lunedì 1 marzo 2010

Prove di adultità


La gnoma cresce. E' diversa. Non si tratta solo di intravedere in lei qualcosa che sarà tra breve, ma significa vedere ogni giorno piccoli segni di cambiamento. Non è solo la pelle che diventa più lucida o il corpo che si sviluppa, vedere le forme diverse, ma è scoprire che questo è davvero l'ultimo abbandono di tutto ciò che la fanciulezza esprime. Si tratta di togliere questo bambino dalla sua forma fisica materiale, per aprire un posto nel cuore e rimanere lì, eterno fanciullo. Nel frattempo osservo questa gnoma che si ritrova dentro un contorno, che spinge e stringe, che pulsa e esplode. Un giorno è improvvisamente ed immensamente triste. L'altro è un esplosione di gioia e in ogni caso non sa il perché. A volte parla a raffica, perché il ritmo serrato delle parole un po' la stordisce e le rende possibile non pensare. Altre riflette su ciò che è e che è stato. E formula la sua opinione, il suo parere. Pensa al mondo in tappe, a quello che farà, a quello che sarà e ringrazio l'universo perché almeno per lei non si è incantato, bloccando il tempo in un assordante vuoto di intenzioni. Mentre mette sotto la coperta la sua bambola di sempre, decide come abbinare i colori dei vestiti per farle brillare meglio gli occhi.

LA ZUPPA DI FAGIOLI E ORZO CON CAVOLO ROMANO


200 gr di fagioli cannellini
150 gr di orzo perlato
1 cavolo romano
1 barattolo di pomodori pelati
1 carota
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
2 rape rosse
rosmarino
alloro
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Lasciare in ammollo per una notte i fagioli e poi lessateli in tre litri di acqua, con dell'alloro e del rosmarino.
Pulire le cipolle, le carote e le rape, tritarle e farle appassire con due cucchiai di olio e due di acqua.
Unire l'orzo e tostare per due minuti, aggiungere il cavolo romano, pulito e tagliati in pezzi, insieme ad un rametto di rosmarino e ai pomodori pelati, coprire con l'acqua di cottura dei fagioli.
Cuocere per circa 30 minuti, aggiungere i fagioli, aggiustare di sale e pepe e cuocere per altri 10 minuti.
Servire calda con un giro di olio crudo.


Sembra una zuppa laboriosa, ma basta avere i fagioli già pronti per renderla più semplice, ho usato i pomodori che quest'estate ho messo via. In realtà non sono proprio dei pelati, ma pomodori maturi, tagliati a pezzi, messi nel barattolo e poi sterilizzati. La mamma del galletto li chiama "quelli con la pellecchia", Con queste dosi viene un pentole grande di zuppa, ma riscaldata per il giorno dopo migliora.

44 commenti:

  1. le tue introduzioni mi lasciano sempre senza parole....sono davvero molto toccanti, complimenti!!! Buon Lunedì!!!

    RispondiElimina
  2. La mia Gnometta sta crescendo a vista d'occhio, stai attenta che ti scappa.. ottima la tua zuppetta... Pronta per la dieta in comitiva??? ;) sei spettacolare Lolly mia

    RispondiElimina
  3. Mamma mia Lo, sembra che le nostre gnome siano gemelle, tanto si somigliano ultimamente......
    Vorrei tenerla ferma e non lasciarmela scappare...ma inesorabilmente e scalpitando si sta allontanando dalla fanciullezza per entrare anche lei nel mondo di noi adulti!
    Bacioni e....buona la zuppetta!

    RispondiElimina
  4. da una parte, si è orgogliosi vedere che la crescita oltre che fisica è anche mentale nel cominciare a riconoscere cosa vale e cosa è da lasciar perdere..... d'altra parte si vorrebbe (egoisticamente) fermare il tempo usando gesti e parole che fanno parte ancora del loro mondo fanciullesco....ma è meglio arrendersi all'evidenza e lasciare che i boccioli della giovane pianta si aprano...a te non resta altro che tenere concimate le radici ;-))) ciao beleeeeessss

    RispondiElimina
  5. viva l'amore, i sorrisi e la vita, viva l'eco della gioia che risuona in noi ^_^

    RispondiElimina
  6. Quello che scrivi mi fa ricordare quando io ero piccola.. e la mia mamma mi diceva più o meno le stesse cose... Ottima la tua zuppa.. tanto qui ci sta benissimo... non fa altro che piovere! Smack! buon lunedì .-D

    RispondiElimina
  7. Questo post mi ricorda un po' ciò che ho provato io nel vedere la mia sorellina crescere. E no, non ci si abitua nemmeno dopo la metamorfosi... per me rimane sempre la piccola della famiglia, la dolcezza del suo viso non è cambiata, la voce pure... eppure a volte rimango sconcertata per i suoi sbalzi di umore, per la sua ostinazione nel voler continuare a fumare... oddio, ha 30 anni... non posso certo più essere influente su di lei. Ma è la mia sorellina e per me lo rimarrà sempre!
    Ottima ricetta! ;)

    RispondiElimina
  8. La gnoma cresce e si avvia verso l'adolescenza, periodo critico.
    Stalle vicino discretamente.

    RispondiElimina
  9. Ciao, ottima questa zuppetta e nemmeno troppo pesante, diciamoci la verità...è perfetta per la mia dieta!!!...complimenti e grazie...un bacio Luciana

    RispondiElimina
  10. Ma che buona ed intensa questa zuppa!! davevro ricca e fantasticamente corposa!!
    un bacione

    RispondiElimina
  11. hai ragione cara crescono cosi in fretta l'importante e che i loro sogni le e loro emozioni li rendano un giorno delle bellissime persone come te!!!questa zuppa è di un gustoso....ne mangerei una bella porzione adesso!!baci imma

    RispondiElimina
  12. Ti vedo molto attenta, Lo...e questo favorisce il rapporto con tua figlia, che in te non vede solo la mammma ma l'amica,la confidente, il punto di riferimento...e contemporaneamente si forma, fisicamente ma soprattutto formula i suoi pensieri, cerca di intravedere il futuro.
    E' la sua primavera!

    Buon inizio di Marzo, un caro saluto.

    RispondiElimina
  13. Buonissima questa zuppa!!! un bacione!

    RispondiElimina
  14. piccole gnome crescono....con una mamma così!!!
    ottima pure la zuppa, ho anche tutti gli ingredienti non mi può sfuggire!

    RispondiElimina
  15. quando guardi crescere il mondo torni col pensiero a quello che è stato il nostro divenire e senti in fondo al cuore unaa struggente dolcezza come quella che trovi negli occhi di queste meravigliose gnome che crescono. e con la zuppa della mamma diventano grandi ancora più in fretta!

    RispondiElimina
  16. mamma mia e come hai ragione: crescono alla velocità della luce :(((
    complimenti per la zuppa!
    buona settimana.

    RispondiElimina
  17. Sai è la stessa cosa che penso guardando Junio e allora cerco di godermelo il più possibile perchè presto diventerà difficile... o solamente "grande" per poterlo abbracciare e spupazzarlo di coccole :) Buona questa zuppa per le fredde serate di fine inverno. Baci Lauradv

    RispondiElimina
  18. la zuppa---senza parole.....solo qusto
    penso che la tua e la mia gnoma siano lì con l'etè, la mia fa 10 anni ad aprile e quello che scrivi corrisponde a quello che viviamo...
    stiamo a guardare..a stupirci..a meavigliarci..ad assaporare questi momenti unici
    crescono cambiano dolore e gioia...ma quanto è bello!!!!

    RispondiElimina
  19. Che ricetta ricca di sapori!!
    Non ho mai aggiunto i fagioli alla mia zuppa di cavoli, la tua ricettina mi piace tantissimo

    RispondiElimina
  20. Che delizia le tue cartoline che descrivono la tua quotidianità :-)
    Ti auguro una buonissima settimana Smack

    RispondiElimina
  21. quella è la tua gnoma? e io che pensavo fossi una gnoma anche tu!!!

    RispondiElimina
  22. La gnoma cresce, ma con te vicino una parte di lei conserverà la meraviglia e la felicità dell'essere anche bambina. Ricordo come fosse ieri il mio passaggio, tra incanti e disincanti, tra euforia e malinconia. Siamo continuo divenire, continua trasformazione e questo movimento è vita. Un abbraccio alla gnoma!
    La zuppa è squisita, cavoli e fagioli sono un bel bollire dentro quella pentola, ma la sorpresa sono le rape rosse che non abbiamo mai utilizzato per una zuppa e siccome sono anche molto salutari prendiamo nota del suggerimento!
    Un baciotto e buona settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  23. Abbiamo un premio per te!
    Buonanotte da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  24. crescono in un batter d'occhio, importante è stargli accanto cosi come fai tu.., la zuppa non è male con il cavolo romano

    RispondiElimina
  25. quante paure a vedere crescere una piccola donna, vero?
    io guardo la mia piccola nipotina e mi auguro che non abbia i pensieri che ho avuto io. poi spero di si. perché in fondo, mi hanno fatto diventare forte. è giusto sperare per chi viene dopo di noi, una vita senza sofferenze? forse si per egoismo, ma sarebbe comunque una vita senza emozioni. :) un bacio alla gnoma.

    RispondiElimina
  26. Sembra che il tema degli ultimi dieci giorni sia la maternità. Sabato pomeriggio ho incontrato per strada un'amica che non vedevo da anni e che non vive più qui. dopo il matrimonio si è trasferita ma adesso è tornata per una breve vacanza e va a passeggio con i suoi due bimbi. Non ci potevo credere. Ieri notte ho terminato la lettura di Delfini (Banana Yoshimoto) e mi sono addormentata chiedendomi cosa si provi ad essere madre, cosa si senta in quei nove mesi in cui una vita cresce dentro di te, e quanto ti cambia un'esperienza del genere. Questo era ieri. Oggi invece apro il tuo blog e faccio un salto avanti nel tempo leggendo della tua esperienza di madre che giorno dopo giorno vede crescere sotto i suoi occhi la bimba che ha dato alla luce. Tutto questo quanto può essere emozionante? Credo che lo sappia solo una mamma. Solo una madre può capire.

    RispondiElimina
  27. Angie....grazie mille!

    Vale hai visto vola via veloce....e io mi consolo stando a dieta con te! pensa! un bacio

    Marta mi arrendo all'evidenza e spero solo di essere capace di capire la fatica che fa e di nn irritarmi quando si incastra...un bacione

    Grazie Luby mi unisco al coro di evviva :)

    Claudia e oggi com'è? qui sole sole e aria calda..ma non dura molto...giusto il tempo di inventarsi una nuova zuppa :)

    Danda...eheh a 30 anni credo sia già volata da un bel pezzo :)

    Stella ci provo con tutte le mie forze :)

    Luciana sono contenta che sia adatta alla dieta...eeh perchè ho deciso di essere a dieta anche io :) un bacione

    Manu, Silvia grazie

    Imma eh si loro crescono veloci e noi speriamo per loro ...un abbraccio

    Sirio che prezioso il tuo augurio di inizio marzo..lo tengo nel cuore :)

    Grazie Micaela un abbraccio

    Giò...eheh dai se fai la zuppa mi fai sapere :)

    Caty se lei sta crescendo così per le mie zuppe la metta a pane ed acqua...ahah no scherzo...è meglio toccare la struggente dolcezza...

    Betty scappano via vero?

    Laura è così...bisogna goderseli, guardarli, metterli nel cuore e non soffocarli e accettare ogni momento che arriva... ma non avere rimpianti...un abbraccio

    Margherita hanno un anno di differenza allora e tu puoi capire davvero di che parlo, cosa descrivo...e la bellezza che si srotola davanti a noi..bacio

    Grazie Sorby...io volevo un piatto unico sostanzioso..

    Grazie Twostella...e felice settimana anche a te

    Iana eh si è lei....gnoma cresciute? ;)

    Sabrina, Luca...credo davvero che il miglior modo sia ricordarsi di noi...della nostra pentola...eheh io faccio le zuppe lei cresce! Provate le rape rosse...
    buone!! grazie per il premio un bacione

    Gunther..si crescono e noi dobbiamo imparare le nuove distanze della vicinanza :)

    Ciciuzza..eh così..è la paura la compagna...e non perchè nn credo in lei ma per quello che c'è fuori...vorresti non fosse così brutto..ma poi si va avanti
    un bacione

    Barbara...forse solo una mamma può saperlo o anche una persona che crede nell'importanza di generare buone tracce per il futuro per i figli di tutti...esiste una vicinanza incredibile per capire...grazie per queste tue righe intense un abbraccio

    RispondiElimina
  28. come hai ragione.... su tutti i pronti, da me c'è chi si alline i pantaloni alla linea delle mutande, grande uomo ma ancora piccolo che alla sera viene e vuole un bacione e un abbraccione.... sono meravigliosi! davvero deliziosa anche la zuppa!
    mail ricevuta, quando ho un pò di calma ti rispondo! baci Ely

    RispondiElimina
  29. Leggerti mia cara Lo è sempre una grande e meravigliosa sorpresa oltre che un arricchimento. complimenti x tutto cara...ora con calma mi guarderò tutti i post indietro...bacioniiiiiiiiii
    giù

    RispondiElimina
  30. Deve essere molto emozionante vedere i proprio figli crescere e diventare donne o uomini....e tu lo descrivi con parole molto toccanti, sono tornata indietro con i ricordi quando io ero fanciulla e diventavo una piccola donna.....
    Bacioni Elena

    RispondiElimina
  31. Anche la mia di gnoma, la mia gnoma grande sta per adultizzarsi, anche se lei è ancora molto gnoma, sia dentro che fuori e questa è una vera fortuna per il mio cuore di mamma che va al rallentatore, che se la vede ancora quel batuffolo di cotone rosa di 50 cm. che avevo riportato a casa dall'ospedale. Questo tempo che vola mi spiazza, l'ho detto e scritto tante volte, e quando ho consegnato a scuola l'iscrizione alle medie l'ho fatto con gli occhi lucidi, ben nascosti dietro degli occhiali da sole, portati con finta, fintissima disinvoltura in una delle giornate più piovose di tutto l'inverno!
    Adoro i tuoi post Lo, e ti leggo sempre, anche se non sempre lascio tracce.
    Un abbraccio
    Raffa

    RispondiElimina
  32. Che splendida avventura crescere...che splendida emozione essere mamma e accompagnarli per mano!

    RispondiElimina
  33. Io qui ne ho tre che crescono e se uno è felice, c'è l'altro che è triste... insomma no i ìmi annoio mai.
    La zuppetta sembra buonissima, ma magari posso sostituire l'orzo con il miglio... che ne pensI???

    RispondiElimina
  34. muy rico, felicitaciones por tu blog de cocina. es fantatico
    Sergio

    RispondiElimina
  35. muy rico, felicitaciones por tu blog de cocina. es fantatico
    Sergio

    RispondiElimina
  36. La tua zuppa è molto materna... come il post :)
    Bacio

    RispondiElimina
  37. dillo a me che ne ho tre e li vedo sfuggire!!!un bacione

    RispondiElimina
  38. Aiutoooooooooooooooo!
    Anche il vitello un giorno crescerá!
    Aiutooooooooooooooooooo!
    Non coi posso pensare.
    Pauraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

    RispondiElimina
  39. Ely eh si....anche tu sotto gli occhi...che cambiano ogni secondoin questa altalena perenne....bacio

    Cara Giù la stessa meraviglia quando leggo te :)

    Elena io mi chiedo se queste parole rispecchiano anke la gnoma...l'ho capita? sto capendo....chissà...è un'emozione che a volte intimorisce....un bacione

    Raffa quel giorno quando l'ho iscritta alle medie...che emozione...che pensiero....un abbraccio

    Uva che tesoro! un bacio

    Stefi eheh tu lì hai una bella varietà...sottomano...ovvio che non ti annoi mai! secondo me con il miglio è perfetta baciobacio

    Grazie Sergio

    Cielo trovi??? eheh che ti devo dire nonostante tutto sono mamma ;)

    Manu anch etu...tutto pmoltiplicato per tre....mizzega ma come fate????? un abbraccio

    Mucchina aiutoooooooooooooooo si si si cresceranno nonostante tutto ...pauuuuuuuuuuuuurissima! prrrrrrrrrr

    RispondiElimina
  40. La gnoma è in divenire: e noi ci godiamo lo spettacolo!
    (NB: il broccolo ufo è buono, non l'ho messo in zuppa, mi pare che ci stia benissimo!)

    RispondiElimina
  41. la luce colpisce di soppiatto la superficie della tua zuppa, facendola brillare come uno zampillo d'acqua cristallina inondato dal sole. Mi fa pensare alla gnoma, alla luccichini del suo sguardo, ai suoi colori tiepidi e confortevoli.
    Dev'essere un'emozione struggente vederla crescere così...

    RispondiElimina
  42. Claud..si è uno spettacolo e c'è un bel po' di suspense...un bacio

    Cri...non nasconde che lascia senza fiato...ci sono momenti intensi altri di calma...un bacione

    RispondiElimina
  43. ciao Lo, bellissimo post, molto dolce questa descrizione della gnome che cresce... un abbraccio! Silvia

    RispondiElimina
  44. grazie Silvia un abbraccio

    RispondiElimina