sabato 25 maggio 2013

Goccia dopo goccia



Goccia dopo goccia i giorni passano. Maggio rotola veloce verso la fine e guardo al di là per capire due cose. Ci sarà bel tempo? Ci sarà un po' di tempo?

Poi per il resto ci si mette a correre la staffetta della vita. 
Penso a Mari che si preoccupa per me e mi promette che ci sarà sole e caldo.

Penso a tutte le persone che in questi mesi hanno messo le mani in pasta e provato a cucinare ai nostri corsi con Mi e me.

Penso a Oli che ci ha donato la fiducia e la fiducia ci permette di fare questi voli che vanno verso l'alto.
Penso a tutti gli incontri speciali che sono capitati e che magari si nascondevano dietro ad un chicco d'uva passa.
Penso a chi ci sostiene e vuole sognare con noi.
Penso a te che hai deciso di andartene un anno fa e a cui ora chiedo il prezzo della libertà.
Penso al cerchio che nutriremo per questo.  
Penso che è buffo come poca luce spennella quel velo di dolce lentezza, che sembra senza sorriso, ma che richiede una forza benevola per scoprire il bene. 

RISO AGLI ASPARAGI E ALGA NORI CON FRAGOLE


4 porzioni  di riso integrale già cotto*
150 g di asparagi
½ bicchiere di brodo,fatto con dado homemade
½ bicchiere di vino bianco
1 scalogno
4 cucchiaini di alga  nori in fiocchi
qualche fragola
Sale marino integrale
Pepe
Olio evo


Pulire gli asparagi,lavare e separare le punte, tagliare i gambi a rondelle sottili.
Cuocere le punte al vapore finchè non diventano morbide, prendere la metà e frullare con 1 cucchiaio di  olio, l'alga nori.
Scaldare poco olio in una casseruola e fare appassire scalogno affettato e rondelle di asparagi.
Aggiungere il riso e sfumare con il  vino.
Quando è evaporato aggiungere brodo e cuocere girando con un cucchiaio di legno fino a che il riso risulti all'onda.
Spegnere, mantecare con la crema di asparagi e nori, unire fragole e punte di asparagi.
Servire caldo

*mangiare i cereali integrali è la base per un'alimentazione sana e naturale, ma sappiamo che richiedono tempi di cottura lunghi. Una buona soluzione è quella di cucinare con la ricetta base grandi dosi di cereale e poi conservarli in contenitori di vetro in frigorifero. In questo modo possiamo organizzarci per qualche giorno. Lo stesso può essere fatto con i legumi e con il brodo di verdura.

INSALATA CON FAGIOLINI E FRAGOLE


200 g di fagiolini lessati
Valerianella a piacere
Fragole
Senape
Succo di un limone
Olio extravergine d'oliva
Sale marino integrale

Lavare l'insalata.
Tagliare a tocchetti i fagiolini e a pezzetti le fragole.
Mischiare tutti i vegetali
Sciogliere un cucchiaino di senape nel succo di limone
Condire con la salsina di senape, olio e sale

Tutti gli ingredienti utilizzati sono biologici o biodinamici.


Ecco due ricette per  Salutiamoci che è ospitato da Nicole e dalle sue Ricetteveg. Portate da lei tutte le idee golose che le fragole vi fanno venire. .
Salutiamoci lo trovate anche su FB e su Twitter
Sono rimasta in silenzio nel blogghino per una piccola pausa. Ma non sembrava esserci mai il tempo. Sto sperimentando tanto. Ma ora arrivo con ben due ricette.



giovedì 9 maggio 2013

A causa della pioggia, dicono.



Giorni di caos. Non riesco a capire dove ha trovato sede...dentro o fuori di me?
Un caos strano, non di testa, non di pensieri. Non di azioni. Io stranamente mi sento abbastanza ferma, lineare, nitida. Ma forse lo sono, ma non in questa dimensione. Ma in un'altra sicuramente sono ferma, lineare, nitida.
Qui sono sicuramente dissociata. Parte di me alberga nell'altro parallelo e a volte torna qui, richiamata da qualcosa che mai ricordo.
E ogni ritorno nel qui è una doccia. Fredda.
Apro bocca e quello che a me sembra armonioso si distorce e si infrange vischiosamente tutto intorno.
Apro bocca e quelle che mi sembrano poche parole, mi tornano indietro come una valanga che mi soccombe.
Apro bocca e scopro di parlare una lingua fatta dagli stessi suoni di sempre, ma che risulta ai più incomprensibile.
E intanto il signor destino mi pone sul sentiero troppo. Come la fatica di intuire il battito di un altro e sapere per ora che non siamo in tanti a sentirlo. Come lo sfacciato ritorno banale di un bambino di mezza età. Come una gnoma che non ha più bisogno del mio passaggio in auto (urrà), perchè usa la sua bicicletta (mammamiacomeègrande). Come l'incontro di una donna che si nasconde dentro una magliettina rosa. Come una cavolo di torta salata che mi scivola dalle mani per terra (sbram).
Io adotto una strategia: respiro lento e metodica faccio tutto il fare che è rimasto indietro. A causa della pioggia, dicono.

MUFFINS DI RISO ALLE FRAGOLE E PINOLI


250 gr di farina di riso integrale
50 gr di farina di tapioca ( o di amido di mais)
80 gr di uvetta
1 bustina di cremortartaro
sale
150 ml di latte di soia
150 ml di succo di mela
30 gr di olio extravergine d'oliva
10 fragole
30 gr di pinoli
1 pizzico di sale marino integrale

1. Miscelare le parti secche: la farina di riso, la tapioca, il pizzico di sale e il cremortartaro.
2.Con un frullatore ad immersione frullare l'uvetta, dopo averla sciacquata abbondantemente in acqua calda, con l'olio e il latte di soia.
3.Unire il composto alle farine e mescolare, unendo il succo di mele fino ad ottenere un composto fluido.
4. Lavare e tagliare a pezzetti le fragole. Unirle con i pinoli all'impasto.
5.Versare il composto negli stampi da muffin, ben oliati e infarinati.
6.Cuocere per 25 minuti in forno caldo a 180° funzione statico. (Fare la prova stecchino)

Tutti gli ingredienti utilizzati sono biologici o biodinamici.

Ecco un'altra ricetta per  Salutiamoci che è ospitato da Nicole e dalle sue Ricetteveg. Portate da lei tutte le idee golose che le fragole vi fanno venire. .
Salutiamoci lo trovate anche su FB e su Twitter. Non perdetevi gli aggiornamenti del blog, anche perchè presto uscirà il nuovo calendario degli ingredienti.

giovedì 2 maggio 2013

Caro Blogghino



Caro Blogghino,
scusami ti ho trascurato. E ho trascurato anche gli amici blogger.
Giorni di frullato questi.
Tanti pezzi insieme che si uniscono e si addensano. E grandi corse e un po' di resistenza.
Mi spiace sai...ma non ho lasciato indietro solo te...anche un sacco di "lovely things" che non trovano spazio.
Ad esempio ferri da maglia e gomitoli piangono nel borsone.
E i miei libri prendono polvere vicino alle matite colorate con cui segno i passi che più mi piacciono.
Sono indietro anche le idee di riordino della stanza segreta. E pure la progettazione dell'aiuola bonsai.
Ho spesso le mani in pasta, il coltello fra i denti e il sorriso sulle labbra.
Sono arrivate nuove persone a bussare e sai com'è se qualcuno chiede, non posso dire di no. E il mio asse da stiro che dovrebbe farmi da monito sui miei doveri gironzola per ogni angolo della sala senza darsi pace.
Liste di cose da fare spuntano di qui e di là, abbreviazioni, elenchi, punti esclamativi per ricordarmi e fare. E dopo che ho fatto altro da fare. Nuove priorità e nuovi pensieri.
Vabè blogghino...giuro: se domani recupero tutto il sonno, poi cerco di nuovo i miei ritmi e torno alle mie parentesi del cuore.
La tua Lo

BUDINO DI CREMA E FRAGOLE



per la base:
biscotti vegani senza zucchero

per la crema:
300 gr di latte di riso
3 cucchiai di farina di riso
1 cucchiaio di amido di mais
3 cucchiaio di malto di riso
1 punta di curcuma
1\2 cucchiaino di vaniglia in polvere
20 gr di silktofu*
1 pizzico di sale marino integrale

per la salsa di fragole:
300 gr di fragole
120 gr di succo di mela
1 cucchiaio di kuzu*


Mescolare le farine con l'amido e il sale, unire il latte di riso poco alla volta e girare con una frusta per non formare grumi. Unire il malto e portare ad ebollizione, quindi cuocere per 10 minuti. A fine cottura far raffreddare la crema e quindi unire il silktofu  e omogenizzare il tutto con un frullatore ad immersione.
Tagliare le fragole a pezzetti. Sciogliere il kuzu nel succo di mela e scaldare, quando inizia ad addensare unire le fragole e cuocere per due minuti. Lasciare raffreddare, girando di tanto in tanto.
Ora comporre il dolce: bagnare i biscotti in un po' di succo di mele e disporli sulla base di una pirofila. Coprire con metà della crema e fare un secondo strato di biscotti e crema. Quindi versare la salsa di fragole.
Tenere al fresco fino al momento di servire.

*Silk-tofu: è un tipo di tofu, che rimane molto morbido e cremoso. Ideale per creme o salse.
*Kuzu: è un amido ricavato dalla Pueraria Lobata (una pianta selvatica rampicante giapponese). Ha proprietà alcalinizzanti, allevia la stanchezza, aiuta la digestione e migliora i disturbi intestinali rinforzando questo importante organo. Si presenta come piccoli gessi. Viene usato in cucina per addensare zuppe, verdure, dolci al cucchiaio. Sciogliere bene prima a freddo.
Tutti gli ingredienti utilizzati sono biologici o biodinamici.

Insomma arrivo stanca da Milano, ma con la voglia di festeggiare. Ho acchiappato insieme alla mia sorellagallina il diploma di "scieffnaturel". E nello stesso tempo i nostri laboratori di vita sostenibile e di cucina naturale vanno alla grande! 
Se abiti vicino a Varese e sei curioso di sperimentare un modo di cucinare gustoso e goloso, ma che non usa proteine animale e zuccheri artificiali chiedi pure informazioni. Ora c'è anche una pagina qui nel blogghino dove metterò tutti i corsi!



E da maggio Salutiamoci si trasferisce da Nicole e dalle sue Ricetteveg. Portate da lei tutte le idee golose che le fragole vi fanno venire. Io le porto il mio semplicissimo budino.
Salutiamoci lo trovate anche su FB e su Twitter. Non perdetevi gli aggiornamenti del suo blog, anche perchè presto uscirà il nuovo calendario degli ingredienti.