lunedì 12 maggio 2008

Fava: vicia faba

Dal mio viaggio in Toscana, oltre al sole e alla serenità, mi sono portata qualcosa a casa...tre belle forme di formaggio di pecora e una piccola scorta di fave, acquistati in questo agriturismo biologico a due passi dal nostro campeggio. Se devo essere sincera è questa la seconda volta della mia vita che le mangio...
Da piccola non le avevo mai sentite nominare e solo successivamente ho iniziato ad adocchiarle sui banchi la verdura. La mia prima volta non me la ricordo nemmeno, ho solo una vaga sensazione che era qualcosa che non mi piaceva...e così non le ho mai riprese.
Ma quest'anno è un anno di grandi novità per me, di una buona voglia di apertura e un desiderio di sperimentare....e poi diciamo la verità....in Toscana con "baccelli e pecorino" ti fanno la testa quadra...così quando le ho incontrate all'agriturismo, provenienti da agricoltura biologica, ho detto: "Io le prendo!"
...e così in compagnia delle tre forme di formaggio, due mazzi di asparagi e qualche carciofo, sono arrivate nella terra varesina....
E' stato divertente prepararle fin dall'inizio, mentre le sgusciavo dai baccelli morbidi e felpati e li sgranavo...il rumore che faceva cadendo nello scolapasta era così buffo, che per goderne ancora ho sgusciato pure dei piselli freschi presi qui a casa.
-------
La fava, oramai poco usata in Europa e nel Nord America, sono un cibo usuale in Oriente e in Africa, importante per il fragile equilibrio nutritivo dei popoli più poveri, da occuparsene persino la FAO.
Sono l'unico legume, se mangiato fresco, totalmente privo di grassi. Sono alimenti di natura proteica e contengono ferro e fosforo. Le fave secche sono tra i legumi tra i più energetici, il più ricco di proteine e di zuccheri semplice, che ne facilitano la digestione. E' tra i legumi il più ricco di tutte le vitamine del gruppo B e ha calcio, vitamine A, C, E, K. E' indicato come cibo diuretico, ma anche energetico e lassativo, aiuta nei casi di ipercolesterolemia, malattie cardiovascolari, calcoli renali, cistite, stati di debolezza organica e per l'alimentazione degli sportivi.
(Informazioni tratte da L'alimentazione naturale di Nico Valerio)
CASERECCE AL FORMAGGIO DI PECORA, FAVE, PISELLI E ASPARAGI.

240gr di pasta tipo caserecce
un mazzo di asparagi
250 gr di fave sgranate fresche
250gr di piselli sgranati freschi
6\7 di pomodorini secchi sott'olio
formaggio di pecora
2 spicchi d'aglio
basilico
olio extravergine d'oliva
sale

Pulire gli asparagi, eliminando la parte dura finale, sciacquarli velocemente sotto l'acqua e cuocerli al vapore. Io li ho preparati al vapore nel forno microonde, utilizzando l'apposito contenitore e cuocendo per 10 minuti a max potenza. Tagliare le punte e tenerle da parte, frullare i gambi con un poco d'acqua tiepida.
Scolare i pomodorini secchi sott'olio, tagliarli a pezzetti e condirli con il basilico sminuzzato.
Cuocere al vapore per 10 minuti piselli e fave, nel frattempo cuocere la pasta al dente.
Rosolare l'aglio con un cucchiaio di olio extravergine d'oliva in una padella antiaderente, aggiungere piselli e fave, coprire e cuocere per alcuni minuti. Scolare la pasta, aggiungerla ai legumi stufati insieme ai pomodorini. Mescolare e decorare con le punte d'asparago e il formaggio di pecora a scagliette. Servire.

Questo piatto ricco di proteine è in realtà un piatto unico. Il sapore è davvero delicato.
Anche Giusy le ha preparate, proponendo una ricetta davvero gustosa, io l'ho messa fra le cose da fare!

24 commenti:

  1. che spettacolo di pasta!!!!! deve essere buona e saporita, io le fave non le ho mai cucinate, proverò sicuramente!!!! ciaooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  2. Ma sai che le fave io le mangiavo sin da piccola ma pensavo fossero fagioli...poi ho capito! Buonissime comunque e in questa pasta devono essere meravigliose!

    RispondiElimina
  3. Ely...provale davvero hai visto quanto fanno bene, pe ri bimbi vanno benissimo! Mannaggi a me ch enon le mangiavo prima!

    Ciao Laura...ma almeno le mangiavi...io no!!! Ma ora mi rifaccio! ;)

    RispondiElimina
  4. Ciao Lo! anch con la fava...che buona..io ne mangerei a chilate!
    Buona settimana!
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. che bellissimo piatto Lo!!! un bacione e buon lunedi!

    RispondiElimina
  6. vuoi preparare un antipasto diverso o uno spuntino per gli amici? fave sgranate, cubetti di buon pecorino olio sale e pepe !!!!!! una bontà!!!!!!!
    un bacio Pippi

    RispondiElimina
  7. Caspita...non avevi quasi mai mangiato le fave...INCREDIBILE!! Hai proprio ragione, da queste parti puoi venire tacciata di eresia se non nomini le fave e il pecorino...bruciata nel rogo come una straga volendo!!! Comunque sono cotenta che te le sei prtate dalle tue parti. Maggio è il loro mese, la mia nonna ha l'orto pieno!!! Il miglior modo per assaporarle è in insalata: CUBETTI DI PECORINO, SALE, PEPE, ACETO E OLIO...una botà!! smack

    RispondiElimina
  8. oddio ma Pippi ha scritto le stesse cose che ho scritto io...e non me ne ero resa conto!!! Comunque, ora sai che è una vera ricetta!!! Bacio

    RispondiElimina
  9. Ehm,...Loooo...sai che non ho mai mangiato le fave!!!
    E' grave???
    Urge provare!!!
    Bacione

    RispondiElimina
  10. ciao Carla...ora che le ho scoperte anche io!!!!

    Grazie Sara un bacione anche a te!!

    Pippi, Lale...visto ch elo gridate in coro......provo di sicuro...le fave con il pecorino che bontà!!!un bacio ad entrambe

    Simo proprio come me...ma ti giuro sono da provare!!!

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia questa pasta, mio marito adora le fave!

    Grazie di cuore per le tue parole, baci

    RispondiElimina
  12. che ricetta meravigliosa!!!

    com'è che ogni volta che vedo una tua ricetta..... sbavucchio un po'????

    RispondiElimina
  13. Hai ragione Lo le fave sono nel ns DNA: prima della scoperta del nuovo mondo c'erano quasi sol loro come legumi!!

    RispondiElimina
  14. mi sorprende che per apprezzare questo delizioso alimento sei dovuta
    andare in Toscana !
    meno male, perchè ora vedo che sai tutto di loro! ed inoltre sono buonissime!
    se vuoi puoi provare a fare la ricetta " Maccu" che trovi sul mio
    blog,le apprezzerai ancora di più!
    ciao a presto.

    RispondiElimina
  15. che buone le fave. Io le mangiavo sempre così, crude e nude. e' veramente bello il rumore di quando le apri :)

    RispondiElimina
  16. un bel piatto ricco...anche io ho preso le fave ieri...le cucinerò presto:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  17. ciao Eleonora....un bacio!

    dai Dario che tu sai fare le fave benissimo quando ci metti qualche ricettina???

    hai ragione Claud...e mi stupiscono di come qui siano quasi sconosciute! vergogna!

    ciao Giusy...bentornata...eh si fino in toscana...ma non sorprenderti...qui non f aparte, purtroppo della tradizione, non si è abituati...ma io rcupero e la tu aricetta è fantastica...ora la linko! grazie

    RispondiElimina
  18. camalyca...hai visto nei blog quante finte diete??? che bello vero il rumore....tu si che mi capisci! un abbraccio

    Annamaria ho visto dove hai preso le fave...bellissima gita e pure le ciliege! wow

    RispondiElimina
  19. Mi sembra di sentire il profumo ed il sapore di questa pasta!
    Le fave sono proprio buone,le userò per preparare questa delizia che hai fatto!
    Ciao tesoro,buona giornata!:-)

    RispondiElimina
  20. post interessante;nonostante non ami le fave mi e'molto piaciuto leggerlo ;D

    RispondiElimina
  21. io sono per la rivalutazione del legume..credo che l'80% della produzione mondiale di legumi finisca nella mia pancia (!) :P
    buonissima pasta..un abbraccio. letizia

    RispondiElimina
  22. ciao tesora burrina!!! tutto bene? un bacione

    Grazie Mirtilla mi ha fatto piacere quello che hai scritto!:)

    ciao Letizia...benvenuta nel pollaio...adoro anche io i legumi!Rivalutiamoli!!! a presto un bacio

    RispondiElimina
  23. ooooooooooooooooooh!!!
    le fave???
    le voglio anch'io!!!
    ma fresche...così come i tuoi!!!
    bacioniiiii

    RispondiElimina
  24. dai Bri....cerchiamo l efave fresche!!! Se penso quante ce n'erano in toscana...qui nada!

    RispondiElimina