sabato 16 giugno 2012

Abbecedario culinario d'Italia: Abruzzo


Per me Abruzzo sono gli occhi belli di Teo, la sua zampona sulla mia mano, il suo rotolarsi nell'erba per stare bene e il suo profumo di cane bello. E il suo essere buffo.



PANE D'ABRUZZO CON FARINA DI SOLINA

500 gr di farina di grano di solina d'Abruzzo
acqua q.b.
1 cucchiaino scarso di farina d'orzo maltata
100 gr di pasta madre

Sciogliere la pasta madre in un po' d'acqua, aggiungerla a tutti gli altri ingredienti  e impastare a lungo, fino ad ottenere una palla morbida ed elastica. Lasciare a lievitare per circa 12 ore (per me una notte).
Riprendere l'impasto, lavorarlo ancora per qualche minuto. Dargli la forma e lasciare lievitare per 3\4 ore fino al raddoppio. 
Accendere il forno con funzione ventilato a 200°, mettere all'interno un pentolino d'acqua. Nel frattempo fare i tagli, incidendo delicatamente la pasta per alcuni millimetri. Infornare e cuocere per 15 minuti a 200° e per altri 30 minuti a 180°. Lasciare raffreddare.

La farina di solina è ricavato da un particolare grano che viene coltivato in provincia dell'Aquila, ai piedi del Gran Sasso. Il pane è un pane morbido, fragrante a lungo e profumato. Con questa ricetta partecipo a L'abbecedario culinario d'Italia con la lettera L come L'Aquila della Trattoria Muvara, ospitato da Vale.


11 commenti:

  1. Ciao Lo, non conoscevo la farina del grano di Solina e quindi nemmeno questo pane...bello Teo, belo e fortunato..è in arrivo il mio "mondo d'orzo" ;-) Buona notte e buona domenica.

    RispondiElimina
  2. Neppure io conoscevo questa farina... ma quella pagnotta e' troppo bella!

    buona domenica Lo!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  3. Complimenti per il tuo blog, davvero interessante! da oggi ti seguo, se ti va, passa anche tu da me

    RispondiElimina
  4. Questa farina non la conoscevo!!!!! Un pane bellissimo!!!!!

    RispondiElimina
  5. :-( e chi la conosceva questa farina!!

    bellissimo pane

    grazie

    RispondiElimina
  6. Che bella pagnotta...solo vederla e mi viene la voglia di prendere un pezzo !
    Ho imparato anche una cosa nuova...la farina di solina.
    Adorabile Teo! ♥
    buona settimana..ciao!

    RispondiElimina
  7. Che amore Teo!!!
    Grazie per tutte queste buone ricette!
    Baci Elena

    RispondiElimina
  8. Ho sentito nominare questa farina per la prima volta in queste ultime 2-3 settimane, quando ho cominciato ad accostarmi ai GAS e a comprare cibo biologico a km 0. Ho visto che tra i vari pani che arrivano dal forno di Bucchianico c'è anche questo di solina. Dato che anch'io il pane amo farmelo da me, devo vedere di trovare questa farina di solina perché ora sono davvero curiosa di provarla ;-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  9. Ecco l'ultimo tassello della nostra tappa in Abruzzo, la pagina dell'Abbecedario con tutti i contributi: http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/06/l-come-laquila.html!

    Grazie per aver partecipato e continua a viaggiare con noi che tra poco tocca a te!!!!
    Aiu'

    RispondiElimina
  10. Che pane stupendo Lo, sarà che pensavi a Teo e allora c'è infilato dentro tutto quell'amore!!!!

    RispondiElimina
  11. grazie a tutti....un abbraccio collettivo :)

    RispondiElimina