martedì 7 febbraio 2012

Bianco di neve



Neve. Paesaggio bianco. Ma devo andare oltre, devo andare al di là della strada, non guardare i marciapiedi sporchi,  non sentire le traumatizzanti notizie da tv. Devo staccare dall'allarmismo, mettere i miei scarponi ed entrare nella neve. Ho la sensazione che la neve sia un passaggio per uno spazio tempo che non esiste e questo mi piace. Non la neve e il freddo, non il bianco grigio che mi circonda. Ma se faccio il salto dentro ad una dimensione che non c'è, allora sto bene. Il silenzio ha un suono amico, il bianco sembra un passaggio per l'infinito e non potendo guardare troppo al di là, riesco a vedere dentro di me, oltre al cuore che pulsa e la linfa che si muove.
La neve copre come una seconda pelle i campi e ne esalta la bellezza, ma poi lenta si scioglie e mentre la natura ancora timida occhieggia, lo schifo dell'uomo esplode.


TORTA SALATA AI PORRI E TOFU MANDORLATO




per la pasta:
280 gr di farina integrale
3\4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale
acqua


per il ripieno:
3 porri grandi
shoyu
rosmarino
olio extravergine d'oliva
sciroppo di mais
180 gr di tofu al naturale
mandorle


Preparare l'impasto con la farina, l'olio, il sale e l'acqua. Deve diventare una palla morbida ed elastica. Mentre si prepara il ripieno tenere la pasta in frigo.


Pulire e affettare i porri, lavarli accuratamente sotto l'acqua per eliminare tutta la terra. Scaldare 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva in un wok e unire i porri, mescolare frequentemente per un paio di minuti, fino a quando non si sono ammorbiditi. Aggiungere un paio di rametti di rosmarino, due cucchiai di shoyu e 1 cucchiaio di sciroppo di mais, continuare la cottura per qualche minuto.
Frullare il tofu con una manciata di mandorle e unire il trito alla verdura.
Stendere la pasta sottile, adagiarla in uno stampo da crostata di 24\26 cm, bucherellarla. Togliere dal ripieno i rametti di rosmarino e distribuire il composto sulla pasta.
Infornare per 20\25 minuti in forno ventilato a 170°.

Ecco un'altra ricetta che mi frullava nella testa da un po', ma che aveva bisogno di un tocco speciale, tocco dato dalle amiche di facebook, che anche questa volta si sono scatenate come matte per consigli, abbinamenti, idee...riorganizzando quanto detto in quella effervescente discussione vengono fuori un altro paio di ricettine. 
Questa ricetta partecipa (fuori concorso) al contest più peloso dell'anno: 


categoria piatti salati vegetariani

QUI trovate anche la pagina evento del contest su FB!

16 commenti:

  1. sento spesso parlare di tofu, devo provarlo, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. La neve... non fa parte di me, l'ho vissuta troppo poco. L'ho sempre trovata affascinante e ingannevole allo stesso tempo. Mi piace come dipinge tutto di bianco, ma non come nasconde il mondo sotto di sè. E da piccola, quando andavo sulla neve in Umbria o anche qui (le rare volte che nevicava), non riuscivo mai a lasciarmi andare. Nonostante ciò mi ha sempre attratta.

    Buonissima questa torta salata ;)

    RispondiElimina
  3. Ho lasciato l'Italia proprio prima del grande freddo e nevicate, a quanto pare, catapultata in una Tailandia tropicale, e poi una NZ estiva. Oggi sul giornale neozelandese c'era la foto di Venezia ghiacciata, e notizie non molto belle, sono cresciuta in montagna con la neve, ma capisco coloro a cui ha portato piu' problemi che gioia.

    La tua torta salata mi stuzzica assai :-).

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  4. Anche qui è nevicato, e fa un gran freddo!!
    Devo rileggere bene le regole del contest perchè a dire il vero non mi è chiarissimo.....p.s. Teo è una meraviglia!
    Un abbraccio Elena

    RispondiElimina
  5. mi piace molto la tua torta salata quel mettere insieme porri e tofu, è una bella idea

    RispondiElimina
  6. La neve fa tacere il troppo rumore ed infonde molta calma..però quando non crea problemi collaterali in un paese non attrezzato...
    Fantastica la tirta salata, ne percepisco già il saporino ;)
    Baci

    RispondiElimina
  7. non amo la neve.
    per molti motivi...
    ottima la tua torta salata, sei sempre alla ricerca di nuovi,sani e squisiti accostamenti!
    Devo pensare a qualcosa per il contest peloso...
    baci!

    RispondiElimina
  8. Io ricordo sempre il detto - sotto la neve pane , sotto la pioggia fame - che fà parte della saggezza contadina , cosa che sembra pian piano sparire in un mondo che non vuoe stagioni ma solo villeggiatura e plastica ; prima o poi chissà cose rimarrà da mangiare agli umani...ma forse sono di un'altro tempo...entriamo nel silenzio della neve e stiamo ad ascoltare il mondo che già si prepara alla primavera..un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Uh che speciale questa torta salata!!! ...ho trovato un tofu al sesamo che potrebbe prestarsi ad una versione di questa delizia! :)
    E sempre bello passar da te anche se il tempo mi è contro!...ora leggo bene del contest ...baci

    RispondiElimina
  10. non ho ancora mai provato il tofu... devo provarlo

    RispondiElimina
  11. Penso alla neve che si posava quando ero bambina. Era bianca e pulita e io la mangiavo come panna. Adesso anche la neve lascia una striscia nera quando si scioglie nella tazza. Un abbraccio, Cat

    RispondiElimina
  12. Neve candida...che presto porta disagi.

    RispondiElimina
  13. speciale come sempre...la neve non la conosco, per motivi geografici ovviamente, mi attira ma ... mi fa anche paura...la tua torta salata invece no, mi attira solo però però il tofu non l'ho mai assaggiato...
    ti abbraccio 'cucciola'
    dida

    RispondiElimina
  14. Bella la neve ma qui in Puglia siamo in piena emergenza!!! Ciao Lo, questa torta è assolutamente super e la foto è da svenimento. Kissessssssss

    RispondiElimina
  15. Ciao carissima! Se l'idea dell'abbecedario ti piace, perché non ti proponi per ospitare una lettera? Non vale la lettera della tua regione ;-) Dai dai dai che ci divertiamo!!!!

    RispondiElimina
  16. Lo tesoro mio,
    nella mia zona non siamo stati molto ricopreti dalla neve, più che altro c'è stato un gelo incredibile! però ecco,... se avessi visto tanta tanta neve sarei stata esattamente d'accordo con te, perchè già lo sono senzxa averne vista!
    e comunque siccome di freddo ne capisco mi scaldo anche io con la tua meravigliosa ricetta!! un bacioneeee

    RispondiElimina