giovedì 3 marzo 2011

Nonostante te


Ok, ti vomito qui. Ti ho avuto addosso da ieri, attraverso i tuoi piccoli comunicati deliranti, i tuoi capricci isterici, ti ho avuto addosso oggi, quando sei arrivato nonostante non dovevi. Accompagnato dalla scorta vuota. Ma per parlarmi. Ti vomito qui, perché non ti ho digerito, mentre mi buttavi contro i tuoi innumerevoli no, mentre dicevi di non salire e intanto salivi, mentre non volevi sedere e intanto sedevi. Mentre lucidavi la parata dei tuoi gingilli che servono per far credere al mondo che sei grande, per far credere al mondo che fai paura. Mentre dicevi che ci sei solo tu, ma poi mi chiedevi di esserci anche io. 
Ok, ti vomito qui, perché non ti ho digerito, mentre sentivo la forza stanca di chi ti vuole bene, che sta provando a resistere.  Mentre mi vedevo svuotata, sulla sedia, dopo i tuoi "Ti do cinque minuti" e ne sono passati sessanta, che sembravano fatti di ore. Mentre cercavo di togliermi le immagini distorte del futuro che stai gettonando e porca miseria io lo che sei altro.
Ok, ti vomito qui, perchè spero con tutta me stessa di rivedere ancora il tuo viso tondo di bambino,  nascosto dalla maschera neutra, nonostante te.

FINOCCHI AFFOGATI DI ZAGARA

3 finocchi
1 bottiglia di "pomodori con la pellecchia" o pelati
vino bianco
cipolla
olive
capperi
sale
pepe

Tritare finemente la cipolla e farla appassire in un tegame, con due cucchiai di vino e un pochino d'acqua. Nel frattempo pulire e affettare i finocchi. Unirle alla cipolla, aggiungere i pomodori. Mescolare, coprire con il coperchio e cuocere a fiamma bassa per circa 10 minuti. Unire un bicchiere di vino bianco e continuare a cuocere per altri 10 minuti, unendo anche le olive e i capperi. A fine cottura aggiustare di sale e di pepe.

La ricetta è della dolcissima Zagara, io ho aggiunto olive e capperi, perchè in questi giorni di vento gelido io ho voglia di mediterraneo, più che se ne può. Ho poi tolto l'olio per alleggerire secondo dieta. I finocchi sono buonissimi, avanzati il giorno dopo ancora di più.


32 commenti:

  1. bella introduzione molto forte complimenti per la scrittura ...
    ricettina da provare ...

    RispondiElimina
  2. in questi giorni c ho un sacco di pensieri che mi ronzano attorno come un tarlo..devi amarlo molto ...
    la ricetta che dire? è ottima, anch'io ho voglia di mediterraneo, sarà per il profumo della mia terra o la luce e il vento che quando sei in mezzo ad un uliveto tra i giganti sembra ti allegeriscano da tutti i tuoi pensieri ..baci

    RispondiElimina
  3. cara Lo, sei sempre travolgente e coinvolgente quando scrivi... la ricetta mi ispira molto... all'inizio pensavo ci fossero davvero le zagare! :) la proverò! Buon quasi-weekend! Silvia

    RispondiElimina
  4. Zagaram profumo di sposa...che voglia di Sicilia!Ora rimediamo con questa bella ricetta, C'è un tempo per tutto.
    Bacioni

    RispondiElimina
  5. Grazie di tutto proverò anche la tua versione con il vino bianco,io uso il rosso.
    Un abbraccio sono felice che ti siano piaciuti
    Ps.io li uso anche come condimento per la pasta asciutta...da leccarsi i baffi

    RispondiElimina
  6. probabilmente te lo hanno già detto in tante, manco solo io ...
    scrivi divinamente.
    per le ricette passo, cucinare nn mi piace proprio!!
    ciao cara.

    RispondiElimina
  7. Ammazza come scrivi Lo.. colpisci semrpe al centro!!! Ottimi i tuoi finocchi..baciotti .-)

    RispondiElimina
  8. quando ti leggo così...mi metti inquietudine perchè non sempre riesco a capirti alla prima lettura e a volte nemmeno alla decima però...sento la tua rabbia...dentro me...è una strana sensazione...anche da lontano...anche senza averti mai guardata negli occhi...ti sento...

    RispondiElimina
  9. Si,anche io sento in te tanta rabbia mi sta a sconforto, che però mi sembra tu sia riuscita a buttare fuori...
    Ottimi i finocchi cara, così saporitissimi non li ho mai assaggiati, ma mi ispirano parecchio e mi salvo il tutto.
    baciotti

    RispondiElimina
  10. Come è che passiamo pure le stesse cose??? Siamo proprio gemelle separate alla nascita!
    ...però i finocchi cotti (non i tuoi, ma in genere) non mi piacciono...

    RispondiElimina
  11. bella bella bella scrittura, mi piace la "ok, vomito qui" ripetuta, la ricetta niente male un modo diverso di utilizzare i finocchi in cucina io li mangio solo crudi

    RispondiElimina
  12. cara lo,ce la mettono tutta per farti montare il nervoso...
    buonissimi i finocchi :)

    RispondiElimina
  13. qualunque cosa , purchè serva , anche vomitare qui.a volte la forza sembra non esserci ma bisogna continuare a tener duro e a credere , perchè la genna crescerà-un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Sempre belissimi i tuoi scritti appassionati e travolgenti!
    Grazie per la buona ricetta!
    Un abbraccio, Elena

    RispondiElimina
  15. Dopo il vomito di solito dicono di bere il tè molto zuccherato..
    Ecco,io ti dono un pò del mio affetto!
    Un abbraccione,S.

    RispondiElimina
  16. spero che sia uno sfogo lavorativo e non personale... ricetta molto profumata e deliziosa... ciao cara!

    RispondiElimina
  17. Ciao ^__^ Ti sei aggiudicata il SoNiYb Award (http://equoecoevegan.blogspot.com/2011/03/soniyb-award-sketches-of-nature-in-your.html)! Complimenti!…passa a ritirarlo!^__^ un bacione

    RispondiElimina
  18. Viaggi ...grazie!

    Babette i pensieri si accavallano...amo la vita, amo vederla vissuta bene...un abbraccio all'origano :)

    Silvia..eheh no Zagara è la persona stupenda da cui ho imparato a prepararli un bacione

    Saretta che bello: assaporiamo questa di Zagara per pensare al mare vero...un abbraccio

    Zagara....immagino solo con la pasta...pure io li riproverò con il vino rosso...grazie ancora! un abbraccio

    Cara Gra...che dire....grazie!!!!

    Grazie Claudia :)

    Dida, Simo...vi sento...non era rabbia era profonda stanchezza, ma niente di triste, solo una grande energia andata, un grande sforzo speso...ma ne è valsa la pena...
    vi abbraccio

    Stefi non so...però è bello baciuzzzzzz

    Carmine...grazie mille di tutto :)

    Mirtilla...ihihii ma si poi passa!

    Caty si è servito ...mi serviva vomitare parole e non è mia la forza che si stanca...un abbraccio

    Elena grazie a te :)

    Silvietta e lo sai che lo prendo con il cuore perchè il tuo affetto è carezza :)

    Ely si lavorissimo ;)

    Ciao Libera!

    Grazie Kia è bellissimo

    RispondiElimina
  19. la ricetta è ottima ma la prefazione è coinvolgente..e profondamente intrigante.
    ;-D

    RispondiElimina
  20. Mi par di capire che ti sei svuotata e hai fatto molto bene...ora va meglio, vero?

    RispondiElimina
  21. Sempre belle le tue parole, anche quando le "vomiti".

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  22. bellissimo e commovente post, la ricetta è veramente gustosissima! Mi hai lasciato triste..bacioni

    RispondiElimina
  23. mmm LO che meraviglia!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  24. vomitare è tirare fuori
    cio' che ci fa' male
    non potevi scegliere parole migliori per esprimere quello che senti
    mi piace queste righe trasmettono
    rabbia, delusione , ma voglia di ricominciare
    baci katya

    RispondiElimina
  25. Grazie Michela :)

    Stella si ora va molto meglio! ;)

    Aiuolik grazie smuacks

    Pellegrina....no mi spiace lasciarti triste...il mio era uno sfogo, ne avevo bisogno di parlare delle tracce lasciate da quell'incontro! grazie

    Grazie Carlotta :)

    Katya...si ho tirato fuori per poter ricominciare!

    RispondiElimina
  26. se riesci "nonostante lui" ti invidio. io non sono mai riuscita "nonostante lui".
    .

    RispondiElimina
  27. vorrei essere la sedia che ti ha accolto seduta e svuotata per alleviare il vuoto che senti dentro. Io anche ho il vuoto dentro e forse insieme ci sentiremo riempirci dell'aria , del sole, dell'odore di pioggia e di tutto ciò che di bello ci possa circondare. Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Vero il nonostante lui è una parte piccola della mia vita e poi è tornato nonostante lui....un bacio

    Sara cara....il bello del vuoto è da riempire...ti abbraccio e grazie...ci regaliamo un the profumato?

    RispondiElimina
  29. Si grazie un bel the profumato alla vaniglia...ci sto!

    RispondiElimina
  30. Lo dico sempre che dopo aver vomitato si sta meglio... sia in senso letterale che in senso lato ;)

    bella l'idea dei finoccho così, in rosso mai fatti!
    baci!

    RispondiElimina
  31. Sara un bacio

    Grazie Terry :)

    RispondiElimina