giovedì 4 novembre 2010

Fare e disfare


Fare e disfare. Forse la gnoma, ora più che mai sta facendo questo. 
Ora che non è più bimba, ma ancora non sa dare un nome ai pensieri della sua nuova dimensione. 
Ora che conosce solo gli strumenti che le permettevano di far andare tutto bene, quando ancora portava il grembiule e tutto il suo mondo stava in una scatola o sotto un ombrello. 
Ora che deve ancora scoprire quali confini infiniti ha il territorio scoperto dopo aver varcato la soglia. 
Ora che non è lineare, ma è confuso. 
Fare e disfare, come quando prova ad organizzarsi un suo pomeriggio con le amiche, ma per  mangiare un gelato e non giocare. 
Come quando per andare in cartoleria non guarda più le bambole, ma le penne dai mille colori. 
Come quando cerca un foglio per sfogarsi e non per disegnare. 
Come quando deve studiare e ristudiare e non ripetere alla maestra. 
Come quando vogliono ordine e la sua camera e la sua testa esplodono. 
Come quando le sembra tutto sia stretto e cerca nuovi vestiti. 
Come quando per uscire passa un'ora allo specchio, mentre cerca il senso nelle parole delle canzoni.
Fare e disfare. Come fare questo golfino disperato, fatto velocemente perché si cresce. Con le misure perfette mentre lo lavoravo, estremamente piccolo prima di cucirlo. Come disfare lo stesso golfino, per dare le nuove misure abbondanti, per poi scoprire che ora che è finito è ancora al limite del mettibile.
Ho scoperto nel fare e nel disfare, che è più difficile smontare per riniziare, che semplicemente iniziare.

 Però al gattino Agamennone piace!
Il golfino è un semplice cardigan a giro collo con manica inserita, fatto di un bel cotone variegato.(Notare il linguaggio semi professionista da finta magliaia).

SPEZZATINO DI SOIA AI FUNGHI CON POLENTA BIANCA


200 gr di spezzatino di soia disidratata
brodo di verdura
30 gr di funghi secchi
pomodori pelati o passata
sedano
cipolla
aglio
rosmarino
1 cucchiaino di zucchero di canna
1\2 bicchiere di vino bianco
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe

Ammollare i funghi secchi nell'acqua. Reidratare la soia cucinandola nel brodo di verdura per circa 10 minuti (seguire le istruzioni della confezione). Una volta pronta, strizzarla ben bene e rosolarla con un cucchiaio di olio per qualche minuto. Tritare cipolla, carota, sedano, aglio e rosmarino e unire il trito alla soia, insieme ai funghi. Far insaporire e sfumare con il vino bianco. Una volta evaporato aggiungere i pomodori o la passata e il cucchiaino di zucchero .  Cuocere per 10 minuti e a fine cottura, aggiustare di sale e di pepe.


Ho servito questo gustoso e leggero spezzatino vegano con polenta bianca, preparata in questo modo (deboli di cuore vi avviso: ho usato il microonde). Gli ingredienti sono tutti di origine biologica e le  dosi sono molto abbondanti. Infatti ne era avanzato un po' e il giorno dopo l'abbiamo trovato ancora più buono.

34 commenti:

  1. Fare e dispare è tutto un lavorare...ripeteva la mia nonnina saggia!
    E' vero cara Lo...come sono cambiate le nostre gnome e come cambiano ogni minuto che passa.
    Pensando alla mia, a volte mi sembra diversa, cambiata...... dalla sera alla mattina....!!!!
    Bello il tuo maglioncino, sei diventata proprio bravissima.
    Baci mia intraprendente amica

    RispondiElimina
  2. Hai ragione a volte è semplicemente piu' facile iniziare...con l'esperienza del prima e l'entusiasmo del cosa sarà!!
    Trovo che il verde pistacchio al peloso doni particolarmente! :0)

    RispondiElimina
  3. Credo che ad una madre faccia davvero strano vedere la prorpia cucciola che si trasforma...ma vedrai che questa crisalide diventerà un bellissima farfalla!
    mai provato lo spezzatino di soia, mi hai troppo sgolosato!

    RispondiElimina
  4. Ciao! ci son sempre quei momenti dove si sente il bisogno di disfare e ricominciare, aiutano ad essere più forti..anche se scolnvolgono chi ci circonda!
    Buonissimo questo spezzatino con i funghi: più gustoso e perfetto con la polenta!
    baci baci

    RispondiElimina
  5. alla soglia dei 40 anni mi trovo ancora a fare e disfare come una preadolescente... e non ho mai nemmeno imparato a fare a maglia.
    il tuo golfino fa una gran tenerezza e che gioia vederlo addosso a un agamennone estremamente soddisfatto! :)

    RispondiElimina
  6. Hai descritto perfettamente il passaggio dall'infanzia all'adolescenza.. eheeheh che ricordi!!!! Il golfino sembra bello e la micia gradisce!!! Il tuo spezzatino sa di buono.. io di soya non l'ho mai provato!!! smack e buona giornata .-)

    RispondiElimina
  7. si cresce....e noi ci siamo passate tutte :)

    RispondiElimina
  8. Il golfino è fantastico: dovrei riprendere a sferruzzare anch'io... ho giusto della lana verde... ;)

    Mai usata la soia al posto della carne, piuttosto rinuncio alla carne che non amo molto pur non essendo vegetariana, però questo spezzatino è molto invogliante e vorrei proprio provare

    RispondiElimina
  9. Ah, dimenticavo: Ti abbraccio forteeeee!!!!

    RispondiElimina
  10. Belle immagini di parole su un periodo che ci ha riguardato tutt* ma che spesso sentiamo così distante ...
    il mio gnomo di quasi nove anni, in una sera di confidenze, mi ha detto che si sente grande e piccolo insieme ... crescono questi cuccioli! Buona giornata!

    RispondiElimina
  11. e si che fase dura che è questa per la tua piccola ne carne ne pesce ma con il tuo sostegno ed il tuo amore pian pino tutto avrà un ottica diversa!!ottima la ricetta Lo semre saporitissima!!bacioni imma

    RispondiElimina
  12. dai un bacio alla tua piccola donna che cresce,
    cara magliaia vera!!
    ;-)

    RispondiElimina
  13. anche io come la Simo sò questo proverbio ed è vero, tutto quello che fà le serve per crescere l'importante che che sia che vada avanti sia che torni indietro sapppia che ci siate sempre voi :-) per lo spezzatino mi trovi spiazzata sulla soia.... non ne sono ancora convinta anche se questa ricetta è molto invitante :-)

    RispondiElimina
  14. L'adolescenza è un periodo delicato per i ragazzi e per i genitori che devono essere attenti e vigili... ma senza intromettersi...

    RispondiElimina
  15. Simo è proprio così...cambiano in un attimo, stasera la gnoma ripeteva la lezione e io la guardavo in viso senza sentire: osservavo i suoi lineamenti, già diversi. Baci e grazie dolce amica

    Paola..si è davvero così...hai visto sarà che il verde dona ai rossi! un abbraccio

    Saretta...si è così è strano e poi sai sono davvero le ultime volte che vedi questa bimba....io non lo mangio spesso, ma ogni tanto si...mi piace...in sè non ha un sapore bisogna acconciarlo! un bacione

    Manu, Silvia...è vero ci sono quei momenti proprio in cui riprovare....un baciotto

    Lise hai visto che modello che ho!!! Bhe io sto imparando proprio a 40 anni a lavorare a maglia...quindi c'è sempre tempo! un bacione

    Claudia...quel passaggio è eccezionale!!! provalo di soia per sperimentare qualcosa di diverso! un baciotto

    Mirtilla: già! :)

    Paola grazieeeeeeee...eheh dire che è fantastico...però insomma ho cercato di farlo preciso e grazie alla mia maestra di maglia ho imparato preziosi trucchi...dai dai sferruzza anche tu...io faccio questo tipo di preparazione quando ho voglia proprio di qualcosa in umido per la polenta...e mi piace!!! un bacione grande

    Ilaria che riflessione importante e preziosa che ti ha regalato il tuo cucciolo! grazie per la visita a presto

    Imma si è una fase complicata più per lei che deve provare tutto...grazie

    Grazie Gaia le stampo il bacio! smuackssss

    Si cara Ely tutto quello che fa serve per crescere e lei mette via molto....per la soia io la uso una volta ogni tanto proprio per queste preparazioni umide e solo assolutamente biologica. un abbraccio

    Stella hai ragione! :)

    RispondiElimina
  16. sei troppo forte finta magliaia!!!un bacione

    RispondiElimina
  17. Lo, come sei attenta ai cambiamenti...a volte commettiamo l'errore di considerare i nostri figli eterni bambini anche quando non lo sono più.

    Il cardigan al gatto ci sta benissimo, caspita come si coccola!
    Ciao, un caro saluto.

    RispondiElimina
  18. Al limite del mettibile dici tu, ma pieno d'amore e la tua piccola gnoma che cresce, questo lo sa e anche se non te lo dice, io penso sia orgogliosa di te! Certo è un periodo difficile, di grande confusione e di grandi scoperte e cambiamenti, ma lei ha te accanto a cui fare riferimento.
    Non conoscevo lo spezzatino di soia disidratato, sarei curiosa di provarlo, ma Luca non digerisce la soia, per quanto impossibile possa sembrare.
    Buona serata, un bacione
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  19. oddio ma è bellissimo! Agamennone!!! ;-D

    RispondiElimina
  20. io non possiedo gnome ma solo mostri, uno ormai anche gigante di fuori (14 anni) ma mostricciatolo dentro (chiede le coccole prima di dormire, e, se sa che lo ho scritto nero su bianco, mi disconosce da genitrice!)fa uno strano effetto vedere che crescono e a volte ti sembra proprio che ti scivolino via dalle dita. ma in effetti ci siam passati tutti, no?

    RispondiElimina
  21. Assolutamente meglio iniziare che smontare per iniziare! Ne so qualcosa :-(

    Buonissimo questo spezzatino, mamma in passato usava spesso il granulare di soia nella pasta al forno...
    mi piacerebbe provare i bocconcini soiosi

    Uffa io voglio il micro (mizzica non dovevo dirlo!? O_O)

    RispondiElimina
  22. Come sono strani e teneri i nostri figli in questa 'terra di mezzo'; anche per loro è un continuo 'farsi e disfarsi', ancora lontana la conclusione dell' opera!

    RispondiElimina
  23. E' bellissimo questo post, racchiude in sè le mille ansie di una figlia che cresce e di una mamma che osserva i suoi cambiamenti. C'è timore, ma anche tanto orgoglio per questo piccolo fiore :)

    PS: hai fatto una perfetta descrizione del capo in maglia, quasi professionale, parola di knitter!!!

    RispondiElimina
  24. Fare e disfare.
    Come fare un'idea di vita,ed essere poi smontata in un batter di ciglia.
    Fare e disfare.
    Come fare qualcosa che pensavi ti piacesse e disfare questa certezza di cristallo.

    Ti mando un grosso,grande,gigante abbraccio caloroso.
    Cara Lo,ormai non passo molto,ma leggo sempre i tuoi pensieri così speciali.Buon we! =)Silvietta

    RispondiElimina
  25. Lo carissima ti auguro un buon fine settimana!!!!!!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  26. Ciao, prima volta qui, tante belle ricette per me :-)

    Volevo chiederti se e' necessario aggiungere lo zucchero, solitamente non mi piace metterlo nei piatti salati... ne uso gia' troppo di mio!

    ciao e... adesso ti seguo.

    Alessandra

    RispondiElimina
  27. ti abbraccio forte e si , forse è meglio iniziare che riiniziare.

    RispondiElimina
  28. Lo spezzatino mai provato..solo il granulare tipo ragù! :)
    mi piace! mi segno questa!
    ti ho mai detto che la tua gallina mi ricorda queste che ho fotografato tempo fà
    http://www.flickr.com/photos/crumpets74/3039568390/in/set-72157611214928103/
    baci

    RispondiElimina
  29. Ciao Lo, sempre interessanti i tuoi argomenti. Capisco bene il problema crescita avendo un nipote che ha l'età della tua signorinella...
    A proposito di fare e disfare, mi hai ricordato che ho nell'armadio da anni un lavoro a maglia mai terminato..era per mia figlia.
    Sono sicura che tu lo porterai a termine.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  30. Mia dolce e profonda e meravigliosa amica, come al solito cogli il lato più vero e profondo e nascosto delle cose. Adoro la tua dolcezza nel descrivere le cose... e quanto è difficile per noi mamme questo periodo dei nostri figli! Sono così tentata di avere una amico a quattro zampe, forse per l'illusione che almeno lui, rimanga sempre con me avvolto dal mio calore...
    Baciiiii

    RispondiElimina
  31. Lo, belle riflessioni.. hai ragione, è più facile iniziare che riiniziare..
    Che dolce gattino!
    baci

    RispondiElimina
  32. Manu grasssieeeeeeee ;)

    Sirio si quello è un errore, non vedere come i nostri figli cambiano, so che è più tranquillizzante pensare il contrario, ma non fa bene!
    Hai visto il micio? :)

    Sabrina cara...per fortuna la gnoma per ora me lo dice, parliamo e ci diciamo spesso quanto ci vogliamo bene...spero poterlo fare con rispetto ma sempre....
    un bacione

    Fairy hai visto che tipo? ;)

    Katia si ci siamo passati tutti e il tuo mostro 14enne mi ha stregato! a presto :)

    Gaia eheh no non si può dire il micro è un tabù....però alla fine è più ecologico del forno normale perchè consuma meno.....un bacio tesora del mio cuore

    Dorisiana si sono bellissimi così intensamente impegnati! un abbraccio

    Tzugumi...grazie sorpattutto per l'apprezzamento da knitter ...ora sono orgogliosissima :))

    Cara dolce Silvietta e ogni volta che passi mi lasci una scia dorata del tuo splendore...un bacio

    Grazie Mari...è già finito :(

    Alessandra benvenuta....che bello! Non è obbligatorio lo zucchero, io ne metto un cucchiaino scarso perchè da equlibrio al sapore calmierando il sapore acido del pomodoro e a me piace...ma ovviamente puoi non metterlo! a presto

    Caty anche io ti abbraccio forte

    Terry ho visto le tue galline: ma sono bellissime, ma come hai fatto a farle così? wow!!! un abbraccio

    Virginia...davvero hai un maglione nell'armadio...dai corri a finirlo! grazie di tutto un bacio

    No no Stefania bella ....non prenderti un 4 zampe per questo, prendilo solo per il piacere di sentire la lingua ruvida e di spaciugarlo e volergli bene ...solo per questo...un bacione tesora

    Grazie Giulia un bacio

    RispondiElimina
  33. Grazie per la risposta, e per la gradita visita. Anch'io tornero' spesso qui, a presto allora!

    Ciao

    Alessandra

    RispondiElimina