martedì 11 dicembre 2007

Il panettone del pollaio












Ma potevo mettermi a comprare il panettone? Assolutamente no!
Mi pare quasi offensivo ...anche se qui al pollaio siamo veramente di corsa, anche se si è un po' acciaccati...il
panettone si fa! Avrò letto un centinaio di ricette e il mitico dolce me lo sognavo anche di notte...ho rinunciato a malincuore per quest'anno ad usare la pasta madre, perché sarebbe stato davvero lungo...ma solo l''idea di usare troppo lievito mi faceva gonfiare il pancino....quindi da un sunto culinario e qualche attacco estemporaneo...ecco il panetun homemade! Volevo partecipare con la mia ricetta tradizionale, ma rivisitata, all'iniziativa di Francescav Aspettando il Natale! :) Lo

350 gr farina 00
150 gr farina 0
1 cucchiaino di lievito di birra disidratato
acqua tiepida quanto basta
25 gr di latte tiepido
100gr di uvetta
100gr di scorza d'arancia candita
90 gr di burro
65 gr di zucchero grezzo di canna
4 tuorli
2 cucchiai di miele
vanillina o bacca di vaniglia
sale
buccia grattugiata di un limone e di un'arancia
gin
nocino
amaretto di Saronno



Ho iniziato i lavori sabato sera impastando una biga con 150gr di farina 00, 1\2 cucchiaino di lievito di birra disidratato e acqua tiepida. Ho formato una bella palletta e l'ho messa a nanna sotto una cupola di vetro per tutta la notte.
La domenica mattina ho messo a bagno 100gr di uvetta in un po'di gin mischiato con due cucchiai di nocino. Ho preso la biga, che aveva raddoppiato il suo volume e ho aggiunto 200gr di farina 00, 45 gr di burro ammorbidito, 45 gr zucchero di canna grezzo, 2 tuorli e acqua tiepida e 1\2 cucchiaino di lievito di birra secco (ma al prossimo ne metterò un cucchiaino scarso). L'impasto deve risultare morbido ed elastico. Io ho usato l'impastatrice e ho fatto lavorare a lungo, per circa 20 minuti, fino a quando non sembrava incordato. Ho rimesso nel piatto e sotto la cupola di vetro a lievitare. Gli avevo promesso di tornare dopo due...ma in realtà sono uscita e sono rientrata dopo più di 5 ore....lui era cresciuto un po'!
Ho preso l'impasto e ho aggiunto 100 gr di farina 0, 45 gr burro, 20 gr di zucchero di canna grezzo, 25 gr di latte tiepido, un cucchiaino di sale,2 cucchiai di miele, 2 tuorli, una bustina di vanillina (ma perché non avevo la bacca di vaniglia), la buccia grattugiata di un limone e di un'arancia e due cucchiai di amaretto di Saronno.
Mentre l'impastatrice faceva il suo lavoro, ho tagliato a dadini le bucce di arancia candite, ho scolato l'uvetta e dopo averla tamponata con uno strofinaccio, l'ho mischiata con i canditi e 50gr di farina 0. Ho aggiunto tutto all'impasto in lavorazione e ho fatto lavorare per altri 10 minuti. Alla fine è risultato molto molliccio, ma sono riuscita comunque a lavorarlo ancora qualche minuto con le mani infarinate: in questo modo non si è appiccicato. Ho messo tutto nello stampo di carta, coperto con un panno umido e messo a lievitare per tutta la notte.
Lunedì mattina ho visto che era cresciuto, ma non sinceramente come me l'aspettavo....e un po' mesta ho schiaffato tutto nel forno spento con un pentolino d'acqua. Qui è successo l'incredibile. Ho acceso a 180°, forno statico e gli ho dato 45 minuti da quando il forno ha raggiunto la temperatura, prova stecchino perfetta...ho spento, lasciandolo 5 minuti a forno spento chiuso e altri 5 con lo sportello semi aperto. Il panetun era cresciuto! Dopo averlo sfornato, l'ho infilzato alla base con due aghi da maglia e messo a testa in giù a raffreddare.

Ecco la foto dell'esecuzione!!!!
Ho usato uno stampo da un chilo, ma le dosi sono adatte allo stampo da 750gr. Che profumo per tutta la casa!
Alla sera l'abbiamo finalmente tagliato: era lievitato perfettamente...anche dall'interno sembrava un panettone serio! Che bella alveolatura e morbidissimo.
...la prova sapore? L'alchimia ha funzionato...i canditi, l'uvetta, i frutti, il miele e i liquori..hanno portato al sapore di un vero panettone!





13 commenti:
Marta ha detto...
brava bravissima Lory!!!! Nei prossimi giorni ce l'ho in programma anch'io! Non vedo l'ora di vedere che cosa salta fuori... Il tuo è veramente troppo invitante!!!
11 dicembre 2007 14.02
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Grazie Marta! Fammi sapere poi come va l'avventura con il sig. Panetun!! Un bacio Lo
11 dicembre 2007 14.45
emilia - lorenza - miriam ha detto...
lo il mio e' in fase di montaggio...attendo fiduciosabravaEMI
11 dicembre 2007 15.22
Anonimo ha detto...
looooo!!!!!!è stupendo!!!!!!!complimenti!!!!..adesso aspetto quello della Emi, che sarà altrettanto buono!!!dario
11 dicembre 2007 19.11
silvia ha detto...
Praticamente impossibile per me!A differenza di altri dolci mi sembra impossibile che si possa fare in casa...Però potrei provarci. Tu cosa dici? E' solo per super esperti o anche per cuochi comuni?
11 dicembre 2007 21.19
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Ciao Silvia! Che piacere averti qui!!! Prova il panettone...non è per esperte...tieni conto che è stata anche la mia prima volta...devi solo esercitare la santa arte della pazienza e lasciare lievitare piano! Se ci provi e vuoi chiedere qualcosa: io sono qui!Benvenuta!Lo
11 dicembre 2007 21.28
emilia - lorenza - miriam ha detto...
grazie Dario sei un amico!!!anche io aspetto quello di emi!!! :) Lo
11 dicembre 2007 21.30
Francesca ha detto...
wowo ragazze, qui si fa sul serio è? SLURPPP :-PFrancesca
12 dicembre 2007 9.55
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Ciao Francesca!!! Io slurpo con te!!! e il prossimo sarà cioccolatoso per la gioia della piccola gnoma!!! :) Lo
12 dicembre 2007 22.03
emilia - lorenza - miriam ha detto...
il mio e' venuto bene...bello e buono ma credo che con i canditi sia panettone piu' panettone :)lo rifaro'EMI
14 dicembre 2007 14.15
silvia ha detto...
Più lo guardo più mi sembra complicato nonostante le tue parole d'incoraggiamento...
16 dicembre 2007 22.12
emilia - lorenza - miriam ha detto...
Silvia!!! .......naaaaaaaaaaaa!!!!
17 dicembre 2007 18.41
simo ha detto...
Bello, bellissimo e sicuramente buonissimo!!Brava Lo!Simo
23 dicembre 2007 20.43

Nessun commento:

Posta un commento