lunedì 8 luglio 2013

Tra bianco e blu



Il tempo trascorre tra bianco e blu. La voglia di caldo e la sensazione del vento sulla pelle. Occhi sgranati verso i vestiti del cielo, dita incrociate per trovare il bacio del sole. Lunghe giornate abbandonate al piede che ciondola pigro, cercando il ritmo del nulla. Farfalle che danzano intorno al mio cuore e il sapore della frutta sulle labbra. Sulle sue labbra. Puglia confusa tra il blu del mare e la musica dolce, fra le rughe ruvide dei contadini con le mani di terra che toccano con sapienza i loro tesori, per darmi i migliori. Profumi di origano. Di pomodoro da spremere. Di aglio. Puglia che sembra un po' crudele, ma che scioglie il cuore. Che arrossisce ogni sera mentre il sole si bacia a lungo con il mare. Che mi accarezza la pelle e mi culla nel canto degli usignoli. Puglia fatto di Gaia, di cuore, di pietre. Un po'arrogante, quando si aggrappa alla memoria. Un po' insolente mentre si insinua sensuale. Non posso non tornare. 

BURGER AI FAGIOLI ROSSI E FAGIOLINI



250 gr di fagioli rossi
1 spicchio d'aglio grande
1 manciata di fagiolini già lessati
1 carota
2 cucchiai di semi di lino macinati mescolati con 100 ml di acqua calda*
1 tazza di farina di riso integrale*
1\2 di tazza di mandorle
1\2 tazza di semi di girasole
origano
pepe
sale

Dopo l'ammollo di 12 ore dei fagioli rossi in acqua con un pezzetto di alga kombu, lessarli.
Tritare aglio, fagiolini e carota.
Sminuzzare i semi di lino in un tritatutto e mescolarli con 100 ml di acqua calda
Tritare le mandorle
Unire tutti gli ingredienti e mescolare bene con le mani, se necessario unire un paio di cucchiai del brodo di cottura dei fagioli per rendere l'impasto più compatto
Formare con le mani i burger e adagiarli su una teglia unta di olio
Cuocere con la funzione grill del forno per circa 15\20 minuti girando a metaà cottura.



*questa è stata la mia prima esperienza di uovo veg....finora non li avevo semplicemente messi, ma c'è sempre una prima volta per ogni cosa: i semi di lino con l'acqua calda creano una specie di gel che farà da legante agli altri ingredienti. Considerato poi quanto fanno bene i semi di lino.
Ecco un breve estratto da Scienza Vegetariana,( vi consiglio di leggere l'intero articolo da loro):
 "Il Mahatma Gandhi una volta disse "Ovunque i semi di lino divengano un cibo comune tra la gente, lì ci sarà una salute migliore". Sebbene questa affermazione fosse basata sulla semplice osservazione, i dati scientifici avrebbero suggerito che c'era ben più che un seme di verità nelle sue parole. I semi di lino sono una fonte eccezionale di lignani, potenti anticancerogeni e costituiscono la più ricca fonte conosciuta di un acido grasso essenziale della famiglia degli omega-3, l'acido alfa-linolenico."

*la tazza che uso è quella da cappuccino\the

Aggiornamento del 13 ottobre 2013
Il riso integrale è l'ingrediente del mese di Ottobre di Salutiamoci. Le ricette sono raccolte da Satzuki

18 commenti:

  1. Bentornata!!!!! tornata alla grande con queste super polpette!!!! Diversi anni fa sono stata in Puglia, mi sono innamorata.... e prima o poi riuscirò a tornarci!!!! Un bacione

    RispondiElimina
  2. Bellissimi i tuoi pensieri e, permettimi, strepitosa la ricetta!!! Io uso l'uovo veg da un po'. L'ho sperimentato nella preparazione di biscotti. Eccezionale. Certo è che i semi di lino conferiscono un sapore che non si adatta a qualsiasi preparazione, ma sono non solo un ottimo sostituto, sono anche ricchi di proprietà importantissime! Brava, ottima idea.... con tutti quei sapori, poi.... mi piacciono veramente!

    RispondiElimina
  3. fra un pò ( un bel pò...sob) anche io sarò in Puglia...che meraviglia, si vede che sei stata bene là!
    Ti sento bella carica e ritemprata, gallinella mia!
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. Voglio andare anche io in Puglia!
    Questi burgers sono anche senza glutine e proverò "l'uovo" con i semi di lino

    RispondiElimina
  5. Ciao hai ragione la Puglia è deliziosa! Questi burgers sono davvero da provare! Grazie e un abbraccio
    paola

    RispondiElimina
  6. Sìììì i burgerrelli, giornate un po' giù per me, vorrei qualche burgerello*comfort*food ad accogliermi a casa. Se me il lanci preparo il retino!

    RispondiElimina
  7. Bentornata mia cara :) Bellissima la tua dedica alla meravigliosa terra di Puglia! E buonissima la ricetta, non conoscevo la maica funzione dei semi di lino... grazie! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  8. i semi di lino mi riportano ricordi dell'infanzia....:-9 un abbraccio e in questo periodo tanto aglio e zucchine ( diventerò una zucca)

    RispondiElimina
  9. Ciao Lo, sono passata di qui per un saluto, é sempre piacevole leggerti!!

    RispondiElimina
  10. Che bella dedica ala Puglia! E buoni i Burger di Fagioli, da provare!

    RispondiElimina
  11. burger assolutamente appetitoso, da provare!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. La Puglia è una regione bella, come tante, e simpatica, come poche :-O
    Però il caldo te lo lascerei volentieri tutto!!
    Bacio, Lò

    RispondiElimina
  13. ciao Lo! mi piacciono molto questi burger con i fagiolini, è un'ottima idea che non ho mai provato. L'uovo veg pure, non l'ho mai provato, perchè non ho mai avuto bisogno di inserirlo e tutte le ricette sono sempre venute comunque bene, però in effetti i semi di lino fanno benissimo, io poi ora ne devo mangiare tutti i giorni (uso l'olio che è più pratico, oppure il gomasio fatto con il lino e il sesamo). Mi segno la ricetta subito. Un bacione grande!!

    RispondiElimina
  14. una gran bella vacanza di mare cosi baciati dal solo :-)

    RispondiElimina
  15. Amiamo molto la Puglia. siamo stati anni fa nel Salento e mio marito se ne completamente innamorato! Buonissima proposta quella degli hamburger! Como uovo veg funzionano benissimo anche i semi di chia: 1 cucchiaio di chia+4 cucchiai di acqua. Sono l'ultimo superfood in fatto di antiossidanti, omega3, amminoacidi... io ne aggiungo 1-2 cucchiaini nello yogurt ogni mattina :)

    RispondiElimina
  16. Ciao Lo,immagino che Gaia sia il sole, quest'anno andrò anch'io in Puglia, credo che proverò le stesse tue emozioni, col piede che ciondolerà pigro.. Bacio.

    RispondiElimina
  17. un bacione e un grazie a tutti

    @Daniela conosco i semi di chia e le loro portentose qualità ...del resto molto simili a quelle dei semi di lino...li ho sperimentanti ma non mi sento di consigliarli nel mio blog o nei corsi di cucina naturale che tengo perchè hanno un costo elevatissimo...e le stesse qualità le trovo nei più economici semi di lino, che spesso trovo anche italiani.

    RispondiElimina