venerdì 13 febbraio 2009

Mi illumino di meno 2009


Anche quest'anno è partita la campagna Mi illumino di meno per la giornata del risparmio energetico.
Questo è il decalogo proposto per la giornata del risparmio energetico (e anche dopo):

1. spegnere le luci quando non servono
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Risparmiare energia elettrica ha un significato che va al di là del sollievo in bolletta, rappresenta un impegno civile e sociale, una sorta di dovere che abbiamo nei confronti del pianeta che ci ospita.
Davvero ci tengo a sottolineare che tutti dovrebbero impegnarsi a scegliere come migliorare e incrementare le proprie prestazioni ecologiche nel tempo, per un motivo di rispetto della vita e non solo perchè risparmiano due soldi.

Decidere cosa cambiare in modo consapevole e, se la decisione porta a risparmiare, decidere
sempre in modo consapevole come investire in modo ecologico.

Mi spiego: oltre alle cose che possiamo fare in casa si deve andare un po' più in là, pensare anche al ciclo di produzione e all'energia spesa per far arrivare un oggetto nelle vostre mani.
Un litro di latte confezionato che arriva dalla Germania ha un costo ambientale più incisivo di un litro di latte crudo preso alla spina.
Infarinare e imburrare la tortiera ha un costo ambientale inferiore rispetto a quello di usare la comodissima carta da forno, che però produce inquinamento sia mentre si produce sia mentre si smaltisce (e non voglio nemmeno nominare le bombolette spray).
Usare prodotti sfusi è diverso che usare pacchetti confezionati.
Anche comprare un singolo pezzo di un prodotto in cartoleria è meglio che prenderlo al supermercato, perché quasi sicuramente in negozio non li troverete con gli immensi involucri di plastica necessari solo per appenderli al gancino della corsia e a non farli rubare...

Quest'anno nel pollaio abbiamo deciso:
di usare la cucina solare,
di spegnere il freezer e usare solo prodotti freschi,
di lavare i piatti a mano (stando bene attenti al consumo dell'acqua),
di usare la lavatrice solo a 30° o al massimo 40°,
di usare la bicicletta appena possibile.

Ho imparato ad andare in stazione a piedi e non in auto, a cuocere pani e lievitati partendo dal forno spento senza preriscaldamento (e lo farò anche con i muffins come consiglia Onde), ad accendere solo le luci necessarie, ad usare più spesso la scopa e meno l'aspirapolvere, ad essere critica su ogni oggetto che mi capita tra le mani quando faccio la spesa. Ho provato a dare una nuova vita alle cose prima di buttarle, a comprare meglio ma meno, ad usare il microonde al posto del forno tradizionale.

Mi impegno solennemente (e qui il galletto alzerà gli occhi al cielo) a spegnere tutte le luci, evitando di lasciarle accese per gli spiriti liberi che vivono nell'aria (non dovrebbero averne bisogno) e a sopportare un pelino di più lo scuro accontentandomi fino a quando è possibile della luce solare. In realtà trovare nuovi modi per alleggerire la mia impronta ecologica è una sfida quotidiana, ho a volte delle illuminazioni su cosa e come fare, non voglio fermarmi mai.

Ora siccome è il gesto che fa la differenza, voi cosa scegliete di fare e di mantenere?

TORTA NON CI CREDO MA L'HO FATTA AL MICRO ONDE...

A parte le orride foto, credete alla favola di questa torta: con il micro in 5 minuti dentro una tazza, l'ho scoperta sul blog di Mary! Ho provato...è vero ed è buona!

Anche loro si illuminano di meno:

Consumo meno
Senza perdere la tenerezza
Semi di papavero

Fiordisale
Una curiosa
Crocette colorate
I pasticci di Memole
Stella di sale

45 commenti:

  1. Ciao Lo passo di qui per un salutino veloce! Sei mitica mi fai sempre ridere...(parlo del commento che hai lasciato sul mio blog).
    Ed una risata alle 7.59 del mattino è impagabile.
    baci baci e a-ri-baci

    RispondiElimina
  2. Come sempre scrivi cose sensate e sagge. Per quanto riguarda il tuo decalogo, non so propri dovve potrei correggermi ulteriormente, mentre per quanto riguarda l'attenzione nel fare la spesa... E vero, dovrei smettere di comprare gli economici prodotti di importazione e rassegnarmi ai costosissimi prodotti italiani... Magari ne parlerò con il mio capo, se sarà disponibile a darmi un aumento ci penserò ;-)
    Grazie per avermi citata in quanto fautrice della cottura senza preriscaldamento, ma qui sei tu che devi insegnarmi qualcosa: io l'ho sempre adottata per gli alimenti a lievitazione istantanea (quelli che impiegano il lievito chimico) o senza lievitazione (la teglia di lassagne, per esempio); ma per quelli a lievitazione naturale, che ho invece sempre infornato a caldo, come ti regoli?

    RispondiElimina
  3. la torta con il micro? corro a vedere la ricetta originale.
    Ti abbraccio e grazie per questo post davvero utile a tutti

    RispondiElimina
  4. Torta al cioccolato al micro???? La voglio fare anche io:)) Un bacio al risparmio energetico:)

    RispondiElimina
  5. Grazie Lo! Mi farò portavoce anch'io di questa iniziativa!Benchè non abbia alcuna ricetta pronta..
    bacioni

    RispondiElimina
  6. ANCH'IO M'ILLUMINO DI MENO, oggi e sempre...se solo ci mettessimo tutti assieme, ma le persone, a volte, sono zuccone e pigre... e spiegare serve a poco... io, comunque, non mi arrendo e continuo imperterrita a parlare, parlare, parlare....bla..bla..bla...ma non a vanvera! baci.lety

    RispondiElimina
  7. ciaoooo Lo!!! che delizia questa torta cioccolatosa!! e pure al micro!! fantastica!!

    RispondiElimina
  8. Quella del gancino in corsia non l'ho mica capita o___O...
    Mentre per il forno... iniziare a forno spento ma anche tener presente che l'ultima mezz'ora cuoce anche spento! cioè se ha raggiunto la temperatura e manca mezz'ora alla fine della cottura posso anche spegnerlo che cuoce lo stesso..
    Giusto? non so se sono stata spiegata:)
    Grazie per tutti i preziosi semini!
    Un abbraccione:*

    RispondiElimina
  9. Eh si che quella torta in tazza l'avevo addocchiata anche io, solo che il fatto che non abbia il microonde mi frena nel provare a farla al forno.. mah!!!! un bacione grande..

    RispondiElimina
  10. Ciao Lo!
    cerco di stare attenta a tutte queste regole... il mio punto debole riguarda il computer che è gran parte della giornata acceso! :-P
    la torta al microonde è qualcosa di fantastico!
    complimenti per il post!
    un bacio

    RispondiElimina
  11. non ho mai provato i dolci al micro!! sembra deliziosa la tua torta!!! un bacione e buon week!

    RispondiElimina
  12. coccodé... tu non puoi illuminare di meno perché sei come le stelle che brillano di luce propria.
    Quindi ha ragione il galletto, nel pollaio puoi spegnere tutte le luci!

    La tortina microondosa me la sono già scritta (su carta di riciclo!) e la sperimenterò quanto prima.
    E oggi mi illuminerò di meno anch'io con una cenetta a lume di candela con la mia peponzola >3

    RispondiElimina
  13. Arancionissimaaaaaaaaaa....che bello...un bacione!

    Onde..mannaggia ma davvero i prodotti di importazione costano meno dei prodotti italiani? io in questa cosa non mi ci trovo...nel senso che davvero risparmio a comprare italiano o a km 0...invece per la lievitazione naturale è ancora più semplice la cottura...perchè la lievitazione ha bisogno del calore per crescere e praticamente mettendolo a forno spento questa cresce piano e solo raggiunta la temperatura inizia a cuocere. Rischi davvero meno...con il mio forno una pagnotta a 200° cuoce in 30\35 minuti dall'accensione...spero di essere stata chiara, ma si tratta solo di provare...come per me con i muffins! ;) un abbraccio

    Grazie Mirtilla

    Elena è davvero una cosa buffa!

    Elga...dai vedrai che roba strana da non credere e in 5 minuti!

    Grande Saretta :)

    Grazie Stella

    Lo so Lety sei stupenderrimaaaaaaaaa un bacione

    Sara grazie!

    Ines ehehe con il gancino intendevo che spesso ti confezionano le matite dentro ad un pezzo di plastica enorme solo per appenderle in corsia, non potendole vendere sfuse...anche la tua idea è ottima...in effetti spengo e lascio cuocere, ma dici che tiene la temperatura per 30 minuti...urca! un bacione

    Claudia ehehe in effetti senza micro non so ;)

    Laura mannaggia pure il mio punto debole è pc...io a volte vado avanti fino alla carica della batteria senza attaccarmi...ma in effetti sono drogata di pc.... :(

    Micaela la torta è buona e velocissima...è un gioco!

    Cri...ma grazie come sei tenerosaaaaaaaa...non so se il galletto condivide il pensiero però...ehehe un bacione alla Peponzola!

    RispondiElimina
  14. "M'illumino di meno", un'iniziativa che aiuta ad illuminare sempre più,
    i buoni propositi di chi la sostine...
    Baci.

    RispondiElimina
  15. Peccato! Il micro non ce l'ho!...

    RispondiElimina
  16. buona la torta, velocissima!
    Per quanto riguarda i consumi anche io sto molto attenta, anche se lavorando tutto il giorno e con una casa e 2 bimbi le comodità e gli elettrodomestici sono una manna e un bel risparmio di tempo e fatica, però sto attenta ad utilizzarli in maniera responsabile e senza sprechi! ne guadagna la natura e il portafogli!

    RispondiElimina
  17. ciao Lo, consigli utilissimi, alcuni già li seguo, su altri dovrei perfezionarmi. Qui in Svizzera la cosa che mi mette più in difficoltà è l'acquisto di prodotti alimentari che facciano meno strada possibile per arrivare, soprattutto perché i prodotti locali sono molto distanti da quelli della dieta mediterranea e della cucina italiana a cui davvero non riesco rinunciare. Cerco comunque di fare del mio meglio. Già che ci sono faccio anche mille compliementi alla gnoma per la sua pagella! e ti dico che probabilmente ti copierò il cheese cake alle banane prima o poi! Mi ispira moltissimo!!! ciao, a presto, S.

    RispondiElimina
  18. Sì, sì... molte cose di importazione, soprattutto nei discount, costano meno di quelle italiane... Sulla qualità, poi, non discuto, ma, putroppo, va trovato un compromesso... Per il pane, mi sa che non ho capito... Il tempo in cui il forno si scalda lo consideri parte della lievitazione o della cottura? Cioè, va a ridurre la cottura o il tempo di lievitazione? Approssimativamente di quanto? Io non capisco bene la cottura dei lievitati, mi baso sempre sul tempo indicato nelle ricette, ma con questo sistema immagino cambi...

    RispondiElimina
  19. Cara Lo, non avevo pensato così attentamente ai processi produttivi di quello che metto nel carrello... prometto che farò più attenzione! Grazie per il prezioso decalogo e per quella torta che mi tenta fortemente...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  20. Ciao
    allora alle 18.00 luci spente,mi piacerebbe abitare in città per vedere quanti lo fanno, per sentirmi parte di un mondo.....così per mera soddisfazione!
    Invece abito si in centro ma attorniata da case abitate da anziani che di per sè risparmiano, perchè sono cresciuti con il culto del risparmio, anche se no sanno di quale tipo...
    Mi ha davvero intrigato la cucina solare, ma costa molto?
    Io uso spesso le pentole di coccio, anche quelle vecchie vecchie, per le lunghe cotture e mi piacerebbe avere una 'cucina economica' che cucinando scalda.
    A casa non ho il micro, in ufficio si per cui proverò il dolce anche per la pausa......
    ciao

    RispondiElimina
  21. anche qui mi sento in buona compagnia!!! ciao ciao Caty2

    RispondiElimina
  22. io sono quella degli interuttori...non hai idea di quanti ne spengo quando arrivo al lavoro , e ti guuradano strano , poi un giorno ho detto a una collega - lo faccio per salvare un albero - e li per li mi ha guardato strano .ma poi quando l'ho rityrovata ha detto che ci ha pensato e adesso lo fà anche lei!!insomma spengo sempre tutto quello che posso!un abbraccio

    RispondiElimina
  23. pagnottella illuminamoci sorridendo ;)

    Laura è ovvio che ti capisco...ognuno deve trovare il suo equilibrio per stare bene...sei in gambissima!

    Silvia posso capirti...ma so anche che conoscendoti farai il meglio...grazie per la gnoma e se fai il cheese avvisami! un bacione

    Onde...ah ora ho capito...in effetti forse certe cose non le vedo nemmeno..sai quando hai trovato un modo di fare la spesa vai in automatico e non osservi più quello che sta vicino...allora per il pane prova così:
    quando è ora di cuocere, schiaffa in forno e accendi...io una pagnotta fatta con 500 gr di farina la metto a 200° statico ed è cotta in 30\35 minuti, la pizza in 20\25 minuti... quando è dorato spengo e lascio altri 10 minuti...prova e solo questione di farlo una volta...fammi sapere! un bacione p.s. la cosa divertente è che io sono assolutamente in ansia nel provare lo stesso metodo dove uso lievito chimico....

    Grazie a te Camo...un abbraccio

    Margherita ..la cucina solare costa la più grande intorno ai 300 euro non è tantissimo....qui trovi i link del rivenditore... se no chiedi pure! :) Nella cucina solare si usano pentole in acciaio

    ciao Caty :)

    Caty così si va..vedi con l'esempio si cambia un bacione

    RispondiElimina
  24. Cio lo, ho postato anch'io il decalogo, purtroppo nella mia zona silenzio assoluto su questa lodevole iniziativa da parte dei media e degli enti locali!!!
    Peccato veramente...
    Baci roberta

    RispondiElimina
  25. Anche a casa di Simo, nel nostro piccolo, ci stiamo impegnando a cercare di illuminarci di meno...basta tanto poco, davvero!
    Bacioni!
    Sai che la torta mi incuriosisce troppo...???!
    Vado subito a vedere...........

    RispondiElimina
  26. Cercherò di darti retta, qualche cosa già cerco di farla.
    Sisifo

    RispondiElimina
  27. Figurati se mancavo a questo appuntamento,pensando che vale di più il miglioramento ecologico che il risparmio energetico,che in casi come questo è quasi simbolico, però esprime la volontà di fare meglio.

    Ti saluto caramente,fa i miei complimenti alla gnoma per la pagella e buona fine settimana!

    RispondiElimina
  28. Sul tuo blog trovo sempre consigli stupendi.
    Ma sai che non ci credo ma ho fatto anche io una torta al cioccolato al microonde ed era sgusita Ciao

    RispondiElimina
  29. Sul tuo blog trovo sempre consigli stupendi.
    Ma sai che non ci credo ma ho fatto anche io una torta al cioccolato al microonde ed era sgusita Ciao

    RispondiElimina
  30. mi dispiace non aver potuto fare ieri un post apposta per milluminodimeno, anche se ne ho parlato un po' di tempo fa :) ma ha avuto una risonanza ancora più grande dell'anno scorso, evvivaaaa!!!

    Devo andare a guardareil post che hai segnalato, ogni tanto ho provato a fare delle torte nel micro ma non è andata benissimo!
    Un bacione e buon San Valentino!

    RispondiElimina
  31. buon san valentino!!!! baciotti

    RispondiElimina
  32. Roberta...devo dire che anche qui nessuno ne ha parlato, la gnoma e i ragazzini delle medie mi hanno detto che qualcosa è stato detto in classe.....ma insomma!Dobbiamo fare noi il tamtam un bacione

    SEi in gambissima Simo :)

    Grande Sisifo! ;)

    Sirio lo so che c'eri già...grazie!

    Sorby eheh w le torte al MO eheh e grazie

    Cibou grazie auguri anche a te...mi ricordo del tuo post...è vero quest'anno sembrava ancora più presente

    Manu grazie anche a te smcksssssss

    RispondiElimina
  33. Molto interessante la cottura di pane e lievitati senza preriscaldamento :-) Proverò Grazie!

    RispondiElimina
  34. D'accordissimo con quanto affermi!

    Vado a dare un occhio alla ricetta della torta, da buona golosona...!
    Bacio Elena

    RispondiElimina
  35. for you
    http://g1wqgg.blu.livefilestore.com/y1p1UO9NyS2inqu80GeRE2EIJEZPtoTulc3qbfhntDgCTuKq1WajZ8WNwJS1dIwg1mGiEamz_2eSDY/cani%20gatti%20animazione.gif
    Sisifo

    RispondiElimina
  36. Avevo addocchiato anche io quella torta e prima o poi la proverò! Gran bel post! Brava!!!! Buona serata Laura

    RispondiElimina
  37. Bravissima, purtoppo a volte per vari motivi non e' sempre possibile rispettare certe regole salutari per il mondo, io per quel che mi e' possibile ci provo come fai tu ! Baci Lisa

    RispondiElimina
  38. Sai che io non ho mai provato a fare una torta con il microonde???!!!
    Comunque il mio ha un sacco di anni e non so neanche se riuscirebbe bene :D
    Un bacione Ery

    RispondiElimina
  39. benvenuta twostella....grazie a te per la visita! :)

    Elena grazie e corri a sbirciare sembra una magia...golosa!

    Grazie Sisifo che emozione

    Laura grazie!

    Grande Lisa...l'importante è metterci il nostro impegno!!! un bacione

    RispondiElimina
  40. come sempre i tuoi post ci obbligano, volenti o nolenti, a riflettere, avevo parlato anch'io di questa iniziativa sul blog, forse dovrebbe essere fatta più propaganda con più mezzi in più occasioni, ma tant'è cominciamo dal piccolo che ... non si sa mai!
    bacione
    dida

    RispondiElimina
  41. Lo, puoi spegnere tutte le luci, la tua solarità è più che suffuciente.
    Buon inizo settimana.
    Baciotto

    RispondiElimina
  42. Non ho il microonde, ma mi pare proprio un'idea fenomenale :)

    RispondiElimina
  43. Dida questa è un'iniziatva partita dal piccolo e guarda già ora cosa succede...continuiamo anche questa settimana! un bacione

    Nino grazie di cuore che splendide parole

    Cielo è un'idea divertente ;)

    RispondiElimina