venerdì 12 dicembre 2008

Nonne nonnine....


La nonna Pina non era un'amante della cucina...mi ricordo che raramente ci si fermava da lei a mangiare e in quella occasione c'era rigorosamente pastina, prosciutto cotto e formaggio. Mi ricordo anche che non sopportava toccare la pelle delle pesche e che le mangiava solo se qualcuno le sbucciava per lei. C'era anche questa storia fantastica che mi raccontava del mio papà: lui piccolo e lagnoso aveva fatto una fila di capricci disperata per mangiare, lei aveva tentato una serie di proposte ed erano cascati sull'uovo sbattuto con lo zucchero o sul caffè-latte...davvero non ricordo, ma ricordo benissimo il brividino lungo la schiena di quando mi diceva che aveva perso la pazienza con il mio papà bambino e la scodella gli era finita dritta sulla testa, tutta sbrodolante!!!
Invece la nonna Teresa era molto più brava a cucinare, aveva una passione per la Pastamatic, la stessa che troneggia nella mia cucina, la stessa che faceva impazzire lei dopo un certo quantitativo di produzione e che fa impazzire me dopo lo stesso quantitativo. Non ho in mente dei piatti particolari preparati da lei, ma so che ero molto felice quando passavo le vacanze con lei. Mi ricordo che diceva che le piaceva tantissimo riso e latte e che spesso parlava della polenta bianca. Introvabile e magica polenta bianca, quella che una volta i veneti facevano per le occasioni speciali. Non mi sembra di averla mai mangiata fatta da lei.

POLENTA BIANCA AL MICRO

200 g di farina di mais bianco
1 litro d'acqua
1 cucchiaino di sale

Tempo di preparazione e di cottura: 17 minuti.

Fare scaldare l'acqua in un recipiente capace e, prima che raggiunga l'ebollizione, unite la farina versata a pioggia, mescolando in continuazione, e un cucchiaino di sale. Quando la farina sarà ben amalgamata, cuocere a potenza massima per 5 minuti, quindi mescolare e proseguire la cottura per altri 5 minuti a potenza media. Infine, mescolare di nuovo e lasciate riposare per 2 minuti.

Adoro la polenta, ma prepararla che menata!!! Il gira che rigira mi stufava , la pentola attaccattissima mi stressava e tutto quel tempo sul fornello mi deprimeva, fino a quando cercando informazioni sulla polenta ho trovato qui la ricetta al micro! Faccio i complimenti a chi ha pensato a questa preparazione: velocissima e la polenta non si attacca: lo giuro! Geniale...provare per credere! Noi abbiamo mangiato la polenta con un gorgonzola cremosissimo della latteria! La farina l'ho trovata al mulino, è data da un particolare mais bianco, più raro e prezioso.
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Mara: Il sapore della nonna.


53 commenti:

  1. per sto giro, farò finta di non avere visto B-)... la polenta per me è un rito e il microonde, mi sa come... fare l'amore con control(+alt+canc) :-P
    ti parlo ancora, comunque, non preoccuparti...

    RispondiElimina
  2. mi piace la polenta e dato che il principale consumatore son io quando me la " regalo " , la faccio che basti per poi poterla " abbrustolire" la volta dopo.nonostante tutto i ricordi sono sempre qualcosa che ci fanno sorridere .un abbraccio

    RispondiElimina
  3. che trovata geniale! Per gli amanti della polenta fatta nel paiolo di rame è un colpo al cuore, ma per chi va di fretta è una manna!
    p.s.: ti è arrivato il pacco?

    RispondiElimina
  4. Le nonne sono fantastiche!
    La mia nonna che amo profondamente, ha la bellezza di 91 anni.
    Tutti i sabati ci prepara la polenta gialla da brava bergamasca.
    Conosco anche la polenta bianca, visto che mio padre è Veneto ed è tipica di quella regione.
    Purtroppo la mangio raramente ma è buona quanto quella gialla.
    buon fine settimana

    RispondiElimina
  5. Ciao Lo! Mentre ero in vacanza in montagna ho scovato in un negozio di prodotti locali un tipo di farina da polenta che non conoscevo, mi pare si chiami nera, beh insomma è più o meno grigia con dei pallini neri. Ha un tempo di cottura di 50 minuti nella maniera tradizionale, pensi che anche in questo caso valga il metodo al micro?
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  6. Le nonne... che bellezza!!!! come già detto ua volta io la nonna buona non l'ho mai conosciuta.. la nonna stronza.. (ops scusa il termine) non mi hai potuta vedere.. quindi.... son sprovvista di nonni.....
    La polenta bianca.. sai che non l'ho mai sentita? baci

    RispondiElimina
  7. ciao Lo! Non ho mai assaggiato la polenta bianca! E dire che la mia di nonna era una grnade mangiatrice di polenta, ma, da buona valtellinese, faceva sempre la polenta taragna. Quando ero piccola non mi piaceva tanto, ma adesso al trovo ottima! Se la trovo alla bancarella valtellinese del mercato del mercoledì a Zurigo, quasi quasi la faccio! Un bacione! Silvia

    RispondiElimina
  8. Ciao Lo!
    la polenta al microonde per me è una novità! e mi sembra un ottimo suggerimento per riuscire a mangiarla più spesso!
    finito il capitolo?!
    un bacione! buon WE! :-)

    RispondiElimina
  9. io sono una fortunata!!! ho avuto nonne e nonni spettacolari!!! una la ho ancora!!! ho avuto anche due bisnonne bellissime che adoravo, una romana cuoca ed una veneta che faceva il fieno alla tenera età di 80 anni!!!!baci tesoro
    vi voglio bene nonna giulia e nonna elisa!!! bei nomi le mie bisnonnine!!! pace all'anima loro!!!

    RispondiElimina
  10. Che ridere ste nonnine!!!
    Io una non l'ho quasi conosciuta..l'ho persa a 3 anni..l'altra è mancata da poco ed invece era una gran cuoca..stava ore ore durante le feste a cucinare...ed era anche una che variava sempre....aveva i suoi piatti forti..le sardee in saor, il baccalà alla vicentina, la trippa, la pasta e fagioli, la polenta..lei ti ammazzerebbe per una polenta così..anzi probabilmente non la vorrebbe neanche vedere..lei faceva una polenta che sembrava crema pasticcera..sudava quando girava la polenta..doveva farsi il bagno quando finiva...ma era una cosa...
    divina!!!

    RispondiElimina
  11. le nonne sono sempre le nonne..un pò come le mamme ^_^

    buonissima la polenta!! un bacione Lo!

    RispondiElimina
  12. noi ci riteniamo fortunate per avere ancora tutti e quattro i nostri nonni ancora in vita. ci hanno coccolato e straviziato da piccole e ora brontolano un pò perchè ci vedono poco..però non sapremmo proprio come fare senza! entrambe le nonne poi son delle ottime cuoche, non amano cucinare, ma lo fanno benissimo mettendoci tutto l'amore per chi poi deve mangiare!!
    in particolare la nonna paterna fà la polenta ancora con il paiolo..è divina!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  13. Lory, che belli i ricordi delle nonnine...mi piace la polenta nel micro, fa molto tradizione e tecnologia :)
    un bacio...

    RispondiElimina
  14. Uni soo un'amante della polenta, beh, sono bresciana..CO questa polenta mi ha riportato alla memoria le domeniche dalla nonna in cui spesso presenziava la polenta bianca..devo recuperae quella farina e rifarla sul paiolo!
    bacione

    RispondiElimina
  15. E sì la polenta bianca la conosco con il brodetto di pesce, mangiata ad agosto a Lussin grande con i pesci pescati da zio Luca (zio di un'amica non mio). E il microonde è meraviglioso!! Anche il semolino e la crema pasticcera e lo zabaione e la besciamella e il purè e .... insomma bisogna provare, trovare i tempi e le temperature giuste, e si riesce a fare ...."l'amore" con lo stesso gusto e con meno fatica che sul gas... non può competere naturalmente con il fuoco a legna, cotti così sono migliori anche gli spaghetti||| Provate ragazze...provate baci da Caty2

    RispondiElimina
  16. è emozionante leggere questi ricordi...la polenta bianca proprio non la conosco:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  17. Il problema del girare la polenta l'ho risolto da quando ho il bimby...fa tutto lui, eheheheh!!!
    Io non impazzisco per quella bianca, secondo me sa un pò di poco, vado pazza per la taragna!!!!!!!!!
    bacione!!

    RispondiElimina
  18. bellissima idea quella del micro! la proverò! baci e buon weekend

    RispondiElimina
  19. La nonna è sempre la nonna.
    I ricordi sono simili ai miei.
    E rimangono nei miei giorni,come rimane lei nel mio cuore.
    Un bacio

    RispondiElimina
  20. Dai Cri....credo di aver diminuito le mie emissioni di CO2.....non è importante anche questo? ;)

    Caty...si abbrustolita con lo zucchero??? anche questo è un ricordo!!! un abbraccio

    Laura hai ragione...proprio per quello che cercavo un modo veloce..per farla più spesso! Il pacco è arrivato ora ci stiamo mangiando i torroncini! grazie

    Gallinella bella.....che bella nonnina che hai ..davvero ti prepara ancora la polenta?? fortissima! un bacio

    Camomilla...ma era la polenta taragna? chissà che buona! il metodo è perfetto con tutte le polente..nel caso..all'ultimo giro assaggia e aumenta la cottura di altri 5 minuti! Fammi sapere :)

    Claudia...è vero mi ricordo il tuo racconto...e non ti preoccupare per i termini quando ci vuole ci vuole!

    Silvia che buona la polenta taragna...ma sai che quella bianca è davvero solo veneta...anche noi nipoto di padovana ma vissuti qui a varese non ci credevamo...e invece :)

    Laura capitolo finito....e quasi corretto!! La cottura è ottima per farla mangiare spesso...proprio quello che ho pensato io!

    Manu che meraviglia le bisnonne...è troppo bello!

    Michela eheh immagino di si...che la tua super nonna mi ucciderebbe per questa polenta...ma tu no vero?

    Grazie Sara un bacioneeeee

    Maqnu, Silvia...che bello il vostro parlare delle nonne...e ch ebello che si usa ancora il paiolo! Grazie

    eheh Michi hai ragione è molto high tech...e pure buono!!!

    Saretta io l'ho trovata al mulino...ma credo che in quelle gastronomie ben servite sicuramente c'è :)

    Caty la mia paladina del microoooooo...io lo uso per accorciare le cotture...è un risparmio per noi ma anche per l'ambiente!

    Grazie Anna...è davvero una specialità veneta che io conosco solo per la nonna padovana...ma nemmeno lei poi la trovava a Milano, ce la raccontava e basta

    Simo bimbista bella...quel aggeggio costa troppo :) un abbraccio

    Micaela grazie! :)

    Silvietta...che bello...è vero nei giorni e nel cuore...un abbraccio!

    RispondiElimina
  21. No, non era polenta taragna, perchè vendevano anche quella ed era ben indicato sulla confezione... sono in ufficio e purtroppo non ce l'ho sotto mano, ma mi pare che si chiami proprio polenta nera... mai sentita nominare! Quando la provo ti avviso, sicuramente la farò al micro perchè non mi va di rimescolare per così tanto tempo!
    Baci e grazie ancora!

    RispondiElimina
  22. io sono con Cri....abbasso la polenta al microonde.....;-))))
    però in questa veste quanto era buona? da 1 a 10....11, perdonata...
    impossibile non farlo, bacisssimo!

    RispondiElimina
  23. la mia gallina preferita ha sfornato la polentina..... BRAVAAAAAAAA e grazie del post
    Mara

    RispondiElimina
  24. Che bei ricordi!!
    Bella la polentina bianca mai mangiata ciao

    RispondiElimina
  25. io della polenta bianca non avevo mai sentito.. e la cottura col mio collaboratore capo mi interessa tanto.. il bimby è vero che costa tanto ma si può pagare a rate e senza accorgersene troppo.. io ci sto facendo un pensierino per il mio compleanno o blogcompleanno, si vedrà..:-)
    bacissimo e braverrima per il tuo capitolo!

    RispondiElimina
  26. Sai che non avrei mai creduto che si potesse fare la polenta nel microonde? Una mia collega la fa in pap... E'anche vero che io uso quella precotta, quindi... Però la polenta bianca non la conoscevo...

    RispondiElimina
  27. A me la polenta piace solo fritta con la sottiletta sopra e basta, verrò lapidata per questo?????? Pauraaaaaaaaaaaa!!! ^_^

    RispondiElimina
  28. Mai sentita nominare la polenta bianca, non si finisce mai di imparare! Bello il ricordo di tua nonna, un abbraccio

    RispondiElimina
  29. Buona la polenta, mia mamma da buona bergamasca la faceva spesso, ma io proprio a girare non ci piglio, a volte faccio quella istantanea, ma non è certamente la stessa cosa!
    Bella l'idea di farla al micro, se ce lo consigli tu vorrà dire che proverò!!!
    Buona serata Lo.

    RispondiElimina
  30. Sono cresciuta a polenta bianca (che nel veneziano non era quella delle feste ma quella quotidiana), che mia nonna (cuoca magica) preparava ogni giorno, nel paiolo, sulla cucina a legna. Polenta con tutto, a colazione, pranzo, merenda e cena.

    @Ma sul serio la polenta bianca è così poco conosciuta??? e pensare che io da bambina credevo esistesse solo quella...

    RispondiElimina
  31. Lo che bello leggere tutti i commenti al tuo blog!!! Baci caty2

    RispondiElimina
  32. Mia cara Lo,
    che belle queste immagini di nonne ...
    ti abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  33. Che buona la polentina bianca!.. Ma la nonna Pina che non amava cucinare era mitica!.. Fare questo al proprio bambino.. Ahahahah!.. (sarei capace di farlo anch'io se sono stressata dai capricci!)

    RispondiElimina
  34. Che bello il natale è periodo di ricordi.
    Buon fine settimana
    Ciao Sisifo

    RispondiElimina
  35. è un bel modo per preparare la polenta piuù semplice, nons arà classico ma non è male

    RispondiElimina
  36. Camomilla...sono davvero curiosa di capire ch epolenta è...bello però scoprire gusti nuovi vero?
    Fammi sapere come viene!

    Marta grazie per il perdono eheheh! un bacione

    Prego Mara...visto che ci sono arrivata dopo aver tanto rimuginato!

    Sorby..allora bisogna provarla...in realtà non ha un sapore particolare, ma è molto molto delicata...sicuramente una buona accompagnatrice di un piatto goloso

    Chiara...a me il bimby non fa impazzire...ora ho il fratello povero del ken...ma insomma un vero ken massiccio uhhhhhhhh

    Ondina nemmeno io ci credevo e quando ho trovato il sito indicato ho detto noooooooooooooooooooo ci provo subito! :)

    Susina ehehe ma mangiata in quel modo è troppo golosa...io sto con te!

    Grazie Ele...un bacio grandissimo

    Gturs...secondo me il sapore non si rovina..ed è sicuramente meglio della precotta...ma così è comoda e veloce...la mia gnoma si leccava i baffi!

    Elisabetta ecco....la magia del fuoco a legna...quella si che è una magia grande enorme...mi incnaa...certo il paiolo è un degno contributo ma insieme sul fuoco che incanto! Giuro che è proprio difficile trovarla la polenta bianca...mia nonnna non l'ha mai fatta proprio per quello...non c'era!

    Caty tu sei splendida un bacio

    Ciao dolce Dida..sono frammenti di immagini...non so perchè ma è così nella mia testa ricordi a frammenti per la mia nonna...ma forse il motivo c'è e sta uscendo poco poco...un bacio grande

    Rossa la nonna Pina era mitica proprio per la sua stizza..che devo dire io non ho mai provato, mi raccotnavano che era così...ma la capisco pure io sono un po' stizzosa ;)

    Ciao Sisifo e buon week end a te!

    Grazie Gunther...vero che non è male...così posso farla più spesso e sensa troppe menate! un baciotto

    RispondiElimina
  37. Io di mmia nonna ricordo meravigliose polente con un sugo di ragù veramente eccezionale ...

    RispondiElimina
  38. Viva le nonne Lo,è fortunato chi ha potuto godersele per tanto tempo!
    A me non è andata così bene,pazienza.

    La polenta mi piace eccome,e da buon piemontese vado matto per quella concia,cioè con il formaggio fuso e naturalmente non può mancare il latte.
    Casuale? ne ho parlato sul post della camminata al rifugio Daviso.

    Ciao,buona fine settimana!

    RispondiElimina
  39. Però questo ricordo delle nonne e poi la ricetta super moderna con il micro :-) Che avrebbe detto la tua nonnina? ;-) Scherzo! W la tecnologia!

    RispondiElimina
  40. La polenta bianca non la conosciamo, ma conosciamo benissimo la cucina delle nostre nonne che, purtroppo, non ci sono più.
    Leggerti è sempre un piacere e con questo racconto, sei riuscita a strapparci anche una lacrimuccia per i ricordi che ci hai smosso.
    Buona Domenica!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  41. XPX....che bontà! :)

    Sirio la polenta concia è ottima...mmm che buona....e w i nonni..

    Aiuolik...conoscendo la mia nonna...lei che si era buttata sulla prima pastamatic in commercio...secondo me non mi avrebbe criticato...era curiosa e molto moderna, la nonna Pina mi avrebbe baciato..ahah lei che non amava cucinare, ma era golosissima ;)

    Sabrina, Luca...un bacio grande e buona domenica a voi!

    RispondiElimina
  42. ciao Lollina...che buona la polenta bianca...anch'io voglio cercare questa farina...mikamarlez esploratrice..un bacino.lety

    RispondiElimina
  43. che tipa la nonna Pina!!! :))

    Io non mi scandalizzo affattoodel microonde, cerco di usarlo il meno possibile, ma a volte, quando si è in debito di tempo è proprio una manna :)
    Della polenta bianca ne avevo sentito parlare, ma non l'ho mai trovata in giro...è bella, davvero :) Un bacio!

    RispondiElimina
  44. Dolce Lo,
    grazie della tua presenza sempre!
    ho letto il tuo commento sul blog di Elle e volevo ringraziarti ... per la tua sincerità che si sente!
    mi piacerebbe tantissimo conoscerti!
    per la panna, la ricetta io l'ho trovata sul blog di carmen, ti metto il link,
    http://theswancake.blogspot.com/2008/08/panna-da-cucina.html
    certo l'olio ci vuole, ma almeno sai che ci sono solo questi 2 ingredenti, io ormai la faccio sempre così e poi la insaporisco con un pizzico di sale e noce moscata.
    ti abbraccio forte forte
    dida

    RispondiElimina
  45. che bello ricordare i nonni...i miei mi mancano tantissimo! ma sai che anch'io avevo una delle nonne (la materna) che in cucina non sapeva fare quasi niente, a parte la cotoletta alla milanese e qualche altra cosa, e l'altra che invece era bravissima e amava spadellare a più non posso (sopratutto dolci)? però io adoravo la cotoletta alla milanese che mi faceva la mia nonna materna, e adesso quando la mangio penso a lei.
    un mega bacio :)

    RispondiElimina
  46. Lety del mio cuore...ma tu che sei lì nel padovano la trovi subito la polenta biancaaaaaaaaaaaa! un abbraccio

    Ciboulette...che tipa vero?? eheh per il microonde io sono arrivata a questa conclusione: in casa c'è...non l'ho comprato era in dote con il galletto...quindi lo uso non spesso..ma quando ho poco tempo o quanto posso dimezzare i tempi...permette di risparmiare e di essere allora meno inquinanti!
    un baciotto

    Grazie Dida un abbraccio forte a te

    Che bello Babi...che meravigliosa cotoletta mangi? un abbraccio

    RispondiElimina
  47. Dai LO, il bello della polenta è proprio il faticoso rituale del "gira e rigira" :-D
    Anche mio zio fece una fine simile: mia nonna gli preparò un uovo al tegamino ma lui protettò perchè lo voleva in "cazzajoja" (non ho mai saputo cosa fosse in realtà: penso un uovo alla coque); lei glielo preparò ma lui cambiò idea: lo rivolle al tegamino..... ma il tegamino, con il primo uovo, gli finì dritto in testa (ah, vecchi metodi... hahahahahaha)

    RispondiElimina
  48. Adesso capisco da chi hai preso.

    RispondiElimina
  49. Jajo...eheh sai che non so se il bello è quello??? nella mia immensa pigrizia non l'ho mai fatta ;)...quindi non sono l'unica depositaria di nonna tiratazze???
    ehhh

    Stella ma da chi ho preso....dalla nonna stizzosa o da quella ultra moderna con la pastamatic...conoscendole..da entrambe!un bacio

    RispondiElimina
  50. mi piace molto leggere questo blog, per come sai abbinare le storie con le ricette e per come scrivi
    a presto
    marg

    RispondiElimina
  51. grazie Marguerited e benvenuta nel pollaio a presto!

    RispondiElimina
  52. usti me l'ero persa! Chissà cosa stavo facendo?

    RispondiElimina