO, TOFU E SEMI DI ZUCCA


per la pizza:
300 gr di semola rimacinata di grano duro del Senatore Capelli
200 gr di farina integrale di grano tenero
1 c di sale marino integrale
2 C di olio extravergine d'oliva
400 gr di acqua
100 gr di pasta madre

per la farcitura:
1 barattolino di pomodorini in conserva bio
2 radicchi di Treviso
1 panetto di tofu
tamari
1 C di olio extravergine d'oliva
semi di zucca tostati

Preparare la pizza secondo il metodo che Eva ci spiega benissimo qui, video compreso!
Io di solito preparo l'impasto martedì, per poi mangiarlo al giovedì. Rispetto alla sua ricetta, usando farine integrali, mi trovo meglio aumentando la quantità di acqua. Per il resto seguo le sue istruzioni e mi ritrovo con una pizza soffice, golosa, profumata e molto digeribile.
A noi piace alta quindi stendo l'impasto con le mani unte d'olio in una sola teglia. Preferisco non mettere carta forno sotto, non mi piace l'effetto umido che crea, ma ungere la teglia con l'olio. In questo caso mettetene un po', perchè nel tempo del riposo la pasta tende ad assorbirlo e poi si attacca in cottura.

Per la farcitura ho messo i pomodorini quando ho infornato.
Poi ho tagliato a cubetti il tofu, l'ho dorato in padella e quindi spruzzato di tamari e saltato per alcuni minuti.
Mentre ho tagliato a listarelle il radicchio e l'ho aggiunto gli ultimi 5 minuti di cottura, per farlo ammorbidire.
Sfornata ho distribuito il tofu e i semi di zucca.


Nel pollaio giovedì sera è giovedì pizza! Non manca mai! Da quando poi ho imparato a fare questo impasto è davvero sublime. Lo uso con tutte le farine che voglio, tutte integrali! Grazie Eva!!!
Partecipo a Salutiamoci di Febbraio ospitato dalla splendida Lucrezia di Peanut in Cooking. 

21 commenti:

  1. Lo! ma tu sei gia cosi zen! ok, ti concedo che i 5 secondi prima della risposta ci vorrebbero sempre... prenditeli!

    RispondiElimina
  2. Mi hai regalato un minuto di riflessione: una lettura che mi ha avvolta, cullata, placata. Un minuto zen, appunto.
    Grazie.
    Martina

    RispondiElimina
  3. Eh si.. come capisco le tue parole!!!!!La pziza Eva!! la conosco bene.. fatta diverse volte e viene sempre bene e buona! bellala farcitura.. baci e buona giornata :-)
    ps: hai dimenticato il lievito madre negli ingr :-P

    RispondiElimina
  4. Scrivere un po' così significa essere già molto zen! A volte, anch'io vorrei esserlo, ma in alcuni momenti sembra così difficile, quasi impossibile, ma è proprio allora che si dovrebbe esserlo di più.

    RispondiElimina
  5. Che bellissime riflessioni, concordo in pieno! È la pizza poi con radicchio e tofu e' un pasto completo!

    RispondiElimina
  6. Quando passo di qui, mi sembra di intraprendere un viaggio. Un bellissimo viaggio all'interno delle emozioni più intime, del sentire meno comune.
    Adoro il modo in cui scrivi, Lo :)

    Cucina e scrittura: connubio perfetto.

    Un abbraccio tosto, Michela

    RispondiElimina
  7. Be' tutto quello che vorresti essere/avere è proprio quello che ci fa essere diversi da ogni altro elemento della natura. Per fortuna almeno possiamo "tendere" ad essere così, ed è quello per cui già ci impegnamo, o no? ;)
    Buona pizza allora!

    RispondiElimina
  8. Buona!!! :) anche noi pizza *sofficiosa*con la PM anche se a me piace coi bordi sottili e quindi la stendo in modo asimmetrico per accontentare sia me che gli altri due golosoni che son da pizza alta ;) (che detto così sembra una schifezza ma è ...artistica!) Mi hai fatto venir voglia di pizza...
    Sul resto: anche io. Baci zen e allo zenzero (oggi un po' così, la pioggia mi rattrista e divento un po' "cretinetti" ;) ....)

    RispondiElimina
  9. Anche io vorrei essere tanto più zen di quello che sono:) ma va beh pazienza.....cmq la tua pizza è strepitosa;) baci baci

    RispondiElimina
  10. tesoro,tu sei la persona piu'zen che conosca :)

    RispondiElimina
  11. Ti auguro di realizzare ogni tuo desiderio, Lo. Per conto mio, sei fantastica :). Buona la pizza e grazie del link, ne terrò conto per la prossima ;) Baci

    RispondiElimina
  12. Un'ottima idea per una pizza diversa. Grazie. Copio la ricetta, non si sa mai.....Io però non conosco il tamari....
    Ciao.
    Virginia

    RispondiElimina
  13. ciao...seguo il tuo blog gia da un bel po...io sono l amministratrice del blog:
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/
    da poco ho dovuto cambiare l url al blog quindi sicuramente non riceverai i miei post nella bacheca...se ti fa piacere riceverli cancellati dal mio sito e riiscriverti...per cancellarti basta che vai sul riquadro dei miei lettori fissi e accedi al mio blog con il tuo username e password...poi sempre dal riquadro dei miei lettori fissi clicchi su la freccia vicini opzioni,poi su impostazioni sito e poi su "non seguire questo blog". dopo di che ti dovresti riiscriverti al mio blog...ne sarei molto onorata...grazie mille...

    RispondiElimina
  14. La pizza Eva! La fa anche mia sorella..a me onestamente piace la pizza più bassa e croccante, però è un'alternativa valida per non mangiar la pizza sempre alla stessa maniera..col tuo condimento poi sarà sicuramente buonissima! :)
    Grazie per averla donata a salutiamoci, un bacione! :)

    RispondiElimina
  15. anche io vorrei essere più zen

    RispondiElimina
  16. comprendo il tuo stato d'animo

    RispondiElimina
  17. la pizza sembra davvero ottima...da provare...

    RispondiElimina
  18. mi fai venire in mente un koan: la via perfetta è priva di difficoltà, compi il massimo sforzo.
    E così escono pizze bellissime come questa!

    RispondiElimina
  19. ecco se trovi questa ricetta di essere più zen condividila ti prego!

    RispondiElimina
  20. una gran bella focaccia con il lieivto madre molto golosa

    RispondiElimina
  21. Sono in sintonie con te ...anch'io vorrei essere più zen!!!!
    Pizza è irresistibile!!
    ciao...buona serata!

    RispondiElimina