domenica 21 settembre 2008

Il futuro che sarà

Lo gnomo risponde al telefono, è il suo papà...questa settimana non si vedono, a causa dei turni di lavoro di lui e così si parlano. Raccontano, parlattando, di tutte quelle cose che rendono speciali il quotidiano e che è necessario condividere in nome dell'amore. Poi la sua voce cambia, sento il tono più serio. "Come non possiamo andare? Ma è la prima messa dopo l'inizio delle prove del coretto e non mi sembra bello non andare..." Il discorso continua e io ascolto quel timbro di voce, quel tono così improvvisamente adulto, di chi, tra botta e risposta, difende le sue opinioni, di chi, saggio, trova una mediazione, di chi sereno ha cercato la via giusta... Lo so, la vedo crescere sotto gli occhi ogni giorno, ma quando sono testimone di queste prime fugaci apparizioni di donna rimango un attimo sospesa, perché vedo la meravigliosa persona che sarà, osservo il guizzo di quel tocco di adulto che fa solo un giro, ma piano piano cresce.... Il tono calmo, pronto deciso...ha argomentato e difeso, ha ragionato e compreso, ha trovato una soluzione Eccola..lei torna poi la novenne gnoma del mio pollaio, mangia ridendo, dice sciocchezze buffe, gioca con il gatto, mi prende in giro...non sa nemmeno di essere stata abitata per un attimo dell'adulto che sarà... Le accarezzo la testa e ne sono orgogliosa.

PAPPA AL POMODORO RIVISITATA


150 gr di amaranto
acqua
dado vegetale
8 pomodori maturi
aglio
peperoncino
un panino raffermo
basilico fresco

Cuocere secondo la ricetta base l'amaranto con l'acqua e un pochino di dado vegetale. Lavare e tagliare a pezzettini i pomodori. Rosolare due spicchi d'aglio con un po' di peperoncino, aggiungere i pomodori. Cuocere per 5 minuti dal bollore e poi passarli al passa verdure per eliminare le bucce, rimettere in pentola riportare a bollore e aggiungere mezzo litro di acqua con un cucchiaino di dado vegetale, aggiungere il basilico fresco spezzettato. Quando inizia a bollire aggiungere il panino fatto a pezzetti e cuocere per 3\4 minuti. Spegnere e lasciare a riposo.

37 commenti:

  1. che bella ricetta originale;))

    RispondiElimina
  2. Questa gnoma ha dei genitori sereni ed equilibrati. Crescerà forte.

    RispondiElimina
  3. sei stata tenerissima a condividere con noi questa piccola gioia del tuo quotidiano:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  4. ciao Lo! che bellissima riflessione, mi è piaciuto molto leggerla, grazie! A prestissimo! Silvia

    RispondiElimina
  5. Lo...che post tenero e bellissimo!e che speciale la tua gnoma!! Un grande abbraccio a entrambe

    RispondiElimina
  6. che meravglia Lo!! leggerti è sempre bellissimo!!! La gnometta è fortunata!!!

    e la pappa al pomodoro??' che bontàààààààà

    RispondiElimina
  7. gli gnomi a volte spaventano pure me!!! così piccoli e così saggi...con quella proprietà di linguaggio che neanche alcuni adulti posseggono!!! sarà anche un pò merito nostro che ne dici??? cerco di fare del mio meglio con loro visto che sono il futuro di questo strampalato mondo attuale!!! un bacione dolcissima lo ti auguro una splendida settimana!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Daivoletta, io sono Lo.

    Grazie Pamy...era gustosissima!

    Grazie Antonio.

    Annamaria, grazie per avermi letto un abbraccio carissima!

    Silvia grazie a te, sei gentilissima! A presto

    Marta tesoro...ma come stai??? che bello che mi hai scritto un bacio a te e al tuo piccolo tesoro!

    Saretta quando guardo quel piccolo gnomo rosso so che la fortunata sono io! un bacione

    Manu...tu che hai a che fare con gli gnomi...vero che stupiscono e un po' spaventano...anche io cerco di fare del mio meglio...devo lasciarle la terra! ..e si credo che un po' di merito sia nostro! un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Un piatto mondiale LO: centroamericano, per la provenienza dell'amaranto, toscano per il nome e africano.... per il piatto zebrato :-D
    Comunque complimenti per la gnoma :-D
    Ehhhh..... crescono..... crescono... :-)

    RispondiElimina
  10. Che descrizione commovente sigh!!

    RispondiElimina
  11. E' bello come racconti la vita... per me sono cose lontane, ma mi riempono ugualmente il cuore!
    Cuginette pennuta, sono fiera di essere tua blog-parente!

    P.s. ora più che mai sono convinta del premio che ti ho dato! Ti aspetta nel mio blog!!!

    A presto e buon inizio settimana
    Gialla

    RispondiElimina
  12. Ciao Looooo!!! Sono vivaaaaaa!!!! Sono di nuovo on line e sto tornando ai miei giri notturni sui blog...piano, piano tornerò a ggiornata.un bacio (anche alla gnoma).Lety

    RispondiElimina
  13. sei dolcissima, che belle parole!!! buona settimana !!!

    RispondiElimina
  14. urca Jajo non ci avevo pensato alla mondialità! ;)

    Zagara.... :)

    Gialla la mia cugina piumosa della rete....un premio...corro da te...grazie sei un tesoro un baciotto

    Letyyyyyyyyyy come sono contenta! un bacione

    Grazie Polinnia buona settimana a te! un abbraccio

    RispondiElimina
  15. dolce Lo credo siano gli attimi che rendono meravigliosa questa nostra vita .io dico sempre che ci sono due tipi di persone , quelli che " fanno crescere" il mondo e gli altri. ed io sono felice tu sia una incredibile chioccia .ti abbraccio ( aggiungo che oltre a Neruda condividiamo la passione per lo stesso pittore...)

    RispondiElimina
  16. Che tranquillità e benessere da te e bacetti alla ragazza "che sta crescendo" crescendo bene!

    RispondiElimina
  17. mi pizzica il naso!
    che tenerezza..
    poi c'è chi, nonostante l'età, è rimasto a girare nelle tazze del Luna Park (per citare un film che ho rivisto ieri dopo tanto tempo..) e teme che non riuscirà mai a scendere..

    RispondiElimina
  18. Sai che io la pappa col pomodoro credo di non averla mai mangiata? Mi rifarò con l'arrivo del fresco!

    Ciaooo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  19. Originalissima questa ricetta: mi sono anche letta tutte le informazioni sull'amaranto, che non conoscevo. Mi rimane il dubbio di dove poterlo trovare...

    RispondiElimina
  20. questa pappa mi sembra molto appetitosa e originale!!! bravissima!

    RispondiElimina
  21. Lo mi hai fatto commuovere!
    O sono gli ormoni mensili ;-) o forse (più probabile) è che ho una "novenne" in casa ed è meraviglioso scoprirla sempre più grande ed autonoma!
    Ieri ha chiamato al telefono una sua amica e mi ha fatto impressione sentirla "sono io, scusa, disturbo? Posso parlare con ......?".
    Mi è sembrata grandissima!
    ....e mi commuovo...!

    RispondiElimina
  22. Sono attimi che se colti restano per sempre...
    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  23. ciao ke carina la tua gnoma!!!
    e questo piatto, lo sai l ho visto fare anke in tv deve essere davvero buono solo ke però ci vorrà 1kg. di pane vicino eheheh
    baci baci veronica
    buon inizio settimana

    RispondiElimina
  24. Ehhh qui la gallinella diventa una bella chioccia orgogliosa dell'uovo che ha covato....complimenti hai covato per benino vedo, continua così, baci anche alla gnoma ;-))

    RispondiElimina
  25. sei decisamente stracotta dello gnomo!!!

    RispondiElimina
  26. sei molto dolce quando parli di lei....è davvero bello leggere quello che scrivi e si sente quasi un brivido che percorre la schiena...un bacione a entrambe...:)

    RispondiElimina
  27. Caty sogno di essere una persona che fa crescere il mondo...almeno un pochino un abbraccio

    Stella grazie...si facciamo di tutto per garantire il nostro benessere...do i bacetti alla gnoma!

    ma Fortissima che film è? comunque un pochino sulle tazze si può andare!!! Un bacione

    Aiuolik ben tornata :)....provala!!! :)

    Onde l'amaranto io lo trovo al commercio equo o nei negozi bio, ma so che c'è anche in certi super!
    Più sicuro dai primi due!

    Grazie Micaela...era buonissimissimaaaaaaa!!!

    Barbara....non sono gli ormoni è proprio quello che hai descritto te....come la telefonata della tua novenne! un bacione

    Silvia la tua gnoma è molto simile alla mia ;)

    ihihi Vero...no dai è una zuppona densa il kilo di pane è dentro ;) ...davvero in tv? e con l'amaranto? wow

    ihihi esattamente così Marta...è che uovo.... ;)

    Mirtillina stracottissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaa è un capolavoro!

    Kia come stai??? guarita??? grazie per le tue parole un abbraccio

    RispondiElimina
  28. che bello il tuo pollaio....mi hai fatto venire le lacrime agli occhi, è bellissimo quello che hai scritto della tua pulcina, stupendo....
    buon inizio settimana tesora...
    ^_^

    RispondiElimina
  29. cosa non sono i piccoli...uomini e donne di domani....
    ti ringrazio per l'affettuoso post dopo lo scoramento sono partite le ricerche e dopo queste son seguite le sperimentazioni...infondo come in ogni cosa è solo un cambio di abitudine!!

    ciao e a presto

    RispondiElimina
  30. grazie a questa mamma attenta e a questo papà premuroso e autorevole, la gnoma cresce serena e giudiziosa e forte insieme...bello questo post, come sempre carissima Lo.
    Mariluna

    RispondiElimina
  31. Susina buona settimana anche a te, grande tesoro!

    Dea...si dai buttati e sperimenta: ci stupirai ocn nuove ricette! un abbraccio

    Grazie Mari un bacio

    RispondiElimina
  32. Sì, ma alla fine, se voglio provare la pappa all'amaranto dove lo trovo? In zona Varese ad esempio lo trovo anche al supermercato? O dove, che io di bio non mi intendo?

    RispondiElimina
  33. ...che tenerezza, Lo ...piccole gnome crescono:*

    RispondiElimina
  34. Tonino ..l'amaranto io lo compro al commercio equo: a Tradate, a Castiglione e a Varese ci sono le botteghe, probabilmente anche in altri posti, ma io conosco quelle più comode per me. In un qualsiasi negozio bio lo trovi, a Varese e Busto c'è il NaturaSi, a Gavirate il Dossi, a Malnate un altro negozio fornitissimo, a Venegono Superiore c'è la bottega del mulino...e poi sicuramente mille altri ancora...al super non so, mi hanno detto che c'è, ma non so in quale catena! ;)

    Anna che bello trovarti qui....si piccole e grandi gnome crescono! un bacione carissima!

    RispondiElimina
  35. :)
    Ciao!
    A volte ritornano! L'amaranto ha un aspetto invitante, sai... l'ho rimangiato anche io di recente, ma non avevo pensato a farlo in zuppa: potrei provare a fare come hai fatto tu e mettere zucca hokkaido? Mi stavo giusto chiedendo come battezzarla.

    (pensa Lo a come sarà emozionante vedere nella gnoma grande i riverberi di lei piccola, non intendo i gesti o i modi infantili, ma la giocosità, che spesso crescendo si perde nei cassetti...)

    RispondiElimina
  36. Claudddddd meno male che ci sei!!!! secondo me con la zucca la zuppa ci sta bene.....chissà se sarà capace di tenerle quelle parti bambine e io riuscirò a vederle.... un bacio

    RispondiElimina