martedì 24 febbraio 2009

Tra stelle e cielo


Guardo in , il cielo di inverno è splendido, peccato sia in inverno, quando fa un freddo pazzesco e non è così meraviglioso stare fuori, perchè meriterebbe una notte passata sdraiati sull'erba guardando le magnifiche geometrie dell'universo.
Il mio approccio è decisamente empirico, so che lassù si nascondono figure favolose che mi sanno raccontare una storia, ma non riesco a ficcarmele nella zucca. Gnomo e galletto sono molto più rigorosi e mentre salgono sull'auto fanno seriosi simposi di astonomia su intersecazioni e congiunzioni.
Io so distinguere un pianeta da una stella...a volte, ma chiedo sempre una conferma.
Io so che le tre stelle allineate sono la cintura del gigante.
Io so che c'è una doppia v ribaltata e che si chiama....galletto la doppia v ribaltata si chiama Cassiopea? Siiiiiiiiiiiiii
Io so che c'è Sirio, ma non so dov'è e che la punta di uno dei carri è la stella polare, ma quale dei due carri? Gnomo????
Però mi sono emozionata quando ho visto in un osservatorio la cupola girare e lentamente aprirsi, quando ho osservato i mari di nulla della Luna e ho visto gli anelli di Saturno.

Il 2009 è l'anno internazionale dell'Astronomia, un ottimo stimolo per guardare in alto appena possiamo....avete visto come è bella Venere in queste sere?


TORTA DI RICOTTA CON COCCO E DATTERI

200 gr di ricotta fresca
250 gr di farina 00
200 gr di zucchero (io ne metto 100 gr)
50 gr di burro sciolto
2 uova intere di galline allevate in libertà
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
2 dita di latte
50 gr di cocco
10 datteri a pezzetti

Mischiare tutti gli ingredienti insieme, anche nel mixer, aggiungendo per ultimo la frutta secca, versare in una tortiera imburrata e infarinata, cuocere a 180° per 45 minuti.

I datteri mi hanno davvero sorpreso nella torta, hanno un gioco davvero particolare, sembrano fatti apposta per stare dentro un impasto e mi sono stupita, non li avevo mai usati nel dolce e invece ne sono esaltati. La base della torta è quella di ricotta che mi diverto a cambiare e modificare secondo l'estro del momento!

Ad esempio eccola diventare una torta sexy oppure si può provare un altro dolce con i datteri:

TORTA LEGGERA DI ALBICOCCHE E DATTERI AL DOPPIO CIOCCOLATO


TORTA SEXY AL CIOCCOLATO

35 commenti:

  1. con che bella delizia mi fai iniziare oggi la giornata ;)

    RispondiElimina
  2. Buogiorno Lo
    sai anche a me piace stare col naso all'insù...e ricordare: di quando ero bambina e riuscivo a vedere la via lattea e mio padre mi spiegava le stelle e le costellazioni e sempre si inventava una favola per me...era bello immaginare un mondo cosi luminoso sopra di me...adesso per vedere qualche stella devo essere in montagna nel paesino dove passo le mie vacanze, e la via lattea dov'è? Dai, c'è ancora son sicura in fondo la bellezza non è negli occhi di chi guarda? Buona giornata cara
    un bacio Lulù

    RispondiElimina
  3. Buongiorno Gallinella, buongiorno Pollaio tutto. Possiamo dire che questa torta è spaziale? L'unico problema, peraltro assai serio, è che mi fa venire voglia di partire e andare a farmi una vacanzina al caldo, spaparanzata sotto una palma da cocco, tutto il giorno e tutta la notte così potrei anche vedere le stelle!

    RispondiElimina
  4. A me l'Universo, le costellazioni ed i pianeti mi hanno sempre affascinato, ma sono totalmente ignorante in materia .-))))) Ottima sta torta :-) baci baci

    RispondiElimina
  5. buonissima questa tortina!!! l'ideale per iniziare bene la giornata!!!

    RispondiElimina
  6. Solo il cielo d'inverno permette di vedere le stelle, almeno in pianura; d'estate c'è troppa umidità per avere un cielo limpido. Altrimenti devi salire sui monti... Insomma per vedere le stele ci vuole coraggio (affrontare il freddo o l'altezza), silenzio e solitudine. Bastano loro a tenerti compagnia. Se poi lo dice una che ama la geografia astronomica fin dal liceo...

    RispondiElimina
  7. Ecco una cosa che non faccio spesso: guardare il cielo! Mi affascina il cielo dell'altro emisfero, denso di astri, costellazioni e scie luminose, come il nostro, forse, ma di là si vedono meglio, perché, a differenza del Nord del Mondo, quando stai a capo all'ingiù sei quasi sempre circondato da migliaia di Km di niente: niente luci o gas inquinanti che ottundono le stelle e ti impediscono di vederle...

    RispondiElimina
  8. Ecco all'appello un'altra ammiratrice del cielo, delle stelle, della luna, ma anche de sole...;)
    La tua torta mette anche a me una voglia pazzesca di vacanza, chissà perchè..:P

    RispondiElimina
  9. Una delle cose che più mi manca della mia vecchia vita in campagna è quella di poter alzare lo sguardo al cielo e vedere, di sera, milioni di stelle. Qui a Roma è praticamente impossibile notare qualcosa.
    Per rimanere in tema, ho un enorme quasar nello stomaco, quella tortina potrebbe colmarlo :)

    RispondiElimina
  10. Mi affascina il cielo stellato , specie quando mi trovo in posti privi d'inquinamento luminoso...Formentera, Mykonos...
    non sono brava quanto te però!
    Se mi prendo una fetta di torta divina e mi metto col naso all'insù?
    bacioneee

    RispondiElimina
  11. Guardare le stelle e il cielo sono di quelle cose che troppo spesso non si fanno a causa della fretta con cui scorre la vita. Ma concedersi un momento a naso per aria e riscoprire stelle e pianeti è qualcosa che dovremo fare più spesso! GRazie per averci fatto rifletere su questo e complimenti per la torta!

    RispondiElimina
  12. Mi piace osservare e guardare il cielo fisso fisso finchè non mi fanno male gli ochhi.
    A volte vedo ciò che non c'è, ed è comunque bello, spesso non vedo ciò che sicuramente c'è, tutto mi sembra in movimento.....spero che tutto sia in movimento.
    Se poi una persona ha la fortuna di condividere questa ricerca con chi le sta accanto ed apprezzare lo stesso momento....beh, credo che si tratti di una persona comunque ricca e molto fortunata.
    Attrai l'energia che hai intorno, forse è per questo che a tua volta ne hai tanta da trasmettere.

    Buonissima giornata

    Fabiana

    RispondiElimina
  13. il cielo stellato mi affascina, ma anche la tua ricettina con i datteri, la devo provare!

    RispondiElimina
  14. Adoro guardare le stelle... sono così perfette.... e starle a gurdare in silenzio è una delle cose più rilassanti che conosca....

    RispondiElimina
  15. Ieri sera Venere, ad una prima occhiata era pregna d'aspettativa e un pò emozionata.
    Ad una seconda occhiata, tornando a casa, era soddisfatta e fiera.
    E stamattina ho già osato un pò di più ed è andata meravigliosamente bene!

    PS: non vedo l'ora del prossimo lunedì:)
    Come sta la Gnoma??
    Bacio:*

    RispondiElimina
  16. Ciao!!
    Qualche appunto sui tuoi post precedenti:
    1. Il risotto al radicchio è uno dei miei piatti forti (come tutti i risotti. Ad eccezione di quello giallo ... sarà perchè ho in antipatia tutto ciò che sa di Milano?!?!?) ... col gorgonzola l'ho già provato (e approvato!!) ... la prossima volta ci metto anche le noci!
    2. I tuoi crackers alla curcuma e cumino sono davvero stuzzicanti ... ma, dato che non ho molto tempo da dedicare alla cucina ultimamente, cosa posso usare al posto della pasta madre?
    3. Anche io ho letto "l'eleganza del riccio" ulrimamente ... paticolare e interessante, un bel libro ... peccato solo per la fine tristemente inaspettata ...
    4. quando ho letto il tuo post sulla giornata donnesca, prima ancora di arrivare alla fine, sapevo già che stavi parlando di Lugano Grancia ... è uno posto dove piace anche a me andare a chiacchierare con la mia mamma!! Anzi ... a pensaci bene è da un po' che non ci vado ... appena mi danno il documento di identità del Giacomo facciamo un salto a prendere la mamma-nonna e ci facciamo due passi ...
    5. Come dicono a Napoli "ogni scarrafone è bello a mamma sua" ... ma non posso non ammettere che il mio cucciolino è proprio bellissimissimo!!! L'uomo-anti-gatto mi ha dato il permesso di "pubblicare" una sua foto ... e io ho scelto quella ... perchè rispecchia l'aria biricchina del mio biondino ... birbantello come la sua mamma!!!
    :o)
    Un abbraccio
    Ciao miao

    RispondiElimina
  17. adoro guardare le stelle..soprattutto nelle sere estive...meglio se sulla spiaggia, in riva al mare...che meraviglia!!!

    bellissima e splurposissima la tortaaaa!! baci a tutto il pollaio!!

    RispondiElimina
  18. Mirtilla è ottima per iniziare la giornata...un fettino? :)

    Lulù che racconto meraviglioso mi hai regalato...la via lattea? non so dov'è ...ma due anni fa in provenza ci attraverso il cielo piena zeppa sopra la nostra tenda che emozione...un abbraccio

    Cri..mannaggia...è un problemone!!! buongiorno a te splendida!

    Claudia per contemplare non è necessario sapere...basta gustare! un bacione

    Micaela yessssssssss grazie!

    Cri...eh si....e poi il cielo d'nverno è più ricco, più curioso più sorprendente! un bacione

    Onde è proprio come dici tu nell'altro emisfero...ma anche qui a volte vale la pena guardare in alto un bacione

    Sweet...bello vero il nostro cielo..a volte abbiamo uno spettacolo meraviglioso sotto il naso e non lo vediamo...senti risolviamo il problema e partiamo!

    Antonella per il quasar risolviamo con una bella fettona, per il resto con una super gita in campagna che dici? un bacione

    Saretta se ti prendi una fetta di torta e guardi in sù...secondo me sei felice! un bacione

    Kitty hai ragione a volte non si fanno delle cose perchè siamo troppo concentrati a correre mannaggia....un bacione

    Fabiana...stare incollati con il naso all'insù s epensi sembra quasi infantile e forse il segreto del bello è proprio lì....l'attenzione verso questo cielo me l'ha passata Marco ed è meraviglioso :)

    Laura provali i datteri nelle torte rimarrai a bocca aperta ;)

    Ele si tutto bene, molta corsa e una gnoma malata...grazie e un abbraccio

    Maya...silenzio e stelle è un insieme stupendo

    Ines hai visto è esattamente così quel corso...ne sono felice! la gnoma è febbrolosa povera! un bacione

    Cinzia stupenda! che bello leggere i tuoi post e i tuoi commenti!
    Non sapevo che eri esperta di risotto...ora verrò a chiederti consigli! Per i crackers prova con il lievito di birra, ma mezzo cubetto può bastare...anzi aumenta la farina di 100gr e lascia lievitare fino al raddoppio...fammi sapere!Si quella fine è così triste...inaspettata, mentre si aspettava altro...
    Vero che il centro grancia è davvero carino??? ehehe ci si sta benone...buon giro allora..e poi in svizzera trovi cosè da bebè semplicemente fantastiche!Il tuo piccolo è stupendo... un bacione

    Sara eh si in spiaggia guardando il cielo è meraviglioso :)

    RispondiElimina
  19. ...venere , venere , la guardo sempre , ormai c'è un colloquio silenzio tra me e lei , chissà perchè ma mi rende felice , come fosse lassù a brillare solo per salutare me ...un abbraccio sotto le stelle e ...fetta di torta a portata di mano!!

    RispondiElimina
  20. Cuginetta cara, che belle le stelle, io ho una passione smodata... oltretutto giovedì sera sarò all'osservatorio astronomico a guardarle da "vicino"! Però che belli i tuoi racconti... e se ti mandassi una stellina a prendere una fetta di torta?
    Un grande abbraccio
    Gialla

    RispondiElimina
  21. eccomi sono arrivata! hai ragione il cielo in questi giorni è splendido con questa luna davvero luminosa e con il freddo becco che fà :-) e i datteri? mai provati nelle torte ma mi sembra davvero un idea geniale e innovativa... Lo stò arrivando piano piano ma ce la faccio :-)

    RispondiElimina
  22. Premioooooooo!!!Vai a ritirarlo da me,ciao.

    RispondiElimina
  23. ciao! hai proprio ragione, il cielo d'inverno, soprattutto quando fà davvero molto freddo...può essere meraviglioso! brilla moltissimo con tutte quelle lucine che nascondono chissà quali misteri...
    buona questa torta, con i datteri ci sembra particolarissima!!
    un bacione

    RispondiElimina
  24. é vero, venere è stupenda...Brilla favolosamente!
    Nelle traversate estive, in mare è una poesia sdraiarsi in pozzetto in barca e contemplare le stelle...
    Che tortina gustosa...
    Ti abbraccio :-)

    RispondiElimina
  25. Da noi si gode di uno stellato magnifico, dato lo scarso inquinamento luminoso delle nostre colline.

    RispondiElimina
  26. Ciao Lo, buondì! Anche a me piace stare col naso all'insù ognitanto a guardare il cielo... meglio d'estate però :P Comunque non ne capisco un granchè di astri, è la mia mezza mela che mi dice che quella stella si chiama così e quell'altra cosà... ed è proprio così che mi ha conquistata tanti anni fa, facendomi ammirare la bellezza della via lattea! Eh eh!
    La torta che hai postato mi incuriosisce molto. Da poco ho letto la ricetta di una torta al cocco e frutta secca ma non sapevo se fidarmi... se tu però dici che è buona mi fido! Baci

    RispondiElimina
  27. bene bene... tutti nel pollaio col naso all'insù....cerchi di deviare la nostra attenzione?....e invece tutti a gustare la torta spaziale....vero là sopra..Crii???

    RispondiElimina
  28. la venere ogni sera me la guardo così luminosa!!! L'ho però passa una fettina del dolcetto ai datteri se penso che li ho comprati due volte per farci un dessert e un topino che non dovrebbe mangiarli in casa se li è pappati tutti

    RispondiElimina
  29. Buona sera.
    In un primo tempo avevo fissato il mio sguardo sulla bella foto della nebulosa, del cielo, dell'infinito, poi vista una ricetta ho spostato velocemente, e con l'acquolina in bocca, il cursore verso giù. Ahimé, la ricetta culinaria contiene uova e giacché sono vegan dovrei sostituirla con la maizena o qualcos'altro. Adoro il cocco, adoro i datteri!

    Felice serata.
    Rino, degustando.

    RispondiElimina
  30. Caty...è lì per te la sublime venere! un bacione

    Cuginetta davvero andrai all'osservatorio...che esperienza meravigliosa...un abbraccio

    Ely tesoro ti aspettavo e secondo me ti aspettano tutti ...che bello averti qui...un abbraccio grande

    Grazie Angyyyyyyyyy! :)

    Manu Silvia...anche voi persi nel mistero dell'universo delle stelle e alla ricerca della loro compagnia! Ragazze provateli i datteri sono sorprendenti!

    Pagnottella mare e stelle...questa è fiaba! ti abbraccio

    Val Tidone ci posso credere...che emozione e benvenuti nel pollaio!

    Babi anche io sono stata convinta a guardare il cielo con attenzione grazie alla passione di Marci...è affascinante scoprire insieme quelle geometrie! un bacione

    Marta eheheh torta spaziale per tutti! ;)

    Tati nascondili e usali per il dolce perchè i dateri meritano!! mando un bacio a venere per te!

    Rino benvenuto nel pollaio...e grazie per le parole...ma perchè non usare un abbinata cocco datteri per una torta vegana? ad esempio sulla base di questa? potresti usare latte di soia o di riso al posto del the o comunque il the! :)

    RispondiElimina
  31. Grazie Lo, prendo nota, la torta si fa sempre più realistica e concreta.
    Buona serata.
    Rino.

    RispondiElimina
  32. Lo quante notti ho passato in osservatorio astronomico prima da sola, poi ho passato la passione a Marco e ad oggi (anche se non si fanno più nottate) abbiamo passato questa affascinante hobby anche ad MJ. Qui da noi immersi nella campagna della Val d'Orcia si godono notte stellate stupende e venerdì, se il tempo ci assiste, binocolo muniti andremo a tentare di scorgere la cometa :-)
    Ma che garbino il tuo dolcetto!!!!
    Buona serata Laura

    RispondiElimina
  33. questi datteri proprio sono degli sconosciuti per me, ma messi così potri sempre farci amicizia

    RispondiElimina
  34. Rino se provi fammi sapere, magari provo anche io, ma ho finito i datteri, magari cin le albicocche secche! a presto

    Laura è una passione fantastica! ;)

    Blu te li conaiglio davvero nel dolce...come vedi ne sono incantata! :)

    RispondiElimina