lunedì 3 dicembre 2007

Dado vegetale


L'ho già detto: qui nel pollaio ci piace fare da sè, se vogliamo usare un termine molto tecnico ci piace autoprodurre...cioè fare da soli ed evitare di acquistare, se non le materie prime necessarie. Per noi tutto questo vuol dire essere più consapevoli dei propri acquisti, uscire dalla girandola di consumi a volte insostenibili, vuol dire ricercare ingredienti più sani e naturali, vuol dire fare scelte di qualità e non di quantità, vuol dire prendersi cura di sè e della propria famiglia con attenzione e dedizione, vuol dire valutare il tempo in modo diverso, recuperare vecchi saperi e conoscenze. Vuol dire anche inquinare meno: si hanno meno imballaggi da buttare, si fa meno strada in auto per andare a comprare, vuol dire molto spesso risparmiare...vuol dire anche molto semplicemente definire bene la nostra identità di galline e pollastri indipendenti e selvatici.

La prima merce industriale che ho deciso di sostituire con un bene homemade è stato il dado...insomma il suono della parola gluttammato mi ha sempre dato i brividi!!!
La ricetta l'avevo trovata scartabellando tra libri di cucina vegetariana....è adatto per minestre e zuppe, ma anche per la base di un soffritto per sughi e verdure....state attenti usatene poco!!! Non fate come me che, da brava gallina svaporata, la prima volta ne ho messo un intero cucchiaione nel sugo per una semplice pasta....per diluire il sapore salato ho dovuto fare un sacco di sugo....quasi una scorta invernale!!! :) Lo

1\2 kg cipolle
1\2 kg carote
250gr sedano verde
250 gr prezzemolo
250 gr pomodori sodi maturi
1 testa aglio
erbe aromatiche fresce (salvia rosmarino timo)
spezie miste in polvere(noce moscata, cannella, pepe nero)
1\2 kg sale marino integrale fino
olio extra vergine d'oliva qb
Tritare finissime le verdure e le erbe nel mixer, versare in una zuppiera, aggiungere sale e spezie e mescolare bene, riempire con il preparato i barattoli, sbattendoli per far uscire le bolle d’aria, coprire la superficie con olio extra vergine di oliva, chiudere i barattoli e conservare in frigo. Si conserva per più di un anno.Per una porzione di brodo 1\2 cucchiaino di preparato in una tazza di acqua bollente.
Vera ha detto...
Quello a sinistra è simile al mio, e in effetti è concentratissimo! Prima di usarlo lo sciacquo per togliere il grosso del sale, in un colino, così restano erbe e verdure e i granelli di sale si assottigliano.
3 dicembre 2007 20.02
emilia - lorenza - miriam ha detto...
ciao Vera!!! che bello trovarti qui!! Grazie per il passaggio!!! Non ci avevo mai pensato a lavare il dado...ma mi sembra un'ottima idea...mi sa che ci provo! Lo
3 dicembre 2007 20.55
Anonimo ha detto...
noi abbiamo provato quella della emi.... è molto buono!!!consiglio di provare a farselo ..perchè merita!dario
8 dicembre 2007 21.39
emilia - lorenza - miriam ha detto...
hai ragione ....sembra incredibile, ma merita davvero....la classica minestrina è buonissima...e rinunci a tutti quei conservanti, additivi, esaltatori....
9 dicembre 2007 9.07
Anonimo ha detto...
geniale! lo provo;)grazie mille del suggerimentoo!!io fino ad ora usavo quello senza glutammato ma la frase "sapessi come fanno il dado non lo useresti più!" mi è sempre risuonata nella testa!Grazie mille,lafortissimamiao.http://ifortissimi.splinder.com/
18 gennaio 2008 16.19
emilia - lorenza - miriam ha detto...
w la fortissima!!! benvenuta! prova questo dado....è fantastico e sanissimo!!! poi mi fai sapere come lo trovi...che le galline sono curiose! :) Lo
19 gennaio 2008 12.26
Anonimo ha detto...
fatto!!lo trovo ottimo, sano e saporito!grazie mille per la ricetta!!e già me la chiedono tutte le mie amiche:)ciaoolafortissimahttp://ifortissimi.splinder.com/

14 commenti:

  1. voglio provare a farli ho delle ricette simili da fare con il bimby!!!! che scoperta ho fatto a trovare te, mi trovo con un sacco di cose in comune :-) baciiiiii
    e buon sabato!

    RispondiElimina
  2. Ely...mi hai detto una cosa splendida che mi emoziona...grazie!!! Anche io sono felice di averti trovato.... :) un abbraccio fortissimo!
    p.s se hai il bimby so che le versioni del dado sono innumerevoli ed è troppo bello non comprare il dado al super!

    RispondiElimina
  3. smack!!!! è vero stò cercando di abolire tutto quello che fà male e farlo da me, e il dado è davvero una tale schifezza lo uso poco ma a volte dà veramente sapore e quello con il bimby o il tuo invece sono sani!!!!
    ora vado a fare la torta per domani, prima confessione di Pietro :-)

    RispondiElimina
  4. io per l aprima confessione di Marta ho fatto i biscotti con la frolla ;)...prova il dado...lo prepari una volta in buona quantità....dura tantissimo e ne puoi fare una buona scorta!

    RispondiElimina
  5. ok :-))) quanti anni hanno i tuoi gnometti?
    buona notte ora posto il menù per la trattoria Muvara :-)))

    RispondiElimina
  6. lo gnometto ha 11 anni e la gnoma rossa 9...appena posso corro a sbiricare il menù!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  7. allora la gnoma ha l'età di Pietro, ha fatto i 9 o deve compiere i 10? senti il lievito è triplicato se non di più si è gonfiato tutto, si vede che stà sempre meglio :-) io ora faccio l'ordine al gruppo d'acquisto solidale e poi vado a nanna, dopo un buon pediluvio con sale e aceto, rilassa tantissimo e toglie la stanchezza :-))))
    baciotti a domani!!!!

    RispondiElimina
  8. La gnoma è una ragazza del '99...appena fatto i 9 anni! ...urca il pediluvio ch erelax...mi devo ricordare...un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  9. La spieghiamo anche noi ai giovani apprendisti cuochi (oddio, non sono sempre giovani, in realtà) dei nostri corsi di cucina, l'importanza dell'usare materie prime certe e partire il più possibile dalla base. Non sempre è possibile, naturalmente, ma spesso sì e non si fa solo per pigrizia (e speriamo non per mancata conoscenza).

    Nel caso del dado, vegetale o di carne, viene da dire che sia solo pigrizia, perché farlo è veramente facile e non porta via neppure troppo tempo.

    Ottima l'idea, quindi, di promuovere la cosa pubblicando questa ricetta :)

    RispondiElimina
  10. tesoro mio mi hai fatto un regalone,appena posso lo faccio eccome,lo posto e ti cito perchè sei stata gentilissima a condivedere la tua ricetta!
    w le autoproduzioni!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. scusa,una domanda...anzi due...
    i barattoli vanno prima bolliti giusto?
    ma con tutto quel sale si possono tenere anche in dispensa o solo nel frigorifero????

    RispondiElimina
  12. che bello Luby sono contenta di esserti stata utile...io credo si possa conservare anche fuori dal frigo...a me è durato tantissimo! un bacio

    RispondiElimina
  13. Interessante! Grazie , anche io uso farlo , ma lo congelo proverò a conservarlo in questo modo.
    Ottima idea.Ciao.

    RispondiElimina
  14. così ti garantisco si conserva bene e a lungo...grazie :)

    RispondiElimina