giovedì 14 aprile 2011

Ore e ore passate così


 Vorrei ore e ore passate così, ad accavallare i punti sul ferro, a far scorrere i fili di lana tra le dita, a snocciolare i pensieri per sciogliere i nodi e tessere coltri, che morbide si plasmano e forti diventano scudi. 
Vorrei ore e ore passate così, a sentire il tintinnio dei ferri delicato e ritmato, per lasciare che il ritmo lento calmi il risucchio delle cose, chiude il vortice delle vicende.
Si distendono i fili, si costruiscono i motivi, si accumulano i punti e si guarda in controluce il crescere dei fili materiali con quelli dell'anima. Si vede dove c'era il groppo che chiudeva lo stomaco, il correre della rabbia e dove il sole brillava di gioia.
Vorrei ore e ore passate così, tra gomitoli e pensieri, tra l'oggi che costruisce e risultati raggiunti, imperfetti, ma perfettibili.


PESTO ALL'AGLIO ORSINO


80 gr di foglie di aglio orsino
80 gr di pinoli
olio extravergine d'oliva q.b.

Pulire con uno strofinaccio umido le foglie di aglio orsino, metterle nel mixer insieme ai pinoli ed azionare, nel frattempo aggiungere a filo l'olio fino a quando si forma una crema.

Questa semplice ricettina l'ho trovata qui, da Astrofiammante, che ci propone anche questa idea.  E' stata la nostra prima volta con l'aglio orsino, una pianta che da piccola riconoscevo a naso nel bosco, quando era al massimo della sua maturazione, perchè avevo continui starnuti e il viso mi diventava rossissimo. L'abbiamo usato per condire la pasta, nel modo più classico e per insaporire del seitan. Dal sapore e profumo delicato, è piaciuto a tutti, anche alla gnoma, che normalmente è antiaglio!
Nella foto in alto c'è il particolare del mio primo maglione "perfetto" fatto tutta da me, oramai è tutto l'inverno che lo indosso, caldo e morbido, porta con orgoglio le ferite e i piccoli sbagli di chi sta imparando. E' un maglione con collo a polo, chiusura a cerniera ed è sciancrato sui fianchi. Ho imparato un sacco con questo lavoro!

24 commenti:

  1. vorrei anch'io riappropriarmi del mio tempo. Perchè anche queto è intrecciare fili di lana. Decidere di fermarsi e, quando ormai il collegamento occhi, mani, lana va da sè, lasciare che la mente vaghi per la sua strada.
    Il corpo fermo, la mente dove vuole essere.
    Ma ora è tempo di intrecci estivi e ancora un pò dovrà attendere questo mio bisogno.
    E' da molto che mancavo da qui.
    E' bello ritrovarti.
    Spero di tornarci presto
    Anna

    RispondiElimina
  2. Che bello il maglione...sai che non so far niente del genere ,non ho proprio una buona mano.....il pesto ....da provare...buona giornata!!!!!!sphy

    RispondiElimina
  3. che brava che sei, io non so proprio lavorare a maglia!
    ottimo davvero questo pesto!

    RispondiElimina
  4. io con l'uncinetto!
    ore ed ore così!
    bellissimo il tuo pesto ,che bontà!!!!

    RispondiElimina
  5. a me l'aglio non piace, ma potrei invitare a pranzo papà... un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Foglie di aglio???? ma che pesto particolarissimo.. smack buona giornata :-)

    RispondiElimina
  7. Io vorrei più tempo per curare ciò che più amo etrascorrere più tempo con le persone che amo...
    Sei stata davvero brava con quel maglione, mi ricorda quello meraviglioso blu con ricamato il gatto Tom, che mi fece mamma alle elementari.Me lo invidiavano tutti!Ed io quanto ero orgogliosa...
    Il pesto d'orsino lo feci un anno fa ma, dovetti darlo ai miei perchè io sono stata male per un solo cucchiaino!baci

    RispondiElimina
  8. Ma che bel traguardo Lo, cara...è una bella soddisfazione davvero indossare qualcosa di completamente fatto da noi...
    Il relax che dà lo sferruzzare è impagabile.Ne sono la prova tutte le venti e passa sciarpe realizzate da me quest'inverno per regali di Natale e non...
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. Io i fili non li saprei intrecciare, mi hai trasmesso tranquillità e serenità nel leggerti e immaginarti sferruzzare :)

    RispondiElimina
  10. Il mio tempo per tante passioni che sto trascurando mi manca... confido che torni presto... infondo sta a me!!!
    ben fatto con la maglia.... se riesco a combianr qualcosa pure io (non coi ferri!)....magari lo posto pure sul blog!!! :)
    Pesto fatto simile (con noci) giorni fà...ma quanto buono è?:)

    RispondiElimina
  11. se questi sono i risultati sono da dieci e più, non sapevo della tua passione per i ferri brava dalle mille risorse

    RispondiElimina
  12. Bravissima, Lo.
    Belle metafore...

    RispondiElimina
  13. che cosa incontrollabile il tempo, fa la sua strada e NIENTE E NESSUNO puo fermarlo, bisogna imparare a goderselo allora. che bello questo blog che scopriamo solo ora. A presto, Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  14. ma che copionaaaaaaa ;-)) quel maglioncino mostra maglie molto regolari, le tue zampette lavorano assai bene!! bacio bacio bacio.

    RispondiElimina
  15. che brava che sei stata: il maglione è perfetto e mi piace molto l'azzurro "cicciobello" che spezza i colori in genere tetri dell'inverno.
    non avevo mai sentito parlare di aglio orsino: girando per blog si scoprono tantissime cose interessanti

    RispondiElimina
  16. Quando ero ragazzina ne ho fatti tanti anche io... ma io sono incostante e poi mi stanco e passo ad altro... chissà se mi stancherò mai di cucinare, che male non mi farebbe! ;)

    RispondiElimina
  17. bravissima Lo , come direbbe mia mamma hai una buonissima mano perchè i punti sono pefetti!!Forza , i nodi a volte servono per poi vedere meglio il sole!un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Anch'io lo visto da Astro (per la prima volta) e mi stuzzica molto. Abbiamo il parente cipolloso qui in NZ,

    http://alessandrazecchini.blogspot.com/2008/09/onion-weed.html

    Astro mi ha confermato che non e' la stessa pianta (anche se ha i fiori bianchi) ma comunque posso farci tante cose buone, ed e' gratis!!!!

    RispondiElimina
  19. che meraviglia quel maglione! Sono attratta dal lavorare ai ferri, ci ho provato ma non credo di esserne portata..o forse sono solo poco costante? Non so..

    RispondiElimina
  20. ma che meraviglie si scoprono sempre qui!!! quel lungo sferuzzare ha dato buonissimi frutti!!! bellissimo! e ke dire di quel pesto...? da provareeee!!!baciotti e strucconi mamysandra!

    RispondiElimina
  21. ciaooooo...complimenti per il tuo blog...passa a trovarmi ciaooo
    http://cucinadicottoespazzolato.blogspot.com/

    RispondiElimina
  22. grazie a tutti!
    Per ciascuno il proprio tempo ritrovato ha il sapore di qualcosa di diverso e di proprio, ma sa sempre di lentezza e cura.
    grazie per le vostre parole

    RispondiElimina