lunedì 14 aprile 2008

Asparago: asparagus officinalis




Eccoli: belli, splendenti, ordinati...nei loro mazzettini sanno di primavera, di nuovo e di gusto. Il loro verde brillante porta alla mente la preparazioni di piatti gustosi, ricercati e saporiti. Certo sono lussuosi...grazie al loro costo non certamente tra i più economici. So che persone di buona volontà e di grandi spazi le coltivano...come la gallinella Miriam e certo lei se li sbaffa con grande soddisfazione. Fanno parte di una famiglia nobile, quella delle gigliacee, ma sicuramente a livello nutritivo rappresetnano il fratello sfortunato di un gruppo di potenti cibi salvavita come le cipolle, l'aglio, i porri..
Io sono ispirata dal fatto che sono germogli, che portano in sé proprio l'energia della terra e spuntano solitari e forti...sono una promessa, quella che aspetto dopo i mesi freddi e bui...anche l'eleganza della loro forma mi attrae...e come qualcosa di unico e particolare li uso con parsimonia, quando voglio un regalo speciale in tavola.

Gli asparagi sono un gustoso e nutriente ortaggio, sono ricchi di fibra, vitamine A, B1, B6, C, acido folico, amminoacidi, carotenoidi, potassio e fosforo, ma nel contempo sono poveri di calorie.
Gli asparagi riducono il ristagno dei liquidi grazie alla presenza di purine (che in seguito alla loro scissione originano acido urico), quindi sono diuretici e depurativi, inoltre sembra che favoriscano la stimolazione dell'appetito. Bisogna tuttavia ricordare che lo stimolo diuretico esercitato dagli asparagi può risultare irritante per i reni, tanto che questo ortaggio è in genere sconsigliato a chi soffre di insufficienza renale e di nefrite.
Le purine manifestano inoltre un moderato effetto tossico e nell’asparago sono presenti insieme all’acido ossalico: entrambe queste coincidenze sconsigliano il consumo di asparagi per chi è affetto da problemi ai reni e alle vie urinarie, oltre che non indicato per chi soffre di gotta.
Gli asparagi contengono l’aminoacido asparagina - o acido aspartico: è questo a conferire all'urina il tipico odore, attraverso un rapido metabolismo che lo trasforma in prodotti di degradazione solforati, quali i tioli e i tioesteri. Questo odore dell'urina è strettamente legato all'efficienza renale: se il sistema renale è efficiente, l'odore si sente nell'orinazione immediatamente successiva (dopo 10-15 minuti) all'ingestione degli asparagi. L’odore caratteristico dell’urina dopo l’ingestione di asparagi non si avverte in tutti i consumatori e non ha alcuna relazione con problemi di salute o di tossicità!
Sia le purine, che in parte l’acido aspartico, vengono in larga parte dispersi con una bollitura prolungata in piena acqua: gli effetti sono dunque più pronunciati consumando gli asparagi sotto forma di decotto, oppure saltati in olio o burro.
Ricordiamo ancora che nei casi di obesità, una diuresi abbondante giova a eliminare l’acido urico e tutti i residui del ricambio organico che si potrebbero trasformare in grassi, anche perché l’acido aspartico aumenta il ricambio basale in modo notevole, con relativa asportazione di tossine e altri prodotti nocivi all’organismo.


di Marco Riva
Università di Scienze Gastronomiche di Bra, Pollenzo (CN)
tratto da Chiedi ad Ulisse



RISO AGLI ASPARAGI E GORGONZOLA

riso 280gr
asparagi un mazzo
dado vegetale
acqua 500 ml
vino bianco 1\2 bicchiere
gorgonzola 100gr
burro una noce

Pulire e tagliare a pezzettini gli asparagi, tenendo le punte intere. Metterli in un pirex con due cucchiai di acqua e un cucchiaio di dado vegetale, girare bene e cuocere nel micro per 5 minuti alla massima potenza. Aggiungere il riso, bagnare con il vino e mescolare bene e cuocere per 4 minuti a 500 watt. Versare l'acqua bollente e mescolare bene. Cuocere per 14\16 minuti alla massima potenza, girando per tre volte. Aggiungere il gorgonzola a pezzettini, aggiustare di pepe e unire la noce di burro. Lasciare riposare per un paio di minuti, mescolare e servire.

Mi sono fatta liberamente ispirare dall'idea di Astrofiammante

35 commenti:

  1. Lo mi fai impazzire con tute queste prelibatezze.
    Se tu sapessi come amo gli asparagi...
    Ma lo sai che a Bruxelles sono bianchi.
    Mi fanno quasi paura cosi' anemici...
    Non vedo l'ora di tornare a casa a rimangiare quelli belli verdi :p
    Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  2. Cara Lo, questa proprio non me la dovevi fare! Passino i meme, ma il risotto nel micro proprio non te lo lascio correre! Il risotto si fa SOLO e SOLTANTO sul fuoco, sfumandolo con il vino (o altro, checché ne pensi Marchesi) e portandolo a cottura nel brodo, non in altro modo. Se volete cuocerlo con la pentola a pressione, al forno, al micro, alitandoci sopra, chiamatelo semplicemente riso, non risotto. Il risotto è un'altra cosa. ^^

    Phil

    RispondiElimina
  3. ciao Mucchina bella...tutto bene??? ..ma gli asparagi bianchi non sono una delle tatne varietà??? mi ricordo di averli visti in camargoue in francia...dai che gli asparagi verdi ti aspettano!!!

    Per Phil:
    Perdono, perdono, perdono...
    io soffro più ancora di te!

    Diceva le cose che dici tu
    Aveva gli stessi occhi che hai tu
    Mi avevi abbandonata
    ed io mi son trovata
    a un tratto già abbracciata a lui...

    Perdono, perdono, perdono...
    io soffro più ancora di te!
    Perdono, perdono, perdono...
    il male l'ho fatto più a me!

    io sono un impiastro con il risotto...mi viene solo così....perdonoooooooo...però hai ragione e correggo il titolo....Phillllllllllllllllllperdonoooooooooooooooooooooooooooo e tienimi una lezione di risotto :(

    RispondiElimina
  4. bbbbuono!!! un bel risottino come questo me lo papperei ora!! non ho ancora pranzatooo!!! slurp!!
    Grande Lo!! un baciotto e buon lunediii!!!!

    RispondiElimina
  5. Lo, mi piacciono molto queste notizie scientifiche, brava.
    Ho fatto un risottino con asparagi selvatici, erba cipollina e robiola proprio sabato sera...

    RispondiElimina
  6. che buoniiiiii quando poi il mio papy trovava quelli selvatici era una gran festa.... con il gorgonzola non li ho mia provati!!! provvederò :-))) baciiiiii e bentornata!!!!

    RispondiElimina
  7. Che stupendo risotto, Lo...e poi con lo zolaaaaaaaaaaaaa...
    ingrasso solo al vedere!
    bacio gallinoso!
    W gli asparagi

    RispondiElimina
  8. Ciao Lo!
    Si il risotto con gli asparagi è ottimo se poi ci aggiungi il gorgonzola è la morte sua! Grazie per il post sulla storia degli asparigi.....

    RispondiElimina
  9. Vabbé, Lo, ti perdono. :)
    Anche perché vedo dai commenti che c'è grande simpatia per il risotto al microonde. Scandalizzato, farò venti minuti di sciopero dalla Rete...

    Avessi un blog, bannerei a vita coloro che definiscono "stupendo" e "magnifico" un risotto al microonde. Figuriamoci chi l'ha cucinato! ^^

    Besos
    Phil

    RispondiElimina
  10. Ciao LO! Buono il riso con asparagi... hai mai fatto i tortelloni con gli asparagi come ripieno: buonissimissimissimi!
    (Mi hai fatto voglia di mangiarli!)
    Claud

    RispondiElimina
  11. che buonooooooo!!!
    della serie: io amo..anzi venero tutto ciò che contiene lo Zola!!!!

    mi segno anche questo..mi sa che mi stai programmando tutti i pranzi dei prossimi mesi eheheheh.

    d.

    RispondiElimina
  12. Ora so qualcosa di più sugli asparagi!!
    Ottimo il risotto!!!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Gli asparagi li adoro, anche se amo molto di piu quelli selvatici che quando vivevo in puglia trovavi come se niente fosse! Bellissimo il risotto, complimenti lo!
    Adoro anche la frittata di asparagi, gulp...
    Un bacione

    Ps. Per la crostata, io te la consiglio...la meringa è una cosa semplice, viene morbida morbida, fidati! :P

    RispondiElimina
  14. Lo, a parte il m....buono
    anche le informazioni date
    sull'asparago.
    Bacio
    Nino

    RispondiElimina
  15. ciao Saretta...è buono davvero...poi visto la pioggia scalda!!
    un bacione splendida

    Ciao Spiluuuuuuuu, ciao Ely...grazie...accidenti io non riesco a trovarli quelli selvatici...tristezza! smuacks

    ciao Simo...dai lo zola è pochissimoooooooo ;)

    ciao Carla tutto bene??? grazie a te che passi da qui...sono contenta che sia interessante...

    Phillllllll grasssssssssssssie!!! finiti i 20 minuti di astinenza e purificazione??? hai notato che ho scritto riso...;) e mi sono lavata la bocca con il sapone, anzi pardon...le dita.... bacio

    uhhh Claud...mia bella emiliana...mmmm non ho mai fatto la pasta ripiena...ma devo farla...ma devo comprare la nonnapapera uffiiiiii

    Dariucciooooooooo lo sai che se fai voglio sapere...anzi voglio assaggiare

    ciao Dolceviola buona settimana a te! :)

    RispondiElimina
  16. ciao Michiiiiiiiii.....si hai ragione anch enella frittata slurps...dai dai ci provo con la crostata...le tue ricette mi osnos mepre venute benissimo..per cui mi fido!!!

    uhhh Nino...per il m...chiedo umilmente perdono...ma io ho davvero questa imbranataggine e non riesco a fare il riso normale...faccio sempre un pastone...il m...è un compromesso!!! sigh sigh

    RispondiElimina
  17. Ho terminato il mio sciopero. Apprezzo il cambiamento di titolo, ma continuo a non concordare. Come mai il risotto ti viene un pastone? Non è un piatto facile, ma nemmeno tra i più difficili: è solo questione di prendere la mano.

    :)
    Phil

    RispondiElimina
  18. uhh Phil..è una cosa che non mi è mai venuta....o troppo appiccicoso o completamete attaccato...un disastro...un nervoso...pensa che avevo rinunciato al risotto...fino a scoprire il m..... :(
    ..però qualch esettimana fa ho fatto un vero risotto alle seppie...devo replicare...e se riviene lo metto qui...per riscattarmi!

    RispondiElimina
  19. Mi piacciono un sacco gli asparagi..per non parlare di quando fanno parte di un risotto come questo..cavoli mi fai venire voglia..quasi quasi..non sapevo ancora che fare stasera! :D

    RispondiElimina
  20. uhh che bello Silvietta...davvero ti ho ispirata per la cena??? wow

    RispondiElimina
  21. Lo, tutto sta nella gestione del brodo e nella mantecatura. In entrambi i casi è questione di farsi la mano, provando e riprovando. Vedi di allenarti, perché il risotto al micro proprio nun se pò guardà! E se mi vuoi propinare il risotto al micro, io a cena da te non ci vengo! :P


    Phil

    RispondiElimina
  22. uaooo quante informazioni ci hai dato!!! grazie|!!! nons apevo contenessero tutte queste vitamine!!!
    ottimo il risotto.. adesso però ti dico la prima cosa che ho pensato appena ho letto il titolo del post: evvivaaaaaa sono arrivati gli asparagiiiiiiiii :D
    un bacioooo

    RispondiElimina
  23. una vera bontà questo risotto...buona serata
    Annamaria

    RispondiElimina
  24. Buona Lo... gli asparagi sanno di primavera.. e nel risotto sono una goduria.. e il microonde...bhe un esperimento da provare... io lo uso solo per scaldare!!!!buona settimana!

    RispondiElimina
  25. uhhhhhhhhhhh Phil giuringiuretta che mi alleno...sia mai che il critico mi sia contro!!!! NONONONO :(

    che bello Viviana è esattamente quello che volevo....w gli asparagi!!!!smuacks

    ciao Annamaria e grazie sei sempre gentilissima.... :)

    bentornati uva&fico!!! io devo essere sincera mi diverto con il micro...per il riso mi ha salvato da sicura mal riuscita (anche se ho giurato di uscire da questo tunnel), ma avendolo già in casa se posso lo sostituisco al forno normale anche per altro (verdure, pesce, frittelle...) per risparmio energetico! ;)

    RispondiElimina
  26. Cara Lo ma che bel blog!!!!
    Adesso sto uscendo e non ho tempo, ma appena posso ci torno al galoppo
    Ciao e buona giornata
    Grazia

    RispondiElimina
  27. ottimo post,utile curioso e la ricetta finale...dulcis in fondo!!

    RispondiElimina
  28. buon giornooooo loryyy!!
    come mi piace quello che scrivi e come lo scrivi!
    buonissima giornata,
    bacioniiii

    RispondiElimina
  29. Questo è uno dei risotti che preferisco in assoluto

    RispondiElimina
  30. benvenuta Grazia nel pollaio io ti aspetto volentieri e intanto faccio un giretto da te!!! a presto!!!

    ciao Mirtilla thanks e kisses!

    Bri grazie per il complimenti che mi ha fatto davvero piacere...sono diventata rossa!!! un abbraccio

    Vero Michela...è buonissimo e non bisogna esagera con lo zola...perchè deve essere comunque delicato!! a presto

    RispondiElimina
  31. asparagi e gorgonzola non l'ho mai provati e questo risotto mi stuzzica l'appetito.......è mezzogiorno e oggi a pranzo,,,,,,,,solo passato di verdura!! ;-)
    ciao Pippi

    RispondiElimina
  32. che buono! l'ho fatto sabato scorso: asparagi e formaggio di malga... che meraviglia! ricetta leggermente diversa dalla tua ma non molto :) ciao!

    RispondiElimina
  33. Io amo gli asparagi!ho usato il tuo stesso condimento per la pasta..divina!proverò anche il risotto, deve essere sublime!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  34. Ok, i miei reni funzionano visto che dopo 15 minuti si sente!
    Al micro il riso...tto non l'ho mai fatto(merci) ma con la pentola a pressione siiiii!!!
    Penitenza anche per me?Ciaooooo

    RispondiElimina
  35. ciao dolce Laura ...se la provi fammi sapere un bacione

    uhhh Salsadisapa da quanto non mangio formaggio di malga...mi fai venire voglia di fieno e di prato!

    uhh Night ma allora provo con la pasta...corta vero??

    shhh non dirlo..io non l'ho mai fatto nella pentola a pressione gulp! :)

    RispondiElimina