domenica 22 aprile 2012

Abbecedario culinario d'Italia: Toscana



Adoro la Toscana, nonostante tutto rimane il posto in cui vorrei fuggire, vorrei vivere, vorrei stare.
Con queste vecchie ricette partecipo a L'abbecedario culinario d'Italia con la lettera E come Empoli della Trattoria Muvara, ospitato da Cindystar. Sono ricette già pubblicate in passato e che spesso tornano sulla nostra tavola. Purtroppo questa settimana non sono riuscita a toscanizzare la mia cucina, ma è un'iniziativa così bello che provo a partecipare così!


PANZANELLA A CASO

pane toscano raffermo
cetrioli
cipolle rosse
pomodori
basilico fresco
olio extravergine di oliva
aceto di mele
sale

Prendere il pane, tagliarlo a pezzi e metterlo in ammollo in abbondante acqua per almeno 20 minuti. Nel frattempo preparare la verdura: pelare e tagliare sottile i cetrioli, lavare e tagliare a cubetti i pomodori e affettare le cipolle. Mettere tutte le verdure in una terrina e condire con olio extravergine d'oliva, aceto e sale.
Prendere il pane ammollato, scolarlo dall'acqua e sbriciolarlo finemente con le mani, eliminando strizzando tutta l'acqua in eccesso. Una volta finito aggiungerlo alle verdure, aggiungere il basilico spezzettato, mescolare bene e coprire. Lasciare riposare in frigo per almeno un'ora


CACIUCCO DI CECI

150 gr di ceci
1 mazzo di coste
1 cipolla bianca
1 spicchio d'aglio
4 cucchiai di salsa di pomodoro
sale e pepe
3 cucchiai di tamari

fette di pane tostato

Ho usato la slow cooker per cucinare.
Lasciare in ammollo i ceci per una notte, sciacquarli e metterli nella pentola con la cipolla tritata, lo spicchio d'aglio e le coste lavate e spezzetate. Aggiungere acqua per coprire tutto e la salsa di pomodoro, cuocere a temperatura alta per 6 ore circa. Poco prima di servire aggiungere il tamari fino a raggiungere il gusto che più piace.
Tostare le fette di pane e versare sopra la zuppa.

CECINA O FARINATA DI CECI


250 gr di farina di ceci
1 litro di acqua
sale
rametto di rosmarino
1\2 bicchiere d'olio extravergine d'oliva


Stemperare la farina di ceci nell'acqua, girando ben e per evitare la formazione di grumi, salare e aggiungere il rametto di rosmarino.
Il trucco numero uno per la farinata è il riposo, più riposa, più è buona....quindi io ho messo tutto in due bottiglie e lasciato per una notte intera in frigo...il minimo del riposo è 3 ore....
Il trucco numero due per la farina e per farla bella umida è l'uso della carta da forno....foderare la teglia di carta da forno, agitare le bottiglie per miscelare bene il liquido con la farina, versare il contenuto nella teglia, eliminare il rosmarino. Versare l'olio (il mezzo bicchiere è la dose massima, io in realtà ne metto solo un paio di giri), miscelare delicatamente con la forchetta, infornare a forno spento. Accendere a 220°, funzione ventilato, per circa 30minuti fino a doratura.

CASTAGNACCIO CON LA RICOTTA

200 gr di farina di castagne
400 gr di ricotta
3 dl di latte crudo
100 gr di zucchero di canna
1 limone non trattato
2 cucchiai di liquore al finocchietto
olio extra vergine d'oliva

Mettere la farina di castagne in una ciotola e versare a filo il latte, mescolando in continuazione con una frusta fino ad ottenere un composto senza grumi. Versare in una tortiera di 22 cm imburrata.
Lavare la ricotta con lo zucchero e la scorza di limone grattugiata e incorporare poco alla vota il liquore. Quando il composto risulterà morbido e cremoso, disporlo a cucchiaiate sul castagnaccio, livellando man mano la crema con il dorso del cucchiaio: sia il castagnaccio che la crema devono avere uno strato di un cm e mezzo.
Irrorare con l'olio e cuocere nel forno già caldo a 180° per 40 minuti.



10 commenti:

  1. Sono così gnammose queste ricette che se non t accettano, fanno malissimooooo!!! Ciao cuginetta :***

    RispondiElimina
  2. Tutte ricette che meritano!
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Lo, che belle!!! Ora partecipo anch'io!!!!

    RispondiElimina
  4. quante belle ricettine toscane cara! Una più sfiziosa dell'altra....

    RispondiElimina
  5. Grazie, Lorenza, per la tua partecipazione così gustosa, dei classici ma a cui ognuno riserva il proprio tocco personale, l'Abbecedario si ingolosisce sempre più! :-)

    RispondiElimina
  6. Ma questa e' un'alluvione di ricette toscane!!!
    BRAVA :)

    RispondiElimina
  7. Mamma mia queste ricette sono fenomenale! Adoro la panzanella e il castagnaccio e il caciucco non l'ho mai provato ma mi ispira!!!! Eccome se mi ispira!

    RispondiElimina
  8. grazie a tutti...per le belle parole e i complimenti ...divento rossa :)

    RispondiElimina
  9. Finalmente la mia Gallina all'attivo nell'abbecedario!!!

    Ecco la E di Empoli con tutti i 41 contributi: http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/04/e-come-empoli.html.

    Grazie per aver partecipato....e ora tutti in Umbria!!!
    Aiu'

    RispondiElimina
  10. Ma quante ne sai/fai? Iosono panzanella-dipendente:-)

    RispondiElimina