venerdì 29 febbraio 2008

Il lievito madre


"L'approfondimento inizia con il restare in ciò che sta succedendo, restare fermi nelle situazioni difficili. Il potere di fermarsi." Hillman
...correre da una vita e non riuscire a fermarsi, pensare di poter vivere senza respirare, credere di fuggire dal dolore solo perché si abbassa lo sguardo...
poi ad un certo punto ho sentito un suono sordo e basso, continuo ed insinuante...e il fastidio pesante di non capire...ho cercato il silenzio e il bisogno di essere calma e mi sono sporcata le mani di farina.
Volevo tutto subito, volevo finire in fretta, volevo vedere il prodotto...non mi sono mai fermata a focalizzare lo sguardo, non ho mai allenato la mia pazienza. Poi ho provato...
ferma davanti al mio mucchietto di farina e acqua ho cercato di creare altro, ho sporcato le mie mani e, nello stesso tempo, la mia mente, con la parte più oscura di me, ho fatto piazza pulita dei pensieri vuoti e costruiti che mi occupavano la testa e non mi facevano guardare.
Ho impastato, giorno dopo giorno e, per poter dare un senso all'attesa, mi sono dimenticata di tutto e l'ho fatto, più e più volte, solo per il piacere di farlo. Ho visto colore e sentito calore in un piccolo gesto, ho liberato la mia passione e intensificato il sentire. Ho accettato di prendermi una pausa per fare spazio e vuoto e ciò che non è abituale mi ha riempito. Curo la mia anima e godo di vivere.

--------------------

La pasta madre è un lievito naturale, è un impasto di farina e acqua acidificato da un complesso di lieviti e batteri lattici in grado di avviare la fermentazione degli impasti.
A differenza del lievito di birra che contiene unicamente Saccharomyces cerevisiae, il lievito naturale comprende, tra i lieviti, diverse specie di Saccharomyces (principalmente exiguus e cerevisiae ma anche ellipsoideus) e Candida, e, tra i batteri lattici, comprende specie eterofermentanti ed omofermentanti del genere Lactobacillus (brevis, sanfranciscensis, casei, plantarum, acidophilus etc.) e dei generi Leuconostoc Pediococcus e Weissella. (da Wikipedia)
Una volta era usato in tutte le case per fare il pane, che, dopo ore di lievitazione, veniva cotto nei forni di famiglia o nei forni del paese.
Produrre e mantenere il lievito madre è un'operazione che richiama lentezza e calma, che richiede pazienza ed attesa, che dona la gioia di creare. Attraverso i gesti ripetuti dell'impastare, aspettando che la madre sia matura, usarla per produrre da sé pane, pizze, cracker o dolci è un gesto di lentezza e di riposo.
Per avere una buona pasta madre è necessario avere un particolare atteggiamento mentale e trasmetterlo attraverso le mani.
Consente di non acquistare più lievito e di mettere cibi vivi in tavola.

...far nascere la pasta madre:
200 gr farina 090
100 gr acqua
1 cucchiaio d'olio
1 cucchiaio di miele
Preparare con tutti gli ingredienti un impasto ben sodo, aggiungendo l'acqua un poco alla volta e solo quanta ne è richiesta dall'impasto. Mettere la palla in un contenitore di vetro unto d'olio coperto e lasciare riposare per 48 ore. (Io ho sempre usato un contenitore di vetro con coperchio ermetico). Con il passare delle ore l'impasto si trasformerà, cambiando consistenza e aspetto: in particolare dovrà avere numerosi alveoli.
Passate le 48 ore è necessario passare al primo rinfresco. Fino a quando la pasta madre non sarà matura e pronta per essere usata, non è importante rinfrescare tutto il panetto, ma solo metà.
Quella che avanza è da buttare (io non ce la facevo e la sotterravo in giardino, sperando potesse aiutare le mie piante)
....al primo rinfresco e a quelli successivi:
prendere per ogni 100 gr di pasta madre 100 gr di farina e 45 gr d'acqua e impastare tutto insieme, lasciare riposare nel contenitore.
La pasta si rinfresca ogni due o tre giorni se la si conserva a temperatura ambiente e una volta a settimana se la si conserva in frigorifero. Non può essere usata immediatamente, ma solo quando è matura, altrimenti il prodotto avrà un sapore troppo acido.
In base alla mia esperienza consiglio di conservarla a temperatura ambiente il primo mese di vita, procedendo ai rinfreschi ogni 3 giorni. Successivamente può essere rinfrescata una volta a settimana, conservandola in frigo.
Per vedere se è arrivata al punto giusto e può essere utilizzata è meglio provare con alcune ricette come cracker o pizza.
Solo se il risultato ha un sapore gradevole, si può provare a panificare....alcune indicazioni su quando e dove farla:l'ideale è farla sulla spianatoia dopo che si è fatto il pane possibilmente nello stesso giorno in modo che la pasta si arricchisca anche delle spore del lievito e "dell'odore" del pane che restano nell'aria, ottimo pure se nella stanza dove facciamo la pasta c'è della frutta matura, sono tutti elementi che aiutano la pasta a fermentare;
una delle condizioni più importanti da soddisfare è quella di tenere al riparo da correnti d'aria e sbalzi di temperatura il lievito, infatti la temperatura stabile è una delle condizione necessarie per il buon esito dell'operazione.

La mia pasta madre è nata il 2 febbraio 2007, per rinfrescarla uso sempre farina tipo 0, che è più ricca di glutine. La conservo in frigo in un contenitore di vetro, per evitare che la plastica rilasci o prenda odori strani…la rinfresco una volta alla settimana.

32 commenti:
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Benedetta la mia lorenzina che mi accompagna tutte le domeniche per un bella pizza. E se mi dimetico di curarla non si oddende !!! ;)EMI
29 febbraio 2008 13.09
unika ha detto...
hai spiegato tutto benissimo...spero che questa volta ci possa riuscire anche io:-) grazieAnnamariahttp://ipiaceridellavita.myblog.it/
29 febbraio 2008 15.36
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Emi: un bacino a te e uno alla Lorenzina!Unika: certo che ci riesci anche te...e se ti va chiedi tutto quello che vuoi! Benvenuta! Lo
29 febbraio 2008 16.05
laGallinainCucina ha detto...
Lo, bravissima io non ci riuscirò mai! Ma che pazienza.Quasi, quasi te ne "prendo" un pò!:))Buon fine settimana a tutte le galline.
29 febbraio 2008 16.40
Dario ha detto...
spiegazione dettagliata e precisa!!!! brava lo!!!! ...peccato che in giro ci sono tanti assassini di pm...........d.
29 febbraio 2008 17.32
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Ciao bella gallinella....non siamo lontane...basta dirlo e un po' di lorenzina te la porto volentieri! :)LoDario....tu...tuuuuuuuuuuuuu hai dei lati della personalità....tenebrosi!!!! :) Lo
29 febbraio 2008 19.22
Geillis ha detto...
accidenti, mi hai fatto venire una voglia di farla...solo che la costanza non è il mio forte, non credo di resistere un mese col panetto in giro per la cucina...
29 febbraio 2008 19.36
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Geillis ti giuro che la costanza non era nemmeno il mio forte, qualcosina ho imparato....;) Lo
29 febbraio 2008 21.27
Mariangela ha detto...
Cara Lo, avevo letto altre volte la spiegazione della pasta madre, ma solo tu mi hai fatto venire voglia di farla! Nelle altre ricette mancava l'indicazione della giusta filosofia con cui creare la mamma di tutte le pagnotte. Adesso che ho anche questo pezzo della ricetta... mi butto nell'impresa. Grazie e buona domenica a te e a tutto il pollaio.
1 marzo 2008 8.10
emilia - lorenza - miriam ha detto...
che bello Merula! prova a fare la pasta madre, avrai un sacco di soddisfazioni e ti senti proprio mamma!!! :) Lo
1 marzo 2008 22.28
Anonimo ha detto...
Lo... sei troppo una grande!!! Ma quanto ti ammiro guarda....Un bacinoFe
2 marzo 2008 11.21
NIGHTFAIRY ha detto...
Io non ci riuscirò maiiiiiiiii! :( Buona domenica! :)
2 marzo 2008 11.29
emilia - lorenza - miriam ha detto...
ma dai Fè!!!! cosa dici!!! tu sei una grande un bacione!!! LoNight sai che non ci credoooooooooooo per niente...secondo me se tu fai la pasta madre ti viene un super blob iperattivo! ;) Lo
2 marzo 2008 13.56
rosy ha detto...
grazie per la bella spiegazione che hai fatto proverò sicuramente ciao e buona domenica
2 marzo 2008 16.26
Cannelle ha detto...
Che brave,il lievito madre in tutti i passaggi!Gallineeee!!!!Vi va di venire ad un pic-nic virtuale in cui ognuno porta qualcosa??? Lasciatemi un commento con il link di ciò che porterete voi. Vi aspetto!!!E' benvenuto chiunque altro abbia voglia di partecipare.
2 marzo 2008 16.26
Anonimo ha detto...
Egregggie Galline,dice bene Mariangela quando spiega che "nelle altre ricette mancava l'indicazione della giusta filosofia"...ed infatti c'è dentro tutto il feng shui e lo sciatzu in questa lavorazione...Galline, dopo avervi conosciute, mai più senzacon affetto sempre vostroil gibbone
3 marzo 2008 9.46
whitewillow ha detto...
Finalmente una ricetta della pasta madre chiara e comprensibile!!!Uno di questi giorni riprovo a farla ( la mia prima volta è stata davvero fallimentare :-(...che dici,posso farla anche con la farina di farro ( quella 0 ) o è necessario che usi quella di frumento ?
3 marzo 2008 23.20
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Grazie a te Rosy per l'attenzione e se provi poi ci fai sapere come va! Buon impastamento Ciao Cannelle!!! io adoro i pic-nic...passeremo da te sicuramente...giusto il tempo di pensare cosa fare! grazie per l'invitoIl mitico Gibbone è venuto a trovare le galline!!! ...vi confesso che cccioè.....si.....ehhhcome una sensazione...cioèèèèèè sseeeeeenti non pensate che la nostra anima che rispecchi tutto cioèèè troppo bello....posso esprimere la mia senssssazione??? cioèèèèè è troppo bello! :)Benventuta Whitewillow!!! e grazie per averci letto...io non ho mai provato a fare la pasta madre con il farro, ma uso questa farina per altro...avrei qualche dubbio su usarla in questa occasione, perchè lievita così piano e lentamente, ci vuole qualcosa che sia molto ricco di glutine...ma ovviamente si può sempre sperimentare no?un baciazzolo a tutti Lo
4 marzo 2008 8.44
silvia ha detto...
Penso che la pazienza sia alla base di tutto ma il risultato deve essere proprio speciale!!!
4 marzo 2008 9.49
Anonimo ha detto...
Galline gallinelle,come diceva giovanni:..un'ape tardiva sussurratrovando già prese le celle.La chioccetta per l'aia azzurrava col suo pigolio di stelle...mi raccomando, il Gibbone vi aspetta all'evento Cortisonicilievitate ggentelievitate
4 marzo 2008 10.23
Anonimo ha detto...
vi ho linkato! almeno siamo amiche uffiliali ^_____^tanti bacini,lafortissimahttp://ifortissimi.splinder.com/ciaooo!
5 marzo 2008 14.48
emilia - lorenza - miriam ha detto...
ciao Silvia!!! un bacione :) caro Gibbone ci stiamo organizzando per un esperimento di lievitatura ai cortisonici...vedremo! grazie bella la fortissima sei un tesoro smuacks!!! smaucks a tutti! Lo
6 marzo 2008 8.41
campo di fragole ha detto...
Ma che bella introduzione! Domani comprero' il miele e vediamo se finalmente mi ci metto pure io a farla questa massa madre! Besos
10 marzo 2008 10.57
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Benvenuta Fragolina! Mi fa piacere che sei venuta a troverci! Ti auguro una buona ventura con la pasta madre e quand vuoi siamo qui! Un abbraccio Lo
10 marzo 2008 11.09
Anonimo ha detto...
Ciao Lo,posso avere il permesso di trascrivere l'introduzione (bellissima!) di questo post su un libricino che sto preparando con tanto amore per la mia mamma?Ti spiego.. la mia mamma ha un pò perso il piacere di stare in cucina per tanti vari e tristi motivi che non sto a spiegarti e allora le sto preparando una raccolta di ricette che mi piacciono così non avrà più scuse (che lei le ricette non le sa, che non ha tempo di cercarle, che è stanca..) la prossima volta che andrò a trovarla..Ah, ovviamente prendo anche alcune delle vostre ricette da inserire nella raccolta della mammetta!Allora, posso?grazie mille in anticipo,lafortissimahttp://ifortissimi.splinder.com/
11 marzo 2008 14.18
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Dolce Fortissima...ovviamente si! é un onore! Grazie Lo
11 marzo 2008 20.00
Ely ha detto...
eccomi, allora vediamo se ho capito giusto, la mia pasta madre per ora ha qualche bollicina, vediamo domani che dovrò fare il primo rinfresco, ma ho letto sul libro delle simili che la prima settimana bisogna rinfrescarla ogni giorno, tu lo hai fatto? o domani dopo il primo rinfresco faccio passare altre 48 ore (mi pare di aver capito) e poi rinfresco ogni 3 giorni? dopo quanto la posso usare se dovesse essere attiva? tu consigli il primo mese di tenerla a temperatura ambiente giusto? poi in frigo ok capo! ultima cosa che corrispondenza hai con il lievito di birra, io di solito panifico 1/2 kg di farina e un panetto di lievito e a volte metà come mi comporto? forse era meglio che non lo leggevo stò post, ti ho stressato mica male :-)dimenticavo, io l'ho messa in una scodella ma non oliata ho fatto male? e ancora... come faccio a capire che è pronta?grazie!baciotti
19 marzo 2008 16.51
emilia - lorenza - miriam ha detto...
non ti preoccupare per le domande! Te l'ho detto che mi fa piacere confrontarmi!! Per me la pasta madre è un'esperienza speciale...cerco di risponderti!!! Io ho rinfrescato ogni 48 ore la prima settimana, poi sono passata ai 3\4 giorni nel primo mese, tenendola a temperatura ambiente. Dal secondo vive imperterrita nel frigo. Ho iniziato ad usarla dopo un mese abbondante per pizza, crackers e grissini. Devi fidarti del tuo naso e aspettare quando sentirai un profumo acidulo ma piacevole, quasi di vino...si usa all'inizio per preparazioni più soft come quelle che ti ho indicato...poi dopo 2 mesi puoi panificare......per la corrispondenza dipende dalla forza del lievito e dal tempo che hai:più o meno su 500 gr di farina uso dai 50 ai 70 gr di pasta madre se lascio lievitare una notte intera, dai 150 ai 200gr se parto alla mattina per il giorno stesso...di solito raddoppia dalle 4\5 ore...L'olio, la frutta, i succhi, lo yoghurt o il miele sono tutti piccoli aiuti che vengono dati per attivarla...se è partita la tua scodella era perfetta! Ti consiglio di rinfrescarla subito dopo che hai preparato il pane...lei respira i lieviti nell'aria! Spero di essere stata chiara...se ha delle bollicine è un ottimo segno! Lo
19 marzo 2008 17.32
Ely ha detto...
Grazie Lo!!!!! sai so che è una sensazione strana e che provano penso tutte le panificatrici, io adoro fare il pane, è una cosa intima non sò come spiegarla.... e il fatto di riuscire a panificare con il lievito naturale mi emoziona un sacco... sò che magari posso passare per una deficiente... ma non mi importa! :-))) grazie e vediamo domani che succede...
19 marzo 2008 17.40
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Io ti capisco...mi è piaciuto molto quello che hai scritto nel meme rispetto al preparare il cibo...e il lievito madre è un'esperienza della pancia e del cuore...per me alcune consapevolezze sono passate dalle mie mani alla mia testa mentre impastavo!! seguirò la tua pm!!! un bacio e grazie Lo
19 marzo 2008 17.45
Ely ha detto...
aluraaaaaaaaa.... ieri sera primo rinfresco e stamattina... dadaaaaaaaaa e come minimo raddoppiato ma non vedo bolle in superficie è molto compatta la pasta ma sicuramente lievitata perchè è arrivata a metà bacinella, tieni conto che ne ho buttata solo un pò e ho fatto il rinfresco su 200 grammi lievito madre.... dici che và bene? oggi a mezzogiorno quando torno a casa faccio foto e metto sul blog così ci dai un occhiata, ciaoooo
21 marzo 2008 9.52
emilia - lorenza - miriam ha detto...
wow....è tutto perfetto!!! non deve avere bolle in superficie, è giusto che la superficie sia compatta, gli alveoli li trovi sotto e all'interno...il raddoppi ti dice che è vitale...ti consiglio di rinfrescarne solo 100gr alla volta per non sprecare farina...se non vuoi buttare il resto sotterralo in giardino...è un ottimo concime! Ch ebello sono contenta che sta andando bene!!! :) Lo

47 commenti:

  1. sempre io :-) quando mi vengono i dubbi vengo qui, allora un dubbio, il lievito è nato perchè si gonfia e ha tutte le bolle sotto, sopra è bello liscio, ma non è come all'inizio e dalla foto del tuo non è manco come il tuo che mi sembra in grosse quantità, è vero o mi sbaglio? quando lo rinfresco il mio è una palla un pò appiccicosa e abbastanza composta, il giorno dopo ha riempito la superficie della bacinella e si è gonfiato ma non tantissimo.. magri stasera faccio una foto e te la faccio vedere... sono sempre un pò titubante perchè non ho mai visto un lievito madre se non in foto e così ogni tanto mi sorge il dubbio... magari stasera provo con una piccola quantità e ci faccio una pagnottella, se lo faccio lievitare tutta notte è troppo? lo farei cuocere a Paolo che domani è a casa...
    baci!

    RispondiElimina
  2. eccomiiiiiiii...il mio lievito è tanto ...tieni conto che io ne uso circa 400 gr alla settimana...la mia foto ovviamente è stata fatta nel momento di massimo fulgore...cioè esattamente dopo il rinfresco...poi tende a gonfiarsi, magari diventare più molle...dipende molto anche dalla farina...ora che uso la farina del mulino...esplode proprio fuori dal contenitore facendomi saltare il coperchio...con altre farine cresceva ma rimandendo nel contenitore...il fatto che non lievita moltissimo vuol dire anche che non ha ancora forza...deve maturare...io aspetterei per la pagnotta...ma vedi tu....io aspetterei per tutto...ma se proprio vuoi prova i crackers!!! aspetto la foto....ciaoooo

    RispondiElimina
  3. grazie maestra :-))) ecco anche io ho usato farina bio, non del mulino ma penso che sia comunque più buona di quella del super :-) e molata a mano in un mulino di pietra (così dice l'involucro) quindi sulla quantità ok, poi farò le foto e le metto sul blog così mi dai un parere :-) e allora visto i tuoi risultati aspetto ancora un pò... non sò per quanto ma ancora un pò :-))) ultimo consiglio rubato io lo tengo coperto da un piattino e giusto o lo devo lasciare libero?
    ora vado a portare Matty dallo psicomotricista e nel frattempo ho messo l'impasto nella macchina del pane perchè oggi non ho tempo per panificare come si deve, ho inventato una ricetta con i fondi di farina vediamo che ne esce :-) a stasera!! baci e come sempre grazie!

    RispondiElimina
  4. dai non dire maestra...fra poco tempo la pasta madre non avrà più segreti per te e allora sarai tu una maestra!!! Io la conservo in un contenitore di vetro...ho scelto il vetro per evitare che prenda l'odore della plastica..e con il coperchio....devi stare veramente attenta alle correnti d'aria...penso che se il piattino copra la superficie e non fa entrare aria sia perfetto!...ora aspetto il tuo nuovo pane... buon pomeriggio!!!

    RispondiElimina
  5. eccomi cara, le foto del lievito madre le ho messe quando hai un attimo di tempo sbigna e dammi il tuo parere:-) baci e buona giornata

    RispondiElimina
  6. Loooooooooooooo, oggi il lievito mi è strabordato fuori dalla bacinella.... è normale vero? lo stò rinfrescando con la manitoba, perchè ho finito quella bio del mulino a pietra, poi eventualmente la posso sostituire???
    un bacione stella!!!

    RispondiElimina
  7. uhhhhhhh Ely....anche il tuo leivito reagfisce alalprimavera....e cresce a più non posso....anche l amanitoba aiuta parecchio perchè è ricca di glutine e quindi lui sta mangiando alal grande...anche a me è capitato di cambiare il tipo di farina...ma non ho mai riscontrato problemi...anche quando disperata ho usato la 00...un bacione anche a te...corro a far qualcosa...che stamattina mi sono coccolata troppo!!!

    RispondiElimina
  8. perfetto! allora continuo così!!!! oggì però sono tentata di provare qualcosa... chissà se resisterò!!!! buon lavoro cara

    RispondiElimina
  9. che ridere....lo sapevo che ti scappava la voglia di sperimentare....allora se proprio proprio proprio vuoi...se non riesci a farne a meno...se non ci stai più nella pelle...ti propongo i crackers...sono il modo migliore per iniziare....ma io aspetterei!ahahhah!!! smuacks

    RispondiElimina
  10. ciaooo senti non arrabbiarti ma io provo :-))) e siccome non ho pane per domani faccio il pane, volevo fare questo dammi un consiglio, quando sarà pronto saranno le 23.00 di stasera più o meno, come lo conservo perchè domani sia bello morbido? tu come fai?
    baciotti!!!!
    e grazie :-)

    RispondiElimina
  11. semper me :-))) il lievito madre l'ho rinfrescato ieri sera, ora che ho tolto la parte devo reimpastarlo o lo lascio cosi? grassie!!!
    baciuz

    RispondiElimina
  12. arraiarmi....ma scherzi???? che te credi che io ero così tranquilla quando lo rinfrescavo???? noooooooooo.....ahahahah fai il pane wow! Che ricetta segui???? lascialo raffreddare su una gratella...anche fino a domani mattina...poi lo conservi in un sacchetto o di carta o di stoffa...un adelle qualità dell apsta amdre...è che dura molto più a lungo...te ne accorgerai!!! In bocca al lupo!!!!
    Per quanto riguarda la pm avanzata puoi rinfrescarla o lasciarla così e rinfrescarla al momento opportuno...dipende se hai tempo...a lei un runfresco in più non fa male! Anzi ;)...guarda che sono curiosa...aspetto news....

    RispondiElimina
  13. p.s arraiarmi...significa...arrabbiarmi ...è un codice segreto....quello delle svampate :)

    RispondiElimina
  14. lo sò che non ti arrabbi :-))) allora ho preso questa ricetta
    http://www.kucinare.it/user/ricetta.aspx?idricetta=3521
    sono andata a caso e l'avevo salvata da tempo vediamo che ne esce, ok, seguirò i tuoi consigli alla lettera e domani posto la foto :-))) colazione con pane fresco al lievito naturale!!! WOWWWWWWWWWWWWWW

    RispondiElimina
  15. infatti ho fatto un pò fatica a decifrare alcune parole :-))))))))))))))))))))) e rinfresco anche stasera!!! sono troppo felice!!!! ho ancora tutta la casa da sistemare perchè sono arrivata alle 16.00 ma pensavo di fare qualcosa di buono... (che testa di pera che sono... direbbe mia mamma...)
    :-)))

    RispondiElimina
  16. ho visto la ricetta, mi sembra ottima...però io sostituirei la farina integrale con manitoba....ma perchè la tua pasta madre è giovane...non la farei superlavorare con una farina pesante che rallenta...ma con una che fa esplodere...ma sarebbe anche interessante provare la ricetta originale..io sparo quello che mi viene in mente...poi se usi la macchina del pane fai così...metti il lievito e un poco d'acqua e il malto e fai sciogliere bene, dopo aggiungi la farina dove hai aggiunto il sale...e fai ripartire....
    in questi giorni io sto facendo un pane con tre lievitazioni...semplicissimo...mizzega che morbidosssssssssso

    RispondiElimina
  17. Lo cara ma io l'ho già impastato sono più veloce della luce :-)))) vediamo che esce la ricetta originale, poi ti dico. Che pane stai facendo???? spara.... e un altra cosa, vorrei fare il pane con i fiocchi, d'avena o cereali o altro tu in che quantità li metti nell'impasto?

    RispondiElimina
  18. ahahha wonderwoman!!! sai che non l'ho mai fatto con i fiocchi....ma ho appena preso quelli di avena...per cui ci provo...
    il mio pane è semplicissimo, banale...300 di farina 0, 200 di semola 50 di pm....acqua....impasto, lascio lievitare tutto il giorno, rimpasto....lascio tutta la notte...rimpasto lascio lievitare al raddoppio...circa 3 ore...il primo è venuto morbidissimo, ma visto che la pasta era un po' fluida...non ha tenuto bene la forma...oggi riprovo con un impasto più compatto...il sapore è delicato...e morbidissimoooooooooo

    RispondiElimina
  19. mmmmmmmmmmm me la stampo!!! deve essere buonissimo!!!!

    RispondiElimina
  20. innanzitutto una capatina veloce per augurarti buon giorno, e sopratutto per dire che il pane è favoloso!!!! sà di pane non sò come spiegarlo ma tu mi conprenderai all'istante, stamattina foto per prima cosa :-))) e poi una bella fetta spalmata di marmellata.... strepitoso!!!!
    insomma... anche questo sà di paradiso, ora per conservarlo io l'ho messo in un sacchetto di quelli da freezer e poi in un porta pane di cotone che avevo comperato tempo fà, procedimento giusto? baciii cara gallina :-)

    RispondiElimina
  21. Buona giornata a te splendida!!! Sono felicissima per il pane....la tua pasta madre è ottima...l'hai curata bene e hai avuto un grande risultato...il bello è che ora migliorerà sempre!!! che meraviglia!

    RispondiElimina
  22. Non ho capito la doppia serie di commenti. :-)))

    Grazie del link sul gruppo del lievito madre di Facebook!!

    Daniela

    RispondiElimina
  23. Mi viene da piangere sono giorni che provo a creare la mia creatura straordinaria e invece niente. Non so dove sbaglio, ieri ho impastato nuovamente seguendo le tue indicazioni, molto fiduciosa l'ho messa in una bella ciotola di vetro con coperchio non ermetico e l'ho infilata nel forno spento. Oggi a distanza di 24 ore l'ho trovata rilassata e ammorbidita senza bolle aggiunte! E' morta sicuro ed io con lei... voglio riuscirci ho voglia di impastare e mangiare in maniera naturale. AIUTO!

    RispondiElimina
  24. noooooooo Cinzia non piangere...aspetta a decretare la morte della pasta madre....fai prima i primi tre rinfreschi prima di pensare che non sia partita...a volte è lenta...il fatto di vederla rilassata è il movimento del glutine...forse parte...posso chiederti che tipo di farina usi? Cerca la miglior qualità, quella che ti da l'idea di essere più fresca...se hai bisogno puoi scrivere anche nella mail che trovi nel mio profilo...posso chiederti di che zona sei?
    Prova ancora con la pasta madre, al massimo ti spedisco un pezzo della mia...che dici? Fammi sapere...vedrai che ci riesci!

    RispondiElimina
  25. Lo, ciao sono appena tornata é stata una sorpresa piacevole quando mi sono accorta che mi avevi risposto, non avevo mai provato il computer per me é un'incognita!!! Comunque nel mio forno la situazione é stabile o quasi, sono trascorse le 48 ore quindi dici di provare a rinfrescarla, va bene sono una testarda io e ci vorrei riuscire. La farina che ho usato é la manitoba in percentuale maggiore e la farina 0 una domanda l'olio e il miele si possono prendere con il cucchiaio di metallo? Un'altra domanda come faccio a capire che é da cestinare? Aspetto una tua risposta che forse arriverà fra qualche ora visto che io mi trovo vicino Roma....

    RispondiElimina
  26. é un piacere risponderti...se ci impiego un po' è perché sono fuori tutto il giorno...ma poi arrivo! Io passerei al rinfresco e aspetterei altre 48 ore....magari scopri rinfrescandola che i primi alveoli sono tutti dentro...in ogni caso..rinfresca e rimetti a riposo...io chiuderei il contenitore. Il cucchiaino di metallo non crea nessun problema, annusala...senti l'odore...è acido? se si sei sulla buona strada...tieni conto che l'effetto molliccio di cui mi parlavi può essere causato da un eccesso lievitatura e questo è il procedimento stesso della pasta madre...rinfresca e dimmi come va! a presto

    RispondiElimina
  27. Lo, oggi sono tornata a casa e.. sorpresa il panetto é lievitato, ma dall'aspetto sembra un po malaticcio gli sono comparse delle macchioline bianche, sembra quasi muffetta. E' possibile che si stia rovinand? Ora ho comprato un barattolo con la chiusura ermetica che dici va bene oppure lo soffoco? Ho molta moltissima pazienza, ma non vedo l'ora di vedere dei risultati. Sicuramente anche tu avrai vissuto questi momenti quindi mi capirai se ti faccio tutte queste domande, e poi mi piace avere questo contatto. Ciao ci sentiamo quando torni se ti va!

    RispondiElimina
  28. Cinzia piace molto anche a me avere questo contatto...per cui andiamo avanti tranquille....il barattolo ermetico è perfetto...io la conservo da più di due anni nella stesso contenitore di vetro con tappo ermetico (un frigoverre) e mi sono trovata bene...hai fatto il rinfresco?
    Però sono felicissima di sapere che non è morta! Però controlla bene che non sia muffa...a me non ha mia fatto muffa...piuttosto se la lascio scoperta tende a seccarsi...magari quelle macchioline sono la superficie che sta seccando e diventando dura? Per favore se mi rispondi ti spiace indicarmi quando hai fatto i rinfreschi?
    è un piacere conoscerti!

    RispondiElimina
  29. Ieri ho fatto un rinfresco con manitoba e farina 0, stasera l'ho di nuovo rinfrescata solo con la manitoba per vedere quell'effetto a che cosa era dovuto perche non sono riuscita a capire che cosa fosse, l'odore era decisamente acidino! Boh! spero di capire presto l'andamento di questa riproduzione.

    RispondiElimina
  30. l'odore acidino è perfetto...quello si perde dopo mesi di utilizzo..e quindi all'inizio è un buon segno...come va dopo il secondo rinfresco? :)

    RispondiElimina
  31. Va benissimo sta lievitando molto bene quindi penso di essere sulla giusta strada, sono così entusiasta che sto coinvolgendo anche colleghi e familiari. Stasera dovrei fare di nuovo il rinfresco, che pensi é il caso che io la metta in frigorifero? Non vorrei che il caldo la inacidisse!!! Comunque è un vero peccato buttarla dici che alle piante fa bene? Mia madre ne ha talmente tante, ma se poi con il trattamento si seccano mi uccide. Ciao Lo.

    RispondiElimina
  32. Scusami...non ti ho risposto subito...in realtà èer i primi 15 giorni io la rinfrescherei spesso ma la lascerei fuori dal frigo...dopo la puoi tenere in frigo e visto il caldo la rinfrescherei due volte a settimana...anche se si conserva in frigo è sufficiente una volta a settimana...vedi come va...anche il tempo! Io ho sempre buttato l'avanzo nell'orto...facevo una buca e ci buttavo la pasta madre...fa benissimo alle piante! Il mio consiglio è di non usarla prima di un mese..e all'inizio solo per alcune preparazioni...tu cosa avevi pensato? felice domenica

    RispondiElimina
  33. Ciao Lo, la sto lasciando fuori e la rinfresco quasi tutti i giorni perchè lievita velocemente circa 5 6 ore ma l'odore non é proprio così piacevole sa quasi di vino, come se fosse lasciata crescere troppo. Sai l'odore con il lievito di birra é diverso. Io non sò in quanto tempo sia matura questa pasta comunque ieri ho provato a fare i grissini, ma giusto per provare e non buttare l'eccesso, a parte che non sono lievitati molto (probabilmente non é ancora molto forte) ma il sapore era agretto. Sono sempre incerta sulla sua freschezza ma non demordo. Una buona domenica anche a te.

    RispondiElimina
  34. quell'odore particolare è il sintomo che la tua pasta madre sta procedendo bene...per perdere completamente il sapore di acido tieni conto che devono passare 6 mesi ...ovviamente utilizzandola! Mentre ti consiglio di non usarla assolutamente per un mese...se no succede come con i grissini..il sapore acre ti disturba...se continua il grande caldo...mettila in frigo così rallenti i rinfreschi giornalieri...rinfrescano anche una piccola quantità alla volta...tipo solo 100 gr...così lo scarto è minimo...ma se vuoi un buon risultato finale...per esperienza...non aver fretta...aspetta almeno un mese prima di iniziare ad usarla...felice serata

    RispondiElimina
  35. Siamo al giro di boa (sono passati 15 giorni) ieri dopo aver curiosato fra le tue ricette mi é venuta voglia di quel pane alla semola alla tripla lievitazione e oggi mi sono messa all'opera anche se non è trascorso il mese che mi hai consigliato... la voglia di realizzare è talmente tanta... ma è inutile che te la spieghi perchè la conosci bene! Comunque la mia pasta madre sembra bella pimpante ma il mio impasto del pane un po meno. Che pensi ogni tanto al rinfresco va aggiunta una punta di miele come ho letto in altri blog? Buona serata

    RispondiElimina
  36. cara Cinzia...un cucchiaino di miele edi zucchero è sempre consigliato nell'impasto lievitato sia con lievito naturale che di birra...quindi metterlo non crea problemi...hai scelto un pane un po' complesso..per la forza richiesta ...un compito un po' faticoso per una pm novella...ma più che altro mi chiedo come è il sapore? il rischio nell'usare una pasta madre nuova troppo presto è il forte sapore di acido...fammi sapere che sono curiosa! ti consiglio per future preparazioni mentre aspetti che maturi un pochino di provare la pizza e i crackers o anche i grissini! buona sperimentazione

    RispondiElimina
  37. Cara Lo, come hai ben immaginato il mio pane è stato un vero flop. Il sapore era pessimo, ben mi sta! Mi avevi avvertita. Non volevo avere la presunzione di fare un pane complicato anzi pensavo che con quel tipo di lievitazione l'impasto avesse più tempo per rinforzarsi, mamma mia pensavo di capirci di più visto che cucinare fa parte delle mie passioni invece sono una novellina che va seguita passo passo. Stammi vicina. PS. Mi piace moltissimo il modo in cui parli di te. Buona serata.

    RispondiElimina
  38. dai Cinzia...è bello anche sperimentare e portarsi a casa un saper nuovo da ogni cosa che si fa....come hai immaginato tu...nella tripla lievitazione la pasta madre lavora parecchio e se avesse già raggiunto il suo equilibrio questo da solo regali al pane, ma ora è un momento in cui è molto fermentina molto acidina e quindi mentre fa il suo lavoro lascia andare a spasso queste suo caratteristiche ...vedrai ti accorgerai...dal 3 al 6 mese (sembra di parlare di un bambino) ad ogni rinfresco migliora e il suo sapore diventa sempre più delicato e stabile...ma in quel periodo sarà ancora fragile...qualsiasi cambiamento di farina di tempo di acqua si sentirà..e se il giorno prima era perfetta il giorno dopo sarà orribile...la mia è diventa stupenda (ne sono molto orgogliosa) dopo l'anno..quando è davvero matura e riserverà poche sorprese, che avrai imparato a gestire...
    Ora penso che il mese stia quasi passando...porta pazienza ancora poco..e poi inizia con pizza, crackers e grissini.
    Approfitta di questo tempo per osservarla...quanto tempo ci impiega a raddoppiare? ci sono dei giorni che sembra lavorare meno? e annusala parecchio...perché un giorno avrà un odore così buono che sorriderai felice!
    grazie per i complimenti...io sono qui! (anche se settimana prossima vado in ferie)
    a presto!

    RispondiElimina
  39. Ciao Lo, è tanto che non ci sentiamo scusami ma tra le tue ferie e tutto ciò che mi gira intorno non ho avuto molto tempo. Comunque in questo periodo ho continuato ad accudire la mia pm che però rimane sempre molto debole, ci impiega ore e ore a raddoppiare e non è cosi florida come "la tua" e quelle che vedo in giro. Come posso farla diventare una vera forza? Baci

    RispondiElimina
  40. ciao Cinzia! scusami il ritardo! per rinforzarla puoi aumentare i rinfreschi oppure rinfrescarla strizzarla stretta stretta in uno strofinaccio, legarla come un salame e lasciarla per qualche ora...in questo modo acquista forza....se ti interessa fammi sapere che ti linko dove è spiegata questa modalità...anche se proverei prima con i rinfreschi! Ti posso chiedere inoltre quanta pasta madre usi e su quanta farina e i tempi di lievitazione che ottieni? :)

    RispondiElimina
  41. Ciao Lo, in questi giorni ho fatto dei rinfreschi come mi hai suggerito e pare vada un po' meglio, comunque ieri sera ho impastato 300 gr di manitoba, 200 gr di semola, 100 gr di pm, 1 cucchiaino di miele, 1 di sale mischiato alla farina, acqua q.b. Impastato il tutto per circa 10 minuti poi a lievitare in forno spento dalla ore 21.30 alle 07.30 di questa mattina. E' raddoppiato, l'ho ripreso e sgonfiato lavorandolo ancora per 5 minuti circa aggiungendo un po' di farina perchè appiccicava un po' al contrario di ieri, poi gli ho dato la forma ho inciso la superficie con due tagli non troppo profondi e l'ho sistemato in una teglia a lievitare per circa 7 ore. Quando sono tornata ho trovato un bel filoncino/ciabatta l'ho cotto a circa 200 gradi per 45 minuti, l'ho lasciato intiepidire e l'ho tagliato adesso anche se è ancora caldo. Risultato: crosta croccantina, interno abbastanza aperto, odore e sapore ancora acidino. Ciao aspetto tua risposta

    RispondiElimina
  42. Cinzia ...mi sembra tutto perfetto ora....il sapore acido può essere dato dal fatto che la pm è ancora giovane e si deve assestare e forse anche dalla seconda lievitazione un po' lunga...io avrei aspettato solo 3 ore... ma ti ripeto è davvero giovane la tua pasta madre...dalle tempo di assestare il sapore..anzi visto il caldo che c'è ancora riprova a rifare tutto come mi hai raccontato ma con soli 50 gr di pasta madre..un abbraccio

    RispondiElimina
  43. Ok grazie riprovo stasera e diminuisco i tempi della seconda lievitazione ti faccio sapere. Ciao

    RispondiElimina
  44. Non ci posso credere è passato più di un mese dall'ultima volta che ti ho scritto, ma con l'inizio della scuola siamo ripiombati nel caos + totale ed io il poco tempo che ho avuto l'ho dedicato al pane. Finalmente come mi avevi anticipato quel saporino agretto è scomparso dai miei impasti ed ora mangiamo il pane che faccio io fino all'ultima fetta. Sono veramente soddisfatta, solo un dubbio mi assale. Secondo te nel forno devo mettere un contenitore con l'acqua? Non so dove ho letto questa cosa, ma provando mi pare che la crosta non sia venuta croccante come altre volte in cui non l'avevo usata. Domani riprovo senza. Ciao

    RispondiElimina
  45. che bello rileggerti...non ti preoccupare qusto inizio dell'anno è sempre impegnativo...sono felicissima della tua pasta madre e del tuo pane...l'acqua serve nel forno perchè rende più morbido ...io a volte la metto a volte no....non è indispensabile..fai a tuo gusto!
    buona continuazione e a presto

    RispondiElimina
  46. Ho riletto per l'ennesima volta questo post, tu sei la più bella del mondo Lo, il mio prossimo pane lo vorrei condividere con te....

    RispondiElimina