mercoledì 25 febbraio 2009

Il mio corpo danza


Il mio corpo che si muove segue un filo sottile, dato dal suono che evoca passaggi remoti, movenze ancestrali, ricordi lontani.
Inizia un po' rigido finché, dimentico dell'intorno, trova la sua assonanza con l'intimo interiore, E si scioglie, scorda le rigidità, i pesi, i doveri e le segnalazioni, dimentica anche me e il mio pensiero.
E' libero, naturale e armonioso e si lascia andare in un flusso di suoni, di movenze tra i cerchi, archi e ritmi sembra finalmente felice di scorrere.
A volte cerca un movimento sfrenato e liberatorio, si muove veloce liberando tra l'altro energie e ansie racchiuse.
Altre è lento e languido e prova a pensare, attraverso il suo meditare e agire.

------------------

Ecco il nuovo compito per il corso di educazione teatrale, scrivere del corpo che si muove e danza....che emozione! Adoro lasciarmi alla musica e farmi possedere da lei! I
Il corso diventa sempre più coinvolgente e importante, un appuntamento che ti lascia il fiato sospeso e ad ogni richiesta ti mette in discussione. Per alcuni attimi pensi, ma chi me l'ha fatto fare, ma non potevo stare a casa...e poi sono in mezzo e riesco a fare tutto, concentrata su di me, a piccoli passi supero alcuni limiti e il senso di rilassatezza è grande. Ora poi un'amica preziosa viene con me a giocare ed osare...insieme condividiamo questa magia. Amica...posso dirlo chi sei?

LA CROSTATA AGLI AGRUMI

300 gr di farina 00
80 gr di zucchero di canna
20 gr di zucchero alla lavanda
1 uovo
150 gr di burro
1 pizzico di sale

3 arance
1 limone
2 uova
80 gr di zucchero di canna grezzo
2 cucchiai di amido di mais
50 gr di burro

Preparare la frolla, impastando tutti gli ingredienti velocemente tra loro e lasciare la pasta a riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Nel frattempo fondere il burro a fiamma bassa, lavare i frutti e grattare la scorza delle arance e del limone, spremerli.
Sbattere le uova con lo zucchero, fino ad avere un composto chiaro, aggiungere l'amido di mais e mescolare bene, unire il succo degli agrumi. Aggiungere il burro fuso freddo.

Stendere la pasta e foderare uno stampo da crostata, bucherellare il fondo con una forchetta e versare la crema a base di uova e spremuta, cuocere a 180° forno ventilato per 30 minuti.

Questa è la torta di compleanno che ho preparato per la gnoma. Lei prima ha arricciato il naso, ponendo un muro di pregiudizi tra lei e la parola limone, poi per farmi contenta ne ha assaggiato un boccone e mentre questo si scioglieva in bocca, ho visto i suoi occhi farsi grandi ed illuminarsi, poi sorridere....ecco la sua torta preferita con una nuova veste golosa! La ricetta tratta da un libretto francese che ho comprato a Carcassone prevedeva più uova, più burro e più zucchero e l'uso di 3 limone e 1 arancio. Io ho invertito contando, per conquistare la piccola, sulla dolcezza delle arance.

38 commenti:

  1. graziosissima!!!
    buonissima anche quella meraviglia di crostata li ;)

    RispondiElimina
  2. Anche a me piace abbandonare il mio corpo alla musica e alla danza, lo trovo davvero liberatorio! Questo tuo corso di educazione teatrale è davvero molto interessante perchè coinvolge molti più aspetti di quanto potessi immaginare...
    La crostata agli agrumi ancora non l'ho provata, la tua sembra molto cremosa...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Cara Lo, mi piacerebbe molto questo corso, anche se mi viene da dire che non so se sarei in grado di affrontare tutti questi compiti. La timidezza è una forma di rigidità, ma penso anche che quando si è lì nel bel mezzo della stanza, il coinvolgimento piano piano scioglie tutti i nodi e così ci si lascia andare. Liberatorio e divertente, ma la cosa più bella è lasciarsi possedere dalla musica e seguirla. Il linguaggio della musica è per me un incantesimo, la sento scorrere dentro e dimentico tutto il resto.
    Buona la crostata al limone, mi piace tantissimo anche la fotografia che hai fatto, stamattina mi sono svegliata con un'immensa voglia di cose dolci!
    Un abbraccio da
    Sabrina
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  4. mmmmhhhhh... che bella questa crostata, potresti partecipare alla raccolta di Gialla con questa ricetta :D
    baciiiiiiiiii

    RispondiElimina
  5. Che bello Lo!davvero interessantissimo questo corso e..qesta tortyina strabiliante?!Che bontààààààààààà!
    bacione e ..ci rivediamo tra 2 settimane!!!!

    RispondiElimina
  6. Che bello il corso che stai facendo! Brava!
    Mi piace un sacco questa torta io la faccio solo con il limone e mi piace molto. Ma questa idea di aggiungere anche l'arancia non è male!

    RispondiElimina
  7. se vedessero danzare me, penso avrebbero uno scoramento irrecuperabile... Però se mi vedessero rifare la tua crostata, potrei anche convincerli che non son proprio da buttare... Un baciottolo.

    RispondiElimina
  8. Questo corso di teatro chje stai facendo ci incuriosisce sempre di più! però è anche un'occasione per uno sguardo introspettivo di se stessi...??!!
    che buona questa crostata..semplice, leggera ma sicuramente particolare!
    baci baci

    RispondiElimina
  9. La ricetta stupenda.
    I compiti per casa..anche meglio.
    Anche io adoro ballare..però son casareccia...faccio tutto qui a casa...con la piccoletta...che vuoi?
    Chi può permettersi il lusso --per ora-- di avere qualche hobby fuori casa?
    Però che gioia ballare.

    RispondiElimina
  10. Dolce e sinuoso preambolo per una crostata che immagino pungente... Bellissima torta di compleanno per la gnometta!

    RispondiElimina
  11. Sono io!! Sono io!! Orgogliosa di venire con te al corso di educazione teatrale!! ..dopo qualche minuto di spaesamento mi ha decisamente conquistato!! Grazie Lo!! E questa torta... bbuonissima!! La faccio la faccio con i limoni di Carate!!

    RispondiElimina
  12. Ottima, ottima!!!! pensa che io ne ho fatta una versione con gelatina di arance e mandarini che posterò nei prossimi giorni .-)))))

    RispondiElimina
  13. bellissima questa crostata! io adoro gli agrumi, devo provarla!

    RispondiElimina
  14. E' molto interessante questo tuo corso di educazione teatrale,
    ti spinge ad analizzarti a 360°, dovremmo farlo un po' tutti!

    ho anch'io lo zucchero alla lavanda, trovo azzeccatissimo questo utilizzo nella crostata agli agrumi!
    un bacione

    RispondiElimina
  15. quanto mi piace sta crostata!!!
    e pure il tuo corso dev'essere proprio interesante, lasciare ilproprio corpo alla musica è una delle esperienze più belle eliberatorie che ioconosco, io adoro ballare e quando ascolto certi ritmi il miocorpo va da sè ... mi sarebbe tanto piaciuto andare a lezione da bambina e anche adesso non disdegnerei affatto ma per queste cose ora si deve essere in due e il mio maritino non è tanto per la quale ... però sono sicura che cifarebbe bene perchè il linguaggio del corpo è bellissimo!
    brava Lo!
    un abbraccione
    dida

    RispondiElimina
  16. chissà che profumo questa crostata! mi paice abbandonarmi al ritmo della musica senza pensieri, piccolo neo, di solito devo farlo con le canzoni dello zecchino d'oro ma con i miei bimbi è uno spasso!

    RispondiElimina
  17. che bel compito Lo!!!! che bello lasciarsi trasportare dalla danza!!!

    questa crostata è meravigliosa!

    RispondiElimina
  18. Grazie Mirtilla! un bacione

    Camomilla che bello vero quell'abbandono? Il corso è una risorsa preziosa non credevo ma è meraviglioso! un abbraccio

    Sabrina il corso è così...difficilissimo a pensarlo, quando ti dicono cosa devi fare maledici l'essere lì poi ti ritrovi a fare cose che non pensavi, ad osare e riuscirci! vi abbraccio forte

    wow Betty non ci avevo pensato! hai ragione, grazie!

    Divertiti Saretta bella e rilassati un bacione

    Kitty credo che solo limone sia meravigliosa...ma la gnoma non avrebbe apprezzato!

    Cri invece come ognuno di noi saresti stupenda....ti abbraccio

    Manu, Silvia ci avete azzeccato è quello un modo per conoscere sè stessi ed è fatto così bene...vi abbraccio forte

    Michela eheh anche qui si organizzano sessioni di danza sfrenata...con lorenzo a tutto spiano!

    Onde un pungente che poi però cade in un dolce morbido... un bacione

    Ines sei tu la mia cara amice che divide questa avventura stupenda!

    Claudia l'aspetto con ansia allora!

    Micaela e se la provi avvisami! un bacione

    Laura esattamente così...non lavoriamo per uno spettacolo, usiamo il teatro come strumento per scandagliarci! la lavanda è lieve lieve e regalo un pizzico di profumo

    Dida si si bisogna trovare un modo per far parlare il corpo...grazie di tutto

    Laura..eheh ma ogni tanto puoi mettere qualcosa per te! un abbraccio

    Grazie Sara un bacione

    RispondiElimina
  19. Col pensiero ballo con te anch'io
    ;-)...Ogni tanto mi fermo però e prendo un pezzo di questa torta..
    Ci vogliono i sali minerali! :-)
    Ti abbraccio tesoro!

    RispondiElimina
  20. Questa torta dev'è essere una bontà, ovviamente devo provarla quanto prima...Sei stata a Carcasonne anch'io due anni fa...che meraviglia quel castello...!
    Baci Elena

    RispondiElimina
  21. stupenda questa crostata, e il corso di danza deve essere molto interessante. un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Questi corsi sono sempre favolosi... Prima o poi mi piacerebbe farne uno.
    La crostata agli agrumi non l'ho mai provata, ma deve essere deliziosa! Poi a me gli agrumi piacciono moltissimo...
    Buona serata!

    RispondiElimina
  23. Quelle rare volte che ballo, mi sento libera.....
    un bacio cara lo, roberta.

    RispondiElimina
  24. Fantastica la tortina e antastico il racconto del corpo che danza...é piacevolissimo leggeri ed io sono assene da un po...sempre di corsa riesco solo a postare qualche ricetta, magli impegni sono tanti e poi...sarà l'avvicinarsi della primavera?....sono un po' stanca!!!!

    un bacio grande grande!

    RispondiElimina
  25. esperienze , possiamo chiamare così tutto quello che il corpo tocca ; è quello che invece disegna con se stesso?E' forse esperienza dell'aria , del pensiero , del nostro fruire nel tempo e nel non conosciuto; deve essere un corso che ti regala tante nuove sensazioni!!ho letto attentamente la ricetta e deve essere veramente un sapore speciale.Un abbraccio a te e alla gnoma!

    RispondiElimina
  26. Ciao, mi ha attirato il titolo e quello che hai descritto e semplicemente favoloso e ...vero!!io seguo un corso di danza creativa ed è esattamente quello che provo quando inizia la musica..lasciarsi andare senza passi o schemi preordinati con i passi di ballo! che liberazione e come stai bene dopo .... io sono di Milano zona Sud, se qualcuno che legge è interessata scriva che do' i riferimenti ...
    un bacio dalla
    Gallina Albe

    RispondiElimina
  27. Che meraviglia di torta Lo! E ci credo che la gnoma ha apprezzato!
    Grazie per i consigli su Macchiolina...
    Ma tu il tuo cagnolino lo tieni dentro o fuori casa? Macchia dovrà stare fuori in futuro..ma ora la notte dorme in tavernetta...non ci abbandona mai, è dipendente quasi in tutto...aiuto...mi sento soffocare in certi momenti...si, gli voglio bene, ma...quando comincerò a vedere qualche piccolo progresso di indipenndenza e distacco da noi?
    Alla sera sono distrutta, la notte non riesco a riposare...
    Scusa lo sfogo, e grazie di esserci sempre...non abbandonarmi ti prego...ne ho bisogno più che mai in questo periodo....
    Salutami anche marco e digli che appena potrò passerò anche da lui...
    Ciau!

    RispondiElimina
  28. Dai Pagnottella facciamo ballotortaballotorta così scoppiamo a ridere e sbruffiamo le bricioe ovunque! un bacione

    Elena la torta è davvero buonissima! Da provare di sicuro! Carcassone è bellissima vero? :)

    Carmen grazie! In relatà è un corso di educazione teatrale dove abbiamo sperimentato il movimento! è fantastico

    Carolina allora devi provare la crostata..perchè è davvero piacevole...e il corso se ti capita è una grande occasione :)

    Gturs...come ti capisco anche io..e da sempre...un abbraccio

    Cara e dolce Mari non ti preoccupare...immagino l'impegno e sono davvero stanca anche io...ma non sarà la primavera che non arriva mai? ti abbraccio

    Caty tu sei saggia, pura e vera ed è vero quello che scrivi...ti abbraccio forte

    Benvenuta Gallina Albe...che piacere trovarti nel pollaio...ascolta io ti faccio una proposta se ti va ti lascio uno spazio qui nel blog in cui ci racconti questa esperienza...che ne dici? se ti va contattami alla mail galline2ndlife@yahoo.it a presto

    Cara dolce Simo...stai tranquilla pensa che un cagnolino cresce in fretta frettissima e quindi passerà in fretta, la mia cagnolina era piccina picciò ed estremamente appiccicosa..però è successo proprio come te..all'inizio in taverna poi fuori, con i primi caldi...era arrivata anche lei in questo periodo. Se hai bisogno sono qui o a casa ...mettile a disposizione un sacco di giochi e stimoli, ma non tutti insieme uno alla volta...offri un gioco nuovo quando è stufa del primo e non lo calcola davvero più, lasciale anche la radio accesa e se piange un po' ignorala, impara di sicuro...e passerà veloce! un abbraccio

    RispondiElimina
  29. Ciao Lo, è molto bello quello che hai scritto...la danza aiuta a riappropriarsi di sè stesse...^-^ e la torta ha proprio un aspetto fantastico, anche se anch'io tendo ad essere un po' circospetta quando c'è di mezzo il limone nei dolci...ah, scusa per l'assenza e ti volevo ringraziare, mi hai dato lo spunto per linkWithin grazie ^-^ a presto!un bacione

    RispondiElimina
  30. Ah dimenticavo, puoi per favore sostituire la locandina per Lucky con una sua semplice foto e descrizione perchè qualche genio ha pensato bene di utilizzare i numeri di tel diversamente da quanto richiesto!grazie mille cmq per la tua disponibilità!un abbraccio!^-^

    RispondiElimina
  31. interessante il corso di recitazione teatrale e interessante la crostata agli agrumi...ultimamente li adoro questi frutti...
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  32. Kia cara bentornata...immagino periodo di esami!Per il dolce fai come la gnoma solo arance!..ma per fare la crema vegana...aumentiamo l'amido di mais? per lucky ho sostituito! :)

    Cara Elena grazie mille!

    RispondiElimina
  33. La fortuna più grande nella vita è trovare situazioni che ti obblighino a metterti in discussione, è la cosa più difficile ed anche quella che ti fa crescere di più.
    Tutto quello che io so fare è il risultato delle difficoltà che ho incontrato, affrontato e superato....e soprattutto delle domande che mi sono fatta e dei tentativi infiniti di risposta che tento continuamente di darmi.
    Più ho paura più accetto la sfida, infatti a 41 anni sto ricominciando tutto da capo!

    RispondiElimina
  34. Io non ho mai danzato ... rigida come un tronco secco!
    Ultimamente, invece, prendo in braccio il mio cucciolo e giro giro giro al suono delle canzoncine dello zecchino d'oro (regalo della sua sorellona!) ... e lui sorride contento e io mi sento leggera e leggiadra come una farfalla :o)
    Buona giornata
    *Cinzia*

    RispondiElimina
  35. Fabiana come sono belle e vere le tue parole...il segreto è non avere paura delle sfide ma saperle onorare...in bocca al lupo per il tuo nuovo inizio e grazie

    Cinzia...nessuno dentro di se è un legno...e ora la gioia immensa più forte del nostro controllo ti lascia libera di muovere al di là di tutto solo per esprimerla...come sei bella! un bacione

    RispondiElimina
  36. Super, come va???? bella la torta al limone, posso diminuire la razione di burro???? non che non mi piaccia ma sono un po' cicciottella.... baci


    non riesco più a postare con blogger non so cosa sta succedendo

    RispondiElimina
  37. Rosy anche a me ieri mi ha fatto impazzire...bho.....qui tutto bene e per te? Per il burro fai cosi impasti con 80\90 gr di burro sciolto e ti viene comunque un'ottima frolla! se fai altre prove light avvisami che mi piacciono anche a me! un bacione

    RispondiElimina
  38. Che buona deve essere, mi piacciono molto le corstate agrumate !! baci Lisa

    RispondiElimina