giovedì 18 novembre 2010

Il sole ha brillato

 
"Passata la tempesta: odo augelli far festa, 
e la gallina tornata in sulla via, che ripete il suo verso.
Ecco il sereno..." 
G. Leopardi

Il sole ha brillato. Probabilmente non per molto o almeno non me l'aspetto, così senza dover attendere prendo tutto come un regalo. 
Come è un dono la chiarezza del pensiero dopo la nebbia. Tocco, con il pensiero lucido, tutto intorno e mi chiedo dove andrà a finire, quanto terrà e esercito la fermezza. Sono arrivata alla conclusione che questa a che fare con la resistenza. 
La resistenza è  una qualità, un talento: la capacità di opporsi a qualcosa, stando semplicemente fermi. Senza muoversi, sul posto, con l'orgoglio dello stare, senza subire, senza riportare graffi e segni sulla pelle. 
Un sacco di gente resiste silenziosa ogni giorno. Resiste al logorio, al consumo. 
Non è facile resistere, rimanere quando non si vuole. Si vorrebbe andare via, invece si resta. 
Parte di questa nazione so che resiste all'infamia del ritrovarsi senza scelta nel paese dei balocchi di proprietari arroganti. Altri non resistono e cedono, concorrono in colpa.
E piano piano il posto in cui sto prende forma, prende la mia forma. Me lo dice la storia. La forma silenziosa che si scava giorno dopo giorno è quella che dà la linea definitiva al paesaggio.
La forma sono le mie condizioni: quelle in cui sono e quelle che pongo. Per respirare. 
Sono fragile, per fortuna, vuol dire che il mondo mi tocca. Sono resistente, non infrangibile, vuol dire che a volte il mondo mi scivola addosso e rimane solo il mio.
Il sole ha brillato.

CONCHIGLIE PICCANTI AL SUGO DI FAGIOLI E FUNGHI


3 fette di zucca al forno
300 gr di funghi champignon
120 gr di fagioli cannellini
1 peperoncino
vino bianco
aglio
1 cucchiaio di crema di avena
180 gr di pasta

Cuocere in pentola pressione, con un rametto di rosmarino, i fagioli che la sera precedente sono stati messi in ammollo. Nel frattempo pulire e tagliare a fettine i funghi.
Rosolare 1 o 2 spicchi d'aglio in 2 cucchiai di vino bianco e aggiungere i funghi. Cuocere a fiamma alta per 4 minuti, abbassare, aggiungere la zucca tagliata a pezzetti e il peperoncino sbriciolato.  Continuare la cottura per altri 5 minuti, eventualmente bagnando con un po' d'acqua per non attaccare (io ho usato l'acqua di cottura dei fagioli). Frulla 2\3 dei fagioli con un po' della loro acqua, unire alle verdure la crema e fagioli rimasti, cuocere in  padella fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Lessare la pasta al dente, scolarla e farla saltare per pochi minuti, per mescolarla bene con il sugo.

Eccolo qui un piatto unico dietoso, dopo verdura a volontà. Ma tutto è così appagante e completo, che è stato il pranzo della domenica, piccante per risultare audace e stuzzicante. Non so se rosolare sia la parola giusta usando il vino, di certo è un modo perfetto per non usare l'olio e profumare il cibo.
Con questa ricetta partecipo al Contest di Pan di Ramerino

29 commenti:

  1. io ho passato l'ora del pranzo interamente a guance al sole!
    non potevo farmi sfuggire una giornata così bella!
    oggi ,ovvio...nuvole e freddino..ma che ci vuoi fare!
    di sicuro mi farò il tuo bel piatto gustoso e scaldacuore ^_^
    un besitos

    RispondiElimina
  2. Quando meno ce l'aspettiamo, spunta l'arcobaleno...

    RispondiElimina
  3. Sì. ogni tanto il sole brilla.

    RispondiElimina
  4. Lo, hai mai pensato di darti alla scrittura? A livelli più alti intendo. Hai un talento fuori dal comune di scrivere, descrivere, evocare, toccare il cuore... Ogni volta che ti leggo è come un raggio di sole dopo la nebbia, vedo le cose con più chiarezza mentre prima mi guardavo in uno specchio appannato. Lo dico col cuore...

    A proposito del paese dei balocchi. Un giorno, raccontando a un amico certi episodi della mia vita in cui ci potevo lasciare la pelle e invece mi sono salvata per miracolo, mi disse: Sai la cosa più rischiosa che hai fatto in vita tua? E' decidere di vivere in italia. Ci siamo fatti due risate, ma vedo ora, con maggiore chiarezza, che anch'io sono qui, che resisto, che provo disperatamente a migliorare la situazione anche se di una virgola, in un paese che non è manco mio, lo sento un dovere morale... Sono ridicola. :)

    RispondiElimina
  5. Già questa settimana mi hai fatto predere paura, perchè per la prima volta non ti ho mai sentita così.. e a dire la verità mi hai spaventata.. la nostra oramai é una dipendenza che ogni volta c'è un dare ed un avere, pensieri e critiche costruttive.. un passettino alla volta ed ogni singolo discorso nostro in noi fa scattare qualcosa che rimurginando, riusciamo a crescere e superare i nostri blocchi.. e meno male che il sole ha brillato.. perchè mia cara cippi come ti ho sempre detto devi VIVERE!!! bacino

    RispondiElimina
  6. Mi piaci Lo perchè sai toccare il cuore... la vita è difficile, cercare di andare avanti è difficile Spesso mi chiedo che senso abbia sforzarsi per andare avnti... attendere un nuovo giorno. Poi mi guardo attorno e osservo chi mi sta accanto e mi vuole bene... e vado avanti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. "sono fragile... non infragibile..." è pura poesia... oltre che estrema verità, per chi, come noi non "concorre"!
    Mi piace la tua pasta, ma la pasta di avena è tipo panna?

    RispondiElimina
  8. cara Lo quando leggo il tao mi ritrovo in queste parole e l' agire nel non agire .E' vero ci sono tantissimi persone che resistono in silenzio ed io le guardo , giorno dopo giorno, e ne ammiro la forza silenziosa , il mantenere i propri principi , l'andare avanti tra mille incertezze. e poi le guardo sorridere , stupirsi di un complimento, l'alzare la testa davanti al riconoscimento del loro dolore.Ti abbraccio grandissima donna perchè ogni piccolo mondo è tutto il mopndo

    RispondiElimina
  9. Un piatto sfizioso e piccantino, molti di noi subiscono ma non scordarti mai che molti sono anni che se lo sono scelto questo governo, purtroppo! Baci

    RispondiElimina
  10. che fame anche se ancora qua e ora di colazione questi conghiglioni che buoniii

    RispondiElimina
  11. tesoro ma che bel piatto, con una punta di piccante che ci sta proprio :)

    RispondiElimina
  12. Tu sei il sole! Sono proprio innamorata della tua luce interiore...

    RispondiElimina
  13. era ora vero?
    buonissima questa pasta... se ce l'avessi qui pranzerei di nuovo!

    RispondiElimina
  14. UN buon piatto da provare!E speriamo che splenda il sole!!!!!

    RispondiElimina
  15. Che bello...ha brillato...ma solo per poco. oggi di nuovo grigiume e tristezza.
    baci cara

    RispondiElimina
  16. Anche se oggi piove, mi dico che la vita è bella, che stasera accenderò il forno e me ne starò al calduccio.Dobbiamo guardare il bello a portata di mano, anzichè struggerci nela bruttuura che ci circonda!bbona sta pasta...

    RispondiElimina
  17. Mi piace come scrivi...il mondo mi tocca, il mondo mi scivola addosso...e poi sì, ci vuole talento e ci vuole carattere per resistere. I deboli cedono, ma chi ha principi, lui resiste e in silenzio rimane fermo sulle sue posizioni.
    Un bacione
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  18. guai se non vedessimo il sole.....un sole tutto nostro, anche se io lo vorrei vedere più spesso universale,
    bella la scelta dei conchiglioni che si riempiono di verdurine ^____^ ciauzzzzzzzz

    RispondiElimina
  19. "La resistenza è una qualità, un talento: la capacità di opporsi a qualcosa, stando semplicemente fermi"... mi sono appuntata questa frase, stupita da quanto le parole di questo post, tutte, rispecchino una parte di me che non so mai dire....
    Buon venerdì Lo.

    RispondiElimina
  20. zucca funghi e fagioli...un ottimo condimento per la mia amata pasta:-) volevo anche dirti che come già sai... stò organizzando uno swap natalizio...se entri sul mio blog sulla sinistra trovi il bannerino...se lo clicchi ti porta sul post...leggilo...mi farebbe piacere la tua partecipazione:-)spero tu ti sia organizzata:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  21. ciao! grazie per essere passata dal mio blog :-) sono contenta che ti piaccia, se vuoi puoi contribuire con un post, se vuoi raccontare "il tuo tè", o vuoi condivedere delle foto sul tema... sei la benvenuta!
    anche il tuo blog è molto interessante, sto spulciando le ricette... yum!
    a presto e buon weekend!

    RispondiElimina
  22. che delizia questo piatto! dev'essere gustosissimo! un bacione grandee!

    RispondiElimina
  23. Yu riesci sempre a toccarmi nel profondo! l'ultime tue parole...sull'esser sia fragile ma resistente...beh..mi ci ritrovo!...e per fortuna che amo ed ho il mio mondo!!!
    la pasta!?..mi piace un sacco! :)
    confortante!

    RispondiElimina
  24. Luby, Stella, Valentina....ci ha fatto bene quel raggio...ora ne aspettiamo un altro! :)

    Eniko....ti ringrazio per questo pensiero...sinceramente non saprei ancora che scrivere...potrei darmi alle frasi per i cioccolatini...ahha no davvero non saprei dove cominciare...ma ti ringrazio....
    p.s. sono d'accordo con il tuo amico venire in Italia è stato davvero pericoloso!!!

    Valentina...un abbraccio e un passo alla volta :)

    Mari è il tuo andar eavanti è prezioso...un abbraccio

    Stefania...hai toccato un punto fragile ;)...eheh si la crema di avena è tipo panna ma moooooooooolto più leggera!!

    Caty il tuo abbraccio èpotente e lo sento molto bene...la tua descrizione del resistere è sottile e vera...un abbraccio e un bacio

    Pellegrine...purtroppo non me lo scordo... :(...ma per il piattino grazie :)

    Silvanausa, Mirtilla, Micaela, Mari e Fiorella, Sara che ne dite ci incontriamo per un pranzo insieme? :) grazie

    Gaia tesoro mio ....perchè io non sono innamorata di te e della tua luce? ti voglio bene

    Simo aspettiamo dai...aspettiamo che deve tornare...........

    Saretta la vita è bella...quella fatta di piccole cose ancora di più...

    Sabrina, Luca...grazie di cuore e un brindisi ai nostri reciproci talenti

    Marta...un sole nostro e un sole universale...ecco quello che ci serve :)

    Cielo....che onore per questo appunto...grazie e ora buona domenica sera e felice settimana

    Anna grazie per l'invito ci sto pensando...un bacio

    Clau ti ringrazio per l'invito...a presto ;)

    Terry...un abbraccio gustoso ;)

    RispondiElimina
  25. E' incredibile come riesci a penetrare le emozioni dei cuori che ti ascoltano..forse anche io dovrei trovare un pò di tempo,per pensare.
    Ti abbraccio,buona settimana!
    Un bacio

    RispondiElimina
  26. Un post da dieci e lode... Complimenti per la bravura nello scrivere!!! Magari i miei alunni scrivessero come te...!

    RispondiElimina
  27. grazie a te, cara Lo, per il tuo profondissimo e raro blog.

    RispondiElimina
  28. Ottimi, questi li provo per stasera, grazie!

    RispondiElimina
  29. Silvietta..per quel poco che so di te..so quanto sei penetrante....ti abbraccio

    Lucia grazie di cuore...
    magari i tuoi alunni un giorno al di là della scuola scopriranno il piacere dello scrivere

    Valentina grazie un abbraccio

    Grazie Zia Elle

    RispondiElimina