lunedì 4 ottobre 2010

Shopping compulsivo

 immagine presa dalla rete

Cereali, diversi, di forma, di colore, di profumo. Gli occhi scorrono la lunga lista dei nomi e ognuno evoca un sapore, un ricordo. Il miglio estivo mangiato sotto i raggi del sole, il grano saraceno bruno che ricorda la montagna bigia, il farro dal profumo di nocciola, che mi riporta alle colline dell'Umbria, il kamut prezioso e una lunga chiacchierata con una donna, incontrata perché si condivideva un sogno. L'orzo, il primo conosciuto nelle zuppe calde della mia mamma.
Farine, fini, impalpabili, grezze, nella gamma dei bianchi più caldi, fino ai toni più scuri. La segale che mi ricorda i cavalli e il pane bagnato dei paese del Nord, quella di grano che oramai fa bella mostra di sé nei vasi della cucina, nelle sue belle gradazioni. La mia scoperta, tuffandoci le mani, della sottigliezza che si scopre dietro un sapore, educando il mio palato e il mio gusto a sfumature sublimi di mille differenze che richiamano a nuove scoperte. La forza della semola vera, intensa e ruvida, che ogni volta che sforno qualcosa mi immagino una tovaglia a scacchi rossi che vola sul tavolo. 
I legumi, piccoli semi importanti, gustosi e fantasiosi. I ceci, i miei preferiti. I fagioli borlotti per le minestre bollenti e rustiche, i cannellini per giocare di trasformazioni, quelli dall'occhio nero, antichi e sapienti, racchiudono in sé le storie dei secoli, sprigionandole per la mia tavola. Le lenticchie vellutate, piccole amiche di dolcezza.
I frutti secchi o i semi oleosi, amici della fantasia, perché sanno donare colore  e sapore ai miei dolci o ai miei pani, perché saltano nella padella scopiettanti per regalare vivacità ed espressività ai miei secondi e ai miei contorni.
Sindrome d'acquisto compulsivo, per cambio d'armadio, anzi di dispensa, che indica una pazza incapacità a controllare le proprie spese, senza porsi limiti: il gruppo di acquisto solidale ha aperto l'ordine per farine&co!

BISCOTTI AL MIELE

biscotti al miele
 
450 gr di farina tipo 2
50 gr di fecola di patate
50 gr di latte di riso
120 gr di zucchero grezzo di canna

100 gr di olio extravergine d'oliva
1 uovo
2 cucchiai abbondanti di miele d'acacia
una bustina di cremor tartaro

1 pizzico di sale

Miscelare la farina, la fecola, lo zucchero, il cremortartaro, il sale. Aggiungere il latte, l'olio, l'uovo e il miele e impastare velocemente fino ad ottenere una pasta tipo "frolla", che si farà riposare in frigo per circa 30 minuti. Stendere la pasta, ritagliare i biscotti, che verranno cotti in forno caldo a 180° per circa 15 minuti

Anche per questa ricetta ho preso spunto dalla dolce Sara, modificando qualcosina: ho usato l'olio al posto del burro, regalando un sapore delizioso al biscotto e ho diminuito lo zucchero.  I biscotti sono corposi e ruvidi, perfetti per la prima colazione.

28 commenti:

  1. Credo che la sensazione tattile della farina che scorre tra le dita sia incredibile. E tu l'hai descritta perfettamente, evocandone la storia e i tuoi ricordi. Se non avessi la farina fin sopra i capelli, ne approfitterei! Mi raccomando, non farti prendere troppo dalla frenesia.
    Ma quanto son bellini questi biscotti!!

    RispondiElimina
  2. Uhhh che cuccagna!!!

    Bellissimi e cicciottosi i biscottini
    Baci mia coccodè

    RispondiElimina
  3. Mia cara non posso che essere d'accordo con te... anche se io ci sono arrivata per un altro motivo...
    Baci e buona settimana!

    RispondiElimina
  4. Quanto mi piace toccare la farina *_* e anche i cereali, mettere la mano nei sacchi grandi e marroni è un piacere =)

    RispondiElimina
  5. i sacconi!!!
    come darti torto e resistere?
    baciotti

    RispondiElimina
  6. Ti capisco benissimo, su tutti i fronti!!

    RispondiElimina
  7. L'esperienza comune e' ancora molto limitata nell'uso dei cereali. Metterei questo post a rullo continuo nei megascreen delle stazioni ferroviarie, altro che Sky...

    Un bacio!

    RispondiElimina
  8. ...adoro questi acquisti!!!!!!!!!!!
    Buon lunedì, baci

    RispondiElimina
  9. Mmmhhh questo post mi fa sospettare di farfalline in dispensa! :)
    Io pure, dovrò rinnovare la mia dispensa per questa spiacevole sorpresa... e mi dispiace per quei buoni ceci finiti nell'organico... pazienza, la prossima volta ci starò più attenta!
    Buoni i biscotti! ;)

    RispondiElimina
  10. Dora...eheh controllerò i miei istinti farinosi eheh ...in effetti la mia testolina fa a pugni sulla voglia di provare tutto e quello che davvero serve... un bacio

    Gaia ti ho sognata...stanotte eri qui con me...che bello

    Luby :)

    Stefi lo so ehehe ;)

    Cey...quei sacchi...belli veri...pieni di profumi...è diversa la sensazione dei grandi sacchi marroni dai soliti sacchettini di un kilo :)

    Baciotti cara Mirtilla e non resistiamo...

    Olèèèèèè Elga :)

    Cibou...proviamo a proporlo?...mi sa che non se lo pigliano...un abbraccio

    Simo pure io...un bacione

    No cara Danda niente farfalline...quest'anno ho salvato tutto con vasetti e frigo...mi ero solo persa un sacchettino di semi di girasole che ho buttato...ma con le farfalline l'ho vinta io...ma è proprio per evitarle che di solito finisco i miei acquisti a maggio, esaurisco le scorte e arrivo in autunno con la dispensa vuota! un baciotto

    RispondiElimina
  11. Ti capisco anche io Lo!! ehhehe
    deliziosi i biscottini!!! ti sono venuti 'na meraviglia!! un bacione!

    RispondiElimina
  12. anch'io quando arrivano gli ordini del gas divento pazza e compro di tutto :)
    che bei biscottoni, sono le due passate e mi vien voglia di far colazione

    RispondiElimina
  13. anch'io ho rinnovato la dispensa proprio da cima a fondo dato che due cucchiai di semi di girasole avevano impiantato una nursery di vermetti nel vaso in cui erano, che però aveva il coperchio con una fessura...e mi son vista non solo le farfalline ma anche piccolissimi vermicelli penzolare sul soffitto.....che schifo!!!!! buttato tutto anche quello appena comprato e disinfettato mobilio.....ora però la mia dispensa urge rimpinguo;-) e già ieri a Brixen ho rimpinguato.
    i tuoi biscotti rustici che piacciono tanto alla colazione mi farebbero comodo, ciauzzzzzzzz

    RispondiElimina
  14. Bello questo shopping!!ad ogni acquisto ho immaginato il colore ,il profumo e sopartutto il gusto!Tanto per restare in tema stasera zuppa di zucca e fagioli canellini!!

    RispondiElimina
  15. concordo in pieno.....i biscotti poi...ottimi:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  16. Io esco da poco da una "fase" di acquisto compulsivo di miele ...
    ecco potrei fare i biscottini almeno utilizzandolo mi sentirei meno in colpa di fronte alla sfilata di barattolini :-P
    Baci

    RispondiElimina
  17. Cuginetta, questi biscotti saranno stati una delizia.
    Anche io sono in fase shopping compulsivo... ma non di cibarie (quello ormai è di routine)ma di accessori moda... che ci posso fare, la tanto detesta moda anni '80 sta prendendo anche una fanatica del semplice-chiccoso...
    Tanti bacetti piumosi

    RispondiElimina
  18. Sono con te e prendo un biscottino!! Segno la ricetta... m'ispira il latte di riso!Spero di trovarlo
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. eheh..so di cosa parli :-p pure a me, quando parto non mi ferma nessuno..Coccolosi i biscotti!
    Un bacione

    RispondiElimina
  20. Quanto amo i cereali e..mettere le mani in pasta!Finalmente la temperatura concilia..ed i tuoi biscotti vedranno presto la luce anche in casa mia!baci

    RispondiElimina
  21. Mi piace moltissimo il miele e quindi anche i tuoi bellissimi biscotti, ciao

    RispondiElimina
  22. adoro lo shopping compulsivo di ingredienti che con la giusta ricetta si trasforarnno in meraviglie come questi biscotti!

    RispondiElimina
  23. ma è sempre bene averne in casa per quando viene la voglia di.., fosse solo per provare e sperimentare

    RispondiElimina
  24. A me prende male, molto male... non posso andare da sola a fare acquisti, devo portarmi qualcuno che a un certo punto mi dica di fermarmi, sennò a casa mi ritrovo a nuotare in mezzo a farro, cous cous e quinoa, farine varie, spezie etc. che manco Zio Paperone nel suo Deposito pieno d'oro! XD Bacioni

    RispondiElimina
  25. Come ti capisco...anche mi faccio prendere da queste sindromi, da quando vado al natura sì... o ingiro per fiere o negozi particolari! (oggi son ceduta su ebay pure... sempre per ingredienti da dispensa!!!)
    Però se poi si creano biscotti deliziosi come questi... ci sta sta sindrome!
    bacioni!

    RispondiElimina
  26. io, quando vado al supermercato biologico, sto un'ora davanti allo scaffale delle farine, le comprerei tutte: ora ho preso quella di Kamut, spero di usarla al più presto.
    Per non parlare di quando vado in Trentino, quei supermercati meravigliosi, pieni di farine, semi, marmellate, mmmhhhh

    RispondiElimina
  27. Bellissimo trovare tanta comprensione per la mia piccola mania! Vi abbraccio farinosamente!

    Mari: il latte di riso lo trovi nei super, nei negozi bio e al naturasi! bacio

    RispondiElimina