lunedì 19 marzo 2012

Ordinatamente in disordine



Sono qui davanti allo schermo e lo fisso. Ammetto una crisi da foglio bianco, idee che traballano nella testa, molte cose da fare e l'eterno bisogno di mettere in ordine. Ma non è che questo ordine, quello perfetto, non è altro che una chimera impossibile da realizzare? 
Il vero ordine forse è quello perfettibile, che ogni giorno mentre migliori le condizioni di ciò che hai dentro e fuori, ti indica perentorio un altro pezzettino da fare, un nuovo angolino da sistemare. La luce ottenuta arriva là ad illuminare ciò che è stato al buio per tanto. E allora via con nuove operazioni, nuovi pensieri e nuovi processi.
E poi sarà che io l'ordine fisico intorno a me faccio fatico a capirlo, scarseggio di metodo, credo. Certo metto via la biancheria ordinandola per colore (e qualcuno la considera una follia), certo scrivo solo con la penna stilografica perchè se no la mia calligrafia tonda diventa incomprensibile, certo sottolineo solo con righello usando tutti i colori dell'arcobaleno e riordino le mie foto regalandolo loro titoli assurdi, ma non sono solo bugie per rendere bello il mio disordine? 
Oppure vedo solo avanti e non mi accorgo che quello che ora sta dietro poi tanto in confusione non è più?
Insomma sono una gallina esigente o una gallina confusa? E poi perchè proprio mentre scrivo riflessioni disordinate sull'ordine, blogspot si rifiuta di farmi fare l'impaginazione che mi piace????

BROCCOLO FIOLARO RICCO 

500 gr di broccolo fiolaro
olio extravergine d'oliva spremuto a freddo
aglio
sale marino integrale
semi di sesamo
mandorle
pane secco

Pulire e mondare il cavolo fiolaro, eliminando le foglie più brutte ed eventualmente le coste più grosse. Lavarlo accuratamente e sbollentarlo in acqua per 3 minuti.
Scaldare la padella e tostare per qualche minuti i semi di sesamo (fino a quando iniziano a saltellare).
Scaldare a fiamma bassa due cucchiai di olio con 2 spicchi d'aglio e quindi unire i broccoli lessati e salare. Ripassare in padella per insaporirli. Nel frattempo in un tritatutto tritare il pane, i semi di sesamo e le mandorle. Aggiungere la polvere ottenuta alla verdura, mescolare accuratamente e servire.

Con questa ricetta partecipo a L'abbecedario culinario d'Italia con la lettera C come Chioggia della Trattoria Muvara, ospitato da Mangiare è un po' come viaggiare. Infatti il broccolo fiolaro è una verdura tipica del Veneto, in particolare della provincia di Vicenza, unico e molto raro. L'ho incontrato quest'anno grazie alla mia spesa di verdura bio e ne sono rimasta estasiata. 
Le propietà del broccolo fiolaro sono simili a quelle dei cavoli: protegge le cellule ed è anticancro, poichè contiene molte sostanze antiossidanti. Inserirlo nell'alimentazione quotidiana significa utilizzare un ingrediente che può aiutare a prevenire tumori, malattie croniche e ipertensione. Ottimo semplicemente lessato per poi condirlo con olio e limone oppure cotto in padella, io ho provato ad arricchirlo per renderlo ancora più gustoso. Altre informazioni le trovate dalla mia amica Cristina.

E ora un piccolo aggiornamento direttamente dal piccolo Giacomo: "Ehi amici volevo dirvi che non sono più Giacomo, ora sono Berto e ho trovato quattro persone meravigliose che mi sussurrano il mio nome guardandomi negli occhi! Da venerdì sono nella mia nuova casa e ora sciambolaaaaaaaaa!!!


Infine chi ha partecipato al Contest Peloso della Lega del Cane di Teramo e Bellante può vedere i vincitori qui. Mi raccomando continuate a sostenere il blog e a dare visibilità ai volontari e ai pelosi. Grazie a tutti.

19 commenti:

  1. be non sei l'unica d avere un momento così anch'io utilizzo il blog per riflessioni personali che a volte però possono essere comuni anche a molte altre persone

    RispondiElimina
  2. Secondo noi comunque sei un " gallina " simpatica ...:))
    Buona domenica e un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  3. Gallina esigente o cunfusa? Comunque una gran BELLA gallina!

    RispondiElimina
  4. Io ho un mio ordine che per gli altri è disordine ma se non ho il mio ordine mentale e fisico sono scoordinata....
    Questo broccolo io non l'ho mai visto ne sentito ma ti rubo la ricetta e la provo con il cavolo nero :-) Baci cara!

    RispondiElimina
  5. ho imparato il broccolo fiolaro che non sapevo nemmeno cosa era :-)

    RispondiElimina
  6. il tuo ordine è quello da gallina diligente che lo è per quello che le serve avere subito tutto sott'occhio e chiaro, per il resto vale l'ordine di routine............... insomma basterebbe dire che sei una gallina speciale, mi porto via il broccolo per l'abbecedario felice che ci sia anche tu, bacione!

    con blogspot sono spariti gli elimina nei commenti e anche il simbolo per modificare i post, però se cambi nell'indirizzo la finale .IT CON .COM tutto torna come prima, magari anche l'impaginazione che vuoi......

    RispondiElimina
  7. anche io mi sento così in questo periodo, credo sia la primavera che quando arriva scombussola un pò le nostre certezze...si ha voglia di pulizia, di novità, di cambiamenti, di ordine...
    Ti abbraccio e ti auguro di trovare presto l'equilibrio e l'ordine che cerchi amica mia!
    Sono contentissima per Giacomo-Berto...avevo letto la notizia su facebook e ne avevo già gioito!
    Buona serata, un bacione

    RispondiElimina
  8. "Ogni cosa al suo posto, un posto per ogni cosa": se usa ancora avere un proprio motto, questo è il mio! A volte mi rendo conto da sola che quando supero certi limiti la cosa diventa preoccupante...
    Un bacio, Lò

    RispondiElimina
  9. Non credo di aver mai visto il broccolo fiolaro, hai sempre cose molto interessanti tu! :-).

    Io sono disordinata, ho troppe cose in testa, troppe ogni istante e posterei ogni due ore se potessi, ho paura di perdermi qualcosa perche' la vita e' breve e non riuscendo a contenere tutto e metterlo in ordine, ho troppe cose, in disordine. Ma va bene anche cosi' :-)

    RispondiElimina
  10. penso che ognuno possieda un proprio ordine ; infatti quando vedo spazi che per me sono caotici e totalmente fuori controllo , chiudo gli occhi e penso che in fondo non è mio diritto confutare il disordine di altri...perchè in fondo è il loro ordine !!Gallinella vai avanti così , è importante che voltandoti indietro le cose ti appiaiano nel loro ordine naturale , perchè in fondo non siamo perfetti e questo è un grande , grande sollievo!!Ti abbraccio

    RispondiElimina
  11. Che bel vestito che hai messo al fiolaro!
    Lo, nel nostro disordine ci capiamo, no prob!
    Bacio

    RispondiElimina
  12. Sono una cuoca per necessità ma credo di non aver mai visto il cavolo di cui parli. Mi hai incuriosita
    Silvia

    RispondiElimina
  13. Sono strafelice per Berto :)))))

    Detto cio' mia cara ti dico che secondo me siamo pieni di fisse che ci portano a vedere cose che sono futili.aemplicemente credo sia insito nell uomo crearsi problemi che non esistono...che non servono.
    E noi come donne ne abbiamo il doppio nel cervello di pensieri sparsi, ma continuiamo a cercargli un posto, imperterrite!!
    ;)

    RispondiElimina
  14. mi piace il tuo blog :) splendide ricette e ti seguo con piacere :) se ti va passa da me anche seprime armi :) ciao :) sono alle

    RispondiElimina
  15. Che piacere c'è, se tutto fosse in ordine mi scenderebbe la noia, sistemare è la cura, insieme alla cucina per star meglio quando sono nervosa... Non saprei vivere senza un po' di disordine, mentale e fisico!

    Prendo una forchettata della tua golosa verdura e vado ad incasinarmi la vita come sempre :)
    Bacini cuginetta :D

    RispondiElimina
  16. Sei una gallina stupenda con tutte le tue peculiarità! Anche io voglio rilegare delle foto con dei nomi buffi e forse lo farò...
    Cara Lo vorrai scusarmi se sono mancata per un po', mi rileggo gli ultimo post, non vorrei essermi persa troppo del tuo mondo.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Habemus C: http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/03/c-come-chioggia.html.

    Grazie per la partecipazione e ora tutti in Piemonte e spargi la voce!!!

    RispondiElimina
  18. Simona benvenuta :)

    Grazie viaggiatori golosi :)

    Sandra olèèèèèèèèèè tu mi tratti troppo bene :)

    Ely forse anche io ho un ordine nascosto? fammi sapere come viene la tua versione :)

    evviva Carmine :)

    Grazie Marta io ho provato a fare quella roba che dici te...ma niente...la matitina è sempre sparita :(

    Un abbraccio Simo

    Mizzega Lo...io ti invidio :)

    Alessandra mi assomigli molto allora :)

    Caty hai ragione un vero sollievo un bacio

    Saretta è proprio vero...grazie

    Silvia è molto molto buono fidati!

    Luby cara grazie...le notizie di Berto sono sempre confortanti...sta benissimo ed è una gioia!!! E per il resto hai ragione soprattutto per noi donne complesse ;)

    Alle benvenuta grazieeeeeeee

    Cuginetta Gialla tu sei fantastica ;)

    Uva amica cara bello leggerti ...anche io ci sono e non ci sono...ma ci sono

    Grazie Aiuolik w la d ora!!!

    RispondiElimina
  19. Permesso...ho appena scoperto questo blog e questo post mi colpisce in pieno...non sono malata allora, quando a seconda di ciò che devo scrivere (anche per lavoro) uso una penna diversa, ma non la stilografica perchè scrivo malissimo.
    Quando sistemo maniacalmente i cassetti in modo da coprire perfettamente tutto il fondo.
    E' bello saper di non essere soli nell'universo.
    Un saluto. Spirulina.

    RispondiElimina