sabato 18 giugno 2011

Arcobaleno



Non può succedere nulla, perché ho visto l'arcobaleno, 
l'essenza del ponte che unisce firmamento e terra.
Sembra il dono di un cielo dispettoso che vuol farsi perdonare dopo tanto piangere.
Scendo lungo la strada grigia, mentre scorrono immagini.
Metto da parte la frenesia e il respirare veloce, che consuma l'aria.
Non può succedere niente, perché ho visto l'arcobaleno.

CALAMARATA DI PASTA CON CECI PICCANTI

per 2 persone
120 gr di pasta calamarata
120 gr di ceci secchi già ammollati e lessati
2 cipollotti
1 cetriolo
1 limone
timo e santoreggia
1 cucchiaino di pasta al peperoncino o 1 peperoncino
olio extravergine d'oliva

Lessare la pasta al dente. Nel frattempo pulire i cipollotti e affettarli, pelare il cetriolo e tagliarlo a dadini. Tritare con la mezza luna le erbe aromatiche. Spremere il succo del limone e aggiungervi il trito di erbe e la pasta al peperoncino. Unire le verdure ai ceci lessati e condire il tutto con il succo di limone aromatizzato.
Quando la pasta è cotta, scolare e condirla con i ceci, aggiungendo 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva.

Una pasta pungente, fresca, saporita perché comunque nascosta dietro pioggia  e nuvole siamo immersi nell'estate. Quando farà veramente caldo la si potrà preparare come insalata fredda!


Aggiornamento del 20 marzo 2013. 
Partecipo a Salutiamoci ospitato da  Katia di Pappa&Cicci  per il mese di marzo 2013.

34 commenti:

  1. che bello l'arcobaleno, dà sempre un senso di gioia e di pace...
    Ho bisogno anche io di un pò di arcobaleno dentro di me, in questo periodo un pò pesante.
    Tu come stai Lo cara? Tutto bene?
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  2. carissima io adoro gli arcobaleni, resto sempre incantata a guardarli.
    Buonissimo questo piatto, viste le temperature ancora ballerine ci sta a meraviglia! un bacione.

    RispondiElimina
  3. grazie Simo...l'arcobaleno è così raro ma che gioia ci regala....io sto bene stanca ma bene
    un abbraccio

    Micaela cara...allora questo arcobaleno è anche un po' per te...la pasta fatta così è ottima per questo momento...un bacio

    RispondiElimina
  4. L'arcobaleno.. che ricordi Lo.. la prima volta che lo vidi quando ero bambina... in montagna dopo un acquazzone.. Ho semrpe pensato e continuerò a pensare che sia davvero una tra le cose più belle... che la natura con i suoi giochi di luce.. ci regala... Ottima calamarata di ceci... buona domenica :-D

    RispondiElimina
  5. "non può succedere niente perchè ho visto l'arcobaleno"... me lo voglio ripetere anche io :-)
    A.

    RispondiElimina
  6. Anch'io ho voglia di ripeterlo, come Fragoliva, mette di buon umore e mi spettano due settimane dure!

    Buona la tua pasta con i ceci, infatti quel tipo di pasta a calamaro non lo conosco, e mi piacerebbe tanto trovarlo :-).

    Ciao

    A.

    RispondiElimina
  7. ....a dire il vero già leggendola me la immaginavo a freddo o forse perchè mi piace mangiare così i ceci , come noccioline :-)::. non può ssuccedere nulla , se non passare attraverso la luce ...

    RispondiElimina
  8. Saper "vedere" l'arcobaleno è un dono prezioso.....avere di fronte un piatto così è appagante :-)
    Ciao Lo, buon pomeriggio :-)

    RispondiElimina
  9. Nooooooo, io non l'ho visto!!!

    RispondiElimina
  10. Anch'io adoro l'arcobaleno,sono davvero bellissimi!
    Grazie per la buona ricetta!
    Baci Elena

    RispondiElimina
  11. ...e l'arcobaleno, puntuale arriva.

    RispondiElimina
  12. Ciao Lo!

    anch'io quando vedo l'acobaleno mi da una gioia immensa e mi tranquillizza molto!

    Io a volte abbino i ceci con le vongole e pomodorini :) gustosissima ma credo che anche questa ricetta con i calamari non è da meno!

    Baci carissima :)

    RispondiElimina
  13. L'arcobaleno..... io quando lo vedo torno bambina e mi lascio incantare, la mia mente sogna e mi rilassa...
    Un abbraccio Lo e buona settimana

    RispondiElimina
  14. L'arcobaleno è la scala di luce tra la terra ed il cielo...e segnala anche la fine del temporale, che di questi ultimi tempi ce ne sono stati un po' troppi!
    Buona serata Lo, a presto.

    RispondiElimina
  15. Molto appetitosa e particolare questa pasta, il post e la foto sono l'essenza della poesia stessa. Complimenti!!

    RispondiElimina
  16. Quando si ha l'arcobaleno dentro..si può solo sorridere :)
    Che bella questa pasta sfiziosa!
    bacione grande Lo

    RispondiElimina
  17. che bello quell'arcobaleno!!!! anche noi l'abbiamo vistoooooooooooo!!!!! e che piatto completo e sfizioso!!!! davvero da provare! ciao cara!!!

    RispondiElimina
  18. Cara Lo, come stai? Come va nel pollaio? La gnoma ha finito con la scuola? Questa pasta con i ceci e il piccantino del peperoncino mi piace un sacco! Ti mando un abbraccio ;)

    RispondiElimina
  19. credo davvero e voi me lo confermate che vedere l'arcobaleno sia un dono speciale, qualcosa che ti fa sentire subito meglio che dona il sereno interiore...allora spero di vederne ancora e di conservare nel cuore la sua immagine. Grazie a tutti per i complimenti a questa ricettina piccantina e stuzzicante

    un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Due spettacoli: l'arcobaleno e la tua calamarata. Fino a che esistono cose così, hai ragione tu, non può succedere niente... :)

    P.S. Ti lascio un link al mio arcobaleno di alcune sere fa che ancora sospiro a pensarlo. Baci

    RispondiElimina
  21. Ciao poetessa... che spettacolo tra parole foto e ricetta!
    adoro i ceci... piccantini poi! la voglia!

    RispondiElimina
  22. buona, mica è avanzato qualcosa ?

    RispondiElimina
  23. l'arcobaleno ci fa tornare bambini,tra ricordi da favola di folletti e pentole piene di monete d'oro. E' un'immagine reale, possiamo vederlo ma non toccarlo, però c'è ed è coloratissimo, come le caramelle!
    ottimo piatto, sicuramente qualche folletto di passaggio si riempirebbe volentieri un pentolone!

    RispondiElimina
  24. Mmm, questa potrei riuscire a farla anch'io ;-)
    Cara Lo, usi mai il seitan tritato? Ho trovato una ricetta per fare le verdure ripiene, ma non sono molto convinta...
    Grazie per l'abbracio, ricambio con gioia!
    Un bacio, Lò

    RispondiElimina
  25. e sai che ti dico? che stasera vado di ceci anche io!!!
    ottima ricetta,stupendo arcobaleno,mi emoziona come una bimba,sempre!

    RispondiElimina
  26. fortuna riuscire a fotografarlo!!! piace molto ai miei figli, piace a tutti invero, sembra che quando c'é tutto si ridimensiona, tutto ritorna leggero,cristallino, é pace!

    un'abbraccio sincero :)

    RispondiElimina
  27. Ma quanto è bello questo arcobaleno!!!!!!Ogni volta che appare mi sento di tornare un pò bambina.......quanto al piatto non c'è che dire.....delizioso.....

    RispondiElimina
  28. E' stata una settimana complicata e difficile, ci voleva un pezzetto di arcobaleno per riprendere il ritmo e il colore
    :-)

    RispondiElimina
  29. E' così raro ma quando vedo l'arcobaleno resto incantata, come un bambino...
    ps La tua pasta sembra deliziosa...
    Silvia

    RispondiElimina
  30. l'arcobaleno è una di quelle cose che ti mette positività solo a vederlo, magnificica la ricetta anche da mangiare fredda

    RispondiElimina
  31. l'arcobaleno è una cosa che tranquillizza anche me, è un simbolo dopo la tempesta.....
    Direi che la pasta mi fa gola :)
    ma perdona la mia ignoranza....cos'è la pasta calamarata?.....

    RispondiElimina
  32. Cielo non ho trovato il link! :(

    Terry infatti il piccantino e il fresco del limone stavano proprio bene! grazie

    Giardigno certo che si...ti aspetto a cena!

    Laura che bello ad avere qualche folletto di passaggio...io gli do la pasta e lui mi parla di arcobaleni! ;)

    Lo ho tritato del seitan per fare il ragù ed era buono. Ho usato il granulare di soia e mi piace, credo che il sietan sia ancora meglio come sapore e consistenza! prova :)

    Luby siiiiiiiiiii più ceci per tutti!

    Patrizia appena lo vedi ti senti sospesa nell'universo...sono volata a casa e ho fatto la foto dal balcone...non il posto migliore ma va bene così! un abbraccio

    Stefy grazie :)

    Twostella allora prenditelo tutto questo arcobaleno! un abbraccio

    Silvia che bella la sensazione dell'incanto! :)

    Carmine si è davvero un dono! Grazie

    Annarita come hai ragione! La pasta calamarata è il nome di quella pasta ad anelli grossi. Penso si chiami così perchè ricorda gli anelli di calamaro...m non è che sono sicura! :)

    RispondiElimina