lunedì 20 luglio 2009

Chiuso per ferie

Siamo in partenza, ancora due giorni divisi tra lavoro, valigie, casa da sistemare, preparativi e poi via con tenda canoa e molta voglia di relax e divertirsi. Arriviamo ogni anno a questo punto, dicendo: "Quest'anno abbiamo davvero bisogno di staccare", indipendentemente da come è andato l'anno, in realtà amiamo molto viaggiare e partire, amiamo molto staccare. Certo per staccare devi aver qualcosa a cui incollarti! Bhe...vi abbraccio forte tutti, ci rivediamo fra qualche settimana! E serene vacanze anche per voi!

GRIGLIATA DI VERDURE

per la grigliata:
2 zucchine grandi
2 pomodori maturi
2 cipolle
2 patate

Lavare, mondare e pulire le verdure. tagliare a fette sottili le zucchine e le patate. Tagliare a metà le cipolle e i pomodori, cuocere tutto sulla piastra per alcuni minuti.


per la salsa:
1 yogurt
1 cipolla novella
3 foglie di menta
2 di salvia ananas
1\2 limone
1 cucchiaino di olio extravergine d'oliva

Tritare le erbe e la cipolla con la mezzaluna, versare lo yogurt in una coppetta, aggiungere il trito di verdure aromatico, il succo di mezzo limone il cucchiaino di olio, emulsionare.



Abbiamo diviso tutto in due, per un contorno gustoso ma freschissimo e abbondante, un piatto talmente semplice che però è puro godimento, per la mia grigliata avevo circa 200 kcal per piatto.

giovedì 16 luglio 2009

Chiara


A volte penso che la parte più fragile, la più esposta sia quella che sta allo scoperto, senza protezione e che assorbe qualsiasi cosa, al di là di ogni ragionevolezza, al di là del razionale. Prende secchiate di colori diversi, che si accumulano gocciolando in squarci che in fondo mostrano lo stesso agghiacciante tono di rosso. Cattura in lampi di tempo, minimi triangoli di sguardi, minime linee di espressione, ombre o sbalzi di luce che salgono o scendono come tensioni elettriche. Si imprime di odori terreni, di carne e di sudore, di indigesto, spesso tende al verde marcio, a quell'odore acre che ferisce, ma solo inizialmente, prima di entrarti nella pelle. La parte esposta ansima, urla, con ansia attende un domani, grumoso, pesante e oppresso. E pulsa, pulsa di tracce di memoria che non sono parole, non sono pensieri, non sono fili logici ma sono quanto rimane di inaspettato e aderente. La parte esposta se sfugge desidera: essere come altro, essere quello dell'altro, essere regolare, essere normale. E poi nonostante tutto la parte esposta diventa densa, impressa di identità, di esistenza.

ZUCCHINE AL MIGLIO


4 zucchine tonde
1 pomodoro maturo
santoreggia e timo
25 gr semi di sesamo
75 gr di miglio
100 gr di fave fresche
1 cucchiaino di olio extravergine d'oliva

Lessare il miglio per un quarto d'ora in abbondante acqua salata, insieme alle fave sgusciate.
Tagliare la calotta delle zucchine svuotare l'interno, cuocerle al vapore per circa 10 minuti.
Condire il miglio e le fave con il pomodori tagliati a cubetti e le foglie di santoreggia e di timo. Tostare i semi di sesamo su una pentola antiaderente, fino a quando si sente il profumo e iniziano a saltellare. Aggiungerli al miglio e condire con l'olio
Riempire le zucchine e chiuderle. Al momento di servire, passare per pochi minuti in forno.

Tatataa....eccolo qui le mie zucchine dell'orto bonsai, che produce ricco e sorridente zucchine a volontà, a volte anche gigantesche! Il piatto è completo, la parte proteica è data dai semi di sesamo, che regalano anche un gusto particolare. Considerando due zucchine a testa si hanno per una porzione circa 280 kcal

martedì 14 luglio 2009

domenica 12 luglio 2009

giovedì 9 luglio 2009

Animal house


La gnoma è in vacanza con il suo papà. Mare, sabbia e sole. Gli animali della gnoma sono in vacanza nel pollaio. Un gatto bianco parente di elfi impauriti, che si trasferisce nella taverna, per affiorarne per piccole apparizioni sfuggenti, sufficienti solo a render bianchi e pelosi i miei tappeti. Mi stupisco che il gatto Ivan non sia ancora calvo! Poi il piccolissimo micio Tommy, buffo e nano. Nato il 24 aprile è il cucciolo della gnoma. Vispo e allegro, riempie il cuore di tenerezza e di assalti. Poi ha attacchi di amore infiniti e ciuccia me e la mia maglietta fino all'annegamento di entrambi. Quindi Lapatti., la cagnolina più pisquana del mondo, per lei abbiamo fatto costruire una cuccia homemade dal papà del galletto e un cancelletto che le evitasse il suicidio ogni volta che ci vede allontanare con l'auto. Sembra gradire l'idea di essere in vacanza in un nuovo giardino e le nuove abitudini. Dovrebbe frequentare con me il corso di educazione teatrale vista la sua capacità eccezionale di sceneggiare drammi e tragedie, scialacquandosi in una valle di lacrime quando guardiamo la tv sul divano! Infine il padrone di casa: Agamennone, il mio gigantesco, tenerissimo e selvaggio gatto rosso. La sua pancina è grande come tutto il gattino nano! Tenta di fare lo scontroso, ma non riesce ad evitare di giocare con gli altri mici e se ne fa un baffo se nel giardino c'è la quadrupede abbaiante...lui esce e che cavolo!

CROSTINI CON PISELLI E ZUCCHINE



per 6 persone:

2 zucchine
100 gr di piselli freschi
25 gr di farina 00
2,5 dl di latte di soia
noce moscata
1 tuorlo
30 gr di parmigiano
6 fette di pane integrale o toscano
sale e pepe

Lavare e tagliare a cubetti le zucchine, lessarle in acqua salata per 8\10 minuti, scolarle e nella stessa acqua cuocere i piselli per 5 minuti, scolarli.
Tostare per un minuto la farina, aggiungere un poco alla volta il latte e preparare la besciamella, che verrà aromatizzata con la noce moscata. Toglierla dal fuoco e unire il tuorlo dell'uovo, 2 cucchiai di parmigiano, le verdure e mescolare.
Mettere le fette di pane su una piastra da forno, eventualmente foderata di carta forno o leggermente unta e infornare per circa 7\10 minuti o fino a doratura.

Ogni crostone ha 210 kcal, considerando una fetta di pane di circa 50 gr. Partecipo alla raccolta di Sabrina e Luca!

lunedì 6 luglio 2009

Freddo grazie al sole



Ormai brucia sulla pelle...è bollente, ormai l'aria è una grossa bolla di umido caldo e se soffia il vento è come vivere di fronte ad un eterno phon che ti asciuga i capelli...i tuoi e quelli di tutto il vicinato.
Sotto il sole che gioca aggressivo con la pelle ho dovuto fare alcuni patti: si ti prendo, ma a volte mi nascondo, giuro non mi lamento ma ti cerco opaco negli scherzi dell'ombra, ti saluto ogni mattina, ma quando sei furore e passione cerco un posto dove riparami e per il resto cucino con te, con il sole. Ecco un nuovo movie solare, collaborazione tra me e il galletto.

CONSOMME' FREDDO DI PISELLI


200 gr di piselli secchi spezzati
1\2 cipolla
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
1 l di acqua
1 zucchina
1 carota
1,25 dl di panna vegetale all'avena
30 gr di farina di mais
4 foglie di basilico
tamari e pepe

Lasciare in ammollo i piselli secchi per almeno 6 ore, cambiando l'acqua una volta. Preparare il brodo vegetale con il litro di acqua e le verdure (noi l'abbiamo preparato sulla cucina solare). Soffriggere la cipolla affettata con l'olio, aggiungere i piselli e il brodo, tenendo da parte le verdure. Portare a bollore e cuocere fino a a quando i piselli non saranno morbidi. Aggiungere la panna e la farina di mais, dopo averla stemperata con due cucchiai di acqua. mescolare bene e continuare a cuocere per 10 minuti. Unire il basilico tritato e togliere dalla fonte di calore. Lasciare raffreddare. Mettere la crema di piselli e le verdure lesse nel frullatore e frullare finemente. Insaporire con il tamari il pepe a secondo dei gusti. Servire fredda, perfetta con dei crostini di pane.

Gustoso e rinfrescante, mangiato freddo è un piacere. Ho preso la ricetta, adattandola minimamente dal libro Oggi cucino io - Vegetariano - Edizioni Mondadori.
Nel libro è descritta con l'uso di piselli freschi, ovviamente i tempi di cottura si riducono, per i piselli basta 15 minuti di cottura nel brodo. Volendo farla comunque con i piselli secchi, si può cuocere sul gas per tutto il tempo necessario o utilizzare una pentola pressione, anche in questo caso bastano 15 minuti dal fischio per cuocere i piselli.

giovedì 2 luglio 2009

Basta saperlo

Rubrica di Bio-detersivi trasmessa in mondovisione per voi su
NELLA CUCINA DI ELY
&
GALLINE 2ND LIFE


CON GLI AMICI ANIMALI
Ecco alcuni consigli per voler bene ai nostri animali, senza per forza riempirli di sostanze tossiche e dannose per la loro igiene, sostanze che indirettamente sono pericolose anche per noi...o voi non accarezzate i vostri amici?

ANTIPULCI: per evitare che siano attaccati dalle pulci, invece degli antiparassitari chimici o dei collarini usate tee tree oil (si chiama anche olio essenziale di melaleuca), bastano tre gocce sul "coppino", dietro al collo, nel punto in cui non possono leccarsi, per allontanare quelle esistenti ed evitare nuovi attacchi. Se ci sono molte pulci applicate l'olio essenziale una volta a settimana. Lavate i pavimenti di casa e i loro spazi (cucce, cuscini...) con acqua calda con 20 gocce di olio essenziale.

PER IL PELO: evitate il bagno al vostro cane e assolutamente al vostro gatto (è un gesto contro natura), se volete essere sicuri che sia pulito e ritenete necessario "lavarlo" prendete un panno umido e bagnatelo leggermente di aceto di mele (o aceto di vino bianco) e passatelo delicatamente sull'animale. Questo intervento garantirà un pelo pulito, morbido e lucente e sarà un ulteriore difesa contro i parassiti. Inoltre non sarete così invasivi e violenti con i vostri amici.

PER LE LETTIERE: scegliete la sabbia della lettiera osservando che sia di origine naturale e possibilmente comprate quella confezionata nella carta e non nella plastica. Alla sabbia aggiungete un cucchiaio di bicarbonato e\o uno di argilla verde per eliminare i cattivi odori. Se ne avete la possibilità, lasciate al sole la sabbietta per almeno un'ora al giorno, in questo modo si asciugherà, perderà i cattivi odori e sarà più pulita.

PER LE UNGHIE: se il vostro gatto ha bisogno di farsi le unghie non comprate inutilmente i tira graffi nei negozi, lui sarà ugualmente o forse anche di più felice se gli regalate uno scatolone dove nascondersi. Anche per i giochi si può usare molta fantasia e costruirne di nuovi, la varietà stimola anche la fantasia e soprattutto per gli animali che vivono in apportamento questo significa meno noia.

INDICE Basta Saperlo:
Consigli per il lavaggio piatti
L'aceto bianco amico delle pulizie
Lavandini Intasati
Lavare i vetri
Eliminare i cattivi odori

P.S. Per problemi tecnici e organizzativi la mia cara amica Ely non può pubblicare e aggiornare il suo blog, troverete anche da lei il Basta Saperlo non appena riuscirà a risolvere queste difficoltà, nel frattempo mi ha incaricato di abbracciarvi tutti!