martedì 6 agosto 2013

ISOLAta...ISOLAndo...ISOLA.


Mentre mi crogiolo nel caldo, mentre mi godo la stagione che mi risplende nel cuore, mentre continuiamo a viaggiare con la nostra casetta con le ruote, mentre sferruzzo a maglia, mentre rileggo Manzoni e Dante, mentre imparo l'arte del non-stirare, mentre cerco di rinchiudere la parte critica di me, mentre annuso il basilico e strofino la menta, mentre cammino alla mattina presto con i miei cani, mentre porto vestiti leggeri e colorati, mentre mi lego i capelli, mentre faccio treccine alla gnoma, mentre cerco l'odore del sole, mentre mi riempio di energia, mentre vivo a pieno...non so come questo mondo sta andando avanti. ISOLAta...ISOLAndo...ISOLA.

GELATO DI LATTE DI MANDORLE AI MIRTILLI
SENZA ZUCCHERO


250 ml di latte di mandorle senza zucchero e dolcificanti
500 gr di mirtilli
50 gr di succo di mela concentrato
1 cucchiaino di farina di semi di carruba*

Frullare tutto (tenendo da parte una manciata di mirtilli) e mettere nella gelatiera, unire i mirtilli rimasti e far mantecare.

GELATO DI CREMA DI RISO E MANDORLE


per la base:
100 gr di fiocchi di riso integrale
1 litro di acqua
1 pizzico di sale marino integrale

per il gelato:
300 gr di crema di riso
500 gr di mirtilli
50 gr di succo di mela concentrato
1 cucchiaino di farina di semi di carruba*
1\2 cucchiaino di vaniglia in polvere

Il giorno prima preparare la crema di riso: mettere i fiocchi di riso in un litro di acqua e un pizzico di sale. Cuocere a fiamma bassa fino a quando i fiocchi avranno assorbito tutta l'acqua e si saranno completamente spappolati. Ci vorranno circa 30\40 minuti.
Far raffreddare la crema e conservarla in frigo.

Per preparare il gelato frullare 300 gr di crema di riso con tutti gli altri ingredienti. Mettere tutto nella gelatiera e far mantecare

*La farina di semi di carrube è per me l'ingrediente segreto per creare gelati vegan belli e cremosi. E' un addensante naturale che rende gonfio il composto e che funziona anche a freddo. L'importante è frullare bene il composto in modo da incorporare aria, poi il resto lo fa la gelatiera. Non confondente la farina di SEMI di carrube con la farina di carrube. Quest'ultima sostituisce il cacao, ma non ha le stesse qualità dell'altra.

Ecco due gelati all'apparenza identici, ma molto diversi nella composizione. Nel primo ho voluto usare latte di mandorla. Non volevo usare latte di soia, ma avevo bisogno di un liquido che contenesse grassi per rendere cremoso il gelato. Il latte di mandorle è un'ottima base e se lo prendete senza zucchero è anche abbastanza neutro, oltre che estremamente salutare.
Il secondo è fatto con la crema di riso. Quest'anno in Puglia ho incontrato Michela. Lei è vegana e californiana e subito ci siamo messe a parlare di ricette, gusti, sapori, idee e abitudini in cucina. Mi ha raccontato del gelato fatto con la crema di riso e io al ritorno ho sperimentato. E' stata una bellissima scoperta: la crema di riso è un'ottima base per un vero gelato naturale e vegetale. Ha un sapore neutro che può essere trasformato in mille modi. E il risultato è un gelato davvero soffice.




Questo mese Salutiamoci ospita i frutti più golosi e salutari della natura: i frutti di bosco.Trovate ricette con idee davvero gustose da Bri e da lei potete portare le vostre creazioni. Vi aspettiamo!

Qui nel blog alcune info su questi deliziosi frutti e gli aggiornamenti delle ricette sulla pagina fb.




20 commenti:

  1. Ho capito che devo procurarmi la gelatiera ... ;-) Che voglia!

    RispondiElimina
  2. Uooh *.* uno più bello dell'altro! e buono, immagino! (ma..dove sono le mandorle?! xD)
    questa farina di semi di carrube mannaggia la devo proprio trovare, non sapevo funzionasse anche a freddo, grazie ;)

    RispondiElimina
  3. Daria...io non posso farne senza...e invece faccio senza di gelati acquistati

    Peanut..nel latte trovi le mandorle ;)

    RispondiElimina
  4. Una tazza...per me...ora...per favore!!!!!!

    RispondiElimina
  5. La farina di semi di carrube è un addensante che funziona a freddo?
    Perché non hai voluto usare il latte di soia?

    RispondiElimina
  6. Invitante...prenderei volentieri una coppetta! Non il solito gelato...brava!
    ciao..buona giornata!

    RispondiElimina
  7. tu fiorisci con il caldo, io mi appassisco. sto aspettando-agognando-sperando di andare in ferie, forse domani per starmene un po' a casa a coccolarmi. porterò a spesso la Holly, farò dei bagni di acqua dolce, leggerò e cercherò di non cucinare troppo. non prenderò troppo sole però.... e NON STIRERO' mai, promesso.
    un bacio alla gnoma e uno al galletto. a te... a te ti stritolerei volentieri di abbracci!
    Sandra

    RispondiElimina
  8. che buono, bello fresco...come sarebbe bello stare insieme magari a ciacolare davanti al tramonto in riva a mare gustandocene un pò!
    dopo aver buttato via il ferro da stiro, lontano, lontanissimo.......

    RispondiElimina
  9. buonoooo bello fresco...come lo gusterei insieme a te, al tramonto davanti al mare a ciacolare un pò...
    ;)
    e il ferro da stiro buttiamolo via, lontano.....

    RispondiElimina
  10. Ma che bella ricettina, da provare sicuramente. Mi sono unita ai tuoi sostenitori così ti avrò sempre a portata di clock. Se ti va fallo anche tu. Ciao. Francesca.

    RispondiElimina
  11. Caspiterina Lo, questo gelato mette una voglia! Peccato che la nostra gelatiera ci abbia lasciato per la seconda volta: dopo aver sostituito il cestello la prima volta, si è nuovamente rotto dopo una preparazione sola di gelato. Quest'anno volevamo rottamarla per una gelatiera nuova, ma le offerte di rottamazione dei negozi erano per lo più farlocche e abbiamo desistito. A proposito, poi, mi dici in privato che gelatiera hai e da quanto tempo? ;) Non ci resta di consolarci con la granita di anguria e sognare i tuoi gelati! ;)

    RispondiElimina
  12. Che pace ritagliarsi fuori dal mondo, quando riusciamo a farlo sentiamo che la vita vera è quella, fatta di piaceri semplici e di ritmi a misura d'uomo, non di superuomo.
    Quel gelato è imperdibile, ci hanno colpito gli ingredienti che hai usato e siccome la nostra gelatiera è sempre pronta a regalarci soddisfazioni non possiamo passare, questo giro!
    Baciotti da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  13. Fai bene cara a godere di ogni attimo di vita ... normale! Che belli questi gelati! A volte mi sento così ignorante, non conoscevo assolutamente la differenza tra la farina di carruba e quella di semi di carruba! Grazie per avermi dato l'occasione per saperne di più e soprattutto lo stimolo per informarmi oltre! un bacio
    paola

    RispondiElimina
  14. Che bello il ritmo estivo che trapela dalle tue parole, ritmo che ancora mi sfugge, per poco...
    golosi i gelati e originale la sperimentazione!
    buona continuazione
    Su

    RispondiElimina
  15. bello leggere ed avvertire tanto entusiasmo e leggerezza.. Buone vacanze!! ..io sono appena rientrata :(
    Buon relax,
    Sissa

    RispondiElimina
  16. Io ti adoro e mi dolgo di non amare fb e di essermi tolta, quindi di essere emarginata da tutto, ma il tutto non m'interessa, mi dolgo per altro, per i Mp che ci mandavamo ecc, ma non importa, l'amicizia, quella vera va oltre fb o no?

    RispondiElimina
  17. Delizioso il tuo gelato, fresco e nutriente... come le tue parole :) Baci!

    RispondiElimina
  18. Ciao! che buoni questi gelati!
    Hai ragione, la farina di semi di carruba è una polverina magica.. non l'ho ancora sperimentata come meriterebbe però..
    quanto vorrei la gelatiera in questo momento.. ;)

    RispondiElimina
  19. Questi gelati sono proprio super! E grazie per le spiegazioni dell'ingrediente segreto: me ne avevano parlato così l'ho comprato ma ancora non mi ci ero messa ed ora, con i tuoi consigli, vai di gelato!!! ;)

    RispondiElimina
  20. che magnifici gelati! E quello con la crema di riso, mi ispira tantissimo ...

    RispondiElimina