lunedì 10 maggio 2010

La libreria ordinata del tempo

Anche questa settimana è volata, carica di impegni e di fare, intensa di incontri e parole, con folate di emozioni ad osservare gli addii che si riflettono sui visi delle amiche.
Per un attimo mentre ancora non ero sveglia mi si è affollato tutto addosso, infilandosi tra le pieghe del riposo e le richieste del presente e quando fa così mi manca il respiro. Devo trovare quell'interruttore molto nascosto del pensiero, che non è del tutto mio e spegnere. Lo faccio per un attimo e poi ripiombo nel sonno disteso, per risvegliarmi ed essere pronta. Sto imparando a mettere a posto i fatti della vita come in una libreria ordinata, dove con un gesto sposti un libro e apri i mondi. Non è stato un lavoro creativo, ma un deciso lavoro da ragioniere, ho voluto fare tutto e ho dovuto trovare il modo. Primo decidere da quale elenco è composto il tutto che voglio, eliminando o calmierando quello che non dipende dalla mia volontà, secondo definire con un soffio quanto ha bisogno l'anima per nutrirsi, terzo necessariamente rinunciare e faticosamente concimare. Quarto iniziare e continuare, evitando che le passioni tristi siano parte della mia vita, ma accettando che sono in quella di molti.

BUCATINI CON PESTO DI FAVE E PECORINO



250 gr di bucatini
250 gr di fave sgranate
100 gr di ricotta di capra
50 gr di pecorino grattugiato
1 cipollotto
1 cucchiaio e mezzo di mandorle
timo
olio, sale e pepe

Portare a bollore l'acqua per la pasta  e sbollentare le fave per due minuti, quindi scolarle con una schiumarola e raffreddarle con l'acqua fredda. Sbucciarle, tenendone da parte alcune.
Scaldare 1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva e imbiondire il cipollotto affettato, aggiungere le fave e cuocere per 5 minuti, aggiungendo eventualmente un poco di acqua calda, quindi salare e pepare. 
Frullare le fave insieme alle mandorle, alle foglie di timo e con un po' di acqua, fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungere quindi la ricotta e il pecorino e frullare tutto. 
Nel frattempo cuocere al dente la pasta, scolarla e condirla con il pesto di fave, decorare con le fave tenute da parte. 

Anche questa ricetta è di Cucina Naturale di aprile 2010, dove era proposta con rigatoni integrali e ricotta di pecora. Preparato come piatto unico e saporito, ha colorato il pranzo del pollaio...peccato che con questa primavera acquosa...qui ...le fave non arrivano tanto!

40 commenti:

  1. io sono di corsa, devo scappare al lavoro. Ma è assolutamente necessario che io ti lasci qui un abbraccio, proprio ora.

    RispondiElimina
  2. questo sì che si chiama organizzarsi.....dovrebbe essere il prologo di ogni giornata, magari ogni tanto facciamo una giornata disordinatissima .....giusto per vivacizzare e stimolarci a riordinare ^______________^
    tra un po' esco....la canoa è pronta, baciuzzzzzzzzz

    RispondiElimina
  3. mettere a posto la libreria lo faccio spesso almeno una volta all'anno resetto tutto, non è facile ma ne vale sempre la pena

    RispondiElimina
  4. Sono i ritmi della natura che ci portano questi stati d'animo....
    A primavera tutto si affolla nella mente e intorno a noi. Vecchi pensieri e impegni invernali cozzano rumorosamente con le nuove voglie e i nuovi progetti. E nasce il caos. Fuori e dentro.
    Io non riesco a trasformarmi in ragioniera per fare ordine. Chiudo semplicemente gli occhi e butto via l'inutile... perchè c'è tanto di inutile che ti trasciniamo appresso nel tempo. Basta solo chiedersi 'posso farne a meno?'.
    'Di quanto tempo ha bisogno questo problema per essere risolto?'... e così via.
    Siamo tutte delle formiche indaffarate a riorganizzare il nostro mondo in questo momento.
    Se passi da me, ho organizzato il mio primo contest... parla di emozioni. E tu ne hai da vendere.
    Un abbracco con pat pat da amica ...
    Anna

    RispondiElimina
  5. Dovrei farlo anch'io cara Lo...Solo che lo trovo tanto ma tanto difficile!Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. si è la mia grande aspirazione avere sempre tutto in ordine sopartutto al libereria ma lo spazio è talemnte poco che basta tirar fuori un libro che si crea il caos...sei stata bravissima anche questo piatto pero è un bel vedere!!bacioni imma

    RispondiElimina
  7. Lo, tesoro...ultimamente sto facendo un sacco di repulisti, fuori e dentro.Elimino le cose inutili e superflue e rifletto molto sulle persone e su me stessa.Fare ordine è necessario per vederci chiaro ed alleggerire anche l'anima, non credi?
    Adoro questa ricetta, vista e da fare al più presto!
    Ti abbraccio forte
    saretta

    RispondiElimina
  8. che aspetto favoloso che ha questo piato :)

    RispondiElimina
  9. ieri la mia libreria interiore era un pianto, niente al suo posto e tutto sembrava grigio.perfortuna ogni tanto mi accorgo che basta sfogliare per rendersi conto che esiste un mondo a colori...
    ti abbraccio e rubo il tuo magnifico pesto :)

    RispondiElimina
  10. Delle pulizie di primavera particolari ma necessarie. Farle ogni tanto non fa male, anzi! Un abbraccio forte e buon lunedi ;)

    RispondiElimina
  11. Buonissima anche questa versione di pesto di fave con ricotta di capra!!!! gnamm gnamm .. smackk e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
  12. Ottimo questo condimento! delicato ma cremoso al punto giusto e semplice!
    ci aspetti per pranzo??
    un bacione

    RispondiElimina
  13. quale intensità in pensieri composti , in impegni presi con se stessi e nel vivere vivendo .questa ricetta la devo tenere a mente perchè le ho preparate semplicemente bollite le fave senza sapere poi a cosa accompagnarel-un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Anch'io sono in un periodo un pò così, denso di riflessioni, di voglia di mettere un pò di ordine nei vari cassetti del quotidiano...
    Ma sono così confusa...
    Avrei bisogno di staccare la spina per un pò.
    Ottima la tua pasta Lo..
    Buon lunedì, bacioni

    RispondiElimina
  15. Sai organizzarti bene Lo, il paragone con la libreria rende molto l'idea...
    Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  16. Cri preso! ora eccone uno per te!

    Marta l'idea della giornata disordinatissima mi piace un sacco...
    oggi qui la canoa è stata lasciata in sospeso...ma minaccia! ;) un abbraccio

    Gunther hai ragione...ne vale sempre la pena...

    Anna la promavera chiama a voler far eun sacco e ti ritrovi in un disordine pazzesco...per non sprecare tempo bisogna razionalizzare il pensiero e godere della vita...verrò sicuramente a trovarti!
    grazie

    Mari si lo è, ma nello stesso tempo si può fare....piano piano...un bacio

    Imma...si è crativo trovare anche il vero ordine!! un baciozzo

    Saretta lo credo anche io...il riordino fisco coincide anche con quello dell'anima...io mi innamoro spesso degli spazi aperti che trovo...un abbraccio

    Grazie Mirtilla :)

    Luby...mi spiace per ieri...spero oggi ci sia più tranquillità...la libreria interiore nasconde ombre e colori! un bacio

    Barbara cara...grazie...un abbraccio

    Claudia...uhh si si è tremendamente cremosa! :)

    Manu e Silvia certo....va bene anche per cena :)

    Caty sapevo che mi leggevi dentro...pensieri composti! pensami mentre fai le fave un abbraccio

    Simo lo so è faticosa e come dici tu a volte ci vuole una pausa per poterlo fare...ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  17. io invece non la riordino mai e i libri scappano e si nascondo ed escono oramai da tutti i cantoni... disordinati e birichini come sono io :-) che buona questa pasta l'ho adocchiata pure io su cucina naturale :-) baciii

    RispondiElimina
  18. riordinare pensieri, momenti vissuti e desideri non è facile, ma la capacità di farlo può migliorarci nel cuore, nella mente e nell'anima. tutto quello che abbiamo vissuto, viviamo e vivremo fa cmq parte di noi e della nostra essenza.
    ottima ricetta gustosa. baci

    RispondiElimina
  19. mi piace molto il quarto, cara Lo :)

    E anche questo primo :))

    Bacio!

    RispondiElimina
  20. Il tempo vola e tu sei a buon punto, Lo.

    RispondiElimina
  21. La mia libreria in queso periodo è molto in disordine, ci sono pile di nuovi volumi che aspettano di essere collocati sugli scaffali e altri che aspettano di essere riletti per venire meglio compresi, insomma, la mia interiorità in questo momento é un po' incasinata! Anche qui da noi le fave ancora non si vedono. Ciao

    RispondiElimina
  22. mettere in ordine...uhm penso sempre che ne ho molto bisogno ma a volte mi sento molto meglio quando non lo faccio e lascio correre liberi...che dilemma...un abbraccio

    RispondiElimina
  23. Ecco, vedi gli opposti che si attraggono.
    Stesso stato d'animo ma al contrario: io sono una ragioniera che vuole e cerca di aprirsi di piu' alle emozioni e alla creatività.
    Pian piano troveremo la nostra strada.
    Ho scoperto da poco le fave ma già le adoro.
    Baci baci baci ♥♥♥

    RispondiElimina
  24. Quanta fatica intravedo in quel che racconti!Alcune librerie sono così stipate che dare un senso, un ordine, una regola è quasi impossibile...ci vuole una grande disposizione d'animo, ci vogliono forza e coraggio...
    Ti abbraccio F.

    RispondiElimina
  25. È difficile mettere in ordine e catalogare ancora di più riuscire a capire ciò che è diventato inutile e liberarsene. Mi ripeto spesso che è ora di fare ordine ma non trovo mail il coraggio di farlo.
    Ciao Lo un abbraccio, Roberta.

    RispondiElimina
  26. Io sarei piuttosto maniaca in fatto di ordine e mi piacerebbe avere tutto perfettamente catalogato..ed invece causa poco spazio ho le cose sparse ed a volte impazzisco per trovarle..!!Bah..forse un giorno si avvererà anche il sogno di una casa più grande!!

    Le fave qui da me non si usano molto ed in effetti io non le ho mai mangiate...dovrei decidermi a provarle, il tuo piatto di pasta sembra molto goloso!!

    RispondiElimina
  27. ci andrebbe quell'interruttore... sarebbe bello poterlo spegnere e godere di reale relax.
    Ci sono momenti anche per rimettere tutto in ordine per poi ripartire + carichi che mai... lo dovrei fare anche io! Un bacio cara Lo!
    La ricettina deve essere proprio buona!

    RispondiElimina
  28. ordine al disordine?
    pensiero laterale,off/on!
    filosofa oggi LO!
    io spolvero ma raramente metto a posto.....
    buona la tua ricetta
    bacioni giusy

    RispondiElimina
  29. Sono le pulizie di primavera. Talvolta dentro, talvolta fuori (che poi ho sempre trovato che le une aiutino le altre, chissà perché).
    Poi vedrai che sotto la polvere, le cose in disordine e tutto il resto, ci trovi Lo e soltanto Lo.

    RispondiElimina
  30. Nel leggerti ho avuto un flash del lettino dove per anni mi sono stesa una volta a settimana...
    La mia analista ci teneva molto che imparassi ad aprire la porta dei pensieri uno spiraglio alla volta e non tutta in un botto... Temo di non aver appreso un granché, ma credo di aver raggiunto l'equilibrio necessario a fare in modo di non venir travolta quando apro.
    Bella la tua pasta con le fave, bella l'immagine di te che questo blog mi rimanda. Ciau :)

    RispondiElimina
  31. carissima Lo, gallinaccia mia :), ma come fai? io ci provo ma proprio non riesco a fare questa operazione celebrale. e se la mia libreria fisica, quella di casa dovesse essere correlata con una sorta di libreria mentale, guardandola, capiresti che non ho speranze... :)
    la tua pasta è golosissima e in più ti volevo ringraziare perché ho preso spunto dal tuo post sullo sciroppo di menta per farne uno io, che ho postato! un abbraccio e un bacio alla ragazza più "ordinata" della blogosfera! :P

    RispondiElimina
  32. Ci vuole una gran tenacia per compiere ogni giorno il gran lavoro. Alle volte, però, è bello anchenon pensarci troppo!
    Un bacio
    Dora

    RispondiElimina
  33. Quanto vorrei essere anche io una libreria e riuscire a fare ordine dentro di me...

    RispondiElimina
  34. Sirio...grazie

    Ely....ma se è come te è una meraviglia!

    Laura perfetto riassunto delgi intenti :)

    Cibou thanks e un bacino

    Stella dici? :)

    Dorisiana...non mi ero soffermata sulle pagine da rileggere e pure ci sono! grazie

    Giò c'è un momento per ogni cosa non credi? Io se non sistemavo cedevo... e allora!

    Minnie cara....ad ognuno il suo compito allora un bacione

    Federica si è stato anche faticoso...perchè a qualcosa si rinuncia per forza...a presto :)

    Gturs...io stavo impazzendo a non trovarlo ero troppo affaticata da questo caos e così...

    Morena anche io non avevo mai provato le fave...qui sono pressochè sconosciute ma poi mi sono fatta incontaminare ed è stata una grande scoperta

    Uva quell'interruttore...si è magico ma nascostissimo :) UN ABBRACCIO

    Giusy...e si a volte i pensieri scappano..anche io per lo più spolvero ma non sempre si può rimandare l'ordine...anche perchè mi calma...

    Gio si sarà così...e come te a volte devo fisicament efare per trovare equilibrio spirituale...ti devo rispondere!

    Cielo chissà...non credo di aver imparato ad aprire gli spiragli ma forse solo a cambiare me per prendere il fuori come viene un abbraccione

    Ciciuzza...ordinata??? ahah bhe non proprio,,,ma un pochino devo se no divento matta! vengo a vedere lo sciroppo ;)
    baciotto

    Dora si...la enacia questo si allena...e anche il pensiero leggero :)

    Aiuolik...tu sei una libreria ;)

    RispondiElimina
  35. Io la mia libreria non so come ordinarla!se per autore, per argomento..un disastro!Il pesto di fave e pecorino deve essere squisito!

    RispondiElimina
  36. Servirebbe anche a me un po' di ordine! Incomincio ...ma non sempre riesco a finire.
    Semplice e invitante il tuo piatto..mi piace!
    ciao ..e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  37. Sono felice che tu stia facendo un po' di ordine, se ne senti il bisogno, ma a me piace tanto anche la Lo creativa, un po' disordinata e poco ragioniera! ;) Ultimamente ho avuto poco tempo per il nostro blog e per quelli degli altri, ma il tuo è sempre il primo che visito quando il tempo ce l'ho! Un bacione! Silvia

    PS: che bello il filmato di Nina (e un po' anche di voi) al mare sul blog del galletto!!

    RispondiElimina
  38. Fatina bella...arriverà il modo bentornata un abbraccio

    Nicoleta...funziona così ...a volte non si finisce l'ordine :)

    Silvia anche io sono impegnatissima e poco tempo...ma mi piace fermarmi in certi angoli magici come il vostro...questo ordine mi permetterà di liberare la cratività! un bacione

    RispondiElimina
  39. uan ricetta decisamente molto golosa pesto con fave da provare prima che finiscano

    RispondiElimina