venerdì 5 dicembre 2008

Chiamale se vuoi...emozioni

Vado a prendere la gnoma, ha il viso cupo, i profondi occhi azzurri velati di ombra e un ostinato silenzio innaturale. E' in quella fase della vita in cui inizia a comprendere le cose e queste non le scorrono più addosso come prima, ma le lasciano un segno e offerte di riflessioni e ragionamento. E' la stessa fase della vita in cui si diventa permeabili e i segni a volte feriscono. Le chiedo cosa succede ed esplode in un pianto dirotto, fatto di mille soffi di parole. La sua amica, la principessa sul pisello, non le parla più, le sfugge e scappa via. Non si ricorda, pensandoci, di aver fatto o detto qualcosa che possa avere fatto male alla principessa. Ha solo ricevuto in regalo da un'altra gnoma una matita azzurra.
Lei le ha sorriso,
l'ha chiamata, l'ha invitata al gioco, l'ha cercata, ma la principessa altera è scappata, la principessa isterica è corsa lontano.
Io, intransigente e dura, le dico che la principessa è gelosa, gelosa non della matita, ma del gesto che le ha portato la matita, le dico che secondo me ha fatto già molto, che il rispetto nell'amicizia è un raro equilibrio, ma se manca non è amicizia. Le dico di chiudere, di lasciare stare, di lenire il dolore con gli abbracci degli altri gnomi. Lei si sfoga, ancora tra singhiozzi e ragionamenti e poi decide che può provare ancora una volta. Le scrive una lettera che le consegna la mattina a scuola. La principessa risponde: "Ci devo pensare", la gnoma vuole sapere il perché e il perché è proprio quella matita azzurra. Io sbotto, lei a quale persona farebbe subire questa lagna, le chiedo se tratterebbe qualcuno in questo modo, le ricordo che il rispetto di sé è importante, che non si confondono i confini e che amicizia non vuol dire debito, non vuol dire richiedere, non vuol dire abusare, non vuol dire essere identici e nemmeno ubbidienti. Le dico che quando chiuderà questa porta, oltre alla sofferenza, troverà altre cose, altre sorprese. Le dico di concentrarsi sui regali degli attimi che verranno e sui sorrisi sinceri. Lei riflette e torna a scuola e io mi domando se sono stata capace di farle capire che chi presenta lo scontrino di un sentimento per essere pagato non merita sentimento, poi corro fuori e le compro due calendari dell'avvento, perché è vero che è in quella fase della vita in cui inizia a comprendere le traccie che si imprimono nel cuore, ma è vero che si può coltivare sempre quel folletto che vive nel cuore di uno gnomo e che sa giocare.

TORTA CIOCCOLATO E CAFFE'

250 gr di farina
150 gr di zucchero
60 gr di burro
50 gr di cioccolato fondente
2 uova
1 bicchiere di caffè ristretto
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale

Tritare il cioccolato. Montare le uova con lo zucchero fino a quando saranno chiare, aggiungere il burro e continuare a montare, aggiungere la farina, miscelata con il lievito, un po' alla volta, ammorbidire l'impasto con il caffè. Mettere il cioccolato tritato e il pizzico di sale. Imburrare e infarinare una teglia da forno, versare il composto e infornare a 180° per 50 minuti.

Questa torta io non l'ho fatta, l'ha preparata la gnoma con la mamma del galletto, in un pomeriggio in cui queste due donne si sono incontrate per fare un sacco di cose, ridendo come matte. La gnoma voleva festeggiare il compleanno del galletto e, con un grembiulino personalizzato e in una nuova cucina, ha espresso il suo amore in questo dolce.

48 commenti:

  1. sono qui e dopo aver letto della tua gnoma mi viene in mente quanto il mio(che ora è un gigante) deve aver sofferto per comportamenti simili. Lui non ha mai raccontato niente, carattere chiuso, di niente parole, forse anche per paura di scoprirsi troppo. Quando usciva da scuola al pomeriggio e andavamo ai giardini c'era sempre il "principino" padrone del pallone che decideva chi far giocare e chi no.E credo di essere stata una delle poche mamme(ero la più vecchia) ad accorgersi delle gerarchie che esistevano tra loro, e di come però accettavano gli ordini del padrone del pallone. Si sa i maschi hanno una sensibilità differente, ma ricordo anche che spesso Andrea prendeva nella sua squadretta gli scartati del giorno. Quando è toccato a lui restare fuori (lo ricordo benissimo) nessuno ha avuto il coraggio di intercedere per lui. E' venuto da me e mi ha guardato con gli occhi lucidi ma non ha protestato. Non ho saputo dirgli niente,quella era un'ingiustizia che lui non si meritava. Siamo tornati a casa in silenzio e là ho cercato di spiegargli che la vita è così, non sempre i fatti che accadono sono "giusti" anzi. Le delusioni aiutano a crescere e ci si può sfogare anche con un bel pianto per poi tornare a sorridere.
    Ha imparato a riconoscere i veri amici quelli che, come dici giustamente tu, non ti presentano lo scontrino. Continua ad essere silenzioso e non racconta i suoi "dolori" ma lo vedo sereno e giorno dopo giorno più "consapevole" di sè.
    Crescere è proprio una fatica!!

    RispondiElimina
  2. E' incredibile come il mondo dei bambini assomigli tragicamente a quello degli adulti.

    RispondiElimina
  3. si vorrebbe sempre che ai bambini certe cose non capitassero...ma li aiuta a crescere, e per quanto noi facciamo, non gli si può evitare certe delusioni..Il problema è che forse ne so ffrono di più dei grandi!
    buonissima questa torta con cioccolato e caffè, un connubio perfetto!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. Cara Lo, io non sono mamma e determinate cose non sarei in grado nemmeno di affrontarle, il discorso che hai fatto alla tua "gnoma" è davvero molto bello.. mi hai fatto emozionare.... La tua torta è buona! mai pensato al cioccolato asociato al caffè epr farne un dolce.. eppure il cioccolatino infilato nel caffè dopo pranzo è buono!!! .-P Buon week-end!

    RispondiElimina
  5. Guarda, ti capisco...
    In questo periodo anche la mia puzzola si sta scontrando con un mondo di bambini che imparano il peggio dai grandi e feriscono gli altri bambini. Ha un compagno che è in una brutta situazione famigliare - inspiegabile a un bambino della sua età - e stiamo cercando di guidarla a comportarsi in modo da comprenderlo e contemporaneamente da non rendere "falso" il rapporto, da coltivare un'amicizia "normale". Così stanno facendo anche altre mamme. Ce ne sono invece che giustificano i comportamenti scorretti - a volte perfino crudeli - con "tanto sono solo bambini", senza pensare che in realtà sono in cuore di un adulto di domani.

    RispondiElimina
  6. Vorrei aver ascoltato le tue parole così delicate, ma ferme, quando anche io ne ho avuto bisogno.
    Bacione!

    RispondiElimina
  7. Povera gnoma.
    comincia presto a soffrire per queste cose.
    Appena i bimbi cominciano a capire e si accorgono delle cattiverie del mondo non son più spensierati.
    Diventano un po' più ombrosi..cominciano a diventare grandi ed a perdere la loro spontaneità.
    Cominciano quel tira e molla che gli forma il carattere e glielo cambia.
    Non son più gli stessi.
    Spero sia più fortunata di me con le amicizie..ho sempre avuto poche amiche e tanta tanta invidia gratuita e cattiveria.
    E' stata dura..ma ora che sono grande so che è meglio non avere amici così.
    Ho sofferto però.
    Un abbraccio grande alla tua gnometta.
    Finchè trova il porto sicuro della mamma rifugio ed amico..starà sempre bene.
    ciao

    RispondiElimina
  8. loryy..sono passata salutarti.
    abbraccia la gnoma da parte mia...
    lei è fortunata..ha te..
    e se vuole..vengo io scavare una bella buca con lei..
    funziona!!
    un abbraccio fortissimo!!
    baciuss

    RispondiElimina
  9. emozione e dire poco di fronte a tanta bontà !

    RispondiElimina
  10. L'essere persone sensibili è un grande dono ma anche una croce.. a volte stai malissimo per delle sofferenze che ti creano certe delusioni..
    La vita, il tempo, ti aiutano un poco a tesserti addoso una sottile corazza che attutisce i colpi ma, il cuore, è sempre lì sotto, indifeso contro la malvagità e cattiveria del mondo.
    L'amore che dai alla piccolina l'aiuterà a capire, ne sono certa!
    Torta fantastica!
    un bacione cara Lo!
    saretta

    RispondiElimina
  11. Lo hai fatto bene a parlare con tua figlia,ma capirà di più con le esperienze.

    Ora è ferita e ancora non comprende che l'amicizia è rara.

    I bambini,vedi la principessa,sanno essere pure cattivi.

    RispondiElimina
  12. i bambini nel loro piccolo hanno anche loro dei problemi!!! che teneri che sono! complimenti alla torta!! baci, a martedì!

    RispondiElimina
  13. è molto bello ciò che hai detto alla tua gnometta, credo che tu da mamma tu sia riuscita a creare un rapporto unico e insustituibile...io ho un rapporto bellissimo con la mia mamma e anche lei come te cercava di mettere chiartezza in quel che mi accadeva attorno quando anche io ero una gnometta...e adesso quando ricordo la cosa mi riempie il cuore di gioia!:) un bacio a tutte e due!:))

    RispondiElimina
  14. Il mondo dei bambini a volte è peggiore di quello dei grandi.
    Spero che la tua gnometta abbia capito e butti giù dal letto la principessa sul pisello.
    Bellissima la tua torta, ciao un abraccio alla picola

    RispondiElimina
  15. ma che favola lo ;)
    mi son venuti gli occhi a cuoricino ;)

    RispondiElimina
  16. Uh mamma, Lo...mi sembra di vedere me e la mia bimba qualche settimana fa....
    fiumi di lacrime....
    ..e la consapevolezza da parte mia che iniziano a crescere e che incominciano a scontrarsi con le prime delusioni e sofferenze della loro vita...e che purtroppo questo è solo l'inizio.......
    Un grande abbraccio alla gnoma rossa dal gran cuore e pure alla sua mami!

    RispondiElimina
  17. Cara Lo, c'est la vie.. Purtroppo i bambini sentono molto di più queste ingiustizie, non hanno ancora sviluppato una corazza come noi, grandi...
    Ma c'è di buono che con una mamma come te, la gnoma imparerà ad affrontare le principesse senza farsi troppo male.

    Baci!!!

    RispondiElimina
  18. altro non so dirti, se non che avrei desiderato una mamma come te :)
    Un bacio a te ed uno, se permetti, alla gnoma :)

    RispondiElimina
  19. le prime sofferenze che cominciano ad arrivare....un bacio alla tua gnoma e una fetta di torta a me:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  20. povera Gnometta! Spero che le passi e che trovi un'amica più sincera! La sua torta poi sembra buonissima! è proprio una gnometta in gamba! Complimenti alla mamma! ciaoo! Silvia

    RispondiElimina
  21. Caspita che MAMMA sei! Le parole che le hai detto sono le migliori che tu potessi dire. Le più giuste e le più sagge che una novenne dovrebbe sentirsi dire. Con i debiti d'amicizia, con l'ubbidienza per amicizia, con il senso di colpa per amicizia a me sono rimaste solo principesse sul pisello.
    Grande LO!
    E ora vado a comprarmi un calendario dell'avvento. Tiè.
    Un bacio d'adoraizone!

    RispondiElimina
  22. Me lo sono riletto ancora una volta. Quasi studiato.

    E di calendari dell'avvento me ne compro due.

    RispondiElimina
  23. E chi presenta lo scontrino del sentimento non merita sentimento.
    Ben detto!!
    E adesso voglio le mie altre sorprese.

    :))

    RispondiElimina
  24. Lo ...questi racconti mi stringono il cuore la tua gnometta è una bambina molto sensibile con un cuore grande che può comprendere tutto il mondo e che quindi soffre perchè non riesce a capire che ci possono essere persone...che hanno un cuore piccolo e stretto ......tu sei una mamma speciale e attenta, la stai facendo diventare una donna meravigliosa come te!
    vi stringo forte e vi bacio tutte e due !
    Pippi

    RispondiElimina
  25. Cara Caty...crescere è una grande fatica...e io voglio che la gnoma capisca bene le regole del gioco, non mi interessa se non giocherà, ma mi interessa che capisca che è il carattere della principessa ad essere problematica, non so se è giusto ma le insegno a leggere le dinimiche e a trovare una spiegazione...a capire. Il tuo ragazzone deve essere immensamente bello... un abbraccio

    Si Arancionissima...questa principessa è incredibilmente identita a sua madre ....

    Manu, Silvia avete ragione non si vorrebbe, ma nello stesso tempo si sa ch esuccedono, io non voglio le subisca....grazie per i complimenti per la torta li dirò alla gnoma!

    Claudia credo ch enel caso saprai cosa dire...io davvero ci tengo che la gnoma non subisca ma sia consapevole...la torta è davvero buona...provala...la gnoma ne era molto orgogliosa

    Cristina...i grandi che danni, che danni enormi e non tanto perchè sbagliano ma perchè non ammettono di sbagliare perdonano ai bambini quello ch eloro combinano...un abbraccio alla puzzola

    Night fatina dolce e bella un abbraccio

    cara Michela anche tu cuore di mamma...io per la gnoma sono qu a ricordarle ogni secondo che è unica al mondo un bacio

    ahahah Bri alla buca per la gnoma non avevo pensato...ma invece è utilissima...oggi si è concessa di dire ad alta voce dove mandarla la principessa...ste principesse due palle!!! ;)....mi raccomando divertiti ti aspetto un bacio

    Mary benvenuta nel pollaio e grazie :)

    Grazie Saretta...spero la sua corazza sia sempre abbastanza elastica da rischiare sempre :)

    Stella..la gnoma ha capito e provato...e leccata le ferite e visto che si respira lo stesso nonostante il male

    Micaela la tenerezza era immensa te lo giuro..

    Che bello Kia il tuo racconto e la tua testimonianza...per me che sto costruendo un abbraccio

    Sorby...la principessa sembra ridimensionata...e il mondo dei piccoli è uno specchio distorto del nostro solo loro lo credono assoluto...le porterò l'abbraccio

    Simo...vero che fa impressione essere consapevole di quel cambiamento, di vedere rendersi conto che prendono forma...si è un po' spettatori e un po'attori...
    un abbraccio

    Rossa..la gnoma è rossa come te sai?? le principesse le lascia nel castello e corre a vivere un bacione

    Elle alla gnoma tanti baci e grazie mi hai detto qualcosa di speciale un abbraccio

    Anna la gnoma sarà felice di dividere la sua torta con te e a te scapperebbe un sorriso a sentirla ragionare ...:)

    silvia hai ragione è in gamba...e la torta le è venuta benissimo...un bacio

    Ines mi fai troppo ridere...mi raccomando uno dei calendari con i cioccolatini ;)...e per il resto dimentica tutto e pensa al farro che dobbiamo fare gniec gniec...sai che ti voglio bene tantissimo

    Pippina cara...sei qui...che bello...la gnoma ha il cuore grande e lo sguardo profondo...quella sarà principessa sbarluccica un po'..ma poi??? un abbraccione grande

    RispondiElimina
  26. prendi la gnoma in braccio e stringila forte forte da parte mia.e' difficile , ogni volta che soffrono è difficile dire che la vita è proprio così.ma loro ci ripagano tornamdo sempre coi loro occhi grandi a ricordarci che sanno che ci siamo. e questa è la cosa più importante . un bacio.

    RispondiElimina
  27. Caty...la prendo e la cullo, la ninno...quasi com'era piccola e le mostravo le cose belle del mondo...anche ora...ma punto il dito su cose diverse...pensa al sorriso della tua amica gnoma, pensa al disegno che ti hanno donato, al sorriso che hai visto alla mano che hai stretto, alla fatica che hai fatto...
    grazie un bacione

    RispondiElimina
  28. Ciao Lo,ho fatto un post-lampo con una notizia di "Repubblica", c'è un virus che mette a rischio gli utenti di Facebook.
    Non credo che sia una bufala!

    RispondiElimina
  29. La tua gnometta è proprio fortunata ad avere te come mamma, sei saggia e sai guidarla nella sofferenza, bravissima!

    Grazie anche di come stai provando a difendere me, le ho lasciato un commento anche io ora resto in attesa di notizie, un forte abbraccio a te e un baciottolo alla gnometta triste

    RispondiElimina
  30. Piccoli problemi e piccoli sentimanti? Non credo :)
    Ti ammiro perchè tratti queste situazioni con l'importanza ed illtatto che meritano, parlando con tua figlia come una piccola gnoma adulta :)

    E a proposito dalle anche il mio abraccio, che male non fa!!!
    Baci :)

    RispondiElimina
  31. Credo che la tua gnometta non posaa essere più fortunata, avere una mamma pronta ad ascoltarti, sostenerti e capirti in ogni momento è importante, ti fa crescere con la consapevolezza che l'amore delle persone care è indispensabile e ad avere rispetto per loro e per il resto delle persone! purtroppo però avere rispetto vuol dire soffrire, farsi schiacciare e la tua cucciola non subirà tutto questo perchè con lei ci sei tu! Mi hai commosso, in fondo anche io sono ancora una gnometta che ha bisogno ancora della spinta giusta...tu sei stata meravigliosa! Ti auguro uno splendido weekwnd, un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  32. Ti devo fare i miei complimenti, perchè hai un modo di narrare gli avvenimenti, di descriveli e farli passare ai tuoi lettori che è fenomenale. Lo stesso capita a me con il pupo più grande ma non sarei riuscita a farlo comprendere come te! Un abbraccio a te e alla gnoma:)Elga

    RispondiElimina
  33. Ciao Lo, purtroppo di storie così tra bambini ne capitano tante....anche il mio gnomo a volte torna da scuola con il broncio per episodi simili a quello che hai raccontato....purtroppo gli gnomi non riescono ancora a distinguere il sentimento dall'opportunismo, condivido tutto quello che hai detto alla tua gnoma, e come dice stella, che ne avrà viste di tutti i colori, "i bambini sanno essere cattivi tra loro"....il tempo , sicuramente, le sarà d'aiuto per capire quanto le amicizie vere siano difficili da trovare....!!!
    Ciao e buona serata.

    RispondiElimina
  34. Sei splendida Lo, e posso solo immaginare quale magnifica donna nascerà da una gnoma che ha la fortuna di avere una mamma come te ...
    il mio gnomo sta un pò meglio, grazei del pensiero, ora sono io ad essere influenzata!
    appena mi riprendo però volgio fare questa torta!
    ti abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  35. Certo che essere mamma è difficile!
    Chissà se sarò in grado di parlare come hai fatto tu (quando avrò un figlio)!
    Il mondo è duro...e le amiche sincere sono rare.
    La tua torta è perfetta con pochi grassi, da provare.
    Buon fine settimana galli, galli.

    RispondiElimina
  36. Scusa, Edoardo sarebbe mio marito ma sono io che ti ho scritto la galli.
    mannaggia c'era il suo indirizzo e non mi sono accorta!

    RispondiElimina
  37. spero di essere pronta e capace come te, quando la mia pulce muoverà da sola i primi passi nel mondo...
    grazie.......... ti ho letto in silenzio!!!
    Un bacio

    ops... quasi dimenticavo... HO PUBBLICATO LA TUA INTERVISTA......

    RispondiElimina
  38. grazie mille Sirio ho letto...utilissimo :)

    Ele grazie che dolce che sei...spero che quella befana si smuova ma mi sembra assurda...non tanto perchè ignora le tue richieste...ma addirittura non cancella i commenti lasciati bho???

    Coboulette...da sempre riconosco nella mia piccola una persona completa...non mi piace trattarla da bambina inteso come se potesse capire di meno...preferisco trovare il modo per cui lei possa capir...grazie per l'abbraccio :)

    Grazie Isabel...quello a cui ci tengo di più è che non subisca ma che sia consapevole...e scelga...forza gnometta tu hai delle ottime spinte un bacione

    Elga ma grazie per questo super complimento...mi onora molto..ho in questi giorni la prova che la gnoma ha capito...lei però èdavvero super io non sarei stat così paziente! un abbraccio

    Gturs benvenuta nel pollaio! Certo il tempo le servirà...e credo anche saper osservare le cose da tutti i punti di vista...spero sia un buon allenamento per la vita da grandi! a presto

    Dida la gnoma per me è magnifica davvero...ma mi dispiace un sacco che sei malata...riguardati tesoro!!!

    Ma Galli galli io mi chiedevo chi era Edoardo!!! io sono convinta che tu sarai stupenda :) La vita è dura...ma che gioia quando fra tante delusioni puoi cantare sull'amico vero! un abbraccio

    Mara sono convinta come per la gallinella che sarai fantastica...basta respirare e rispondere piano....l'intervista è carinissima grazie

    RispondiElimina
  39. mi spiace tanto epr la gnometta...ma anche queste esperienze aiutano a crescere...e poi con una mamma fantastica come te....le passerà presto!!! che buona la tortaaaa

    un bacino e buon week!!

    RispondiElimina
  40. Lo, dispiace sempre vedere i nostri figli in difficoltà, ma purtroppo nella vita ci sono anche queste ..... dovranno abituarsi e scegliere la via migliore per loro... che non è la nostra... ciao

    RispondiElimina
  41. ehh questa è solo una delle prime delusioni per un sentimento di grande importanza.....con te vicino..
    supererà alla grande...bacioni alla mia omonima e a te.

    RispondiElimina
  42. E' sicuramente un'età difficile. Capirà col tempo e coi tuoi consigli a valutare le amicizie e a capire quali lo sono realmente. Purtroppo la vita è piena di porte in faccia da prendere, ma sono sicura che con il tuo aiuto sarà tutto più facile. E se poi si consola con questa torta è già molto avanti :-)

    Ciaoooooo

    RispondiElimina
  43. cara lo fai bene a spiegare alla tua gnoma tutto questo...dille anche che il mondo è pieno di principesse... principesse dell'apparire e non dell'essere... di alla tua gnoma che lei è unica e rara e pochi sono come lei.... perchè in giro è pieno di regine che insegnano alle loro figlie ad essere principesse... ma a lungo andare nella loro vita arriverà il vuoto... cosa che alla tua gnoma non accadrà mai!!! un bacio buona domenica

    RispondiElimina
  44. Lo mi si è stratto il cuore ... cuore di mamma ... Un abbraccio e complimenti per il delizioso dolcetto Laura

    RispondiElimina
  45. Saretta dolce...si servono a crescere...e io so che sono inevitabile e anche necessario, credo il mio compito sia darli le chiavi di letture per comprendere e spero di farlo bene...un bacione tesoro

    Rosy...già non è la nostra e con la gnoma esplode evidente...lei è proprio diversa da me e la parte più faticosa è capire quanto sono io che parlo e quanto è necessario!

    Bacioni Marta tantissimi

    Aiuolik...effettivamente la difficoltà sua è accettare che l'amicizia è soggetta a valutazione per lei era incondizionata ....

    Manu credimi le ho detto esattamente queste parole che mi hai scritto e le sono servite molto grazie tesoro!!

    Laura già il nostro cuore di mamma deve essere davvero molto elastico un bacione

    RispondiElimina
  46. ke bello la tua "gnoma" è davvero fortunata ad avere una mamma così.
    il tuo discorso è davvero molto bello e sicuramente crescendo capirà.
    bella la torta anke se a me il caffè non piace però la cioccolata si! hihihi^_^
    bacioni very

    RispondiElimina
  47. Buono deve essere ciocco-caffe'la provero' !!! Non so come faro' quando avro' dei bimbi .. Baci Lisa

    RispondiElimina
  48. CIao dolcissima Very come stai??? grazie per le parole tenere un bacione

    Lisa....vedrai che non sarà difficile un abbraccio

    RispondiElimina