martedì 10 febbraio 2009

Serenità


Serenità, qualcuno dice che è introvabile, altri che è sfuggente. Per me è.
Non c'era prima, non c'era da sempre, c'è adesso.
Non so bene cosa è cambiato se non un modo diverso di pormi dentro me, quando dopo aver cercato di guardare troppo lontano, ho deciso di fare caso alle piccole cose e ho scoperto spettacoli meravigliosi. Da allora, anche quando ho pianto e quando il male era inesorabile, sento un sottile filo che tira e percorre le mie ore e la mia vita: quella sensazione dolce e pacifica sempre presente, che mi permette di vedere il trasparente e il chiaro di ogni luce. Serenità è a un passo dalla felicità, entrambe si scolorano l'una nell'altra, è uno stato, un modo di essere, una realtà che non mi potrà più mancare anche quando ho paura. Serenità ora è me.

Nuovo compitino per il corso di educazione teatrale, dovevamo parlare di serenità. Abbiamo saltato una lezione a causa della neve e dopo aver pastrugnato con il nostro corpo, ora sperimenteremo la nostra voce, sempre con l'interrogarsi su quella eterna domanda "Chi sono io?"...ascolterò questa mia voce e vedrò cosa mi risponderà.


RISO AROMATICO AL LIMONE

250 gr di riso basmati
limone
1\2 cucchiaino di curcuma
2 cucchiai di cocco in scaglie
2 cucchiai di latte crudo (era previsto il latte di cocco)
olio extravergine d'oliva
1\2 di peperoncino in polvere o un peperoncino intero
2 semi di cardamomo
3 grani di pepe intero
2 cucchiai di mandorle tritate
1\2 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di senape in salsa o 1\2 cucchiaino di semi di senape
sale

Mettere il riso in una pentola con 5 dl di acqua, la curcuma e il sale. Portare ad ebollizione, coprire e fare cuocere a fuoco basso per 10 minuti. Togliere la pentola dal fuoco e lasciare scoperta. Mettere il cocco in una ciotola con i due cucchiai di latte. In un wok scaldare 4 cucchiai di olio con il peperoncino, i semi delle bacche di cardamomo, il pepe, le mandorle tritate, il cumino e la senape. Far insaporire per 3\4 minuti quindi unire il riso. Aggiungere il succo di limone e il cocco e mescolare, terminare la cottura fino a che il riso è morbido (circa in 5 minuti), servire con prezzemolo e spicchi di limone.

La ricetta è stata presa dal libro "Vegetariano - 600 ricette saporite per menù sani e naturali", volevo sperimentare qualche sapore nuovo, mentre la gnoma non c'era...giusto per farci qualcosa di sfizioso. Bhe...ho fatto bang...ero un po' timorosa con tutte quelle spezie, invece l'equilibrio è fantastico...provare per credere! Rispetto all'originale ho completamente eliminato il burro (era previsto insieme all'olio) e ho dimezzato il cardamomo.

30 commenti:

  1. serenità...è la sincerità con se stessi , è la lealtà che ci permette di non autoferirci, serenità è un lungo percorso---un abbraccio forte

    RispondiElimina
  2. La serenità, è lo stato d'animo più bello che esista!
    Serena giornata tesoro...

    RispondiElimina
  3. Giusto Caty...serenità è un lungo percorso, costellato però da mille ostacoli...che io non ho ancora completamente superato.
    Buono il risutin, Lo....
    Un bacio grande grande

    RispondiElimina
  4. è proprio vero che quando riusciamo ad apprezzare le piccole cose siamo ad un passo dalla serenità.

    RispondiElimina
  5. che bello esser sereni...duro con i tempi che corrono!
    ma con buon risottino...

    RispondiElimina
  6. Ti auguro di cuore di conservare questo stato d'animo per sempre: se sai essere serena, anche nell'ansia, anche nel dolore, sei speciale. Come questo risotto :-)

    RispondiElimina
  7. La serenità è saper accettare quello che la vita ci offre....un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  8. Piacerebbe anche a me raggiungerla, chissà se sono sulla buona strada, anche quando sto male, adesso, sento che si tratta di un dolore passeggero...:))
    Buona giornata Lo.

    RispondiElimina
  9. Se non si è sereni e in pace con se stessi è praticamente impossibile essere felici... baci baci

    RispondiElimina
  10. Serenità,dolce sentimento che auguro sempre a tutti.

    RispondiElimina
  11. Lo9, sento la tua sensibilità vicinissima alla mia.Adoro le Cafè de Nuit, così come la pittura pasionale di Van Gogh.La serenità è rara e preziosa e sono felice dal profondo, che abito il tuo cuore.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. che buono, adoro il riso aromatico! questo dev'essere profumatissimo! un bacione!

    RispondiElimina
  13. ... serenità ... traguardo molto più difficile della felicità ... presuppone un equilibrio interiore ... che credo si possa raggiungere anche attraverso la piena accettazione della nostra vita ... come dono assoluto!
    ti abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  14. E così con questo post ci lasci in balia dei nostri pensieri sulla serenità e su noi stessi... Bè! Avrò il pomeriggio per rifletterci intanto complimenti per il riso. Mi piace da morire il basbati e mi piacciono soprattutto queste ricette particolari. Te la copio sicuramente!A presto
    Elisa

    RispondiElimina
  15. Non un compito facile parlare di serenità...anch eperchè secondo noi non è facile dirsi davvero sereni..servirebbe liberarsi davvero di tutte le mille preoccupazioni...
    particolare questo riso...molto esotico!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  16. Caty già è un percorso...un abbraccio!

    Serena giornata a te Pagnottella bella: stamattina ho iniziato impastando la pizza seguendo la tua ricetta ;)

    Simo...l'importante è ssere sulla strada e continuare un bacione

    Blu...si credo davvero che il segreto sia quello

    Nini si hai ragione queste giornate mi hanno davvero influenzato e capisco cosa vuoi dire...

    Onde non so se sarò capace, ma so che lo è stato se mi giro in questo passato recente, grazie un bacione

    Anna come hai ragione un abbraccio

    Sweet è così importante quello che senti! Sei sulla buona strada! unbacione

    Claudia...è dentro di noi un abbraccio

    Stella davvero per tutti! :)

    Saretta che bello...VanGogh quanto lo amo...e questo caffè...quando sono stata ad Arles ed era davanti ai miei occhi che emozione...ti sono vicina un abbraccio

    Micaela si si era davvero buono

    Dida si....come dono..è quello che pensavo ieri mentre ascoltavo i brani dei miei compagni...un abbraccio

    Kitty...spero sia un dolce abbandono quello a cui ti lasci con questi pensieri...e se provi il riso fammi sapere! un bacione

    Silvia, Manu...non so io ho capito per me...che è questo filo tensore che ti fa stare bene anche se stai male...un bacione

    RispondiElimina
  17. Noooooo! "caffè di notte" di van gogh... !!! Amo questo dipinto!!!!!!!!!!!!! ottimo risotto!kiss

    RispondiElimina
  18. in questo periodo ne ho tanto bisogno speriamo di ritrovarla ;)
    ps il tuo riso mi attira molto!

    RispondiElimina
  19. non lo so cosa sia serenità, credo che sia una cosa da ricercare giorno per giorno, sorridendo e scrollandosi di dosso i pensieri brutti, cercando un po' di leggerezza...
    forse mi sono compresa solo io :S

    RispondiElimina
  20. Oggi mi viene tanto da piangere ma leggere la tua Serenità mi accarezza. E faccio finta che quel filo sottile trascini anche me.
    Un bacio:*

    PS: ma non è che magari posso farlo anche io questo corso di teatro insieme a te? Invadente?

    RispondiElimina
  21. Serenità..... a lungo l'ho cercata, ancora la cerco, la troverò mai????
    Bacione gallinastra... ^_^

    RispondiElimina
  22. son contenta per te....e questo risotto è davvero originale, con sapori che mi attraggono molto,bacio!

    RispondiElimina
  23. ciao tesoro un bacione ed un abbraccio forte!!!

    RispondiElimina
  24. (^_^)ciao Lo ,complimenti proprio un bel pensiero (-_^) scommetto che sei la prima del tuo corso (^_^)
    p.s. il riso dev'essere proprio buonissimo ciao un abbraccio

    RispondiElimina
  25. La serenità è l'obiettivo di tutto...è il traguardo più meraviglioso che esiste

    Ottimo il risutin!!

    RispondiElimina
  26. Serenità può essere pure una bella
    sc..
    Scorpacciata che hai capito!!!!
    Sentirsi appagato dopo aver provato un buon piatto, accanto ai tuoi. Anche queste sono piccole soddisfazioni.
    Un saluto Sisifo

    RispondiElimina
  27. Ciao lo, per me la serenità è fondamentale, trovare la pace con me stessa è il mio obiettivo quotidiano....fondamentalmente essendo una persona che pensa in positivo, la raggiungo quasi ogni giorno.
    Faccio un resoconto giornaliero....perchè sulla breve distanza è più facile gestire questo sentimento!
    Bacissimi roberta.

    RispondiElimina
  28. Lo hai scritto tu l'introduzione? Oh, quanto mi rispecchia! Un abbraccio cara, Cat

    RispondiElimina
  29. Mi è piaciuta la tua frase, la serenità è ad un passo dalla felicità, sì è vero. La serenità è essere consapevoli, accettare, capire, credere nella vita, è trovare un posto per noi nel mondo, sentire che è nostro, che ci appartiene, è non snaturare noi stessi o meglio è essere noi stessi, riconoscerci nei gesti, nelle parole. Ma a volte ci si sente estranei a noi, a tutto. La serenità è tutto questo e molto di più. Un percorso dentro e fuori di noi!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  30. Maya è bellissimo vero!

    Panettona lo so e te lo auguro con il cuore un abbraccio

    Elle no dai io ti ho compresa e ora ti abbraccio

    Ines perchè piangi??? ohhhhhh comunque per il corso secondo me si...ti mando una mail

    Susina ovvio che si...la trovi sicuro..un baciolo

    Grazie Marta!

    ciao Manuuuuuuuuuu smuacks

    May eheh fortunatamente non ci sono classifiche nel corso...anche perchè nella fase lettura io sono all'orlo dello svenimento ;)

    Grazie Sara smuacks

    Sisifo comunque in ogni caso avevi ragione ;)

    Roberta secondo me è proprio nel piccolo la serenità un abbraccio

    Cat..si l'ho scritta io...davvero ti ritrovi...che bello! un abbraccio

    Sabrina, Luca che bello il vostro pensiero..bello e vero, vivo! un abbraccio

    RispondiElimina