martedì 20 novembre 2012

Tutto è possibile


C'è un momento sulla strada dei sogni, quando stanno  per divenire reali, che sono ancora pura essenza di vago, tra fantasticheria e speranza.
E' il momento in cui parla l'anima, in cui risuona il cuore.
Lì si nasconde l'elisir del bello, quello filosofico, quello che fa da specchio al buono,
quello che è il passo sull'orizzonte, che si apre del tutto possibile.
Quando ancora la testa dell'uomo non ha ancora il coraggio di sporcare con i fronzoli eccessivi del formalismo e allora, appunto, tutto  è possibile.

PASTA AL FORNO CON CAVOLFIORE E CURCUMA



500 gr di pasta
1 cavolfiore
4 cucchiai di farina tipo 2
500 ml di latte di soia
250 ml di acqua
sale
curcuma
pepe
noce moscata
lievito alimentare in scaglie*
tamari*
olio extravergine d'oliva

Portare a bollore una pentola d'acqua salata per cuocere la pasta.
Pulire il cavolfiore riducendolo in piccoli pezzi. Quando mancano 5 minuti alla fine cottura della pasta buttare anche il cavolfiore in modo di scottarlo brevemente. Scolare.
Preparare la besciamella mescolando la farina con 2\3 cucchiai di olio extravergine d'oliva e formando una pastella. Utilizzando una frusta si eviterà di formare i grumi. Unire un po' alla volta  il latte di soia e l'acqua, continuando a mescolare. Salare e insaporire con la noce moscata. Portare a bollore e cuocere ancora per 5 minuti. Un minuti prima di spegnere unire la curcuma e un pizzico di pepe. La besciamella dovrà essere fluida.
Prendere una teglia da forno, ungerla leggermente e mettere la pasta con il cavolfiore. Versare a poco a poco la besciamella, amalgamandola bene alla pasta con l'aiuto di un cucchiaio.
In una tazzina mescolare 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva con il tamari. Spennellare la superficie della pasta con un pennello e buttare a spaglio il lievito alimentare.
Infornare a 200° per circa 15\20 minuti fino a doratura.

*Il lievito alimentare in scaglie è un condimento molto gustoso. E' lievito di birra essiccato e proprio a seguito di questo trattamento è inattivo, cioè non è più in grado di fermentare. Mantiene però tutte le sue proprietà nutrizionali. E' ricco di proteine, amminoacidi e sali minerali come calcio, ferro, cromo, zinco, vitamine (in particolare del gruppo B). 

*Il valore nutrizionale del tamari è legato al suo valore proteico, nella medicina tradizionale è impiegato in molti preparati utili per il cuore e la circolazione.
Si distingue dallo Shoyu per un sapore più deciso e marcato, ma ne condivide le stesse proprietà: basso contenuto di sodio, può essere usato come sostituto del sale. E' apprezzato come rinforzante e svolge un'azione benefica per la digestione.
Basta qualche goccia di tamari per dare sapore a verdure, minestre, zuppe, evitando di usare il dado o per arricchire il sapore di piatti freddi, insalate e paste.
E' considerato un buon integratore alimentare, ricco di proteine, enzimi vitamine ed oligoelementi.


La pasta al cavolfiore da sempre è uno dei piatti preferiti nel pollaio e ultimamente nella versione al forno  la più gettonata. Anche perchè lo prepariamo in anticipo ed  pronto per quando si ha fretta o si arriva tardi. Porto volentieri questo bel piatto di pasta a Ravanella per la sezione "salati" del contest Felici e Curiosi. Le ricette proposte devono contenere uno o più ingredienti dei "Magnifici 20"cioè delle 20 famiglie di alimenti che non devono mai mancare sulla nostra tavola e che sono proposti dal ricercatore Marco Bianchi.


Con questa ricetta SALATA partecipo al contest Felici e Curiosi 


Nella mia pasta potete trovare:
- cavolfiore che fa parte della famiglia dei cavoli, ricca di vitamina C, acido folico, fibra e potassio.
- curcuma, pepe e noce moscata della famiglia spezie e erbe, capaci oltre che di insaporire i nostri piatti, di avere effetti anticancro, oltre che antinfiammatori .
- latte di soia e tamari, della famiglia della soia, 
- olio extravergine d'oliva.

23 commenti:

  1. Basta crederci..tutto è possibile!Mamma mia una conchiglione croccante me lo amngerei al volo!baciotto

    RispondiElimina
  2. quante cose si apprendono da questo post!!!
    prelibata la pasta!

    RispondiElimina
  3. Mi è appena arrivato il libro che mi hai suggerito di comprare qualche tempo fa, l'ho letto tutto d'un fiato. Lo.... mi manchi... Ciao amica mia.
    Sandra
    p.s. bella la pasta al forno con il cavolfiore, mi piace un monte! saluti dalla Holly-piccola.

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono sempre tanto le tue parole... sapessi quanto è vero che quei sogni sanno ancora di vago!
    Buona la pasta, prima o poi devo provare la besciamella con l'olio! Un abbraccio cara Lo

    RispondiElimina
  5. perchè tu mi rassereni sempre?

    RispondiElimina
  6. Magiche le tue parole... e che bello percorrere la strada dei sogni, ancora più del sogno in sè...grazie Lo!
    Magica anche questa pasta al cavolfiore :)

    RispondiElimina
  7. Hai ragione Lo, tutto è possibile...Sempre, facciamo diventare i sogni una speciale realtà!
    Come il sogno di questa pasta al forno che racchiude il piacere di condividere con chi si ama un piatto caldo che nutra gli occhi e la pancia. ^_^

    RispondiElimina
  8. Il mio galletto adora il cavolfiore, che io purtroppo non riesco a digerire...potrei fargli un bel regalo con la tua pasta, che dici?
    bacione gallinella mia.......

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia! Si sente il profumo della curcuma da qui... Noi siamo letteralmente DROGATI di tamari. Lo infiliamo sempre anche nelle insalate al posto dell'aceto, pensa un po'!

    RispondiElimina
  10. Buona, anzi buonissima!!! Adoro gli ingredienti che hai utilizzato, brava!!!

    RispondiElimina
  11. Non vedo l`ora di provarla...non essendo una gran cuoca il risultato temo che sara` un tantino diverso, ahime`!
    Gli ingredienti qui in Cina si trovano tutti quindi sara` solo colpa mia se non verra` cosi` perfetta, mi sembra gia` di assaggiarla mmmmmmmhhhhhhh.
    Grazie, Simona

    RispondiElimina
  12. Mi piace tantissimo l'incipit del post, decisamente a tema con le mie sensazioni dell'ultimo periodo :) annoto la ricetta, adoro la pasta con le verdure, soprattutto se al forno! Baci cara Lo :)

    RispondiElimina
  13. tutto è possibile, io sono cresciuta a "potere è volere", sfiziosa la tua pasta, da provare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Tutto è possibile , tutto quello che sogni pian piano si avvicina..

    RispondiElimina
  15. come da adolescenti quando il tutto è possibile è all'ordine del giorno, mi emoziono quando da adulta provo per qualche istante la stessa sensazione...
    un abbraccio Lo, felice di sapere che si sta per realizzare qualcosa di importante...

    RispondiElimina
  16. che belle sensazioni che suscitano le tue parole!
    e che gola che mi fa questa pasta!
    :)

    RispondiElimina
  17. Bellissima, invintante!!!!! mi piace il gusto ma sopratutto la gratinatura golosa :-)

    RispondiElimina
  18. ho un debole per la pasta al forno, questa versione con il cavolfiore me la segno, dev'essere ottima!

    RispondiElimina
  19. La pasta al forno con il cavolfiore la faccio spesso, ma questi due nuovi ingredienti non li ho mai provati... Devo assolutamente provare!

    RispondiElimina
  20. tesoro faccio in tempo?
    http://luby78.blogspot.it/2012/11/zucca-in-padella-veloce-e-gustosa.html

    il mio contributo :)
    scusa la fretta ma i lavori a casa chiamanoooooo!!!!

    RispondiElimina
  21. mi piace perchè ricca di cavolfiore che fa tanto bene contro il tumore e la curcuma che dà un sapore molto gustoso

    RispondiElimina
  22. Ciao Lo, questa pasta con la crosticina è la fine del mondo!!! Bella cremosa dentro e croccante sopra ... mmmm che delizia!!! ^_^

    RispondiElimina