mercoledì 18 aprile 2012

Frivolezza...oh yes!



Ci credete che ho il blocco mentale? Che non so che scrivere...uffa. Domenica ho fatto un lavorone da veri amanti del blog: complice la pioggia incessante mi sono messa a fare l'indice delle ricette che ho pubblicato in questi anni. E così mi è capitato di rileggere qualche vecchio post e alcuni, mannaggia a me, erano proprio brillanti, insomma il sorrisino, almeno a me che sono balenga, lo facevano spuntare. Ma da un po' a questa parte non ci riesco più. Uffa sempre quel tono simil-poetico, quella mappazza di riflessioni vaghe, quel logorio malinconico che scava piano piano. E non è che sono poi così malinconica nella vita di tutti i giorni, anzi sono una abbastanza pisquana, che ama ridere e dire cazzate, che se non riesce a ridere mentre fa qualcosa lascia perdere. Ma quando scrivo, sbang....una spiattellata di frasi vacue...uffa. Mi sono venuta a noia a me stessa. Mi trovo davvero barbosa, noiosa, vecchia. 
Ecchecavoli ora non è che la saggia maturità dei quarant'anni non viene fuori nel quotidiano, ma si dislingua appena mi accingo a scrivere...che pallosa. Ora mi metto davanti allo specchio, mi faccio una scenata di quelle epocali e vedo di cambiare registro. 
Ecchecavoli apro gli occhi sul mondo e la smetto. Basta introiezione, ora un po' di estroiezione. Butto nel cassetto i fogli piagnistei e faccio atti di pura frivolezza. Suggerimenti?

FOCACCIA DI SEGALE CON PASTA MADRE

150 gr di pasta madre
250 gr di farina di segale integrale
150 gr di farina di frumento tipo 2
acqua
sale marino integrale fine
20 gr di semi di lino
1 cucchiaino di farina d'orzo maltata (facoltativo)
olio extravergine d'oliva
fleur de sal

Tritare i semi di lino in un macinino da caffè o in un tritatutto, in modo da polverizzarli.
Sciogliere la pasta madre in un po' di acqua tiepida, unire i semi di lino, il cucchiaino di farina maltata e la farina di segale e lasciare riposare coperto e al caldo per almeno 20 minuti.
La farina di segale assorbe molto più acqua di quella di grano tenero e lo fa in modo più lento, è necessario quindi darle del tempo prima di proseguire la preparazione dell'impasto.
Dopo l'attesa unire la farina tipo 2, il sale e impastare a lungo (almeno 10 minuti) per ottenere una palla di pasta omogenea ed elastica.
Lasciare lievitare tutta la notte, quindi al mattino reimpastarla, sbattendola forte sul piano di lavoro in modo da incorporare aria e lasciare riposare per almeno due ore.
Alla fine ungere una teglia con l'olio d'oliva, spianare l'impasto e rimettere a lievitare per altre due ore. Prima di cuocere, fare con le dita le caratteristiche fossette della focaccia, versare un filo d'olio e cospargere con il fleur de sal.
Cuocere a 220° in forno ventilato già caldo per 20 minuti circa.




Non è un impasto facile, perchè la segale ha poco glutine e fatica a lievitare. Ho aggiunto i semi di lino e la farina maltata proprio per migliorare la lievitazione e rendere molto morbido l'impasto. Non scoraggiatevi se vi sembra che l'impasto sia immobile, procedete con la preparazione, tenete come base almeno i tempi che vi ho indicato, ma volendo potete anche allungarli. Il risultato finale è una focaccia morbida, profumata e dal sapore rustico e buono della segale.
Per fare la focaccia ho preso spunto dal libro Facciamo il pane di Terra Nuova Edizioni, modificando la ricetta che viene data per il pane ai semi di lino.
Se date un'occhiate tra le pagine del mio blog ho provato a fare l'elenco di tutte le ricette che ho pubblicato. Urca ma quante sono? Tante...e molto non me le ricordavo. Certo che anche loro, nel ripetersi, nel variare, nella scelta degli ingredienti raccontano un pezzo di storia da gallina.

53 commenti:

  1. La sindrome da pagina bianca la conosco bene. Magari passi il giorno a immaginare cose, poi ti metti li per fare il tuo post e... Nulla, vuoto, zero ispirazione. Forse bisogna prendere appunti quando l'ispirazione c'è. Magari mangiando questa focaccia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esattamente così...mentalmente scrivo pagine di post..e poi puff...l'idea del blocchetto degli appunti è venuta anche a me...ma poi non l'ho mai fatto!...nemmeno mentre mangiavo la focaccia ;)

      Elimina
  2. no...nn sei barbina noiosa, che dici?! è solo che a volte mediti e rimuginiinininini...dai, vai a farti la cazzìata allo specchio! ;) scherzo Looooo! ps. io adoro le frivolezze, soprattutto a primavera. Ti consiglio l'oroscopo di Rob breszny! che segno sei, gallinella?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda che me la sono fatta...eheh e con i fiocchi...quando ci vuole...la gallina va sgridata...e quell'oroscopo è meraviglioso ...grazie un bacione
      p.s. leone ;)

      Elimina
  3. Ahhh come ti capisco.. prima parlavo un pò di ciò che mi accadeva.. ero pure divertente.. ora riesco solo a parlare di meteo.. Mah.. saranno fasi della vita di una blogger?? non saprei.. non ho suggerimenti.. soltanto fare e scrivere ciò che ti senti.. senza forzare nulla... Ottima sta focaccia... buona giornata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora Claudia anche tu....saranno fasi della vita...e i blog ne subiscono le conseguenze... buona serata :)

      Elimina
  4. "La tua Vita sarà un'interminabile festa.
    Sia il servizio buono
    il piatto di tutti i giorni,
    la tovaglia ricamata
    quella dei giorni comuni;

    Nei bicchieri di cristallo
    mescerai semplice acqua
    con le posate d'argento,
    servirai l'umile insalata.

    E' in te la giornata che accenderà tutte le altre.
    E' tra le tue mani la fiamma che accenderà candela.

    La Vita sarà la tua festa
    quando il giorno comune
    si accenderà della tua voglia di vivere.
    Rendi la tua Vita un'interminabile festa.

    (Cleonice Parisi da "L'altra me")

    Questo è l'augurio che mi sono fatta per il mio compleanno oggi...che la tua vita sia una festa, gallinella mia! Ti abbraccio e guarda che non scrivi pisquanate...magari in questo periodo vedi le cose un pò più nere del solito, ma per me non è così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tesoro che regalo prezioso ...e lo condividi con me....auguri auguri e auguri di buona vita cara amica :)

      Elimina
  5. Perchè non hai letto il mio ultimo post, te lo consiglio così finisci in ... allegria!
    Che vuoi, la maturità porta tanti doni: la pelle con le rughe, le smagliature, la forza di gravità che attrae tutto giù, meno spazio nell'H.Disk (nel mio cervello c'è rimasto poco posto? Naaaaaaaaaaaaa).... ma va là, grullina! Li ho riletti anch'io di recente i tuoi vecchi post, addirittura il primo in assoluto. Ma mi piace leggerti ora, ti sei evoluta topoluccio! Tanti saluti e una leccatina dalla mia bambina con il pelo, la Holly!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ho letto...senti stasera noi dovevamo andare a mangiare una pizza al mare e dire un sacco di scemenze :)

      Elimina
  6. Io vado direttamente alla ricetta...cmq molto interessante questa focaccia...ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora Max con te sto tranquilla ...anche se scrivo fregnacce;)...ma non devo toppare con la ricetta :)

      Elimina
  7. Mah...io guardo con sospetto le persone che sprizzano felicità da tutti i pori sempre e comunque, mi trasmettono un senso di ipocrisia davvero insopportabile. Detto questo...a me piaci quando sei allegra, quanto sei autoironica, quando sei malinconica e persino un tantino giù...sono tutti stati d'animo che fanno parte di ciascuno di noi e che ti fanno più cara e piacevole da coccolare :)))) Baciottoli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tzugumi....che meraviglia..leggere te qui..e queste cose....sussurro solo un grazie...e coccole a vicenda :)

      Elimina
  8. Non dirlo a me!
    Passo dei momenti che mi vedo proprio triste dentro e fuori, poi bum di colpo esce il pagliaccio che c'e' in me !
    Sara' che hanno ragione gli uomini?
    Della serie " valle a capire le donne?"
    ;)

    Prendo appunti sulla tua focaccia!
    Gnam gnam!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco tu Luby...passi qui e mi fai da specchio praticamente sempre....e lo trovo bello

      Elimina
  9. Bhe a me la Lo introspettiva e che ti fa soffermare sui post quando li leggi non mi spiace per niente.. anzi! Certo che sono curiosa di vedere come il venticello primaverile (non l'aria gelida di questi giorni uffa) trasparirà dalle tue righe :-)
    attendo mordicchiandomi una fetta di focaccia
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco già evitare l'aria gelida è un grande esercizio...ma quanto cappero fa freddo??? io voglio il sole...un bacio

      Elimina
  10. Lo sei spassosissima!Te la suoni e te la canti da sola( e ti autocazzi come faccio io, hhiihiii)
    A noi piaci in qualunque modo sei, perchè sei semplicemente tu!
    Bell'ideala fugassa, quasi quasi te la copio(io ho il blocco in cucina invece...)
    Bacionii frivolissimi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uh Saretta meno male che te hai visto il lato comico di questa sceneggiata che mi sono fatta...e che mi rifaccio...un bacione

      Elimina
  11. E' la maturità del blogger, cara. Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina benvenuta nel pollaio, guarda c'è spazio...vuoi un te? dici che è quello? un bacione

      Elimina
  12. Questa focaccia e' strepitosa!!!! L'aroma delka farina di segale mi piace troppo! L'ho appena ordinata dal mulino marino e appena mi arriva provero' la tua ricetta!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero? e se la provi mi fai sapere come viene? che bello

      Elimina
  13. Ma sai che pensavo che la stessa cosa fosse successa a me? :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco vedi come siamo....si pensa troppo....bacio

      Elimina
  14. spettegolare , ebbene si , spettegolare con le amiche così la malinconia se ne và , dire tante piccole cose senza senso e pensare che ormai stiamo sempre a parlare di acciacchi e reumatismi....ma si può???:-)un abbraccio grande e come sei và benissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ebbene si lo faccio....spettegolo fino a guadagnare l'inferno...ma meglio no... grazie tesoro un abbraccio a te

      Elimina
  15. Mi piace, mi sembra un ottimo proposito! Giusto intercalre tra riflessione e tristezza (se non ci fosse non sarebbe meraviglioso raggiungere la felicita')
    Io riacquisto leggerezza quando chiudo fuori lavoro e preoccupazioni ... Magari viaggiando :-) la frivolezza trova spazio quando sgombero la mente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si che bello viaggiare...ora sta arrivando la stagione per poter andare in giro...siamo pronti! :)

      Elimina
  16. Purtroppo sono in una situazione simile anch’io . Quando non sono serena e tranquilla, la voglia di scrivere sul blog quasi svanisce. Avrei anche cosa scrivere...certo ..non tutti i giorni ..ma non ho lo spirito giusto. Con un figlio di 16 anni , a volte mi trovo davvero in difficoltà , presa con i suoi problemi di adolescente.
    Come si può rimediare? Forse vero ,chiacchierando con i amici si dimentica un po’. Scrivo quando mi sento , a volte lo faccio anche per togliere i pensieri negativi.
    Deve essere buona la focaccia …in generale mi piace il pane di segale.
    Ciao ..buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nicoleta...ecco io sto provando ad imparare a prendermi alla leggera... un abbraccio

      Elimina
  17. Beh però questo post è straordinario lo devi ammettere. E' bello ammettere le proprie debolezze, è bello farsi le autolavate di capo, sai quante volte lo faccio anche io! E quanto al blocco mentale, forse è proprio fisiologico, così almeno non ci prendiamo troppo sul serio! Un bacione e sappi che quella focaccia è speciale!
    Buona giornata da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione su tutto...solo che questa volta mi stavo prendendo troppo sul serio...ma mo' basta ;)

      Elimina
  18. bella l'idea di mettersi davanti allo specchio per sgridarsi...a me dopo un po' verrebbe da ridere, ciao Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si infatti ...quella è la perfetta conclusione :)

      Elimina
  19. ohhh era ora, che ritornasse la mia gallinella preferita, tu sei giovane ma devi pensare al futuro.........e troppe mappazze di riflessioni fanno venire le rughe, il viso deve essere trasformista.....quindi ridere, fare le boccacce e tutte le smorfie possibili specialmente quando non ti vede nessuno.........potrebbero pensare che ce l'hai con loro ^______^
    ci siamo infarinate le mani quasi con gli stessi ingredienti io però con qualcosa di croccante .....prossimamente, intanto mi porto la fugassa ciao beless.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marta marta marta....ora mi faccio una cura al viso che non immagini ;) ...croccante? aspetto :)

      Elimina
  20. Condivido Lo, e pure alla grande!

    RispondiElimina
  21. nello scivere capita fare venire fuori a volte un lato di noi inedito, che può essere a volte nero a volte rosa a volte rosso, siamo cosi ogni giorno diverso importante è dire quello che si prova, solo cosi arriva il messaggio giusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro Carmine hai ragione...è stato proprio lo scrivere che mi ha permesso di capire che forse mi ero infilata in una serie di atteggiamento che necessitavano però di una scrollata...non tanto per lo scrivere ma proprio per il vivere :)

      Elimina
  22. che sfiziosità! anche a me viene il blocco dello scrittore, a volte mi vengono in mente un sacco di cose da scrivere e 2 minuti dopo vuoto totale!!! che dire? mangiamoci su!!!

    RispondiElimina
  23. Nessun consiglio: devi seguire l'istinto, scrivere a ruota libera, se il discorso cade nella malinconia pazienza. Leggere i tuoi post è un qualcosa che mi arricchisce e dico sul serio!!!
    Un bacio, Lò

    RispondiElimina
  24. Lo si dice ogni cosa a suo tempo, ci sono dei periodi allegri, riflessivi, silenziosi e poi tutto ricomincia e bisogna seguire il filo e lasciarsi condurre a me piace leggerti in questi cammini silenziosi per poi ritrovarti come sei!
    Focaccia davvero intrigante, molto rustica, la vedrei spalmata di gorgonzola :-))) Baciiiiiiiiii

    RispondiElimina
  25. I blocchi mentali (o dello scrittore) non vengono a caso. E' probabile che il tuo 'cervello/anima/corpo' ne abbia bisogno. E poi se hai fatto un indice magari hai messo la marcia del pratico e non del creativo, quindi approfittane in questo momento per fare/scrivere le cose pratiche. E se proprio urge che devi scrivere in modo creativo (per necessita') comincia a scrivere intanto, qualsiasi cosa, e vedrai che torna :-).

    Un bacione
    A.

    RispondiElimina
  26. Sai che mi sono detta, cià andiamo a lasciare un salutino alla LO, sempre così poetica :D
    E ti ritrovo qua ad autocriticarti ^__^
    Comunque se ti può consolare, pure io mi sento barbosa e noiosa O_o'
    E ci pensavo giusto oggi...ECCHEPPALLE mi sono detta!Pensa che du palle si fanno quelli che passano a leggermi da un po di tempo a questa parte, quei pochi superstiti...và finire che se la danno a gambe pure loro :D
    E invece nO! ci riprenderemo! e tu, secondo mio modestissimo parere...non sei affatto barbosa :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  27. Capita anche a me, se rileggo pagine del mio blog mi meraviglio anche che qualcuno torni a rileggermi, ed io nella vita sono una che ride, scherza e dice un cumulo di sciocchezze mettendo da parte in un cantuccio le cose negative.
    La spiegazione? Il blog è come un diario un luogo in cui è più semplice urlare le proprie paure, le proprie tristezze o difficoltà, un luogo in cui fai conti solo con te stessa lasciando fuori chi ti affianca nella quotidianità. Tutto sommato alla fine siamo quelle che ridono ma anche quelle un pò tristanzuole e secondo me ci sta tutto...
    Comunque credimi tu pur volendolo essere, noiosa non lo sarai mai!! ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  28. ho apprezzato molto questa gran bella focaccia, la sindrome di pagina bianca mia rriva ogni tanto anche a me ....vado nel panico

    RispondiElimina
  29. io nel mio blog a volte scrivo di getto, quello che esce in quel momento, che può piacere o no, pazienza, io in questi giorno sto facendo degli "esperimenti" con il lievito madre forse sto anche imparando ad usarlo (sarebbe ora)! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  30. vabhè blogspot è impazzito e non mi fa più usare la funzione rispondi :)

    @Laura: noi foodblogger per fortuna abbiamo su che mangiare ;)

    @Lò....mamma mia grazie di cuore, di cuore sincero!

    @Ely grazie anche a te....hai ragione ma c'è anche quell'attimo in cui ti rendi conto che puoi modificare il giro, puoi metterci la curva...e così è andata....un bacione

    @Alessandra...la triade cervello anima corpo mi ha colpito forse perchè ci sto riflettendo....in effetti l'indice ha soddisfatto un mio bisogno di ordine...che sentivo profondo...un bacione

    @Daphne però di te non ti ho mai pensato noiosa e barbosa...forse siamo noi protagoniste di noi stesse che ci rendiamo conto che ora del cambio?...forse per questo ci vengono questi pensieri? però ti abbraccio fortissimo

    @Eleonora...si il blog è il nostro appartamento segreto, il nostro spazio..meglio di lui chi può accogliere i nostro stati d'animo...e poi ci riguardiamo e rimaniamo stupite da sole ...un abbraccio

    @Gunther...davvero anche tu? e si che sei sempre così preciso e scrupoloso...si vede che pensi a lungo e rifletti...e che studi anche tanto!!! grazie

    @Silvia allora buona avventura con la tua pasta madre...aspetto di vedere le meraviglie :)

    RispondiElimina
  31. Ecchecavoli, Ecchecavoli, Ecchecavoli..ecco da chi ha preso la gnoma!!! Anch'io rileggo i miei post però mi diverto e spesso leggendo i commenti penso che non abbiano proprio capito un fico secco..pallosa e barbosa no, mai, specialmente tu. Barbosi si nasce non si diventa ;-)

    RispondiElimina
  32. ispirazione? racconti? allegria e chicchirichì????
    Non dirlo a me...è palese no?! Che non scrivo da un pezzo :((
    Fasi, come la luna, siam delle lune :)

    RispondiElimina