lunedì 23 aprile 2012

Cioènodaimacchecavoli


Da quanto non parlo della gnoma? Un sacco...da tantissimo, da quando quella allungandosi e crescendo si è tuffata a piedi pari nell'adolescenzite piena. Un mondo fatto di "cioèdainooooomaperchèmacavoli...."
Alcuni momenti sono di fuoco, penso ai modi per farla tornare tappetta e ricciola, altri le passo e ripasso davanti al muso mentre vedo che si solleva tra le nuvole e vagheggia nel niente. Lì si costruisce. 
Ore di musica e centinaia di fotogrammi davanti allo specchio con la sua macchinetta. "Cioè no dai, metti i capelli così, metti i capelli cosà. Porta avanti la spalla, accavalla la gamba." 
Nelle foto deve avere sempre la bocca a cuore e la faccia seria serissima, che se uno le guarda tutte pensa che nel pollaio si vive di funerali e ira funesta. 
E poi quanti vestiti riesce a mettersi nell'arco di un quarto d'ora? E quanti colpi di spazzola si deve dare per avere i capelli lisci, liscissimi, liscerrimi che poi esce, il meteo da pioggia e lei si arriccia in un nanosecondo solo all'idea? (Cioènodaimacchecavoli...) 
E' splendida. Nonostante certe giornate amare, che sembra che avere tredici anni sia una malattia (io la rassicuro: curabile), nonostante certe giornate vane dove il tempo corre e lei dice di aver studiato, ma tutto il mondo intorno dice di no. Ha un andamento di alti bassi che le montagne russe fanno un baffo. Però rimane splendida. Spuntano di qua e di là prove di donna che sarà che mi stampano su un sorriso da ebete. 
Ce l'ha con me perchè non le ho preso il cellulare, ma non sa che le ho fatto il regalo più grande. Quello di passare ore e ore al telefono fisso, sul lettone a ciacolare di "cioènodaimacchecavoli" con altre gnome, alla sana e pura luce del sole.

STRUDEL DI ERBETTE




pasta
200 gr di farina di farro setacciata
100 gr di farina di riso
5 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale
semi di sesamo
semi di papavero

ripieno
2 cipolle rosse
1 mazzo di coste grande
1 panetto di tofu
tamari
vino bianco
uvetta
6\7 gherigli di noce

Preparare l'impasto con la farina, l'olio, il sale e l'acqua. Deve diventare una palla morbida ed elastica. Mentre si prepara il ripieno tenere la pasta in frigo.
Pulire, tagliare e lavare le coste. lessarle per circa 10 minuti in poca acqua calda. Affettare la cipolla e rosolarla con un paio di cucchiai di vino bianco. Quando è ammorbidita, unire le coste e il tofu sbriciolato Insaporire con il tamari. Aggiungere una manciata di uvetta passa e lasciare insaporire per alcuni minuti . 
Stendere la pasta sottile, ad uno spessore di 3 mm, distribuire la verdura sulla pasta e arrotolarla su se stessa, sigillando i bordi. Bucherellarla, oliare con un pochino di olio e distribuire i semi di papavero.
Cuocere in forno ventilato a 170° per circa 30 minuti.

RADICCHIO OLIVE CAPPERI


2 cespi di radicchio rosso di Chioggia
capperi
10 olive nere
vino rosso
olio extravergine d'oliva
sale marino integrale

Eliminare le foglie esterno del radicchio se sono rovinate, tagliarlo a metà ed affettarlo. Lavarlo abbondantemente sotto l'acqua e lasciare a sgocciolare per qualche minuto.
Scaldare un cucchiaio di olio extravergine d'oliva in un wok e quindi unire il radicchio. Salare, unire mezzo bicchiere di vino rosso e mescolare bene, continuare la cottura a coperchio chiuso fino a quando la verdura comincia ad appassire. Togliere il coperchio unire una manciata di capperi e le olive nere, cuocere fino a quando la maggior parte del liquido è evaporata.

Un  contorno amaro, che però si ridimensiona grazie ai sapori mediterranei dei capperi e delle olive. A volte sento l'esigenza di verdure amare, quando forse è necessario un periodo di pulizia. E una torta salata, che sorprende quando trovi il dolce dell'uvetta.
Ho messo proprio sul finale di stagione una ricetta con il radicchio rosso, mentre ora di erbette e spinaci possiamo goderne per un po'. 


58 commenti:

  1. Ho avuto un fine settimana terribile con l'adolescente che ha pensato di adolescere in maniera esagerata.... sono stanca, ma stanca stanca di lunedì mattina.... come faremo ad arrivare a venerdì? Sto scrivendo un post.... vediamo se scarico un po' di stress! Ciao topolona, e ciao anche alla gnoma!

    RispondiElimina
  2. Mi sono dimenticata: posso venire a cena da te che mi rimetto la bocca con lo strudel e il radiccio? Che belli!!!

    RispondiElimina
  3. un post meraviglioso che riassume in pieno il cioènomaddaicheccavoli della mia di gnoma, in piena adolescenzite acuta come la tua!!!!
    Noi invece abbiamo skype...per infiniti dialoghi di gruppo, che a volte è uno spasso ascoltare di nascosto...;)
    Un bacione gallinella mia, teniamo duro...un abbraccio anche alla tua gnoma.
    mmm...quel radicchio mi intriga tantissimoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Simo....è proprio così...un bacione

      Elimina
  4. Lo, siamo nella stessa barca, adesso vado su a dare la buonanotte alla mia tredicenne, non so se stasera devo portarle via telefonino e ipod per non farle perdere ore di sonno, o se poi sembro sempre una lamentona io che fa più' passi falsi che giusti. E domattina la sveglio alle 6:20 e porto a scuola in macchina e passiamo a prendere anche la sua amica che la scuola e lontana e si fa a turno a portarle e fra di loro parlano in un modo tutto nuovo che anche il fratello seduto davanti fatica a comprendere perché lui ha solo 11 anni e adolescente ancora non è. Pero' a tavola si siede volentieri e chiede cosa c'e' da mangiare e che buon odore e che buona la polenta e i tortellini e la gelatina di cotogne... almeno li' non sembro sbagliare mai, forse devo solo cucinare e stare a bocca chiusa :-)! Domani ci provo... chissà se resisto... credo di no!! hahahaha!

    Un bacione
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco vedi così lontane ma così vicine...questo nuovo modo di parlare e noi che sembriamo sbagliare sempre e poi però ce le troviamo incollate per non farle sbagliare....grazie!

      Elimina
  5. Quanta delicatezza e tenerezza in questo post, al pensiero di un cigno che sta muovendo i primi passi con le sue meravigliose piume bianche...
    Dalle un bacio da parte mia :)
    Splendide le ricette, che te lo dico a fare...bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saretta recapito il tuo bacio con gioia :)

      Elimina
  6. Non son mamma.. ma ricordo di me a 13 anni.. è così.. non c'è niente da fare!!!!! Ottimo sia lo strudel che il radicchio.. baci e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come dici te...non c'è niente da fare....si deve pedalare ;)

      Elimina
  7. la gnoma è meravigliosa... e questi anni li ricorderà per sempre, la trasformeranno... devono essere magici... un abbraccio forte! e poi sì, le hai fatto un regalone a nn rovinare tutto con un cellulare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco vorrei essere capace di garantirle quella magia, perchè il mondo fuori rovina tutto...

      Elimina
  8. Secondo me la gnoma si sta trasformando in una fatina, stupenda, grande, meravigliosa, pronta a spiccare come mamma chioccia le ha insegnato ;)

    Ti Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tesoro che bello leggerti....grazie per le tue parole belle :)

      Elimina
  9. La gnoma cresce!!!! Che bel "ritratto" di adolescente ..e che emozioni di mamma... ;) bono pure lo strudel, me piase la pasta che hai fatto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry.....la pasta è la base che uso sempre e che sempre modifico....e trasformo, ma non si sbaglia mai :)

      Elimina
  10. Mamma che bella la mia GNometta... e com'è alta... un bacio alle mie due donne più importanti...

    RispondiElimina
  11. brava cara, per quanto riguarda il cellulare, resisti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. farò il possibile...per resistere :)

      Elimina
  12. Buonissime le tue ricette!!!!!

    RispondiElimina
  13. come vola il tempo, sono anni che ci leggiamo e ricordo bene la piccola gnoma... sìsì quella piccolina con i riccioli rossi, ricordo anche me, fresca di prima laurea che penso di avere ancora un po' di adolescenza da vivere e adesso... adesso la gnoma è adolescente ed io inizio a pensare a quando potrò avere una mia piccola famiglia.... un po' mi commuovo e guardo indietro con tenerezza infinita. acissimi cuginetta pennuta e cioèmadai... è fighissima la gnoma!!! :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara cuginetta di piume...si hai ragione emoziona molto anche me...grazie e strabacio

      Elimina
  14. Lo, buongiorno! Ma sei passata da me ieri? Ho un post che ti ... rincuorerà? No, rincuorare no, ti illuminerà per la strada a venire......
    ciao cara
    p.s. comunque sembra che ci siamo messe d'accordo, tu parli della gnoma io parlo dell'adolescente che adolesce fuoriosamente lo stesso giorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. passata subito dopo averti letto... :)

      Elimina
  15. cioèdainooooomaperchèmacavoli, non le hai preso il cellulare?!!? Chissà se sarò così ferma nelle mie idee anch'io.. ho ancora un po' di anni per pensarci, per fortuna ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non le ho preso il cellulare!!! E' stata una lotta dura, una fatica...lei si è sentita persa, accompagnarla a pensare, a capire che era ancora piccola che il telefono avrebbe usato lei e non viceversa...poi però ha capito ..ora è tranquilla :)

      Elimina
  16. Eh si...leggendo le tue riflessioni, mi ci sono rivista....sono tornata indietro nel tempo....giusto qualche annetto fa...:-))
    E' una tappa che tutte abbiamo percorso e che poi ricordiamo con nostalgia......!
    Un bacione e coccole ai tesorini a 4 zampe!
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una tappa irrinunciabole....grazie per le coccole ai pelosetti :)

      Elimina
  17. Tale e quale a mia nipote :)

    Stupendo lo strudel... devo mettermi a studiare il tofu che non ho mai assaggiato in vita mia... Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco allora questi piccoli mondi così simili...prova il tofu...è buono :)

      Elimina
  18. no, non ci credo!!
    Non è la gnoma quella splendida stangona nella foto!!
    La gnoma è piccola, con tantissimi meravigliosi riccioli rossi, con tantissimi meravigliosi lentiggini…la gnoma scarpina dietro di noi ascoltando il nostro chiacchericcio, sorride di nascosto mentre ci guarda, scuote la testa e pensa che infinite chiaccherone che sono la mamma e le sue amiche.
    OOOOh, sembrava ieri, Lo!!! Era ieri!!
    Invece, eccola lì…splendidamente cresciuta.
    Questo è un periodo fantastico, difficile, sconvolgente ma impagabile.
    Ci sono passata 4 volte, ma ti dico che con le ragazze è stato infinitamente più emozionante.
    Tieni duro, Lo!
    :-)
    Un fortissimo abbraccio a tutti!!
    baciusss
    brii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mannaggia Bri...la gnoma ora è una stangona...che spia ancora noi grandi, ma più spesso ora mi ritrovo io a spiare lei e le sue amiche....nonostante era ieri...ora è oggi e tengo duro :)

      Elimina
  19. Ciao sono Maria, arrivo qui per caso ma che belle ricette! Questo strudel deve essere buonissimo!!

    RispondiElimina
  20. Oddio, ma è il periodo? Aiut! Ho postato un delirio di amore e paura per una decenne che cresce in fretta...passo dalla Sandra e ti trovo le follie di una 15nne...capito casualmente da te e c'è una 13nne in totale evoluzione tricotica....maremma, sono circondata! Però sono felice di trovare tante mamme che mi incoraggiano. Forse ce la posso fare, che dici?
    Post veramente adorabile. Ti seguo con molto piacere. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty benvenuta :) ...certo che ce la puoi fare, ce la possiamo fare ..poi se ci si sostiene meglio ancora... un abbraccio

      Elimina
  21. Mamma mia! Davvero non me la so immaginare la gnoma così! E dire che non è poi passato così tanto tempo da quando ci siamo conosciute! Comunque dev'essere bellissimo vivere la sua evoluzione da crisalide in farfalla! ;)
    Un bacio a tutte e due!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è bello ma ci si preoccupa...è un allenamento cercare di stare lievi ... un bacione a te

      Elimina
  22. ehhh si Lo, vale anche per il mio adolescente, anche se maschio e altri tipi di cioéno...macchecavoli, lui lo dice in un'altra lingua ma sempre quello il senso é ed io lo guardo molto, lo osservo in tutte le sue cose ed in tutti i suoi passi senza farmene accorgere, i maschi é differente ma sono riuscita in una cosa e che tutte le mamme dobbiamo riuscire per non perdere i contatti, é il dialogo anche se mescolato a quelle sue frasi apparentemente senza senso, io lo capisco e lui lo sa :-) Bellissimo post Lo sei grande!!!
    Un abbraccio affettuoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si ...con i maschi è quasi un'altra storia, non meno in salita, non meno con il fiato in sospeso....ecco si trovare il dialogo è fondamentale....la gnoma lo sa...ma deve ance trovare la forza per essere un io indipendente...grazie e un abbraccio a te grandissimo

      Elimina
  23. si , le hai fatto davvero un regalo stupendo lasciandola libera da qualcosa che imprigiona la fantasia : E 13 anni sembran pochi ma quante cose grandi possono accadere...un abbraccio

    RispondiElimina
  24. io non ho figli, e ormai non ne avrò più (per la mia età) ma ho un cane che è praticamente una figlia! Non ho mai utilizzato nè la farina di riso nè quella di farro, mi devo modernizzare...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  25. Cuore di mamma :-)
    Hai altre gnome o gnomi?
    Buona serata,

    RispondiElimina
  26. E già che era tanto che non parlavi della tua gnoma...che non lo è poi più tanto!
    Intravedo dalle tue parole un gran bel dialogo tra di voi, essenziale per una donna che sta crescendo, e che ogni giorno esperimenta sensazioni nuove.
    Ciao Lo, buona serata!

    RispondiElimina
  27. Troppo bello questo post, hai descritto perfettamente l'"evoluzione" da tappetta e riccia a adolescente. Mi sembrava di vedervi, troppo divertente e lei fortunata ad avere una madre così ;-)..e che cucina bello, buono esano, buona giornata :-)

    RispondiElimina
  28. Il mio …un maschio..sta in media 10 minuti davanti allo specchio per sistemarsi i capelli. Mette la cera da capelli si fa la cresta e poi parte in motorino ...giustamente con il casco in testa.
    Mi piace molto lo strudel..invitante.
    Ciao..buona giornata!

    RispondiElimina
  29. Dolce e amara adolescenza...

    Dialogo, dialogo e sempre dialogo!

    RispondiElimina
  30. che si viva i suoi 13 anni bene, con una mamma cosi è fortunatissima
    complimenti per quel radicchio con le olive la faccio un po mia quella ricetta lì

    RispondiElimina
  31. La tua gnoma..... orami è quasi una fata!!!
    Baci Lo
    Mara

    RispondiElimina
  32. Lo, ma quella splendida ragazzina di spalle è la tua gnoma? Mi sembra di conoscerla da quando era alta così e adesso rimango con la bocca aperta nel vedere quanto sia cresciuta. Sarebbe bello leggere qualche post sull'adolescenza, giusto per prepararmi a quello che mi aspetta! Ti abbraccio cara Lo, Cat

    RispondiElimina
  33. Mi vien voglia di venirti a trovare :)
    Che ridere questo post, mi hai dato un'idea di quel che mi aspetta :D
    OPS, vedo che non sono l'unica a dirlo ^__^
    Baciottoli**

    RispondiElimina