mercoledì 11 marzo 2009

Una voce nel deserto


Una voce nel deserto è una voce che non trova delle orecchie che la ascoltino, che viene messa a tacere, a cui non viene data importanza. Una voce nel deserto è una voce che deve trovare un modo per farsi sentire, per trasformare in gemma l'arido che è intorno. E' una voce che si discosta dal solito parlottare e ha qualcosa da far sentire, ma diversa e solitaria rischia la tempesta di sabbia prima di trovare una corrente che l'amplifica.
--------------------------
Dopo aver lavorato con la nostra voce al corso di educazione teatrale, ci è stato chiesto di scrivere sulle voci nel deserto. Il momento, alla fine dell'incontro, in cui ci mettiamo in cerchio per leggere quanto abbiamo scritto è sempre molto emozionante, ascoltare le storie degli altri è un'esperienza dolce e delicata. Questo lunedì abbiamo avuto un incontro impegnativo, basato sul movimento come danza...ma non una danza che viene dalla musica fuori, ma che trova il suo muoversi sulla musica del nostro ritmo interno. Noi abbiamo ritmi atavici che da sempre ci accompagnano, il battito del cuore, la cadenza dei nostri polmoni. Abbiamo ascoltato il nostro respiro e ci siamo mossi danzando con lui, poi abbiamo creato ritmi primitivi con ogni parte del nostro corpo, unendoci in una tribù selvaggia. E dopo questo impegno faticoso e che mi ha lasciato esausta, abbiamo sentito una musica...e abbiamo provato a muoverci seguendo la melodia a volte, seguendo il ritmo altre....liberatorio e intenso, faticoso e vibrante... Tutto questo è in netto contrasto con le giornate che ho di fronte, dense e pregne, mi lasciano senza fiato, mi sento in corsa e mi scordo di respirare...fortuna che ho con me quella riserva di energia accumulato nel week end passato, che mi permette di rimanere serena anche se affannata....


LE POLPETTINE VEGAN CON CAVOLO E CECI


1\2 cavolo cappuccio
2 patate
3\4 di tazza di farina di ceci
1 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino di coriandolo
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di zenzero

Grattare a julienne il cavolo cappuccio e stufarlo in un wok con due cucchiai d'acqua per 10 minuti circa. Lessare le due patate e schiacciarle con una forchetta, aggiungere il cavolo, la farina e le spezie fino ad ottenere un impasto abbastanza duro, per poter fare le polpette. Lasciare riposare 30 minuti, dividere in polpette, cuocere in forno a 200° per 15 minuti.

La ricettina è della mia cara Lety, che in questi giorni corre di qua e di là, un po' come sto facendo io. La ricerca dell'alimentatore per il mio portatile è abbastanza complessa...e che mi credevo io? Che costruiscono un pc portatile e tutti pezzi di ricambio che si possono adattare? Noooooooooooooooo....fanno i computer e vendono pezzi universali incompatibili....ahhhhhhhhhh

AGGIORNAMENTO DEL 27/12/2013: partecipo a Salutiamoci 2013 ospitato da La Tana del Riccio

46 commenti:

  1. Lo! Trovo interessantissimo quello che ci racconti del tuo corso! Sai che mi piacerebbe trovarlo anche nella mia città per frequentare qualcosa del genere!??
    Magari appena mi sarò liberata da altri impegni lo farò!
    Ah!
    Bella idea le polpettine vegetariane, ricordano un pò i felafel. Sicuramente sono buonissime!

    RispondiElimina
  2. Che esperienza intensa ed emozionante...

    Finalmente ho un'alternativa sull'uso della farina di ceci,grazie Lo!
    Silvia

    RispondiElimina
  3. che bello farci partecipi dei tuoi,anzi vostri progressi ;)

    RispondiElimina
  4. nonostante la giornate superpiene per fortuna trovi sempre qualche minuto per raccontarci del corso e mostrarci i tuoi prodigi in cucina

    RispondiElimina
  5. Deliziose....altro camuffamento per la mia gnoma! te la copio...
    P.s: ho da me un meme per te..........
    bacio

    RispondiElimina
  6. Bella esperienza..Io a yoga ho provato il rilassamento seguendo il repiro di un compagno..ninete di + distensivo!
    Le polpettine?Buonissime!
    bacioni Lo e...take your time, breath...

    RispondiElimina
  7. quale tesoro poter fermarsi e ascoltare le voci a cui nessuno bada ; dentro di noi un universo incredibile vive , fatto di emozioni, ricordi sogni.Spero tu riesca tutta d'un fiato a sospassare anche questo periodo ricco d'impegni e sopratutto che tu riesca a trovare il preziosisssssimo cavo , si , lo fanno apposta per complicare la vita!!un abbraccio forte

    RispondiElimina
  8. trovo che siano delle polpettine magnifiche fatte con verdure , ciao

    RispondiElimina
  9. Esperienza senz'altro molto interessante!

    RispondiElimina
  10. Sai che aspetto sempre con piacere i post relativi al tuo corso?
    Detto questo, le polpettine, essendo speziate come le ultime che ho postato so già che mi piaceranno:)
    bacioni LO*

    RispondiElimina
  11. che belle LOoooooo!!! Evviva le koftas e chi le ha inventate...mannaggia 'st'alimentatore...ma lo sai che anch'io prima di laurearmi ho avuto lo stesso problema..secondo me sono i pc che tentano di suicidarsi per ilt roppo uso....un bacio tesoro e in bocca al lupo! letissia

    RispondiElimina
  12. Le tue polpette sono un concentrato di tutto quello che mi piace... mi toccherà farle e mangiarle, ahimè :)

    RispondiElimina
  13. Ciao! particolari e saporite queste polpettine! tutti ingredienti che abbiamo in casa!!
    bacioni

    RispondiElimina
  14. Pol-pe-tte pol-pe-tte pol-pe-tte! wowwww! buonissime Ciao Lo

    RispondiElimina
  15. Devi respirare a ritmo...
    "il respiro" insipira..."mi respira" espira... lento.. lascia che l'aria ti pervada...
    Lo sto facendo anche io, che ho un gruppuscolo di mamme orchiclaste "so-tutto-io-di-come-deve-essere-gestita-una-classe-e-mio-figlio-è-speciale-ed-è-diverso-e-questa-maestra-non-capisce-niente"... Perchè la buona educazione e il pensiero che bisogna cercare ciò che unisce e non ciò che divide e che si deve creare armonia non permettono di mandare a quel paese?

    RispondiElimina
  16. ciao carissima, devono essere ottime queste polpettine, io vado matta per il cavolo cappuccio! un bacione.

    RispondiElimina
  17. Lo, tesoro, che bel percorso hai intrapreso! E poi.. vedrai.. imparando a respirare ( mandando l'aria anche nella pancia, aprendo il diaframma, e non solo nei polmoni) si vive meglio :-)
    Ti abbraccio forte forte, sono felice per te :-)
    ( anche se sei in un periodo affannato.. fa sentire vivi!)
    PS: le polpettine appena sarò in piedi le proverò :-)

    RispondiElimina
  18. Un esperienza intensa ed invidiabile!

    Le tue polpette presto saranno mie...:-( senza spezie ma saranno mie!
    baciottoli

    RispondiElimina
  19. Ricetta particolare e da provare, mi intrigano queste polpettine, penso di provarle presto!

    RispondiElimina
  20. Lo sono troppo indietro con i legumi... mai vista in vita mia la farina di ceci! Mi fai un corso accelerato?
    Un bacio!

    RispondiElimina
  21. le polpettine sembrano fantastiche!! io sono vegetariana quindi ti rubo la ricettina eheheh

    bacini Lo!

    RispondiElimina
  22. Son passata per ringarziarti per le tue parole cara .-)))))) un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  23. Il tuo corso di recitazione dev'essere davvero interessante... ma temo troppo intenso per una persona riservata come me, non riuscirei mai a farmi coinvolgere in danze liberatorie o in esplicitazioni nude e crude dei miei pensieri: questo senza sentirmi, in qualche modo, repressa, ma perché non sento, in generale, il bisogno di esprimermi, almeno non così... Però ammiro molto chi ha la scioltezza di farlo, sicuramente le persone come voi sono in grado di dare al prossimo molto di più.
    Un abbraccio e grazie per la carinissima ricetta di polpettine, anch'io ho fatto qualcosa di simile giorni fa...

    RispondiElimina
  24. Ciao Lo! I racconti di quello che fate al corso di educazione teatrale sono sempre molto intriganti. Prima di leggere i tuoi post non avevo idea cosa si facesse durante questi corsi. Da una parte mi piacerebbe parteciparvi, dall'altra la mia timidezza mi blocca totalmente! :S
    Le polpettine mi piacciono tantissimo e l'idea di metterle su quel lettino di carote è perfetta ora che si avvicina (finalmente)il bel tempo e si sente bisogno di piatti più freschi. Bacissimi ;)

    RispondiElimina
  25. La danza liberatoria mi fa pensare subito ai figli dei fiori, gonnelloni larghi, capelli lunghi, riga in mezzo...se decidete di vestirvi anche così vengo anch'io :)
    Bellissima la descrizione della voce nel deserto.

    RispondiElimina
  26. Che lezioni particolari che state facendo!.. Un pochino vi invidio, ma almeno ci fai dare una sbirciatina ai vostri incontri!
    Polpette perfettamente intonate alla lezione!
    Baci!

    RispondiElimina
  27. Interessante ciò che dici, anche se non sono appassionta di teatro.
    La ricetta è perfetta e senz'altro buonissima, ovviamente da provare subito!
    Baci Elena

    RispondiElimina
  28. bbbone le polpette... io sono pigrissssimisssima in questi giorni, me ne manderesti qui un pochine per me la pepi e la zia Lisi che stasera viene a cena? Grasssie tesorino mio!

    RispondiElimina
  29. Grazie Marcella!

    Kitty devo provare i felafel....il corso è davvero interessante e unico!!! Il bello che è fatto attraverso lo strumento teatro per riflettere su di se e non per fare uno spettacolo... un bacione

    Silvia si è intensa ed emozionante, sono felice di averti suggerito un'idea! :)

    Mirtilla grazie :)

    Lise come sei carina....accidenti non ho ancora trovato un attimo per il tuo blog...ora vengo a salutarti :)

    Simo eheh per gli gnomi è perfetta :)

    Saretta bella bella...si si su certe cose usiamo tecniche yoga...il respiro il rilassamento....è così rilassante e profondo fermarsi a fare queste azioni...ti abbraccio

    Caty...si si sembra che sono quasi in pari....inizio a rilassarmi...un bacione dolcissima amica

    Grazie Gunther...hanno un buon equilibrio tra proteine e verdure vero?

    Stella si davvero :)

    Sweet grazie, se dici così quasi quasi l'anno prossimo mi iscrivo anche al secondo! :)

    Mika...lasciamo stare il momento in cui ho realizzato che la mia tesi era dentro al pc....completamente scarico, fortuna ho trovato un filo compatibile da una persona cara...e l'ho ricaricato....uhhhhhhhhhh

    Cielo dai sono leggere leggere.... ;)

    Manu, Silvia...quindi magari le provate? :)

    Maya polpette per tutti :)

    Cri pure il groppuscolo di mamme???? io sono solo molto impegnata...corri di qui, fai quello lì, incontra quello, sistema questo, quindi respiro respiro...e intanto corro! fortuna però che sta rallentando...

    Micaela allora sono perfette...anche io adoro il cavolo cappuccio! :)

    Elle i prodigi del buon respirare li avevo già imparati con lo yoga, la cosa strana è stato inun momento no dimenticarmene totalmente per poi tornare a farlo in modo naturale....più ci pensavo più non riuscivo...sono felice dei miei impegni...e ora sto riuscendo a fermarmi...spero presto di essere in pari e tirare fuori la mia bici....

    Ele prendi queste polpette e fanne ciò che vuoi :)

    laura...e poi lo racconti a me e a Lety...l'ideatrice polpettara!

    Camo...eheh però la farina di ceci la trovi anche al super...sono sicura di averla vista all'esselunga....devi provarla....come non fare la cecina????? un abbraccio

    Sara sono perfette per un buon secondo!

    Claudia tesoro grazie a te....che sei qui!

    Onde sai penso...che una cosa va fatta al momento giusto...un anno fa potevo rispondere come te...mentre ora ne sono felice...non nascondo la fatica....grande di sperimentarsi...ad ogni richiesta mi dico...ma non potevo stare a casa?...non ce la posso fare non ce la posso fare...poi invece supero sempre un mio limite...però era il momento di farlo...non avrei mai potuto sforzarmi.....

    babi...davvero è una panacea per i timidi...l'ho provato sulla mia pelle...mai avrei usato la mia voce di cui mi vergogno in quel modo, mai il mio corpo...invece lì è un nido una tana dove poter,lo fare....un patto segreto ci accomuna e ci sosteniamo...

    Antonella....eheh pure io correrei subito dentro ad un cerchio di figli dei fiori...ma proprio al volo....ma qui siamo vestiti da attori completamente neri....così che la fantasia possa vestirci da ciò che siamo ogni attimo....

    Rossa è davvero un'esperienza intensa....non vorrei mancare e quando sono lì vorrei sparire....

    Elena...non bisogna essere appassionati di teatro ma di sé stessi....e sentire che in questo momento questa cosa va bene per sé...come ho già detto in altri momenti non l'avrei mai fatto....

    Cri....guarda allora te le porto subitissimoooooooooo un bacione

    RispondiElimina
  30. Sono tutte esperienze che ti rafforzano.....non tutti ne sarebbero capaci!
    Ciao lo, buona serata, roberta.

    RispondiElimina
  31. Adesso mi gusto le tue polpettine, dopo aver letto i tuoi preziosi consigli per i biodetersivi :-)

    RispondiElimina
  32. che corso interessante Lo!! alcune cose simili le faccio anch'io a yoga ti si risvegliano emozioni fortissime .....
    polpettine stuzzichevoli..... ma prima leggevo i tuoi post precedenti......Lo quel povero filo del caricabatterieeeeeeee chissà come si è sentito improvvisamente risucchiato da un onda anomala heheheeheh
    sdfc'è un piccolissimo meme da me...non mi ricordo se lo hai gia fatto .... un bacino ....e poi raccontaci dove sei stata il we!! Pippi

    RispondiElimina
  33. ciao, sono Annathenice, ci sono novità sul racconto...da continuare?
    Tutto ok con la tesi?
    Dammi tue notizie. I lettori fremono....
    A presto

    RispondiElimina
  34. Dopo aver letto il tuo post avrei voglia di una polpettina!!
    Posso? Ciao

    RispondiElimina
  35. Ciao Lo ...complimenti per il tuo corso... :)

    Avrei un meme per te... ma Elle mi stà bruciando tutti gli inviti :D:D:D

    Auguri "cugina" volatile :)

    RispondiElimina
  36. Penso che ogni lavoro collettivo sia impegnativo,ma se la volontà è comune i risultati arrivano.

    Stai vivendo una bella esperienza Lo,mi fa piacere!

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  37. Lo, ti vorrei credere... per me potrebbe essere positivo... una terapia d'urto! Solo che, ti giuro, il solo pensiero di stare in mezzo a tanta gente e dover parlare e muovermi in quel modo... mi fa venire l'orticaria... potrei anche svenire!

    RispondiElimina
  38. Hanno un aspetto delizioso le tue polpettine... Non è che ne è avanzata qualcuna per assaggiarle!?!?!
    Buonanotte cara!

    RispondiElimina
  39. finalmente trovo il modo di poterti dire che sei davvero in gamba! E non è stato facile per me, imbranata non virtuale della rete, riuscirci! Grazie a te e a Marco, seguendo i vostri blog sto iniziando a vedere le cose in modo diverso e mi state dando delle dritte davvero fantastiche. Consumo meno e meglio...e forse anche la mia cucina migliorerà con le tue ricette! Te lo farò sapere. Ciao

    RispondiElimina
  40. oooh se mi è sopravvissuto il cavolo rosso quando arrivo a casa le faccio!!! Un bacio :)

    RispondiElimina
  41. sono curiosissima per queste polpettine
    Annamaria

    RispondiElimina
  42. Roberta....penso ch ebisogna aspettare il momento giusto... un abbraccio

    Twostella...spero siano stati utili...grazie!

    Grazie Elle :)

    Laura...il povero filo...è stato solo uno dei tanti casi di distruzione che sto mettendo in atto...ieri dal lattaio...ho fatto cadere la borsa con le bottiglie del latte...che guaio!! Presto spero di riuscire a fare ilpost sul weekend
    un bacione

    Anna...fatto! ;)

    Sorby tutte quelle che vuoi!

    Ciao Daffy cuginetto di piume...eheheh non ti preoccupare lo prendo voelntieri il meme grazie di cuore!

    Sirio l'esperienza è davvero intensa! grazie!

    Babi...bhe ti capisco benissimo non sono molto diversa...ma credo che possa arrivare il momento in cui ci sente pronti per farlo...a me è successo ora e ho quasi 40 anni!!! un bacione

    Cara Carolina....prendile pure tutte! un bacione

    3figli3...benevenuta nel pollaio...e grazie di cuore...ho letto il tuo commento anche a Marco...sei troppo gentile....ti aspetto quando vuoi! :)

    Cibou belle con il cavolo rosso ;)

    Anna sono leggere leggere..e gustose! un bacio

    RispondiElimina
  43. Assomigli sempre più alla cuoca che vorrei essere (o avere, nei momenti di pigrizia)...
    ... e a proposito: ma quante attività extra hai?!

    RispondiElimina
  44. Claud....eheh io la tua cuoca??divertente..immagino che casino si farebbe in cucina e alla fine stravaccate sul divano a parlare...attività extra?...inizio a pensare troppe uffinaaaaaaaa ma mi piacciono tutte!

    RispondiElimina