venerdì 31 ottobre 2008

Paura? Paura!

Ma cos'è la paura? ...è quell'attimo che ti toglie il respiro, ti fa sudare, tremare, ferma il cuore...quell'attimo in cui sei sospeso e temi di crollare giù nel vuoto...quando pensi di sbagliare, quando pensi che hanno sbagliato, quando sei colto all'improvviso, quando ti piomba addosso, quando non te l'aspettavi, quando credi di non farcela, quando pensi che tutto è perduto, tutto è finito, quando non c'è sicurezza, quando non si conosce, quando è buio... Le paure sono tante di tutte le forme, di vari tipi, nascoste o palesi...a volte sono il passaggio che ci accompagna da un sogno all'altro, quelle che ci sembrano fermare e poi ci fanno osare...e di paura in paura si vince la paura. Quando ho avuto paura? Tante volte...prima di un esame, di un colloquio importante, pensando di aver perso una persona, oppure sul limite di qualche incidente accidentale che poteva andare peggio, quando ho detto si al galletto, quando dovevo dipendere, quando non dipendeva da me, quando era vuoto ed era nulla...ma la paura è quel passaggio, quella corda che oscilla da una parte e va all'altra da raggiungere, è il senso di vuoto sotto i piedi, quando voli in alto e per forza, perché hai paura, hai anche coraggio.

DITA MOZZE PER TUTTI


300 gr di farina 00
150 gr di burro
150 gr di zucchero
1 uovo (più un tuorlo se serve)
sale
zenzero

mandorle
cherry

Preparare la frolla e aromatizzarla con lo zenzero grattugiato. Lasciare riposare in frigo per un'ora la pasta. Tagliare a pezzetti, allungarli e dargli la forma del dito, segnare con il coltello i particolari e mettere una mandorla come unghia. Spennellare con cherry rosso per dare un effetto sanguinolento. Cuocere a 180° per 15 minuti.

La rete in questi giorni è pieno di dita mozze e cose divertenti...io le ho preparate e non sono venute nemmeno benissimo, perché la frolla era troppo molle e si è spetasciata nel forno, ma la gnoma è molto molto orgogliosa di avere una mamma che sforna dita mozze apposta per la sua terrificante bambina orrorifera...

33 commenti:

  1. Ma scherzi?! a noi sembrano venute benissimo...oppure è la foto che camuffa il risutlato!! Lo zenzero e lo cherry si sentono poi??
    Ci paice l'interpretazione che hai dato della paura, tutti la conosciamo, ma è difficile da spiegare.
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. he he per un attimo ho avuto i brividi, la paura con il tempo la si controlla

    RispondiElimina
  3. Ma, no, guarda che fanno davvero paura!!! Forse proprio perché la frolla si è deformata e sembrano ancor di più mani di strega? Sulla tua descrizione della paura come passepartout verso il coraggio, da dappista recidiva e incurabile non posso commentare, perché la paura mi mette solo KO per ore...

    RispondiElimina
  4. Invece a me sembrano venute benissimo, bella anche la foto trasmette davvero il senso della paura!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  5. ....si ,per me sono davvero orrorifiche , sfido che la gnoma è orgogliosa ( e penso pure soddisfatta dalla bontà !). ...paura , se ci mettiamo mi tocca passare in rassegna tutto il dizionario medico , però alla fine dico sempre che è puro istinto di conservazione ...come la fuga davanti a delle dita orrorifiche !!!:-@

    RispondiElimina
  6. troppo forti, sembravano vere!! bell'idea brava;)

    RispondiElimina
  7. io la paura l'ho avuta ieri che mi è saltata la pentola a pressione...il tappetto....non ti dico....una pioggia di minestrone bollente in tutta la cucina:-( che belle queste dita....mi piacciono un sacco:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  8. Che bello il manichino spaventato! La gnoma oggi festeggia Halloween?? Farà un figurone con queste dita mozzate!! :) ciao ciao!!! Silvia

    RispondiElimina
  9. io le piu'grandi puare le provo solo"grazie "a mio figlio!!!

    RispondiElimina
  10. anche tu con le ditacce cattive???? mi state quasi convincendo a provarle!! :-P

    RispondiElimina
  11. Paura...e chi non la prova, cara lo?

    Di fronte all'imponderabile poi...

    Per quanto riguarda mio figlio ,non ne parliamo...!

    RispondiElimina
  12. Manu, Silvia...la paura è con noi...capirla un po' forse serve...i biscotti sono davvero buoni: lo zenzero si sente e ci sta benissimo, lo cherry era perchè non avevo nulla di rosso per fare effetto sangue, ma ha donato alla mandorla un effetto caramelloso squisito...secondo me rendevano di più l'idea se non si appiattivano..ma rimanevano un po' cilindrici, la foto l'ho fatta seguendo i consigli di Geillis ;) un bacione

    Gunther..con il tempo e con l'età...hai ragione!

    Onde...se mi parli di dappista...credo sia un'altra storia...un'altra strada..mi è capitato di essere di fianco a chi aveva questi attacchi...in quel momento non sono stata capace se non di dare un po' di coccole e un abbraccio

    Camomilla ma grazie...ho provato a lavorarci un po' su a questa foto! :)

    Caty...la paura è una risposta...io dico alla gnoma...okkei abbiamo paura...e tanta...ma che facciamo ci fermiamo? No...dai allora diamoci la mano! Con lei funziona, purtroppo con altri no... :(

    Grazie Pamy...sicuramente trovi dita mozze più belle in rete! :)

    Anna...cavoli ci credo che hai avuto paura...e poi pure nervoso...che cavolo è successo a questa pentola???

    Silva carina la foto vero?...le trovi su gettyimages...sono free...la gnoma festeggia a casa del suo papà, è un lotto di villette dove può fare dolcetto scherzetto con gli amici! un bacione

    Mirtilla i figli in effetti offrono occasioni irripetibili ;)

    Micaela...dai dai mozza qualche ditino anche tu...ehehe

    Stella...l'imponderabile è gustosamente pauroso..mi piace quella paura...i figli a volte...li uccideresti per quello che ti fanno passare...mannaggia! ;)

    RispondiElimina
  13. Guarda ti son venute benissimo infatti mi fan schifo...ovviamente è un complimento!
    Però non le mangerei..
    La paura..panico!!
    acc quante volte ..però a volte è bello aver paura..se si risolve in bene poi.
    E' una paura sana..

    RispondiElimina
  14. Bellissime Lo!!!! poi tanto si sbafano in un baleno....
    buon Halloween! bacio!

    RispondiElimina
  15. ...vorrei due dite di dita per favore :))
    io a volte ho paura di avere paura... ma per fortuna arrivi tu a dirmi che chi ha paura ha coraggio...
    sei la mia Lo!!! :***

    RispondiElimina
  16. Sai anch'io ho avuto paura nella mia vita. sì, lo ammetto, ho avuto paura quando ho visto le tua dita mozze. Ah!Ah!ah!
    Comunque...ero passata di qua per dirti qualcosina...PRRRRRRRRRRRRRRRRR!

    RispondiElimina
  17. Michela sono davvero contenta che ti hanno fatto schifo....devo vedere la gnoma che se le addenta dicendo...mi è rimasto un ossicino tra i denti! La paura sana...è una gran paura! bacio

    Mananggia Simo si sbaffano davvero come niente...le tue però sono bellissime! bacio

    Vivi...ecco due dita di diti ditate...coraggio che paura!!! ti baciozzolo tutta!

    Mucchina...prrrrrrrrrrrrr a chi???? occhio che ti mozzo le dita! :)

    RispondiElimina
  18. Lo,hai concluso la tua riflessione in modo stupendo...è la paura a darti coraggio,nelle piccole come nelle grandi cose.

    Ciao,buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  19. Hai descritto la paurina in modo ineccepibile: le ho provate tutte o quasi quelle paure!
    Anche quella per le dita mozze... a sei anni ho lasciato una falange nella portiera della SimcaMille... pensa potevo morire di paura attaccata a una portiera d'oooooooro!

    RispondiElimina
  20. ciao Lo ,ma che dici sono proprio venuti bene ihihihi!!!!poi ti faccio vedere quelle che ho fatto io e così ti ricrederai sulle tue ^_^ ciao tesoro e buon halloween

    RispondiElimina
  21. Ciao tesoro nostro e buon Halloween! Le tue dita sono da paura, mancano solo gli effetti speciali e... siamo dentro ad un film! Però sono anche terribilmente dolci!
    La paura, come l'hai descritta bene e quanto di me ho ritrovato dentro quelle righe, l'attesa genera spesso paura, anche le cose belle a volte spaventano, ma la paura l'ho sempre affrontata. Vista da lontano ti fa sentire piccola e fragile, ma man mano che ti ci avvicini e decidi di affrontarla, ti accorgi che si sta rimpicciolendo o forse sei tu che ritorni dentro le tue reali dimensioni. E' sempre bello leggerti!
    Un bacio da Sabrina e da Luca che è ancora al lavoro!

    RispondiElimina
  22. ahhhhhhh

    ma che meraviglia Lo!! sembrano vere!!! un bacino!!!

    RispondiElimina
  23. un pò di umpressione me la fanno!!! baci tesoro buon w.e. ho iniziato l'antibiotico sperem bene non ce la faccio più!!!

    RispondiElimina
  24. Mi fanno un'impressione quelle dita mozzate!!!!
    Già ... ma devono essere buonissime
    :o)
    Buona notte di halloween
    *Cinzia*

    RispondiElimina
  25. Miii!!!!!!!!!
    Che foto paurosa!!!!!!
    Bravissima, mi piace molto la tua foto.
    Anche con la ricetta che ho seguito io la frolla si è deformata.
    Bella anche l'idea della mandorla con la pelle.
    Un bacio

    RispondiElimina
  26. Sirio grazie :)

    Claud che impressione la storia della simcamille d'oro brrrrrrrrrrrrrrrrrr

    May26 non cicredo...dai!!! le mie sono tutte spetasciate..però sono buonissime! :)

    Sabrinacome sono contetna di sentirti...come stai??? che bello che sei qui!! hai descritto un rapporto con la paura vero e sano....prorpio quel modo di guardarla da lontano che ti atterisce e poi più è vicina più la ridimensioni...un abbraccio a te e a Luca

    Grazie Sara bacissimo

    Manu iihih...dai impressione? ora tu prenditi l'antibiotico che ti passa tutto, un bacione

    Cinzia si si sono buonissime...e gisutamente un po' paurose ;) buona serata anche a te!

    Laura io preferisco usare le mandorle con la pelle e qui si sono valorizzate...la mia frolla era troppo umida...invece di due uova avrei dovuto usare un uovo e un tuorlo per averla più soda...per la foto dev dire grazie alle lezioni di Geillis..hos eguito i suoi consigli! un bacione

    RispondiElimina
  27. Lo, mia cara Lo,
    troppe cose vorrei dirti e, a volte, troppo poco tempo per farlo! Un commento iniziato e poi interrotto decine di volte, intanto la mia Lo ha già scritto un altro post ... bellissimo: la paura! Con la paura io ci convivo da quando la mia memoria riesce a portarmi indietro, quando avevo pochi anni e la sera non riuscivo a dormire se la mia mamma non era lì con me ... nella mia stessa stanza, quanto bisogna stare attenti a come si parla con i bambini, loro ingigantiscono le nostre parole e se poi, malauguratamente le fraintendono, possono portarsi appresso paure sbagliate per troppo tempo ..., è vero però, la paura è coraggio, brivido, adrenalina, felicità nel superarla, paura di averne ancora, tante emozioni ...
    avrei voluto scriverti un mio pensiero anche sul post precedente ma ... ormai
    buon fine settimana e ...
    grazie di esserci e di essere la donna intelligente che sei
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  28. Lo, ma che pauuuuuura!..

    Complimenti, bellissime dita!

    RispondiElimina
  29. Ciao Lo, bellisimo questo post sulla paura...e chi non nè ha...ma lo sai che hai ragione.
    PAura è anche coraggio!
    MAmma mia quelle dita come quelle di simo!
    Un bacio

    RispondiElimina
  30. ohhh finalmente non avrei più problemi con il manicurrrrrrrrrrrrrrrrrre.....buone peròòòò!!

    RispondiElimina
  31. Dida i tuoi pensieri sono preziosi lasciameli tutte le volte che vuoi...io li aspetto...la paura che compagna...e spesso frutto delle parole...quante volte mi sono ritrovata a dare spiegazioni alla mi agnoma per evitare che la paura inutile l'abitasse...un bacio dolce Dida

    Rossa grazie! :)

    Carla...paura e coraggio ...una medaglia ...uan corda che unisce...una strada e un passaggio...dai dai fatti coraggio mangia un ditino! ;) un abbraccio

    Marta...così posso mangiarmi le unghie senza problemi!

    RispondiElimina
  32. La paura mi ha sempre spinto a muovermi, a fare delle scelte.... Quando mi sento dire di quanto sono stata coraggiosa a fare questo o quello rispondo sempre che la paura e' stata una mia fedele compagna :)
    Un bacio Lo!
    Dani

    RispondiElimina
  33. Dani è esattamente così...la paura ti spinge e ti provoca...bisogna sapere prenderla per mano!!! un abbraccio

    RispondiElimina