lunedì 1 ottobre 2012

Salutiamoci di ottobre: la castagna

Mizzega è già ottobre. Mizzega Salutiamoci ha già sei mesi e ha iniziato a girare tranquillo e sereno fra  i blog. 
Salutiamoci è un gioco, un modo piacevole e divertente per conoscere sperimentando. Per provare cose nuove, per assaggiare nuovi ingredienti, nuove miscellanee. E giocando si trovano altre persone che ci provano e mettono in comune la propria esperienza. Dal confronto si impara, dalla prova si impara. Da Salutiamoci anche. 
E Salutiamoci è vivo e sempre in fermento.
Questo mese è ospitato dalla bravissima Azabel, trovate da lei regolamento e aiuto. L'ingrediente del mese è la castagna. 

Forza che aspettate, andate per boschi a raccoglierle e poi portatele tante belle ricette.
Trovate qualche info sulla castagne sul blog di Salutiamoci, insieme a tante altre info e punti di vista importanti. Se volete essere sempre aggiornate seguiteci anche sulla nostra pagina FB.


CASTAGNACCIO SENZA ZUCCHERO



250 gr di farina di castagne
50 gr di farina di farro integrale
100 gr di uvetta
100 gr di pinoli
300 gr di succo di mele
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 pizzico di sale

Mettere 50 gr di uvetta in 50 gr di succo di mele e poi frullare il più finemente possibile. Unire alle farine, l'uvetta frullata e iniziare a mescolare bene con una frusta. Aggiungere poi a poco il succo di mele continuando a mescolare, per evitare di formare grumi. Bisogna avere un composto fluido e denso, non troppo liquido. Aggiungere i pinoli e l'uvetta, l'olio e il pizzico di sale.
Preriscaldare il forno a 200°. Ungere una teglia con dell'olio e versare l'impasto. L'altezza non deve superare i 3\4 cm. (Io in realtà lo preferisco molto più basso poco meno di 2 cm).
Cuocere per circa 40\50 minuti (dipende dall'altezza) fino a che la superficie è dorata e ci sono piccole screpolature.

Adoro questo castagnaccio, se non ho mai amato molto quello tradizionale perchè aveva un retrogusto amarognolo, questo risulta armonioso e perfetto. Provare non costa nulla, poi mi dite!

34 commenti:

  1. Lo, che bello, questa mattina venendo in ufficio stavo proprio pensando che volevo provare il castagnaccio... e puff, eccolo qui! :D

    RispondiElimina
  2. Devo provarlo...non ho mai assaggiato nemmeno la ricetta CON lo zucchero ma mi ha sempre incuriosita!!

    RispondiElimina
  3. una bella versione del castagnaccio, mi piace la variante con il succo di mele

    RispondiElimina
  4. Non l'ho mai mangiato!!! smackkkkkk

    RispondiElimina
  5. Vogliamo postare anche noi una ricetta con le castagne che ancora quest'anno non abbiamo avuto modo di assaggiare, ma che voglia ne abbiamo!
    Un bacione da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  6. Amooooo il castagnaccio e..ho un'ideona che devoriuscire a provare!
    baciiii

    RispondiElimina
  7. In casa adiriamo le castagne :)
    Sarà un piacere partecipare non appena arrivano
    Le castagne anche qui ^___^
    E che bello che questo mese ce Azabel 😊
    Non vedo l'ora di partecipare ;)

    RispondiElimina
  8. Ogni volta che passo mi appassiono alla tua rubrica ma essendo scordarella e sempre di fretta la dimentico, ah l'età inizia a farsi sentire!!
    Per le castagne tocca dissociarmi perchè non le amo ma per le prossime mi metti un post it in bacheca su fb?? graaaaazie e baci

    RispondiElimina
  9. Uhh, non vedo l'ora di indossare gli scarponcini e inoltrarmi nei boschi con la mia famiglia. E alla sera mangiare il "bottino" senza riuscire ad aspettare di farlo raffreddare! Baci, Cat

    RispondiElimina
  10. Ciao! Mi sa che al primo giro da NaturaSì compro la farina di castagne e lo provo! Mmmmmmm... deve essere buonissimo :-)

    RispondiElimina
  11. Mi piace questa versione del castagnaccio!!!! io lo faccio con metà latte vegetale e metà acqua, senza zucchero, al massimo un cucchiaio di malto di riso, ma la prossima volta provo con piacere questa versione...... mi piace davvero, magari ometto la farina di farro, così evito il glutine, ora non mi resta che acquistare la farina di castagne!!!! Ottima versione :-)

    RispondiElimina
  12. Buono, buono, troppo buono!!!!

    RispondiElimina
  13. Adoro il castagnaccio, grazie mille per la ricetta!
    Ho imparato ad usare le farine sia di farro che di kamut per le crostate...buonissime!
    Un abbraccio Elena
    p.s. il succo di mela dove lo posso trovare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo trovi un po' ovunque, anche al super. Controlla che sia senza zucchero e magari preferiscilo biologico. Io lo prendo nei negozi di prodotti bio :)

      Elimina
  14. grazie a tutti e se qualcuno prova poi me lo dice :) un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Ufffff riesci a farmi sentire in colpa.... ho ridotto drasticamente l'uso di zucchero rispetto a prima, ma farne a meno mi risulta impossibbbbbbile.
    fortuna che cuoch* come te mi danno spunti intelligenti dai quali prendere ispirazione!

    RispondiElimina
  16. Ecco, preparatevi voi del salutiamoci, le castagne sono roba mia. Io le ADORO in tutti i modi, in tuttissimi i modi.... quante ricette posso mandare?
    Ciao bella cuochina....
    senza zucchero, ora provo subito subito e poi ti dico!

    RispondiElimina
  17. Mio marito adora le castagne, ma qui purtroppo è ancora presto per gustarle, di solito sì aspetta il vino novello davanti ad un camino acceso. Prendo nota, neanche a me piace il castagnaccio tradizionale!

    RispondiElimina
  18. Ho fatto castagnaccio tanti anni fa, penso la ricetta classica. Da provare la tua variante...non male!
    ciao ..buona giornata!

    RispondiElimina
  19. http://sonoiosandra.blogspot.it/2012/10/salutiamoci-di-ottobre-il-migliaccio.html
    l'ho fatto come sempre, io lo faccio sempre senza.... vieni a vedere....

    RispondiElimina
  20. Non amo il castagnaccio per lo stesso motivo tuo, ma essendoci il succo di mela, penso che lo amerò!
    E questo mese voglio partecipare!

    RispondiElimina
  21. un bel castagnaccio è sempre gradevole , ricette devo dire molto originale e apprezzatissima

    RispondiElimina
  22. Frutto delizioso la castagna, utilizzabile in tanti modi.
    Il mio preferito...i marron glacès, da buon golosone...
    Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
  23. Mi stò ancora chiedendo perchè non l'ho mai cucinato! Che strano, a volte vedi preparazioni interessanti ti riprometti di cucinarle e poi cadono nel dimenticatoio. Questa tua ricetta me lo ha ricordato!

    RispondiElimina
  24. un saluto velocissimo mia cara Lo, per ringraziarti anche delle belle parole che mi lasci sempre con affetto!

    ti abbraccio forte e prendo un pezzetto di questa bontà che non ho mai assaggiato!

    RispondiElimina
  25. ci credi se ti dico che non ho mai mangiato il castagnaccio, uffi, devo assolutamente rimediare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  26. Ho imparato ad amarlo quando vivevo in Toscana, farina di castagne, acqua, "olio bono", uvetta, pinoli e rosmarino, via in forno a "far le crepe". BUona giornata Lo.
    Avevo fatto la ricettina con le alghe :-(

    RispondiElimina
  27. yuhuhuh finalmente una ricetta per il castagnaccio che mi fa venir l'acqulina solo a leggerla: perfetta! nicole

    RispondiElimina
  28. Ti confesso che la prima volta mi è venuto... duro come un sassp, ma ho sbagliato mettendo il forno ventilato!
    Ora è in forno il secondo tentativo. Mi sono permessa una piccola modifica, lasciando tutte le uvette intere e mettendo un po' più di succo di mela (non vorrei un'altra mattonella!) e il forno questa volta è statico. Si sente un profumino!
    Poi ti dico :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. urca fammi sapere....tieni d'occhio il tempo e la temperatura: i forni sono diversi e pure le farine.....hai fatto bene a mettere più succo, magari la tua farina assorbiva più liquidi :)

      Elimina
    2. Lo, è buonissima! (confesso, l'ho assaggiata).
      Però appena si raffredda tende a asciugarsi ancora troppo... Uffa!
      La prossima volta abbasso un po' ancora la temperatura (da 175 la porto a 160 per 40 minuti) e aumento ancora un po' il succo di mela! Perché, si sa, non c'è due senza tre!
      Ciao :-)

      Elimina
    3. non è un dolce umido, certo non è nemmeno un crackers ;)

      quanto è alto?
      fammi sapere come vanno gli altri esperimenti :)
      ciao

      Elimina