lunedì 14 settembre 2009

Il senso del pensiero

A volte il pensiero arriva perché ti suona il campanello e ti dice che ha fame. Poi ti chiede aiuto per quei bisogni essenziali a cui non sa rispondere. Arriva mentre osservi le corsie del grande magazzino e pensi a cinque anni fa. Realizzi che la povertà è stata regalata a caso da chi ha le tasche piene e ti sorride compiacente, mentre tremante si raccoglie questo nuovo stato. Ti rendi conto che altri hanno deciso di mettere la maggioranza in quello stato. Quando cerchi il bello e il forte e trovi solo il brutto e lo scialbo. Il pensiero ti bussa tra le mani, mentre sistemi vecchi vestiti che torneranno nuovi nei sacchetti, mentre fai la spesa per due. Esplode nel silenzio mentre apri una porta, offri il caffè e ascolti una storia che è sua. Ma potrebbe essere anche mia, anche nostra, solo che il caso vuole che siamo su queste coordinate e non su altre. Ascolti e ti senti piccolo piccolo, mentre tagli la fetta di una torta e gli occhi ti cadono sulle scarpe consumate e lise di un sorriso luccicante. Il pensiero poi ti accompagna mentre riempi le caselle di un cruciverba e cerchi di mettere in ordine lettere sparpagliate, mentre ti distrai con immagini scanzonate e lui nel silenzio si aggrappa per trovare un posto nel cuore. Il pensiero si fa gonfio e denso mentre racconti la storia che è sua e capisci che ora è irrimediabilmente tua, per questo ti senti piccola, per questo sei impotente, per questo tutto galleggia nella straziante umidità. Il pensiero è tuo mentre liberi mani e piedi e ti muovi. Il senso di quel pensiero non è quello che si è dato, non è quello che si è preso, non è quello che hai potuto fare e quello che è impossibile, forse l'unico senso di questo pensiero, di questo struggimento, di quel sorriso e di quella voce dolce è la presenza. Per quanto piccoli, spaventati, impotenti ci siamo e in quel microscopico punto che occupiamo, tendiamo una mano. Perché qualcuno la prenda, per farla prendere, per non essere soli e non lasciare soli.

ALOO MATTAR

500 gr di piselli freschi o surgelati
250 gr di patate
500 gr di pomodori maturi ( o 1 lattina di pomodori pelati)
20 gr cucchiaini di margarina vegetale biologica
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di semi di coriandolo
1 peperoncino fresco
1\2 cucchiaino di zenzero fresco tritato
1\2 cucchiaino di semi di cumino
1 yogurt bianco
sale

Pelare e tagliare le patate in pezzettini piccoli. Lessare i piselli per due minuti in acqua bollente. Fondere un cucchiaino di margarina vegetale e versare piselli e patate, far saltare per circa 3 minuti a fuoco medio. Spostare le verdure su un vassoio e tenere al caldo. Nel frattempo saltare la curcuma, il coriandolo, il peperoncino tagliato a fettine, il cumino nella padella con l'altro cucchiaino di margarina fino a quando sprigionano il loro profumo. Unire i pomodori tritati e le verdure tenute al caldo, mescolare e cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti. Unire lo yogurt e servire caldo.

Ho trovato questa ricetta su il libro "Oggi cucino io - vegetariano" .Ho poi scoperto che è una ricetta indiana. Le spezie rendono davvero particolare questo stufato di piselli e per la prima volta ho sperimentato l'uso dello yogurt come sostituo della panna. E' davvero buono! Rispetto alla ricetta originale ho usato la margarina biologica al posto del burro e decisamente in minore quantità ( due cucchiaini rispetto ai sei di burro proposti!). Ho diviso tutto in 4 porzioni ottenendo 210 kcal.

39 commenti:

  1. Eccomi eccomi eccomi .."Scrittora" mia quanto mi piace leggerti ;-))
    Io adoro la cucina indiana ma questo piatto proprio non lo conoscevo ed è perfetto per me che non mangio carne,grazie!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  2. grazie per aver condiviso con noi questo pensiero: mi hai commossa

    RispondiElimina
  3. Mmmmhhh... adoro i sapori orientali così speziati!
    E quanto hai scritto è profondamente vero...
    quella dolorosa sensazione di non poter fare più di tanto è veramente lancinante quando ti trovi in simili momenti. A me capita anche di innervosirmi, di prendermela con me stessa se non sono in grado o non ho il coraggio di fare qualcosa di più!
    Un abbraccio e buonissima giornata!

    RispondiElimina
  4. E' sempre un piacere leggere i tuoi pensieri... Finisco sempre per appassionarmi ai tuoi scritti e far passare in secondo piano le tue ottime ricette.
    Complimenti per entrambi...

    RispondiElimina
  5. Sai, Lo, i tuoi post sono sempre molto veri, mi scuotono dal torpore e mi costringono a pensare. Talvolta non li capisco fino in fondo e questo mi obbliga a rileggerli e a fermarmi un attimo, per coglierne il significato... non mi capita spesso di porre attenzione a ciò che faccio e tu me ne offri l'occasione. Spero di trovare presto anche quella di preparare questo stufato, perché mi sembra molto invitante...

    RispondiElimina
  6. Grazie Lo per queste riflessioni che ci metti sempre a disposizione!!!
    Spesso mi costringono a guardarmi dentro e intorno...........
    Adoro le spezie e questo piatto fa proprio per me!!!
    Baci
    Lisa

    RispondiElimina
  7. Caspita Lo..... resto sempre così :-O quando leggo le tue riflesioni..sempre molto belle e profonde! Il tuo piatto è particolarissimo.. mi stuzzica..io adoro le verdure e i gusti speziati.. baci e buon inizio settimana!!! ;-)

    RispondiElimina
  8. cara Lo , vedo che ancora i nostri pensieri ci accomunano e chissà perchè così uguali in questo periodo.in certi giorni , negli ultimi tempi ,temevo il cuore non ce la facesse e davvero non riuscivo a trovare una risposta al perchè noi siamo qui e non altrove in altre condizioni e del perchè la giustizia non sembra esistere sulla terra.davvero è difficile trovare una risposta ma ti abbraccio e spero sempre ...

    RispondiElimina
  9. Vengo qui e mi rilasso lasciandomi trasportare dalle tue parole, poi finisce e ricomincio a lavorare! Ieri miemte fiera..bimbo con la tonsillite:((

    RispondiElimina
  10. Eccomi tornata!!!!....Come mi piaccciono le tue parole, sono sempre così profonde....avrei voluto conoscerti prima!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. buono! e sopratutto leggero :-) e così posso usare queste spezie che ho ma che non ho mai usato :-) buono e profumato! grazie cara! baci Ely

    RispondiElimina
  12. bellissimo il pensiero iniziale...

    RispondiElimina
  13. Lory...che bello averti qui...mi sento sempre più sorridente quando passi...per il piatto è davvero un nuovo modo di fare lo stufato...bacione

    Lise...ma che dici...grazie a te..che perdi tempo a leggere... :)

    Danda questo lo devi provare allora! Per il resto a me prende una paura...una paura senza parole...

    Elisa tu sei davvero sempre troppo gentile...grazie a te!

    Ondina lo stufato è da provare...se soprattutto ti piacciono le spezie...il sapore è in equiibrio..non c'è nulla di troppo forte...e per il resto che dire...il lascio qui traccia dei miei pensieri...anche per riconoscermi in quelli degli altri...e sono felice quando voi mi lasciate le vostre tracce

    Lisa...guardiamoci intorno...anche se fa un male d amorire..e non stiamo fermi...da soli non possiamo farcela...un abbraccio

    Claudia....un abbraccio per tutta la tua gentilezza

    Caty sai come mi si sooleva il cuore...allora non sono qui sola che mi picchio la testa contro il muro...e mi sento sbagliata perchè dall aparte gisuta...e non so che fare...non sempre...ti abbraccio tanto con affetto

    Elga...grazie! Mi spiace per il tuo piccolo! un bacione

    Mari...dai va benissimo conoscersi anche ora :)..bentornata

    Ciao Ely cara...senz apeperoncino se lo mangia anche la ciurma...prova! un bacione

    Eppi...grazie e benvenuta nel pollaio!

    RispondiElimina
  14. Cara Lo, mancavano proprio i tuoi scritti!
    il piatto indiano lo conosco e mi fa impazzire!Ora ho anche la ricetta :)
    bacione
    PS:io userei il ghee al oposto del burro...sarebbe indiano al 100%|

    RispondiElimina
  15. Carissima i tuoi post mi fanno sempre riflettere.... Ottima la ricetta di oggi, un bacione.

    RispondiElimina
  16. che bello eggerti, mi piace molto!
    come mi piace molto questo tuo piattino indiano, succulento e molto molto speziato!
    baci grandi e buona settimana.

    RispondiElimina
  17. Grazie per queste stupende riflessioni sono così vere....adoro leggerti!
    E grazie mille anche per questa invitante ricetta!
    Un bacione, Elena

    RispondiElimina
  18. Saretta...a me mancavi tu!!! devo ripassare da stella di sale per ricordarmi come fare il ghee...ma hai proprio ragione! bacione

    Micaela grazie...un abbraccio

    Betty sei gentilissima...del piatto posso dirti che è perfetto...le spezie sono euilibrate e non eccessive....buone! felice settimana a te!

    Elena sei troppo carina....e mi fa piacere sapere che stai bene qui quanto io sto bene nel tuo blog...un bacione

    RispondiElimina
  19. Ciao Lo.
    Davanti alla mia casa di Roma c'è una mensa per i poveri e i senzatetto che 2 giorni alla settimana confluiscono tutti li in un unica fila, fatta di silenzi, facce arrabbiate, abbruttite e prive di illusioni e sogni. Ogni volta il senso di impotenza mi assale, vorrei aiutarli in qualche modo, ma non riesco nemmeno a pensare sul acome. Per questo ti ringrazio per quello che hai scritto.
    Anna

    RispondiElimina
  20. ciao bellezza, l'hai trovato il tuo pezzetto di sogno? io te lo auguro!!
    se la generosità fosse epidemica
    tu sicuramente saresti un virus fra i più contagiosi;
    ci diamo all'orientale ehhh.. gallinella con i veli, baci baci.

    RispondiElimina
  21. E' stato un piacere leggere le tue parole, mi hanno fatto riflettere .. Ciao a presto !!

    RispondiElimina
  22. Bellissime parole, come sempre .....
    bacio ...

    RispondiElimina
  23. Lo, nel mio piccolo, faccio il possibile...

    RispondiElimina
  24. (^_^) ciao Lo ,come stai ? spero bene ! e la gnoma come sta ? emozionata per il nuovo anno scolastico ? ! conoscendola ha già tante cose da raccontare hihihi !!!

    un mega abbraccio e tanti baciuzzi a te e alla gnoma (^_^) ♫♫♪♪

    RispondiElimina
  25. ci credi che ho le lacrime agli occhi? è sempre un piacere immenso leggerti, questa volta mi hai fatto davvero commuovere!
    un bacino

    RispondiElimina
  26. Ciao Lo!
    quanto tempo che non passavo di qui...devo proprio riprendere tante buone abitudini!
    ottima la ricettina indiana!
    un bacione

    RispondiElimina
  27. Ciao Lo è sempre bello leggere e lasciarsi trasportare dai tuoi pensieri ;-)
    mi piace anche questo spezzatino indiano....una mia amica mi ha regalato delle spezie indiane...magari le provo con questo spezzatino!! un bacione a presto Pippi

    RispondiElimina
  28. Anna io ringrzio te per quello che mi hai lasciato qui

    Marta pezettino di sogno preso...ora dobbiamo ritirarlo...e poi provarlo....per il resto....ma va! kiss

    Fairy grazie

    Susina bacio

    Stella ...è importantissimo!

    May qui tutto bene...belli pronti per il nuovo anno anche se si fa fatica a lasciare l'estate..a presto un bacione

    Giò...un bacino a te

    Laura bentornata...sono felice di averti ancorra qui...smuacks

    LauraPippi di prova poi mi dici....e grazie! abbraccio

    RispondiElimina
  29. un piatto indiano? da provare subito! Guardarsi intorno significa vedere tante situazioni diverse, di persone più o meno fortunate di noi, a volte basta tendere un mano o un piccolo gesto per vedere un sorriso. :)

    RispondiElimina
  30. Ehi dolcissima...CIAUZ!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Sai che sei sempre nei miei pensieri vero?????

    RispondiElimina
  31. In questi giorni sono tutt'uno con le lacrime..Il piatto ha un aspetto delizioso!

    RispondiElimina
  32. Ciao! eh..il pensiero affascina, ma spaventa! è il nostro vero essere..che spesso rifiutiamo di riconoscere!
    che buono questo piatto: tantissime verdure, che ci piacciono tanto! e che originale combinazione!
    un bacione

    RispondiElimina
  33. Conosco bene questo genere di pensieri. E ti dirò... rimango senza parole perché nessuna è abbastanza. Però oggi è una giornata leggera e sei tra le persone che hanno vinto il mio premio honest scrap :-) passa a prenderlo.
    Baci

    RispondiElimina
  34. è sempre bello leggere i tuoi pensieri...un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  35. eccomi bellissima!!
    passo per farti un abbraccio grande,sbavare dinanzi le tue preparazioni e volare con i tuoi pensieri ;)

    RispondiElimina
  36. Il pensiero è tutto, nasce,cresce e si sviluppa producendo azioni...guai se non fosse così!
    Tu hai un modo di proporre le cose molto lineare, anche se a volte impegnativi ma tutto questo è nutrimento per il cervello!!

    Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
  37. Laura...a volte ma rispetto a tanto non ti sembra comunque una presa in giro?..il piatto indiano è davvero gustoso :)

    Lale tesoro ma che fine hai fatto? un bacione

    Fatina mi viene da chiederti che succede...ma un po' capisco...ti abbraccio forte

    Manu, Silvia...grazie mille!

    Giò...grazie di cuore per il premio un abbraccio

    Un bacio Anna!

    Mirtilla sei deliziosamente gentile grazie :)

    Sirio la tua riflessione mi emoziona...grazie

    RispondiElimina
  38. leggo e rileggo questo tuo post e mi si gonfia il cuore. è bello sapere che ci sei e che il tuo cuore ed il tuo sguardo sono vivi e sanno guardare a fondo la realtà.
    mi hai riportato ad una dimensione leggera ed intima e almeno per un pò mi ci faccio cullare. ti abbraccio e a presto
    PS: un bacino da parte di giulio ed anna

    RispondiElimina
  39. cara Dani che bello leggerti qui da me...benventuo ufficiale nel pollaio! appena ho letto le tue parole ti ho vista...dolce e bella...io non vedo l'ora di leggere di te...so che mi incanteresti come fai quando racconti...ti abbraccio forte, spero a prestissimo e un bacione ai tuoi cuccioli

    RispondiElimina