lunedì 12 gennaio 2009

Sul mio regno il sole non tramonta


Il sole arriva da qualche giorno, forte e splendente e piano scioglie i cumuli di neve. E' un bel compagno, rende tutto più semplice. Il sole è un amico, che torna a sorriderci dalle finestre scaldandoci. E' per ospitarlo che ho deciso di levare le tende dai vetri. Anche il gatto ne cattura i raggi per colorare il suo mantello. E' una domenica lenta e dolce. Abbiamo passato delle felici serate, ognuno a modo suo, ma in ogni caso circondati da belle persone. Persone a cui io voglio bene e che hanno il dono di farmi ridere e di essermi vicino.
Ora riordino qualcosa. Ho finito il secondo capitolo della tesi, la mia mente ritiene che dopo uno sforzo bisogna premiarsi con una vacanza di nulla. Ho ancora nelle orecchie la voce chiara e limpida della mia gnoma, che martedì ha, per la prima volta nella sua vita, iniziato a realizzare il suo sogno.
"Voglio fare la cantante. Ma anche l'attrice, magari scrivere un libro e anche la dj. Se lo fa Fabio Volo, posso farlo anche io." E così dopo lunghe prove, molto lavoro, con una piccola compagnia teatrale di gnomi hanno presentato al pubblico lo spettacolo. Lei corista in tutte le canzoni, solista in una. Avevo pensato che sarei scoppiata a piangere o cose del genere, ma quando la sua voce ha iniziato a librarsi forte e chiara, l'ho vista guardare il pubblico con decisione e il sorriso sulle labbra, sono rimasta con gli occhi catturati, pensando "cavoli..è brava!"
Sono rimasta colpita anche dalla sua strana insoddisfazione: per sentirsi piena avrebbe cantato, da sola, con il microfono in mano, ancora per molto.
Sono orgogliosa e felice di questo gnomo che ha deciso di vivere con me.
Ora insieme ci guardiamo per millanta volte il video e siamo felici. Lei di crescere, io di vederla crescere. Sappiamo che c'è un tassello in più, che ora dopo questa prova non è come ieri.
Io nel frattempo devo acquistare una tuta nera. Mi sono iscritta ad un corso di educazione teatrale, ma per il motivo opposto dello gnomo. Perchè per me è un black out, è tabula rasa, è vergogna e agitazione. Avere tre persone di fronte a cui fare un discorso è paura, un microfono è strumento di tortura e un palco un luogo oscuro. Perché per me è un blocco, perché quando me l'hanno proposto ho con troppa veemenza detto no e accampato scuse, perché poi allo specchio sapevo che quelle scuse erano il nome di un mio limite. Ho attivato il processo per rinominare, ora limite è diventato sfida e vedrò con il tempo in cosa si trasforma.
Infine credo che farò di tutto per andare a salutare Elle, quando passa vicino a qui!
Per il resto prendiamo il sole e l'energia, anzi venite da Marco c'è un caffè solare che vi aspetta.



400 gr di noci dell'Amazzonia
200 gr di zucchero
6 albumi d'uovo
burro
farina

Tritare molto finemente le noci.
Montare gli albumi a neve soda e aggiungere poco alla volta il trito di noci , lo zucchero, passato nel tritatutto per renderlo a velo.
Mettere il composto in una pentola antiaderente e cuocere a fiamma bassa per circa mezz'ora sempre mescolando con un cucchiaio di legno. Il composto si addenserà. Lasciarlo riposare per 10 minuti, poi distribuire il composto a cucchiaiate sulla piastra del forno ben imburrata e infarinata.
Cuocere in forno preriscaldato a 170 gradi per circa 40 minuti evitando di aprire lo sportello.
Una volta raffreddati, staccarli dalla teglia.

I brutti e i buoni: qualcuno dice che siano piemontesi, altri che siano di Varese, anzi di Gavirate. Io ho ovviamente mangiato quelli di Gavirate, avvolti nella carta velina, buonissimi. Non avrei problemi a mangiare anche quelli piemontesi! I miei sono decisamente non usuali, visto che ho usato prodotti del commercio equo. Ci sono piaciuti molto, a noi e a chi li ha ricevuti in dono, credo che la prossima volta cambierò il modo di cottura, magari abbassando la temperatura e cuocendoli più a lungo, per avere un maggior effetto meringoso.

38 commenti:

  1. Complimenti alla tua dolce e forte gnoma! Anch'io spesso ho tanto da imparare dalla mia........
    Un bacione grande a tutte e due...ed un morso ad un brutto e buono che adorooooooooo

    RispondiElimina
  2. Ciao Lo!
    Che carina la tua gnoma, è davvero coraggiosa e determinata! Io sono come te, ho il terrore di tutto ciò che comporta parlare ad un pubblico di più persone... pensa che quando ero al lice abbiamo dovuto fare una rappresentazione teatrale e l'unica parte, per così dire, che mi sono sentita di fare è stata quella dell'albero...
    Un bacio grande e complimenti per i biscottini!!!

    RispondiElimina
  3. deve essere stata davvero una grande emozione vedere la tua gnoma esibirsi e cantare ( io invece son sicura avrei pianto...) , sono certa che nella vità seguirà quello che la ispira e la fà sentire bene e protagonista della sua vita. in quanto alla tuta , l'unico consiglio sull'argomento che ricordo di aver letto è quando sei davanti a tutti , e la voce e le gambe tremano , cercate un paio di occhi gentili ( che sempre ci sono ) e parlate a quelli e tutto il resto sparirà. ti mando un abbraccio e saremo qui a seguire questa tua nuova entusiasmante avventura.

    RispondiElimina
  4. E io ti dico che i Bruttibuoni sono di Prato!!! Vabbè, non ha importanza, qualsiasi sia la loro origine sono eccezionali! Sai cosa mi ha colpito nel tuo racconto, più dell'esibizione della gnoma, più della tua decisione di "superare il blocco" iscrivendoti a un corso di teatro? La frase "... questa gnoma che ha scelto di vivere con noi": evoca un concetto bellissimo, l'idea che gli angioletti a giro per la quarta dimensione decidano dove prendere corpo e si scelgano da soli i propri compagni di avventura! Mi piace pensare che sia così, da piccola i miei genitori mi raccontavano che erano venuti a prendermi su una nuvoletta, dove li stavo aspettando per andare a vivere con loro :-) Poetico, no?

    RispondiElimina
  5. Mììììì è nata una gnoma !!!!!
    In bocca al lupo allora !!
    Posso prenotarmi per un autografo... hai visto mai :-D
    Certo che promette proprio bene: nessuna paura.... bravissima !!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Lo... complimenti per la tua "gnometta" deve essere stata un'emozione così grande sentirla cantare...Un bacione e buon inizio settimana... ._)))

    RispondiElimina
  7. Inutile dirti che l'idea di parlare in pubblico terrorizza anche me, credo che farei una pessima figura. Forse dovresti prendere esempio dalla gnoma;)
    Sai che ha colpito anche me la frase "questa gnoma che ha scelto di vivere con noi"?:)
    Buona settimana, lo:)

    RispondiElimina
  8. in queste giornate così fredde, gelide e umide, qundo vedi un raggio di sole sembra quasi una benedizione, ed ti rasserena tutta la giornata!!!a proposito quesi biscottini devono essere deliziosi....buona settimana

    RispondiElimina
  9. Complimenti per la tua gnoma, deve avere un bel caratterino!!
    Belli i biscottini, io li ho sempre fatti solo con le nocciole ora li provo anche con le noci ciao

    RispondiElimina
  10. Mi sa che la piccina ha preso da mammà!:)
    Buonissimi i tuoi brutti buoni!Pensa che ero indecisa tra quelli ed i cantucci ed alla fine..passa da me che te ne offro un po'!
    Baci solari!
    saretta

    RispondiElimina
  11. Caspita una cantante in famiglia!!!! Io la capisco la tua gnometta.....la cosa più bella che c'è è cantare e con un pubblico che ti ascolta silenzioso e attento....e poi con il microfono che ti permette di modulare la voce più facilmente, è una vera figata! Falle i complimenti da parte mia! A proposito della mamma della gnoma......è mooolto coraggiosa....brava! I biscottini equosolidali sono equogustosi e equoacquolinosi...e..... lì proverò... hehe
    a presto Pippi

    RispondiElimina
  12. ciao gallinella bella! ma che bello ch'è il tuo Agamennone al sole! anche qui è stato bello ieri ed abbiamo fatto una splendida e lunghissima passegiata lungo il fiume. avevo proprio bisogno di fare un bel bagno di luce e di respirare l'aria mite che mi risvegliava dal mio torpore!
    ai fornelli non tornerò ancora, per un po', non ho stimoli e col pc a corto di energie non ho voglia di cimentarmi.
    un bacione grande ed affettuoso a te ed ala gnoma che cresce bella e forte!

    RispondiElimina
  13. bravissima la tua piccola...io sono come te invece...mi prende la paura ad avere un pubblico:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  14. bellissima!!!!
    qui oggi viene gia'acqua da fare paura!!!!
    un bacione e buon inizio settimana ;)

    RispondiElimina
  15. Lo, sei davvero incredibili! Ogni volta che ti leggo, scopro cose mai pensate e immaginate!.. Chi l'avrebbe mai detto che hai paura del pubblico? Tu, con la tua capacità di esprimerti così forte e chiaro, così brava con le parole, così brava a catturare l'attenzione di chiunque!..
    In ogni caso, ti ammiro anche perché sei decisa di trasformare un limite in una sfida ( da vincere!)
    La gnoma è troppo tenera e determinata nello stesso tempo!
    CHe mamma e figlia meravigliose!
    UN abbraccio forte-forte!

    RispondiElimina
  16. ciao! passavamo solo per un saluto veloce veloce..e nel frattempo prendiamo uno di questi biscottini!!
    un bacione

    RispondiElimina
  17. complimenti per la tua gnometta e per quesi dolcetti, devono essere troppo buoni! un bacione e buon lunedì!

    RispondiElimina
  18. Ma che soddisfazione avrai avuto a vedere la tua gnoma realizzarsi!Complimenti ad entrambe..e continuate così, a seguire i vostri sogni!

    RispondiElimina
  19. E allora forza Gnometta!!!!! kiss

    RispondiElimina
  20. Simo hai ragione insegnano molto, un bacione!

    Camomilla...ehehe avrei fatto la stessa cosa...se proprio dovevo facevo l'albero pure io e se no...stavo dietro..ad organizzare, preparare,fare...
    un abbraccio

    Cara Caty...ero sicura di piangere...ma lo stupore mi ha colpito...so ch eè brava, ma lì era un'aòtra cosa...trasformata dal palci e così sono rimasta lì...proprio oggi parlavamo di quello che è cambiato e lei mi raccontava che pensava di non essere capace..ma ha deciso di farlo se no come fa a fare la cantante? ;)

    Onde di Prato???? eheh vabbè mi sacrifico e mi mangio pure quelli...e per il resto è così...sono convinta di essere stata scelta da Marta per essere tra mille quella persona che mediava per lei da là a qua...io ci credo!

    Jajo..eheh sto pensando anche io di iniziare a raccogliere autografi....oggi mi ha promesso che mi manterrà lei quando non vivrò di pensione ehehehe grazie!

    Claudia si un'emozion...proprio per vedere questo impegno realizzarsi, per osservare come si muove, come fa...un bacione

    Sweet...come ti capisco parlare in pubblico...quelle poche volte che l'ho fatto sono stata pessima...è un po' che ci lavoro, ma questa sarà la prima cosa vera che faccio...e per il resto come ho detto a Onde...ti dico lei ci ha scelto...lo so!

    Pamy il sole in questi giorni è stupendo...inizia ad acquistare forza, ad allungare le giornate, ad asciugare le lenzuola ehehe

    Sorby...si la gnoma sembra essere forte...se provi poi dimmi come ti sembrano

    Saretta eheh invece no...io davvero non avrei quella capacità da palco...sverrei...io mi sento a disagio lì sopra solo se ci salivo per andare a prenderla a fine prove...figurati e poi io sono stonata come una campana eheheh è proprio talento

    Pippina..leggerò sicuro il tuo commento alla gnoma...sarà lieta di sentirsi compresa...e grazie un bacione

    Sunny tesoro hai visto che gatto pancione e morbidone? un bacio grande

    Anna proprio così..posso organizzare eventi memorabili, ma non chiedermi di presentarli...lei invece ne ha bisogno!

    Mirtilla sole sole sole e meno male!un bacio

    Rossa eheh che ti devo dire...è proprio il pubblico che mi sgomenta...se ero al lavoro in riunione mi dovevano sgomitare per farmi stare zitta...se solo si immaginavo che con un microfono otteneva l'effetto in un attimo...per me ha signifcato molto anche la mia tendenza a diventare rossa e le parole poco carine spese per me quando ero piccola...la gnoma voglio che sia sicura di sè, al di là degli altri, grazie per le tue belle parole...mi emozionano un bacione

    Manu, Silvia prendete pure e un bacione

    Micaela grazie di cuore!

    Elisa che bel augurio...faremo il possibile..:)

    Mara dai eheh così divento rossa e mi inibisco...grazie!

    Maya ...e forza gnomaaaaaaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  21. Questi biscotti già li adoro.
    E pure la gnoma già la adoro.
    (comunque, finché ho la pentola sul fuoco sono passata di qui e stavo per spiluccare un biscotto quando ho visto in basso a dx un messaggino che mi diceva che Lo ha lasciato un commento... telepatiaaaaaaa ciabattosaaaa!)

    RispondiElimina
  22. TI VOGLIO BENE MIPIACE AGAMENNONE
    SALUTAMI MARTA

    RispondiElimina
  23. Ma complimenti alla tua gnoma!!!! Non ci crederai ma anche io non amo molto stare sul palco ed il contatto con il pubblico eppure cantando è all'ordine del giorno esibirsi per qualcuno ... qualche anno fa ero molto più faccia tosta ora mi devo sforzare e non poco ! Buona serata Layra

    RispondiElimina
  24. Cri telepatia ciabattolosa....i biscotti guarda che meritano davvero..poi se trovi qualche barbatrucco per la cottura dimmelo

    Pepi...farò leggere il tuo commento alla gnoma..hai visto che gatto!!! Quando vieni a coccolarlo? Ti voglio bene anche io un bacione grande

    Laura allora rimango ancora più a bocca aperta a guardare la gnoma :)

    RispondiElimina
  25. pensa che anch'io alla sua età mi sono esibita per un concorso locale, a cantare con microfono....poi nel tempo però l'idea di salire sul palco
    mi faceva venire il fiatone...... ho preferito cambiare percorso...tu va al corso di educazione teatrale....e
    poi ci sveli i barbatrucchi...oppure
    ci fai un corso online....saremo disciplinate promesso...se c'è anche Brii sarà un po' difficile.. ;-)))

    RispondiElimina
  26. Ciao Lo! Bello il corso di educazione teatrale..ti capisco, anche io avrei trato mille scuse, me il teatro è emozionante e affascinante, basta rompere il ghiaccio e vedrai che sarà bellissimo! Hai anche la gnoma ad insegnarti i trucchi del mestiere!! A presto!! Buon inizio settimana! Silvia

    RispondiElimina
  27. ♫♫♫ Ciao Lo ,complimenti ...non mi stancherò mai di leggere i tuoi post sono bellissimi (^_^)

    in quanto alla riceta ...slurp saranno forse brutti ma sul buono non ho dubbi (^_^)

    p.s nel mio blog ho qualche premietto che a mia volta o donato a tutti voi che mi venite a trovare quindi quando hai tempo e se ti va passa a ritirarli
    (-_^) un abbraccio e un bacione grande ♫♫♫

    RispondiElimina
  28. sai Lo ti suggerisco di fissariti questi ricordi di crescita comune proprio dentro al cuore. Pian piano che questi gnomi crescono e cambiano (e come cambiano!!), serve sempre ricordare il percorso fatto e riconoscere quanto sono stati importanti certi momenti comuni. E ancora una cosa ti suggerisco : riesci a ricordare te piccina in momenti simili? Anche tu sei stata gnoma sicuramente. A volte faccio proprio questo esercizio di memoria, a volte scrivo quello che ricordo di me piccola. Mi aiuta anche a entrare un pò più in sintonia con questo marziano 18enne che mi gira per casa!! ora metterò su FB qualche sua foto, così potrai capire meglio! Ti abbraccio Caty2

    RispondiElimina
  29. Lo so che te l'hanno dato tutti, ma non potevo non darlo a te: passa passa...

    RispondiElimina
  30. mia cara Lo ... sei splendida!
    dai un abbraccio forte alla tua gnoma ... mi hai fatto emozionare come se stessi lì a sentirla cantare pure io!!!
    spero proprio che riuscirai ad incontrare Elle, sarà un pò come conocerti anch'io in attesa di quel che il futuro potrebbe riservarci chissà ...
    ti abbraccio forte
    dida

    RispondiElimina
  31. Cara, ho visto che mi hai chiesto quanti anni ho: 32, 33 il prossimo Febbraio (vecchia...)

    RispondiElimina
  32. Marta ma anche te una piccola promessa della musica leggera...eheh e cosa cantavi? per i barbatrucchi stiamo a vedere cosa succede...ho già fatto iscrizione e pagato per evitare di cambiare idea...

    Silvia il teatro è emozionante davvero...ma non potevo accontentarmi di essere una brava spettatrice eheheh un bacione

    Grazie May...sei un tesoro

    Caty è un ottimo suggerimento...lo farò...in parte già lo faccio...ma io piccina in momenti simili? Completamente rossa mezza svenuta...eheh aspetto le foto :)

    Cri grazie mille un abbraccio

    Dida anche io spero di incontrare Elle...e chissà se magari un giorni la gnoma riuscirà a farti sentire la sua voce dal vivo

    RispondiElimina
  33. Ma quanto è brava questa gnoma! complimenti! Ma sai che anch'io entro troppo in crisi se devo parlare ad un pubblico?!! Non posso pensare all'ansia che mi monta dentro... terribile! E la cosa è limitata al solo parlare, perchè per 15 lunghi anni della mia vita ho studiato danza classica e non ho mai avuto problemi a salire sul palco. Ma parlare è un altro paio di maniche!

    RispondiElimina
  34. ecco Babi...proprio così...io nemmeno altre esperienza ...panico e basta e con grande difficoltà mi sono controllata in rari casi...;)

    RispondiElimina
  35. Bella l'idea del teatro!
    Anche io ho sempre avuto difficoltà a parlare in pubblico...tuttavia sono riuscita a cantare...una volta perfino da sola, incredibile!
    Per fortuna quando si sta sul palco non si vedono le facce altrui, questo aiuta molto.
    Goditi la tua gnometta, sono momenti indimenticabili!
    Trovo davvero simpatico anche il micio e come te ho tolto da tempo le tende, perchè nonostante io ami la neve ho anche bisogno del sole.
    Quando l'inverno si fa troppo lungo inizio a scalpitare!

    RispondiElimina
  36. Anice il sole deve entrare e quello scalpitare lo conosco benissimo! un bacione

    RispondiElimina